Home » Racconti d'Ambiente »Rubriche » Grande Saggio Albero:

Grande Saggio Albero

maggio 10, 2011 Racconti d'Ambiente, Rubriche

Non è un bel nome, Pino. Mio zio si chiamava Pino. Ho sempre pensato che fosse un nome grigio, scialbo, di gente che si riempie di rughe nei primi anni di vita. Che poi è un diminutivo, di cosa non si sa bene, Giuseppe, Giuseppino, Pino, come l’evoluzione dalle amebe alle giraffe, solo che qui è un’evoluzione all’incontrario, perché va sempre peggio. Per questo mi piacciono di più gli abeti, per il nome. La differenza l’ho scoperta da poco, dipende dagli aghi, da quanti sono e da come si dispongono, una volta li distinguevo solamente perché gli abeti si addobbano a Natale e i pini restano spogli. Comunque, davanti a casa mia c’è un pino. Un grande pino. Un pino enorme. Mi sarebbe piaciuto fosse un abete, se lo dici ad alta voce è verde scuro, con un po’ di neve, e non ha niente a che fare con mio zio; forse è anche per questo che gli ho cambiato il nome.

Quando ero piccola andavo sempre da lui. Adesso parlerebbero di un amico immaginario, una fantasia che compensava solitudini. Direbbero che, crescendo, sono guarita. Io non credo. Mi manca parlargli, anche se era solo la mia mente a cambiare voce.

- Mamma, scendo.

- Dove vai?

- Da Grande Saggio Albero.

Non so di chi fosse stata l’idea, mamma mi assecondava sempre, in questi casi, perciò è probabile fosse stata sua. E poi io non sono mai stata brava a dare nomi. In ogni caso, per me è sempre stato Grande Saggio Albero con tre maiuscole e la corteccia argento. La gente prega gli angeli, a volte qualche dio. Io pregavo un albero. Era più alto di papà, più alto di casa mia. Aveva rami come tronchi, alla base, e se piangevo piangeva anche lui. Erano lacrime dense, ambrate e appiccicose, e se lo accarezzavo per consolarlo mi rimanevano attaccate alle dita. A volte anche ai capelli. Una volta mamma dovette tagliarmi ciocche intere talmente il suo pianto mi si era appiccicato addosso. Lo toccavo spesso, premevo il palmo sul suo ventre, sentivo che capiva, che mi regalava forza, un po’ della sua, immensa. Arrivava dal centro della terra, dove è tutto troppo pesante per poter volare, ma si irradiava fin nel cielo sotto forma di respiri verdi e azzurri.

- Mamma, scendo.

- Salutamelo.

Non ricordo quando è stata l’ultima volta che mi ha parlato. Forse non ha mai smesso, forse sono io che ho smesso di ascoltarlo. Lo vedo tutti i giorni dalla finestra. Quando c’è vento dondola, agita i rami. Se piove sembra quasi ti minacci, è arrabbiato perché nessuno va più a trovarlo.

Tempo fa un tizio ha detto che dovremmo potarlo, pende troppo verso destra. Ha cercato la luce, ha spostato i rami. Si è un po’ ingobbito, l’età.

Ma ancora non cade. Resiste, mi guarda crescere. E sarà ancora lì, quando io diventerò terra umida. Sarà lui a trasformarmi in respiri verdi e azzurri.

Anni fa abbiamo scoperto che, oltre a non essere un abete, non è nemmeno un pino. Un cedro, dicono. Si sbagliano anche loro. Grande Saggio Albero non ha nomi.

Lucia Gaiotto

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

dicembre 5, 2016

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

Il tempo è scaduto, le isole rischiano di sparire a causa degli effetti dei cambiamenti climatici. Le istituzioni a livello internazionale dovrebbero prenderne atto e agire velocemente per contrastare il fenomeno e supportare l’innovazione tecnologica nelle isole. È l’appello che arriva dalle istituzioni e popolazioni delle isole che oggi sono in prima linea ad affrontare, [...]

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

dicembre 5, 2016

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

Immaginate una nazione di medie dimensioni, come l’Ungheria, il Portogallo o la Repubblica Ceca. Ora immaginate l’intera area di quella nazione ricoperta da cemento e asfalto: è grossomodo la superficie di suoli agricoli che negli ultimi 50 anni è stata “consumata” da insediamenti e infrastrutture nei 28 paesi dell’Unione Europea. Il suolo continua ad essere [...]

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

novembre 25, 2016

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

Una nuova ricerca pubblicata ieri da Greenpeace Germania, alla vigilia del “Black Friday”, la giornata che negli Stati Uniti segna l’inizio dello shopping natalizio e che sta diventando popolare anche in Italia – con sconti selvaggi e istigazione all’acquisto compulsivo – evidenzia le gravi conseguenze sull’ambiente dell’eccessivo consumo, in particolare di capi d’abbigliamento. “Difficile resistere [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende