Home » Bollettino Europa »Rubriche » Glifosato: prosegue l’iter di divieti e restrizioni. Ma l’erbicida continua ad essere utilizzato, anche in Italia:

Glifosato: prosegue l’iter di divieti e restrizioni. Ma l’erbicida continua ad essere utilizzato, anche in Italia

settembre 19, 2016 Bollettino Europa, Rubriche

La saga del glifosato continua e si arricchisce di una nuova scadenza italiana, quella del 20 settembre, data in cui il decreto dirigenziale del 9 agosto del Ministero della Salute prevede che i produttori del settore adottino ”ogni iniziativa, nei confronti degli utilizzatori, idonea ad assicurare un corretto impiego dei prodotti fitosanitari“, con particolare attenzione all’etichettatura e al divieto totale di utilizzo in alcuni contesti.

Ma cerchiamo di ricostruire gli ultimi passaggi, durante il periodo estivo, della vicenda europea che riguarda l’erbicida più diffuso al mondo, al centro della controversia scientifica internazionale sulla sua presunta cancerogenicità: considerata “probabile” dallo IARC (l’organismo scientifico al servizio dell’Organizzazione Mondiale della Sanità), e “improbabile” dall’EFSA (l’Autorità UE di Sicurezza Alimentare, che ha sede a Parma).

La Commissione Europea, come avevamo già scritto a luglio, ha approvato una proroga di 18 mesi dell’autorizzazione, scaduta il 30 giugno scorso. “Dopo che gli Stati membri non sono riusciti ad assumersi le loro responsabilità riguardo alla decisione di prorogare l’autorizzazione del glifosato, la Commissione ha deciso di approvarlo per un periodo di tempo limitato, fino a quando l’Agenzia UE per i prodotti chimici (ECHA) pubblicherà la propria opinione, entro la fine del 2017 al più tardi”, dichiarava il portavoce della Commissione per l’Ambiente e la Sicurezza Alimentare, Enrico Brivio.

Mentre parallelamente, in Italia, il Ministro alle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Maurizio Martina, in riferimento alla posizione dell’Italia, rivendicava ”l’iniziativa che l’Italia ha assunto insieme ad altri paesi europei, per fare in modo che si discuta approfonditamente sul tema”. “Fino a qualche settimana prima della scadenza del 30 giugno, infatti - ribadiva il ministro - la proroga dell’autorizzazione per parecchi anni sembrava scontata. Poi si è pensato di porre l’accento sui problemi legati alla sostenibilità di questa scelta e credo di poter dire che abbiamo ottenuto alcuni risultati”. E sul fatto che, alle ultime votazioni, il nostro Paese avesse spostato le proprie intenzioni di voto dalla posizione contraria all’astensione, aggiungeva: “Per quel che ci riguarda, il governo va avanti con l’obiettivo Glifosato Zero, da raggiungere entro i prossimi anni. Ci sono delle scelte a livello nazionale che possono essere prese a prescindere dall’autorizzazione europea”…

Successivamente, la Commissione Europea rilascia un ulteriore “regolamento di esecuzione (UE) n.1313 del 1° agosto 2016″, che modifica le condizioni di approvazione della sostanza attiva.

E arriviamo al 9 agosto, quando il Ministero della Salute emana il decreto dirigenziale (entrato in vigore il 22 agosto), il cosiddetto “Divieto del Glifosate, che regola l’impiego di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva glifosate nelle aree frequentate dalla popolazione, in particolare da bambini ed anziani; come parchi, giardini, campi sportivi e aree ricreative, cortili e aree verdi all’interno di plessi scolastici, aree gioco per bambini e aree adiacenti alle strutture sanitarie. E introduce anche un divieto dell’impiego agricolo in pre-raccolta (una fase in cui si cerca, normalmente, di ottimizzare il raccolto e migliorare la trebbiatura).

Il decreto specifica inoltre che “entro il 5 settembre 2016 le imprese titolari delle autorizzazioni per prodotti fitosanitari sono tenute a presentare le etichette opportunamente modificate” ai fini della pubblicazione nella banca dati del Ministero della Salute, nonché a ri-etichettare, entro il 20 settembre 2016, i prodotti fitosanitari non ancora immessi in commercioe a fornire ai rivenditori un facsimile delle nuove etichette per le confezioni dei prodotti giacenti presso gli esercizi di vendita, al fine della loro consegna all’acquirente.

Ora quali saranno i prossimi passi? Il principio di precauzione, una delle conquiste della civiltà giuridica europea, verrà esteso ad altri contesti di utilizzo?

Francesca Sirico

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

agosto 10, 2017

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

“Il 25 Agosto 2017 lascerò l’Italia per raggiungere Karlovy Vary, in Repubblica Ceca, da dove il 28 Agosto partirò a piedi per ripercorrere, ben 231 anni dopo, il viaggio di Wolfgang Goethe del 1786. Il viaggio di Goethe  ha avuto una grande importanza nella cultura europea e sicuramente potrebbe coincidere con l’inizio del mito del [...]

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

agosto 4, 2017

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

RÖFIX, azienda austriaca presente in Italia dal 1980, ha lanciato una nuova linea di prodotti industriali per la bioedilizia a base di canapa a marchio “CalceClima Canapa“. I prodotti CalceClima – intonaco e finitura a base di canapulo e calce idraulica naturale – hanno già ottenuto il marchio di qualità Natureplus, che certifica la loro [...]

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

agosto 4, 2017

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

E’ stato prorogato fino al 7 settembre alle ore 13.00 il termine per la presentazione delle candidature per il CRESCO Award – Città sostenibili, il premio promosso da Fondazione Sodalitas e ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), in partnership con alcune aziende impegnate sul fronte della sostenibilità, per valorizzare la spinta innovativa dei Comuni italiani nel mettere [...]

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

agosto 3, 2017

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

Anche il lavaggio dell’automobile, in tempi di siccità, finisce sotto accusa per l’eccessivo  e inutile spreco di acqua. Un’ordinanza diffusa in alcune città italiane vieta infatti ai cittadini  l’utilizzo improprio  di  acqua destinata ad azioni quotidiane, come irrigare superfici private adibite ad attività sportive, riempire piscine private, alimentare impianti di condizionamento, pulizia e lavaggio della fossa  biologica o “lavare [...]

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

agosto 3, 2017

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

Torino sarà una delle città, con Berlino, Manchester e Göteborg, dove si testerà il servizio MaaS (acronimo di Mobility as a Service). La Città, insieme alla società partecipata 5T, è infatti tra i partner di IMove,  progetto del programma europeo Horizon 2020 che ha tra i suoi obiettivi la realizzazione di un servizio MaaS, che [...]

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

agosto 1, 2017

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

Mancano poche ore ormai al 2 agosto, il cosiddetto Earth Overshoot Day 2017 (o Giorno del superamento delle risorse della Terra), la giornata in cui l’umanità avrà usato l’intero “budget” annuale di risorse naturali. Stando ai dati a disposizione, il Global Footprint Network ha stimato che per soddisfare il nostro fabbisogno attuale di risorse naturali [...]

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

luglio 31, 2017

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

Sabato 2 e domenica 3 settembre 2017 a Rivalta di Lesignano De’ Bagni, in provincia di Parma, torna per il quarto anno l’appuntamento del “Rural Festival“, dedicato alla varietà di produzioni artigianali locali di agricoltori e allevatori: un invito alla scoperta e all’assaggio di prodotti di antiche razze animali e varietà vegetali. L’area protetta di biodiversità [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende