Home » Rubriche »Very Important Planet » Giacomo Bevilacqua: in piazza con il mio Panda per l’Earth Hour:

Giacomo Bevilacqua: in piazza con il mio Panda per l’Earth Hour

Il 29 marzo a Roma, a dare il via all’Earth Hour ci sarà anche lui. Giacomo Bevilacqua, classe 1983, è una delle firme più interessanti del fumetto italiano. Dopo aver disegnato per la casa editrice Eura alcuni albi dei personaggi di “John Doe” e “Detective Dante”, ha lavorato a storyboard per film e pubblicità, firmato animazioni per La7 e creato nel 2008 il famoso personaggio di Panda della serie a fumetti “A Panda piace”, che incarna i vizi e le virtù dell’uomo comune. Sabato dalle 16 il WWF, che organizza la grande mobilitazione mondiale per un mondo più sostenibile, aspetterà lo spegnimento della facciata e la Cupola di San Pietro in un’area dedicata al cambiamento climatico e alla specie più colpita, l’orso polare, allestita a Roma in Piazza Pio XII. Giacomo Bevilacqua realizzerà una installazione dedicata al Panda e ai temi dell’Ora della Terra su un pallone aerostatico di tre metri, che verrà poi alzato in volo in piazza per essere immortalato durante lo spegnimento della facciata e della cupola alle 20.30.

D) Giacomo, perché hai deciso di partecipare all’Earth Hour?

R) In realtà non è la prima volta che partecipo ad eventi del Wwf. Visto che il panda è il simbolo del Wwf e il protagonista del mio fumetto, la collaborazione è iniziata già nel 2008 e va avanti. A dicembre scorso, quando il Wwf ha messo all’asta i panda personalizzati da vari artisti e numerati, il mio è stato uno dei più quotati. Lavorando come fumettista passo molto tempo in casa e perdo un po’ il senso della realtà: partecipare a eventi come l’Earth Hour mi aiuta a stare in contatto con i problemi reali.

D) Hai raccontato che la serie “A Panda piace” è nata in modo fortuito, da un’associazione mentale tra la frase di un’amica e una battuta del film “Il favoloso mondo di Amélie”. Facendo del Panda il protagonista del tuo fumetto più famoso, hai poi pensato anche ai significati ecologici legati a questo animale in via di estinzione?

R) Nei miei fumetti uso il Panda per raccontare un “animale umano” anch’esso in via di estinzione. L’essere umano equilibrato, con dei valori, che per esempio non butta le cartacce per terra e agisce con lucidità è sempre più raro. Sono messaggi che in piccolo cerco di portare avanti, anche attraverso gli aspetti più pratici del mio lavoro. Da sei anni per esempio non uso carta per disegnare, ma una tavoletta grafica collegata al computer. L’azienda con cui lavoro per i gadget, la Pixart Printing, produce solo on demand, evitando lo spreco: non c’è nessun magazzino con montagne di oggetti.

D) Parlavi di valori che cerchi di trasmettere con il tuo lavoro. Pensi che, anche per far passare dei messaggi di sensibilità ambientale, il linguaggio del fumetto possa essere più efficace rispetto ad altre forme già sperimentate, spesso senza buoni risultati?

R) Grazie a Gipi o Zerocalcare, il fumetto sta assumendo una vera e propria forma letteraria e potrebbe dire il triplo rispetto ad altri media meno completi. Nei fumetti ci sono più livelli di lettura, e alla fine ti lasciano un’esperienza da cui puoi trarre qualcosa di utile. Oltre al medium, però, penso che nel far passare certi messaggi conti anche il rapporto che un fumettista ha con i suoi lettori. Questa relazione determina se la gente ti ascolta o meno: la vicinanza alle persone fa sì che tu sia credibile. Per questo curo molto i rapporti con i miei lettori e rispondo sempre a tutti i messaggi che mi arrivano.

D) Hai mai integrato direttamente temi ambientali nei tuoi fumetti?

R) Nella serie “Metamorphosis“, per esempio, il nemico della protagonista è un cattivo che però vuole un mondo diverso, in cui i soldi vengano spesi in modo più responsabile, per l’istruzione ed esseri umani più responsabile piuttosto che per le armi. Una delle vignette più condivise di “A Panda piace” è sul risparmio energetico: si vede il Panda che spegne il sole con una cordicella appesa al cielo. Il messaggio che volevo trasmettere è che il sole, se trattato bene, è la risorsa migliore; se trattato male è la peggiore arma. In generale, non è facile affrontare temi ambientali in una vignetta: serve un grosso lavoro per ridurli all’osso. Adesso, con il bimestrale Panini “A panda piace l’avventura”, avendo a disposizione 50 pagine, mi sto concentrando anche su temi più complessi.

D) Come sarà sabato la tua installazione per l’Earth Hour?

R) Forse disegnerò un panda che interagisce con un orso polare, specie su cui quest’anno si focalizza l’Ora della Terra. Non so come sarà disegnare là sopra, e poi le idee mi vengono sempre in mente cinque minuti prima di disegnarle. Sarà una sorpresa anche per me.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“M’illumino di Meno” 2018: è ora di cambiare passo per salvare la Terra

febbraio 23, 2018

“M’illumino di Meno” 2018: è ora di cambiare passo per salvare la Terra

Quest’anno Caterpillar e RAI Radio2 dedicano l’iniziativa “M’illumino di Meno“ alla bellezza del camminare e dell’andare a piedi. Perché sotto i nostri piedi, ricordiamocelo, c’è la Terra e per salvarla bisogna cambiare passo. Entro fine giornata del 23 febbraio 2018, la quattordicesima edizione di “M’illumino di Meno” ha dunque l’obiettivo di raggiungere la Luna a piedi con 555 [...]

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

febbraio 20, 2018

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

Il 13 febbraio la Città di Torino ha lanciato “Muoversi a Torino”, il nuovo servizio di infomobilità in linea con le principali città europee: un portale web istituzionale, interamente orientato a fornire indicazioni utili e informazioni sempre aggiornate per muoversi agevolmente in città e nell’area metropolitana. Il nuovo sito – realizzato e gestito dalla partecipata 5T - si [...]

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

febbraio 19, 2018

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

Quanto tempo si impiega a bere un cocktail con una cannuccia in plastica? Mediamente 20 minuti. Quanto tempo è necessario invece per smaltirla? 500 anni. In tutto il mondo si utilizzano quotidianamente più di un miliardo di cannucce, solo negli Stati Uniti ogni giorno se ne consumano 500 milioni, secondo i dati della Plastic Pollution [...]

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

febbraio 16, 2018

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

Commentando lo studio scientifico sul mais OGM reso noto ieri dalle Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna, l’associazione ambientalista Greenpeace sottolinea come le colture OGM, considerate “una panacea per la produzione di cibo”, costituiscano in realtà un freno per l’innovazione ecologica in agricoltura. Sottopongono l’agricoltura al controllo e ai brevetti di poche aziende agrochimiche e [...]

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

febbraio 15, 2018

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

Margot Robbie, attrice e produttrice australiana, di recente candidata al Premio Oscar 2018 come “Miglior attrice protagonista” per la sua interpretazione di Tonya Harding nel film “I, Tonya” (2017) è stata protagonista, in qualità di ambasciatrice dei veicoli elettrici Nissan, della sua prima diretta streaming su Facebook. Una diretta molto speciale perché alimentata per la prima [...]

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra [...]

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

febbraio 5, 2018

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

Una certificazione per la guida ecologica. È quanto annunciato sabato 3 febbraio dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria attraverso un nuovo approccio alla guida delle auto. Lo smog è infatti una vera e propria “spada di Damocle” che pende sulle grandi città italiane, in particolare del Nord Italia, [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende