Home » Bollettino Europa »Rubriche » Green Leaf e PASTA, le sfide europee per Siena e Roma:

Green Leaf e PASTA, le sfide europee per Siena e Roma

aprile 27, 2015 Bollettino Europa, Rubriche

Una nuova competizione tra città scalda gli animi dei cittadini europei. Si tratta dello European Greeen Leaf Award, il premio che – nell’ambito della tradizionale competizione per la Capitale Verde d’Europa -   riconosce gli sforzi ambientali dei centri urbani più piccoli, precisamente con una popolazione compresa tra 50 e 100mila abitanti. Con una particolare enfasi sugli sforzi compiuti nell’ambito della crescita verde e nella creazione di nuovi posti di lavoro.

Alla sua prima edizione, vede un solo nome italiano tra i finalisti: Siena. Il nostro Paese non ha spesso l’abitudine di vedere le sue città annoverate tra le migliori smart city. E invece la perla della Toscana si contenderà il trofeo – che verrà consegnato a giugno in occasione di una cerimonia che si terrà a Bristol, in Inghilterra – al fianco di Inverness (Scozia), Lappeenranta (Finlandia), Ludwigsburg (Germania), Mikkeli (Finlandia), Mollet del Vallès (Spagna), Strovolos (Cipro) e Torres Vedras (Portogallo).

Siena si è guadagnata la nomination grazie alla pianificazione di azioni virtuose nell’ambito della sostenibilità ambientale, della mobilità urbana, della tutela delle risorse idriche, della lotta agli sprechi e della difesa della biodiversità.

Il nuovo premio è la dimostrazione che le città più piccole dimostrano un eccellente approccio ambientale. È incoraggiante vedere la qualità dei candidati in questa prima edizione”. Ha commentato il Commissario UE per l’Ambiente, Karmenu Vella. Che ha continuato dicendo: “La mia speranza è che le finaliste siano modelli di ispirazione. Il sistema è come un albero: i piccoli centri sono le foglie, le capitali i rami e la Commissione Europea è il tronco“.

Tra gli indicatori secondo i quali il gruppo di esperti valuterà le concorrenti c’è, naturalmente anche la mobilità. Un tema al centro anche di PASTA, acronimo di Physical Activity through Sustainable Transport Approaches, il progetto di ricerca europeo che analizza le misure di trasporto urbano a sostegno della mobilità attiva. A piedi, in bicicletta e in combinazione con l’uso dei mezzi pubblici.

Tuttavia, l’originalità del progetto risiede nel fatto di valutare gli effetti che questo cambio di abitudine ha sull’attività fisica e le condizioni di salute dei cittadini. Oltre al rischio di infortuni e all’esposizione all’inquinamento. Il progetto finirà nel 2017 ed il consorzio comprende esperti dello sport, della pianificazione dei trasporti, della sicurezza stradale, della qualità dell’aria e naturalmente della salute.

Le città studio sono sette. Insieme a Roma ci sono Anversa, Barcellona, Londra, Vienna, Zurigo e Örebro. Ciascuna ha individuato un campione di 2.000 persone intenzionate a modificare e monitorare il proprio stile di vita, raccogliendo così i dati che verranno messi a disposizione del progetto ed opportunamente analizzati. I partecipanti saranno inizialmente chiamati a compilare un semplice test on line, poi periodicamente delle brevi schede a intervalli regolari, in modo da poter comporre un quadro di sintesi delle varie attività quotidiane. Oltre alla compilazione del questionario base, ogni due settimane verrà inviata una e-mail con un link per accedere a brevi questionari aggiuntivi, sulle abitudini di spostamento e sulle attività fisiche svolte. I questionari aggiuntivi includono anche un “diario di viaggio” e domande su eventi specifici legati alla sicurezza stradale o nel caso si rimanga coinvolti in un incidente, per comprenderne meglio le cause e le possibili conseguenze. I più fortunati avranno anche la possibilità di vincere 25 biciclette pieghevoli.

La capitale italiana ha un padrino d’eccezione: Andrea Manici, il tallonatore della nazionale di rugby. “Sai che andare a lavoro a piedi migliora le condizioni della salute?” con queste parole lo sportivo invita in un video a partecipare al progetto.

Molti studi scientifici dimostrano che chi si muove in città rinunciando ad auto e moto gode di una salute migliore. Ad avallare il progetto dell’Unione Europea la recente ricerca della London School of Hygiene & Tropical Medicine sul British Medical Journal. Che sottolinea come l’uso dei mezzi pubblici incida sul fisico a tal punto che gli effetti sul peso del corpo sono maggiori di quelli ottenuti tramite mortificanti diete o faticosi programmi di esercizio ginnico. Le donne che utilizzano bici, mezzi pubblici o si recano al lavoro a piedi, infatti, pesano 2,5 kg in meno rispetto a quelle che si spostano in auto. Gli uomini invece che scelgono un’alternativa all’automobile pesano 3 kg in meno.

Beatrice Credi

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

luglio 24, 2017

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

Un’autovettura a energia solare? E’ già in circolazione sulle nostre strade, si tratta della Toyota Prius PHV, lanciata sul mercato a febbraio 2017, è dotata dei “Moduli Fotovoltaici HIT per Automobile” di produzione Panasonic. Il modello è definito un plug-in hybrid (PHV) perché rappresenta l’evoluzione dal sistema hybrid verso un veicolo sempre più elettrico. La [...]

L’Abruzzo guida la rivolta delle Regioni contro le trivelle

luglio 24, 2017

L’Abruzzo guida la rivolta delle Regioni contro le trivelle

Seconda vittoria legale dell’Abruzzo in pochi giorni: la Corte Costituzionale, con sentenza 198/2017, ha annullato il decreto “Trivelle” del 2015 in quanto emanato senza preventiva intesa con le Regioni: “Non spettava allo Stato e per esso al Ministro dello Sviluppo Economico – scrive la Consulta – adottare il decreto del 25 marzo 2015 senza adeguato coinvolgimento [...]

Come recuperare il calore dai data center. La soluzione di Climaveneta esportata in Finlandia

luglio 21, 2017

Come recuperare il calore dai data center. La soluzione di Climaveneta esportata in Finlandia

Mitsubishi Electric Hydronics & IT Cooling Systems, tramite il suo brand Climaveneta ha recentemente fornito due pompe di calore al District Heating di Fortum a Espoo, in Finlandia. Fortum, società energetica finlandese, aveva infatti la necessità di recuperare il calore espulso da un data center di Ericsson – multinazionale di servizi di telecomunicazione – per fornirlo alla rete [...]

A Milano partono i lavori per l’asilo pubblico di CityLife

luglio 21, 2017

A Milano partono i lavori per l’asilo pubblico di CityLife

Ieri il Sindaco di Milano Giuseppe Sala e  l’Assessore Pierfrancesco Maran hanno inaugurato i lavori per la costruzione dell’asilo pubblico nell’area di CityLife, nella neonata via Demetrios Stratos. L’asilo sarà il primo realizzato interamente in legno a Milano, immerso nel nuovo grande parco urbano che, una volta ultimato, sarà di 173.000 mq complessivi e ospiterà oltre [...]

“Clothes for Love”: nei punti vendita Auchan il nuovo contenitore digitale per i vestiti usati

luglio 20, 2017

“Clothes for Love”: nei punti vendita Auchan il nuovo contenitore digitale per i vestiti usati

La tecnologia al servizio della solidarietà. Parte oggi da Milano, presso il punto vendita Simply di Viale Corsica 21, il progetto Clothes for love, a cura dell’organizzazione umanitaria HUMANA People to People Italia e in collaborazione con Auchan Retail Italia e le principali amministrazioni comunali lombarde. Il progetto prevede il posizionamento di un nuovo contenitore [...]

Binari senza tempo: riparte la “Ferrovia del Tanaro”, tra fiabe, trekking e treni storici

luglio 20, 2017

Binari senza tempo: riparte la “Ferrovia del Tanaro”, tra fiabe, trekking e treni storici

La storica Ferrovia del Tanaro si rimette in marcia: dopo la sospensione della circolazione ordinaria nel 2012 e la terribile ferita alluvionale del novembre 2016, la linea ferroviaria Ceva-Ormea, è di nuovo pronta a partire, grazie al progetto “Binari senza tempo” della Fondazione FS Italiane, in collaborazione con Regione Piemonte, Unione Montana Alta Valle Tanaro e il [...]

Ecoturismo in crescita: secondo una ricerca italiana online è boom delle vacanze sostenibili

luglio 20, 2017

Ecoturismo in crescita: secondo una ricerca italiana online è boom delle vacanze sostenibili

Attenzione al consumo di risorse, utilizzo di fonti rinnovabili, alimentazione biologica e a km. zero e forme di mobilità condivisa. Sono solo alcune delle buone pratiche che decretano il successo di strutture e località turistiche, apprezzate dal 48% degli Italiani, che pare abbiano deciso di premiare, anche in vacanza, le iniziative con maggiore rispetto dell’ambiente. Sono [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende