Home » Rubriche »Very Important Planet » Giacomo Bevilacqua: in piazza con il mio Panda per l’Earth Hour:

Giacomo Bevilacqua: in piazza con il mio Panda per l’Earth Hour

Il 29 marzo a Roma, a dare il via all’Earth Hour ci sarà anche lui. Giacomo Bevilacqua, classe 1983, è una delle firme più interessanti del fumetto italiano. Dopo aver disegnato per la casa editrice Eura alcuni albi dei personaggi di “John Doe” e “Detective Dante”, ha lavorato a storyboard per film e pubblicità, firmato animazioni per La7 e creato nel 2008 il famoso personaggio di Panda della serie a fumetti “A Panda piace”, che incarna i vizi e le virtù dell’uomo comune. Sabato dalle 16 il WWF, che organizza la grande mobilitazione mondiale per un mondo più sostenibile, aspetterà lo spegnimento della facciata e la Cupola di San Pietro in un’area dedicata al cambiamento climatico e alla specie più colpita, l’orso polare, allestita a Roma in Piazza Pio XII. Giacomo Bevilacqua realizzerà una installazione dedicata al Panda e ai temi dell’Ora della Terra su un pallone aerostatico di tre metri, che verrà poi alzato in volo in piazza per essere immortalato durante lo spegnimento della facciata e della cupola alle 20.30.

D) Giacomo, perché hai deciso di partecipare all’Earth Hour?

R) In realtà non è la prima volta che partecipo ad eventi del Wwf. Visto che il panda è il simbolo del Wwf e il protagonista del mio fumetto, la collaborazione è iniziata già nel 2008 e va avanti. A dicembre scorso, quando il Wwf ha messo all’asta i panda personalizzati da vari artisti e numerati, il mio è stato uno dei più quotati. Lavorando come fumettista passo molto tempo in casa e perdo un po’ il senso della realtà: partecipare a eventi come l’Earth Hour mi aiuta a stare in contatto con i problemi reali.

D) Hai raccontato che la serie “A Panda piace” è nata in modo fortuito, da un’associazione mentale tra la frase di un’amica e una battuta del film “Il favoloso mondo di Amélie”. Facendo del Panda il protagonista del tuo fumetto più famoso, hai poi pensato anche ai significati ecologici legati a questo animale in via di estinzione?

R) Nei miei fumetti uso il Panda per raccontare un “animale umano” anch’esso in via di estinzione. L’essere umano equilibrato, con dei valori, che per esempio non butta le cartacce per terra e agisce con lucidità è sempre più raro. Sono messaggi che in piccolo cerco di portare avanti, anche attraverso gli aspetti più pratici del mio lavoro. Da sei anni per esempio non uso carta per disegnare, ma una tavoletta grafica collegata al computer. L’azienda con cui lavoro per i gadget, la Pixart Printing, produce solo on demand, evitando lo spreco: non c’è nessun magazzino con montagne di oggetti.

D) Parlavi di valori che cerchi di trasmettere con il tuo lavoro. Pensi che, anche per far passare dei messaggi di sensibilità ambientale, il linguaggio del fumetto possa essere più efficace rispetto ad altre forme già sperimentate, spesso senza buoni risultati?

R) Grazie a Gipi o Zerocalcare, il fumetto sta assumendo una vera e propria forma letteraria e potrebbe dire il triplo rispetto ad altri media meno completi. Nei fumetti ci sono più livelli di lettura, e alla fine ti lasciano un’esperienza da cui puoi trarre qualcosa di utile. Oltre al medium, però, penso che nel far passare certi messaggi conti anche il rapporto che un fumettista ha con i suoi lettori. Questa relazione determina se la gente ti ascolta o meno: la vicinanza alle persone fa sì che tu sia credibile. Per questo curo molto i rapporti con i miei lettori e rispondo sempre a tutti i messaggi che mi arrivano.

D) Hai mai integrato direttamente temi ambientali nei tuoi fumetti?

R) Nella serie “Metamorphosis“, per esempio, il nemico della protagonista è un cattivo che però vuole un mondo diverso, in cui i soldi vengano spesi in modo più responsabile, per l’istruzione ed esseri umani più responsabile piuttosto che per le armi. Una delle vignette più condivise di “A Panda piace” è sul risparmio energetico: si vede il Panda che spegne il sole con una cordicella appesa al cielo. Il messaggio che volevo trasmettere è che il sole, se trattato bene, è la risorsa migliore; se trattato male è la peggiore arma. In generale, non è facile affrontare temi ambientali in una vignetta: serve un grosso lavoro per ridurli all’osso. Adesso, con il bimestrale Panini “A panda piace l’avventura”, avendo a disposizione 50 pagine, mi sto concentrando anche su temi più complessi.

D) Come sarà sabato la tua installazione per l’Earth Hour?

R) Forse disegnerò un panda che interagisce con un orso polare, specie su cui quest’anno si focalizza l’Ora della Terra. Non so come sarà disegnare là sopra, e poi le idee mi vengono sempre in mente cinque minuti prima di disegnarle. Sarà una sorpresa anche per me.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

novembre 10, 2017

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

Cotton fioc, frammenti, oggetti e imballaggi sanitari, tappi e cannucce sono i rifiuti più presenti sulle nostre spiagge. La causa è da attribuire principalmente ad abitudini errate da parte di consumatori e imprese. Quello che in molti però non sanno è che anche questo tipo di rifiuto potrebbe essere avviato a riciclo, con vantaggi sia [...]

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

novembre 10, 2017

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

Il Gruppo Sanpellegrino, leader italiano del settore beverage e acque minerali, con 1.500 dipendenti e 900 milioni di euro di fatturato, ha realizzato, per la prima volta, un Report sulla “creazione di valore condiviso”, per raccogliere e diffondere i dati relativi alle azioni di CSR (corporate social responsibility) avviate negli ultimi anni. Dal quadro tracciato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende