Home » Rubriche »Very Important Planet » Giuseppe La Spada, il sublime stupore dell’acqua:

Giuseppe La Spada, il sublime stupore dell’acqua

dicembre 4, 2015 Rubriche, Very Important Planet

Siciliano, classe 1974, Giuseppe La Spada è ritenuto uno degli “artisti digitali” italiani più sensibili alla questione ambientale. Vive e lavora a Milano occupandosi di progetti che hanno come comune denominatore l’acqua. Sublimis è il suo ultimo lavoro, esposto alla Triennale di Milano lo scorso ottobre, che ha visto la partecipazione di grandi nomi della musica come Ruychi Sakamoto e Christian Fennesz.

D) Giuseppe, com’è nata l’idea di Sublimis?

R) I miei progetti nascono sempre dall’osservazione del mondo circostante, in questo caso direi da una serie di considerazioni. La prima naturalmente l’emergenza ambientale, la seconda la constatazione del fatto che viviamo in un’epoca in cui le immagini, le informazioni nascono e muoiono velocemente e forse poco resta nel percepito. L’ultima, ma non la meno importante, che la ricerca artistica per me oggi deve assolutamente avere una finalità sociale e di sostenibilità. Per cui è nata la voglia di un progetto costantemente in fieri, che si ingrandisse ad ogni rappresentazione nel contenuto e nella forma.

D) Hai collaborato con musicisti prestigiosi, qual è stato il codice comune che avete condiviso?

R) Sicuramente la sensibilità e l’impegno ad utilizzare un driver così importante a livello emotivo per coinvolgere le persone su un tema importante e, a volte, considerato “noioso”, soprattutto dalle nuove generazioni…

D) Perché l’acqua ti affascina così tanto?

R) Perchè per me è la chiave di tutto, l’elemento indecifrabile, è la vita con il suo fluire e le sue contraddizioni. Lavoro con questo elemento da una decina di anni e non mi stanca mai,ho sempre la sensazione di non riuscire a comprenderlo. Per questo ho deciso di affrontare questo viaggio accanto a scienziati, pensatori, ecc.

D) Quale sarà il tuo prossimo progetto? continuerai a mettere al centro la natura?

R) Il mio prossimo progetto è Sublimis 2.0 ancora più coinvolgente, con più contenuti, con la possibilità di migliorarlo nelle sfumature ma soprattutto di renderlo sempre più efficace nell’obiettivo di far cambiare l’approccio all’elemento Natura.

D) Qual è il tuo rapporto personale con l’ambiente?

R) Di immersione, distensione ed evasione, vivendo in città per me è un momento di grande contatto con qualcosa che mi stupisce costantemente. Mi ritengo molto fortunato quando passo una giornata di lavoro in mezzo alla natura.

D) Come definiresti natura e ambiente?

R) Qualcosa di cui facciamo parte integrante e che spesso consideriamo solo come una risorsa da sfruttare. La definirei, invece, la prima risorsa per salvarci da questo declino.

D) La citazione “La bellezza salverà il mondo” pensi possa essere calzante per il rapporto fra arte e ambiente? Credi che sia un mezzo per costruire una coscienza ambientale?

R) Credo che il mondo stia diventando sempre più artificiale ed artefatto. L’ascolto, anche visivo, e quindi lo stupore per la magnificenza di qualcosa che spesso viviamo come solo rappresentato, saranno la chiave per riappropriaci della nostra natura di essere umano. Molte volte mi stupisco di come immagini semplici destino una grande impressione e fascino. Questo è l’inizio della presa di coscienza, di un nuovo ciclo. Credo si debba lavorare molto sulle nuove generazioni.

D) Tu sei siciliano, che rapporto hai con la tua terra di origine? Come è vissuta la tematica ambientale nei tuoi luoghi di nascita?

R) Il rapporto è viscerale. Una terra di estreme contraddizioni, che forse non è conscia della propria magnificenza e di come tale patrimonio, proprio perchè unico, debba essere tutelato oggi più che mai. Il patrimonio ambientale siciliano è una risorsa attrattiva unica al mondo, così come quello italiano in generale. Il fatalismo spesso ci impone un’accettazione di fronte agli accadimenti, ma soprattutto gli ultimi che toccano la sopravvivenza, stanno smuovendo la necessità di un nuovo approccio, almeno lo spero.

D) Quale secondo te è l’urgenza ambientale che meriterebbe soluzione immediata e perché?

R) L’accesso all’acqua potabile per tutti. Oggi una persona su sette non lo ha. Ben 1.000 bambini al giorno muoiono per malattie conseguenti a questo problema.

Daniela Falchero

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

dicembre 14, 2018

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

Privati cittadini, operatori commerciali e liberi professionisti residenti o domiciliati a Torino potranno chiedere di disporre di una colonnina di ricarica elettrica sotto la propria abitazione o davanti al negozio o all’ufficio. Si tratta del nuovo progetto “Torino ti dà la carica“, presentato oggi dall’amministrazione comunale guidata da Chiara Appendino. Lo scorso 28 settembre la Città [...]

“Heritage & Sustainability”: a Ferrara tre giorni sulla riqualificazione del patrimonio architettonico

dicembre 11, 2018

“Heritage & Sustainability”: a Ferrara tre giorni sulla riqualificazione del patrimonio architettonico

GBC Italia con UNESCO e il Comune di Ferrara organizzano dall’11 al 13 dicembre 2018 “Heritage & Sustainability“, un workshop internazionale incentrato sugli strumenti energetico-ambientali per la governance sostenibile del patrimonio architettonico esistente. L’evento, in collaborazione con la fiera RemTech Expo, si svolgerà tra due dei più prestigiosi edifici storici della città di Ferrara, il Castello Estense e il Palazzo Ducale. [...]

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

dicembre 7, 2018

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

Dopo la positiva esperienza del 2017, anche nel 2018, la Fondazione CRC (Cassa di Risparmio di Cuneo) prosegue e rafforza il suo impegno a favore del contesto ambientale e paesaggistico della provincia di Cuneo promuovendo il “Bando Distruzione“, con il duplice obiettivo di distruggere le brutture e ripristinare la bellezza di un contesto paesaggistico e [...]

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

dicembre 6, 2018

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

I “muretti a secco” sono  stati inseriti, nei giorni scorsi, nel Patrimonio immateriale dell’Umanità dall’UNESCO, confermando le motivazioni dei Paesi europei che congiuntamente ne avevano presentato la candidatura - Italia, Croazia, Cipro, Francia, Grecia, Slovenia, Spagna e Svizzera – facendo leva sulla “relazione armoniosa tra l’uomo e la natura”. L’arte dei muretti a secco, come si [...]

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

dicembre 3, 2018

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

Dopo il successo della prima edizione torna mercoledì 5 dicembre 2018, all’Environment Park di Torino, l’EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte, un momento di confronto e dibattito sulla gestione virtuosa dei rifiuti con i principali operatori locali del settore (aziende, pubblica amministrazione, consorzi), per concentrarsi sulle criticità del ciclo dei rifiuti e sulle soluzioni per minimizzare lo smaltimento [...]

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

novembre 30, 2018

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

MOTUS-E, l’associazione costituita da operatori industriali, mondo accademico e associazionismo ambientale e consumeristico con l’obiettivo di accelerare lo sviluppo della mobilità elettrica in Italia attraverso il dialogo con le Istituzioni, il coinvolgimento del pubblico e programmi di formazione e informazione, ha rilasciato un comunicato stampa in cui rileva che la manovra finanziaria arrivata in Parlamento [...]

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

novembre 30, 2018

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

Ieri a Bruxelles è stata ufficialmente lanciata l’ICE (Iniziativa dei Cittadini Europei) EAToriginal, la campagna di Coldiretti e altre associazioni europee per chiedere alla Commissione Europea di introdurre un’etichettatura obbligatoria sull’origine del cibo. La contraffazione e l’adulterazione di prodotti alimentari rappresentano infatti un grave rischio per la salute dei consumatori, soprattutto quando vengono utilizzati ingredienti di bassa [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende