Home » Racconti d'Ambiente »Rubriche » Ho piantato 500.000 alberi:

Ho piantato 500.000 alberi

maggio 8, 2012 Racconti d'Ambiente, Rubriche

Per la rubrica “Racconti d’Ambiente” pubblichiamo oggi un estratto del  libro “Ho piantato 500.000 alberi di Francesca Ossola e Enrico Calvo, edito da Terre di mezzo Edizioni (pag. 128 , 10.00 euro).

A me piace la città; ho sempre abitato in grandicittà: Milano, Roma, Napoli e, come dico sempre, probabilmente non saprei adattarmi avivere in un paese.

Delle città mi piacciono la vitalità e l’energia che sprigionano ,mi piacciono le persone, tante, diverse, colorate, a volte incredibili, mi piace l’idea di girare l’angolo ed essere sconosciuta tra gli sconosciuti e di avere, nello stesso tempo, tanta gente da conoscere. Mi piacciono la creatività e la fantasia che in città trovano mille modi di esprimersi e realizzarsi, mi piace girare in bicicletta sfidando enormi bus e auto di tutti i tipi, mi piace quando alla sera si accendono le luci eposso spiare dentro le finestre, mi piace il traffico allegro e disordinato la mattina davanti alle scuole, mi piace andare per negozi e stupirmi di quanti oggetti strani e inutili siamo in grado di produrre e comperare, mi piace sapere di avere il cinema dietro l’angolo e gli amici a due fermate di metrò. E adoro la campagna; sono sempre andata in campagna fin da piccola e mio padre, ingegnere meccanico, mi ha insegnato ad amarla e rispettarla.

Della campagna adoro il profumo dei prati e delle stalle, adoro il disegno ordinato dei campi e dei filari, adoroil fruscio dei pioppi al vento, il rombo del trattore e il gorgoglio sordo delle rogge lungo la strada.

Adoro il verde-azzurro delle risaie allagate, il biondo oro dell’orzo che matura, il giallo sfacciato della colza fiorita, il bruno luccicante dei campi appena arati. Adoro gli animali,le capezzagne polverose, le cascine un po’ fanée.

Adoro il suono delle campane che non si sa da dove viene, adoro quando alla sera si accendono poche luci qua e là e i grilli cominciano a cantare e la terra calda sprigiona il suo odore forte e concreto; adoro sentirmi tra lebraccia di una natura materna e generosa. Schizofrenia? Contraddizione?

Non credo; credo invece che la bellezza stia negli occhidi guarda, e che non si guardi solo con gli occhi. Non è vero che la città è disumana, caotica ed egoista; rappresenta solo un lato della complessa umanità di ciascuno di noi. Il lato più pioniere, più sociale, più creativo.

Non è vero che la campagna è retrograda, chiusa, edegoista; è l’espressione del lato più solido, concreto, naturale dell’uomo.

Oggi chi vive in città vede la campagna come luogo difuga, come elemento terapeutico, e la usa, ma non la vive né, tanto meno, la capisce.

E i contadini? Odiano i cittadini che la domenica invadono lecampagne, arrivano con le auto e lasciano a casa il cervello; ma ne hanno bisogno. Li usano, ma non li conoscono.

Questo approccio reciproco, freddo e utilitaristico, è certamente un segno che la società si sta evolvendo ed esprime bisogni nuovi, ma non è certo foriero di una nuova e feconda relazione. La verità è che si sta perdendo una cultura, quella contadina, e se ne è creataun’altra, quella urbana, ma che in questa evoluzione si sono persi i collegamenti, gli elementi comuni, i punti di contatto e di scambio. Si è creata una ferita che va sanata: occorre creare insieme una nuova cultura.

Citadins des champs ou paysans des villes?

È la sintesi di un incontro, di un equilibrio reciproco,così come lo immaginiamo in queste pagine. Pensiamo che non ci debba essere necessariamente conflitto tra città e campagna, crediamo invece che il rispetto, il desiderio di scoprire l’altro siano la chiave per sviluppare una società equilibrata, consapevole e capace di vivere bene sia in campagna sia in città.

Francesca Ossola e Enrico Calvo*

*Francesca Ossola Agronoma, mamma di 4 figli, esperta di enogastronomia e prodotti tipici, si occupa di agricoltura, marketing territoriale, valorizzazione delle produzioni locali, educazione alimentare. Adora l’estate, il sole, la buona cucina, le scarpe, la campagna e soprattutto le mucche.

Enrico Calvo Forestale, papà di 4 figlie, esperto di educazione ambientale, si occupa della gestione di boschi e foreste, di biodiversità, di servizi ecosistemici e molto altro. Impegnato da una vita nello scoutismo, ama la natura, camminare, la bicicletta e la bellezza.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

giugno 19, 2017

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, organizza anche per il 2017 il “Premio per lo Sviluppo Sostenibile“, che ha avuto nelle otto edizioni precedenti l’adesione del Presidente della Repubblica, richiesta anche per quest’anno. Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che [...]

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

giugno 19, 2017

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

Intesa Sanpaolo ha collocato con successo un green bond da 500 milioni di euro, titolo legato a progetti di sostenibilità ambientale e climatica, raccogliendo ordini per circa 2 miliardi di euro e acquisendo il primato, ad oggi, di unica banca italiana a debuttare quale emittente “green”. L’importo raccolto tramite il green bond verrà utilizzato per il [...]

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

giugno 14, 2017

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

Aruba S.p.A., leader nei servizi di web hosting e tra le prime aziende al mondo per la crescita dei servizi di data center e cloud, ha annunciato la pre-apertura del più grande data center campus d’Italia, a Ponte San Pietro (Bergamo). Il Global Cloud Data Center, è stato concepito per andare incontro alle esigenze di colocation [...]

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

giugno 5, 2017

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

E’ stato presentato il 30 maggio a Roma, in un evento alla presenza del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e del viceministro ai Trasporti Riccardo Nencini, il documento “Elementi per una Road map della mobilità”, redatto con il supporto scientifico di RSE – Ricerca Sistema Energetico. Il testo è frutto dei contributi forniti dai partecipanti al [...]

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

giugno 5, 2017

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

Nell’aspetto sembra una cassetta qualunque, ma grazie a un innovativo brevetto, frutto di cinque anni di studi universitari, è uno strumento intelligente contro lo spreco alimentare: consente infatti di ridurlo in modo significativo. È il packaging “Attivo” che Bestack – il consorzio non profit dei produttori italiani di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta – ha messo [...]

TOBike: una caccia al tesoro urbana per festeggiare i 7 anni

giugno 1, 2017

TOBike: una caccia al tesoro urbana per festeggiare i 7 anni

Dopo i 20 anni di Cinemambiente, nella Torino “green” si celebra un altro compleanno: [TO]BIKE, il servizio di bike sharing cittadino, compie sette anni. Inaugurato nel 2010, dalla sua attivazione ad oggi ha registrato 27.500 abbonati annuali, che ogni anno percorrono sulle oltre 1.100 biciclette gialle circolanti in città circa 3.700.000 chilometri. Come già lo scorso anno l’intento [...]

Buon compleanno Cinemambiente! A Torino apre l’edizione n. 20

maggio 31, 2017

Buon compleanno Cinemambiente! A Torino apre l’edizione n. 20

La 20° edizione del Festival Cinemambiente è la prima che si tiene nell’Antropocene, la nuova epoca geologica segnata dalle attività umane, da poco formalmente riconosciuta dalla società scientifica internazionale. La coincidenza temporale sarà lo spunto ideale per “Il punto” di Luca Mercalli, che apre ufficialmente il cartellone degli appuntamenti (alle ore 21 di stasera al [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende