Home » Rubriche »Very Important Planet » “Gli amministratori locali sono più coraggiosi”. Intervista a Tessa Gelisio:

“Gli amministratori locali sono più coraggiosi”. Intervista a Tessa Gelisio

ottobre 21, 2011 Rubriche, Very Important Planet

Tessa Gelisio, 34 anni, giornalista e conduttrice tv, è l’ambasciatrice dell’ambiente sui media italiani. Suo il volto di trasmissioni come Oasi” (La7), “Pianeta mare”, “Lo spettacolo della natura” e “Life” (Rete4). Numerose anche le collaborazioni con la carta stampata, con servizi dall’Amazzonia per il Corriere della Sera e consigli e interviste rigorosamente in chiave “eco” per settimanali e riviste. Infine la creazione di “For planet onlus”, con cui raccoglie fondi per progetti di recupero di habitat a rischio.

D) Tessa, il tuo è un impegno per l’ambiente che parte da lontano.

R) Ho avuto la fortuna di crescere in campagna, vicino al mare: a Rosignano, nel Livornese, tra il giardino, l’orto e un bosco meraviglioso. Ho avuto una predisposizione naturale verso gli animali, e  dei genitori convinti ambientalisti, che mi hanno instillato amore per la natura.

D) Come sei riuscita a rendere una passione la tua professione?

R) Ho costruito il mio percorso attraverso il mondo dell’associazionismo e del volontariato sin da piccola (come iscritta al Wwf e militante in Legambiente, ndr) formandomi quindi delle competenze sul campo. Poi a Milano, quando all’università studiavo Scienze Ambientali e mi mantenevo facendo la modella, ho iniziato a scrivere. E da giornalista sono riuscita a occuparmi dei “miei” temi.

D) Hai incontrato difficoltà, agli inizi, ad ottenere spazi per trasmissioni sui temi dell’ambiente?

R) Lavorare costantemente dal 2001 è stata una fortuna, per cui non posso dire di aver incontrato difficoltà. Ma certo proporre e far nascere trasmissioni come le mie non è affatto scontato, perchè si tratta di programmi considerati ancora di nicchia. Con “Life” sono riuscita a riportare i documentari in prima serata su Mediaset, dopo tanti anni. Un programma di ecologia pura è ancora arduo per il grande pubblico. Ma ci sto lavorando.

D) Qual è stata l’esperienza che ritieni più significativa?

R) Umanamente e professionalmente ho avuto tantissimo grazie al mio lavoro e ai frequenti viaggi in Sud America. Tre anni fa sono stata in Amazzonia presso gli Indios Zo’e, che vivono iperprotetti dal governo brasiliano all’interno di una zona chiusa. Le visite alla riserva sono permesse con il contagocce, una decina l’anno, e ci si arriva avventurosamente. Si tratta di persone completamente fuori dall’evoluzione, praticamente al neolitico. E’ stata un’esperienza molto forte. Mi ha colpito che la prima cosa che ti chiedono è come ti chiami e chi siano tuo padre e tua madre. Hanno questi punti di riferimento,  non come noi, che nel far conoscenza chiediamo piuttosto che lavoro fai. Presso questi Indios non esiste proprietà privata. E infatti una bambina mi ha preso il marsupio, ha tirato fuori tutto, ma poi ha rimesso a posto e me lo ha ridato. Per loro è normale, voleva vedere questi oggetti, non prenderli.

D) A quali progetti stai lavorando con la tua associazione, “For planet onlus”?

R) I progetti di For Planet sono diversi, in Argentina, Brasile, Bolivia. Per seguirli vado almeno una volta l’anno in quei posti. In Brasile si trova ancora la vera foresta, come nella Riserva dello Xixuaù, duecentomila ettari di foresta primaria preservata, con caimani, scimmie e delfini rosa. Stiamo cercando di formare guardie forestali e raccogliere fondi perchè la comunità si autogestisca attraverso l’ecoturismo, quindi attraverso la conservazione. In Argentina abbiamo acquistato seicento ettari di terra per ampliare una zona protetta. In Bolivia abbiamo contribuito con un partner locale a costruire un ecoturismo e in un’altra comunità , dove una specie di pappagallo è in via d’estinzione,  stiamo lavorando a riforestare una zona e a costruire una scuola. Vogliamo incentivare le comunità locali a preservare attraverso uno sviluppo oculato, autogestendosi come un parco nazionale.

D) Tornando all’Italia, pensi che la politica faccia abbastanza per l’ambiente? Percepisci più sensibilità rispetto agli anni passati?

R) La politica nazionale è indietro anni luce, ma a livello locale è più avanti, più coraggiosa. Le politiche per l’ambiente sono state a lungo vittime dell’ideologia, per cui la proposta di uno schieramento era avversata a priori dallo schieramento opposto. Oggi c’è più trasversalità, ma il problema sono i tagli ai finanziamenti. Una classe politica anziana come la nostra ha forse meno conoscenze e meno sensibilità delle nuove generazioni.

D) I tuoi prossimi progetti?

R) Ho appena affiancato la trasmissione Cotto e mangiato a “Pianeta mare, mi basta così! Anche in cucina porterò l’ecologia, con prodotti biologici, di stagione, equosolidali, italiani. La cultura alimentare può rispettare ambiente e salute, con un occhio anche al risparmio energetico.

D) Milano, la tua città. Cosa ti piace e cosa cambieresti?

R) Mi piace l’accoglienza dei milanesi. Esteticamente è troppo grigia, con l’aria spesso pesante per il troppo cemento. Al nuovo sindaco chiederei più verde, piste ciclabili e in generale sostegno alla mobilità.

Cristina Gentile

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Quale scegliere? Piccola guida alla lettura delle etichette energetiche degli elettrodomestici

aprile 28, 2017

Quale scegliere? Piccola guida alla lettura delle etichette energetiche degli elettrodomestici

Di recente il Parlamento Europeo ha annunciato di aver raggiunto un accordo su un nuovo tipo di etichetta energetica per gli elettrodomestici con l’obiettivo di creare un sistema che sia realmente “2.0″. L’intenzione è fare in modo che, grazie alla presenza di QR code e link, entro la fine del 2019 ogni etichetta rimandi ad [...]

“Fare i conti con l’ambiente” verso la decima edizione

aprile 27, 2017

“Fare i conti con l’ambiente” verso la decima edizione

“Fare i conti con l’ambiente” il festival formativo ravennate, che si terrà da mercoledì 17 a venerdì 19 maggio 2017, si appresta a tagliare il traguardo dei dieci anni con un programma ricco di iniziative. Grande spazio sarà previsto sulle tematiche connesse alla mobilità sostenibile con la presentazione di due progetti europei. Il primo, Low Carbon Transport [...]

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

aprile 27, 2017

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

Decongestionare il traffico, ottenere una maggiore efficienza energetica, ridurre le emissioni inquinanti: sono obiettivi sempre più stringenti che le amministrazioni locali devono perseguire per concorrere alla tutela ambientale e contrastare i cambiamenti climatici, in linea con le indicazioni dell’UE. Per questo il progetto europeo SIMPLA (Sustainable Integrated Multi-sector PLAnning) ha aperto un bando dedicato ai [...]

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

aprile 26, 2017

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

In occasione della Giornata della Terra del 22 aprile Legambiente si è mobilitata in tutta Italia per incrementare le adesioni alla petizione popolare europea People4Soil. Nelle piazze i volontari del cigno verde hanno raccolto le firme per chiedere all’Unione Europea di introdurre una legislazione specifica sul suolo, riconoscendolo e tutelandolo come patrimonio comune. Il traguardo da [...]

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

aprile 24, 2017

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

Domenica 23 aprile è partita da Città di Castello in Umbria la 38°Discesa Internazionale del Tevere, per arrivare il 1 maggio a Roma e attraversare la Città Eterna in canoa, in bici e a piedi. Lungo il percorso visite ad ecomusei e borghi, pasti con prodotti biologici locali e anche “la cena di Wolfgang Goethe“, per celebrare, in [...]

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

aprile 24, 2017

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

Adidas ha presentato in occasione dell’Earth Day 2017 le edizioni Parley delle iconiche scarpe running UltraBOOST, UltraBOOST X e UltraBOOST Uncaged, realizzate utilizzando i rifiuti plastici che inquinano gli oceani (simboleggiati dalle tonalità blu e azzurre dei nuovi modelli), disponibili nei negozi e online a partire dal 10 maggio. Ricavando uno speciale filato destinato ai dettagli [...]

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende