Home » Campioni d'Italia »Rubriche » GreenBox: il sensore di “ecodriving” per i campionati automobilistici:

GreenBox: il sensore di “ecodriving” per i campionati automobilistici

maggio 28, 2014 Campioni d'Italia, Rubriche

Con i prezzi dei carburanti alle stelle e l’aumento della coscienza ecologica, le tecniche di guida sostenibile stanno diventando via via più popolari sulle nostre strade. Ma che succede nelle gare automobilistiche, dove l’obiettivo principale è andare veloci e vincere la competizione? Mentre nella Formula 1 la nuova stagione si è aperta con un limite ai consumi – la soglia è di massimo 100 chili di benzina per ogni gara – un progetto nato dal portale Ecomotori.net prova a introdurre il concetto di ecodriving nei Campionati Energie Alternative. Quelle gare automobilistiche ufficiali cioè riservate ai veicoli ibridi, elettrici, alimentati a energie rinnovabili o comunque meno inquinanti (a metano e Gpl). “In questi campionati, a cui dal 2012 partecipiamo con un nostro racing team, fino a qualche anno fa si veniva valutati sia per i consumi, sia per il rispetto del regolamento. La Federazione internazionale dell’automobile (FIA) ha poi valutato di non riuscire a valutare i consumi delle auto, e dunque questo parametro è rimasto solo come requisito per l’ammissione, ma non viene più monitorato durante la gara”, spiega Nicola Ventura, responsabile di Ecomotori.net. Il team del portale però, che aveva già una divisione Lab per studiare soluzioni di guida sostenibile, inizia a pensare a una strada alternativa e a marzo scorso nasce l’idea di GreenBox: “E’ una scatola nera pensata in ottica green, per la telemetria ecologica. Vogliamo proporre a FIA e CSAI (Commissione Sportiva Automobilistica Italiana) un modo nuovo di intendere le competizioni sportive, portando al centro il pilota e il suo comportamento di guida”.

GreenBox è un piccolo dispositivo wireless che, grazie a particolari sensori, monitora diversi parametri e invia i dati a un server. “Analizza per esempio accelerate e frenate brusche, l’uso del cambio, a che numero di giri si cambia marcia, il carico del motore, l’uso del freno motore, per quanto tempo il motore rimane fermo. Alla fine tutti questi valori vengono riuniti nell’indice di ecodriving”, continua Ventura. Un sistema che permetterebbe agli organizzatori di avere costantemente una classifica in tempo reale dei partecipanti e del loro stile di guida.

“La prima fase del progetto, durata circa un anno, è stata dedicata all’analisi dei parametri di telemetria, utili per definire lo stile di guida, e allo sviluppo di un hardware dedicato”. Completato il prototipo grazie alla collaborazione di Ecomotori Lab con Engicom, società specializzata nella consulenza per il risparmio energetico, Green Box ha esordito qualche settimana fa all’EcoRally San Marino-Città del Vaticano. “Abbiamo raccolto una grande mole di dati, e altri li raccoglieremo all’inizio di giugno all’Ecorally di Bolzano, mentre all’Ecorally del Sestriere vorremmo portare in sperimentazione diverse GreenBox”. I dati serviranno poi per perfezionare il prototipo, arrivando a concludere il progetto entro fine anno con la messa a punto anche dell’indice di Ecodriving. Al progetto lavorano oggi cinque persone, tra ingegneri e piloti impegnati nella sperimentazione su strada. Una volta completata, la scatola verde potrà essere usata anche in contesti diversi: “Può servire per monitorare il comportamento alla guida di qualunque automobilista, oppure per valutare lo stile di guida di piloti anche in gare diverse al Campionato Energie Alternative”, dice Ventura. Anche perché, da uno stile all’altro, i risparmi possono essere notevoli: secondo il progetto Ecoguida promosso da Euromobility, per esempio, adottando un decalogo di semplici azioni si può arrivare a ridurre i consumi di carburante del 25%.

Ma come la stanno prendendo FIA e CSAI? Invasione di campo o piccola rivoluzione? “Il delegato tecnico della FIA, Carlos Funes, ci ha chiesto di preparare un report dettagliato sul progetto e lo ha già diffuso tra i colleghi della commissione Energie alternative. Funes ci ha anche detto che il progetto rispecchia completamente la filosofia della FIA per quanto riguarda i consumi e le energie alternative. Questo interesse rafforza il nostro progetto e l’idea di far diventare l’ecodriving un nuovo parametro di riferimento dei campionati green”.

Veronica Ulivieri

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

febbraio 26, 2021

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

Arriva sulla piattaforma Infinity di Mediaset “Green Storytellers”, il primo programma TV su sostenibilità e ambiente voluto e finanziato interamente grazie ad una campagna di crowdfunding di successo su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Il progetto “green” dei due autori, registi e conduttori, Marco Cortesi e Mara Moschini, ha incontrato il sostegno e l’entusiasmo di [...]

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

gennaio 5, 2021

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

Il 2020 si è chiuso con un’impennata delle vendite di auto elettriche che porta ad un dato record in termini percentuale di + 251,5% rispetto all’anno precedente, con un totale di 59.875 auto immatricolate di cui 32.500 Bev (vale a dire auto con batteria elettrica) e 27.375 Phev (auto ibride plug in). Nel 2019 il [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende