Home » Rubriche »Very Important Planet » Giuseppe La Spada, il sublime stupore dell’acqua:

Giuseppe La Spada, il sublime stupore dell’acqua

dicembre 4, 2015 Rubriche, Very Important Planet

Siciliano, classe 1974, Giuseppe La Spada è ritenuto uno degli “artisti digitali” italiani più sensibili alla questione ambientale. Vive e lavora a Milano occupandosi di progetti che hanno come comune denominatore l’acqua. Sublimis è il suo ultimo lavoro, esposto alla Triennale di Milano lo scorso ottobre, che ha visto la partecipazione di grandi nomi della musica come Ruychi Sakamoto e Christian Fennesz.

D) Giuseppe, com’è nata l’idea di Sublimis?

R) I miei progetti nascono sempre dall’osservazione del mondo circostante, in questo caso direi da una serie di considerazioni. La prima naturalmente l’emergenza ambientale, la seconda la constatazione del fatto che viviamo in un’epoca in cui le immagini, le informazioni nascono e muoiono velocemente e forse poco resta nel percepito. L’ultima, ma non la meno importante, che la ricerca artistica per me oggi deve assolutamente avere una finalità sociale e di sostenibilità. Per cui è nata la voglia di un progetto costantemente in fieri, che si ingrandisse ad ogni rappresentazione nel contenuto e nella forma.

D) Hai collaborato con musicisti prestigiosi, qual è stato il codice comune che avete condiviso?

R) Sicuramente la sensibilità e l’impegno ad utilizzare un driver così importante a livello emotivo per coinvolgere le persone su un tema importante e, a volte, considerato “noioso”, soprattutto dalle nuove generazioni…

D) Perché l’acqua ti affascina così tanto?

R) Perchè per me è la chiave di tutto, l’elemento indecifrabile, è la vita con il suo fluire e le sue contraddizioni. Lavoro con questo elemento da una decina di anni e non mi stanca mai,ho sempre la sensazione di non riuscire a comprenderlo. Per questo ho deciso di affrontare questo viaggio accanto a scienziati, pensatori, ecc.

D) Quale sarà il tuo prossimo progetto? continuerai a mettere al centro la natura?

R) Il mio prossimo progetto è Sublimis 2.0 ancora più coinvolgente, con più contenuti, con la possibilità di migliorarlo nelle sfumature ma soprattutto di renderlo sempre più efficace nell’obiettivo di far cambiare l’approccio all’elemento Natura.

D) Qual è il tuo rapporto personale con l’ambiente?

R) Di immersione, distensione ed evasione, vivendo in città per me è un momento di grande contatto con qualcosa che mi stupisce costantemente. Mi ritengo molto fortunato quando passo una giornata di lavoro in mezzo alla natura.

D) Come definiresti natura e ambiente?

R) Qualcosa di cui facciamo parte integrante e che spesso consideriamo solo come una risorsa da sfruttare. La definirei, invece, la prima risorsa per salvarci da questo declino.

D) La citazione “La bellezza salverà il mondo” pensi possa essere calzante per il rapporto fra arte e ambiente? Credi che sia un mezzo per costruire una coscienza ambientale?

R) Credo che il mondo stia diventando sempre più artificiale ed artefatto. L’ascolto, anche visivo, e quindi lo stupore per la magnificenza di qualcosa che spesso viviamo come solo rappresentato, saranno la chiave per riappropriaci della nostra natura di essere umano. Molte volte mi stupisco di come immagini semplici destino una grande impressione e fascino. Questo è l’inizio della presa di coscienza, di un nuovo ciclo. Credo si debba lavorare molto sulle nuove generazioni.

D) Tu sei siciliano, che rapporto hai con la tua terra di origine? Come è vissuta la tematica ambientale nei tuoi luoghi di nascita?

R) Il rapporto è viscerale. Una terra di estreme contraddizioni, che forse non è conscia della propria magnificenza e di come tale patrimonio, proprio perchè unico, debba essere tutelato oggi più che mai. Il patrimonio ambientale siciliano è una risorsa attrattiva unica al mondo, così come quello italiano in generale. Il fatalismo spesso ci impone un’accettazione di fronte agli accadimenti, ma soprattutto gli ultimi che toccano la sopravvivenza, stanno smuovendo la necessità di un nuovo approccio, almeno lo spero.

D) Quale secondo te è l’urgenza ambientale che meriterebbe soluzione immediata e perché?

R) L’accesso all’acqua potabile per tutti. Oggi una persona su sette non lo ha. Ben 1.000 bambini al giorno muoiono per malattie conseguenti a questo problema.

Daniela Falchero

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Quale scegliere? Piccola guida alla lettura delle etichette energetiche degli elettrodomestici

aprile 28, 2017

Quale scegliere? Piccola guida alla lettura delle etichette energetiche degli elettrodomestici

Di recente il Parlamento Europeo ha annunciato di aver raggiunto un accordo su un nuovo tipo di etichetta energetica per gli elettrodomestici con l’obiettivo di creare un sistema che sia realmente “2.0″. L’intenzione è fare in modo che, grazie alla presenza di QR code e link, entro la fine del 2019 ogni etichetta rimandi ad [...]

“Fare i conti con l’ambiente” verso la decima edizione

aprile 27, 2017

“Fare i conti con l’ambiente” verso la decima edizione

“Fare i conti con l’ambiente” il festival formativo ravennate, che si terrà da mercoledì 17 a venerdì 19 maggio 2017, si appresta a tagliare il traguardo dei dieci anni con un programma ricco di iniziative. Grande spazio sarà previsto sulle tematiche connesse alla mobilità sostenibile con la presentazione di due progetti europei. Il primo, Low Carbon Transport [...]

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

aprile 27, 2017

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

Decongestionare il traffico, ottenere una maggiore efficienza energetica, ridurre le emissioni inquinanti: sono obiettivi sempre più stringenti che le amministrazioni locali devono perseguire per concorrere alla tutela ambientale e contrastare i cambiamenti climatici, in linea con le indicazioni dell’UE. Per questo il progetto europeo SIMPLA (Sustainable Integrated Multi-sector PLAnning) ha aperto un bando dedicato ai [...]

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

aprile 26, 2017

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

In occasione della Giornata della Terra del 22 aprile Legambiente si è mobilitata in tutta Italia per incrementare le adesioni alla petizione popolare europea People4Soil. Nelle piazze i volontari del cigno verde hanno raccolto le firme per chiedere all’Unione Europea di introdurre una legislazione specifica sul suolo, riconoscendolo e tutelandolo come patrimonio comune. Il traguardo da [...]

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

aprile 24, 2017

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

Domenica 23 aprile è partita da Città di Castello in Umbria la 38°Discesa Internazionale del Tevere, per arrivare il 1 maggio a Roma e attraversare la Città Eterna in canoa, in bici e a piedi. Lungo il percorso visite ad ecomusei e borghi, pasti con prodotti biologici locali e anche “la cena di Wolfgang Goethe“, per celebrare, in [...]

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

aprile 24, 2017

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

Adidas ha presentato in occasione dell’Earth Day 2017 le edizioni Parley delle iconiche scarpe running UltraBOOST, UltraBOOST X e UltraBOOST Uncaged, realizzate utilizzando i rifiuti plastici che inquinano gli oceani (simboleggiati dalle tonalità blu e azzurre dei nuovi modelli), disponibili nei negozi e online a partire dal 10 maggio. Ricavando uno speciale filato destinato ai dettagli [...]

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende