Home » Bollettino Europa »Rubriche » Il 2015 è l’anno di una nuova Macroregione UE, quella alpina:

Il 2015 è l’anno di una nuova Macroregione UE, quella alpina

agosto 3, 2015 Bollettino Europa, Rubriche

Con la fine di luglio è arrivato anche il varo ufficiale da parte dell’Unione Europea della Macroregione alpina (Eusalp), che oltre all’Italia coinvolge altri 4 Paesi UE: Austria, Francia, Germania e Slovenia; e due Paesi terzi: Liechtenstein e Svizzera. Per un totale di 48 Regioni dislocate intorno alla catena alpina di cui 8 italiane, con la Lombardia capofila e più di 70 milioni di persone su una superficie complessiva di 450 mila chilometri quadrati.

Si tratta della quarta strategia macroregionale, dopo quelle per il Mar Baltico (Eusbsr), il Danubio (Eusdr) e quella adriatico-ionica (Eusair) lanciata nel 2014. Tutte hanno il fine di individuare aree transnazionali con identità comuni e risorse ma, al tempo stesso, fragili e bisognose di essere valorizzate e protette grazie all’aiuto di strategie comuni che forniscono, inoltre, anche la possibilità di dare voce ai cittadini che le abitano.

Nel 2013 il Consiglio europeo aveva invitato la Commissione, con i Paesi membri, a elaborare una strategia relativa all’area per la metà del 2015. Ecco quindi il piano di azione che deve, entro l’anno, ottenere l’approvazione del Consiglio.

Come negli altri casi, si tratta di lavorare in sinergia in alcuni settori piuttosto prioritari come la mobilità, la gestione delle risorse energetiche, il sostegno alle piccole e medie imprese, la tutela ambientale.

La messa in comune di risorse e idee dovrebbe generare un impatto concreto che conduce alla ricerca di prodotti e servizi specifici della regione alpina; a un miglioramento della rete stradale e ferroviaria nel contesto della mobilità e all’espansione dell’accesso a alle nuove tecnologie nelle aree più isolate.

Tuttavia, pur trattandosi di uno tra i contesti più innovativi e competitivi dell’intera area continentale, le sfide non mancano:  si va dalle disparità significative tra le zone geografiche, alle tendenze demografiche che vedono invecchiamento e nuovi modelli di migrazione; non meno importanti, poi, gli impatti del cambiamento climatico sulla biodiversità e sulle condizioni di vita delle persone e le sfide sul fronte energetico.

Nell’ambito della creazione della nuova Macroregione sono già stati approvati alcuni progetti inerenti ai temi più caldi. Come, per esempio, “Efficienza energetica e tutela climatica nell’arco alpino”. Dedicato a un’analisi comparativa sulle misure di efficienza energetica allo scopo di incoraggiarne la promozione. O quello che ha come tema il dissesto idrogeologico per approfondire i temi della previsione, prevenzione e gestione dell’emergenza. Sono, inoltre, già attive azioni che si prefiggono l’obiettivo della rinaturalizzazione dei fiumi valorizzando, anche dal punto di vista didattico, le attività svolte su corsi d’acqua e laghi della regione alpina.

In terra tutta italiana, poi, un primo passo di coordinamento territoriale è stato appena compiuto con la firma tra la Regione Lombardia e la Provincia autonoma di Bolzano, di un Protocollo per la valorizzazione dell’area del Passo dello Stelvio e per avviare uno studio di fattibilità per la realizzazione di un collegamento permanente fra l’Alta Valtellina e la Val Venosta. Tra i punti affrontati nel documento c’è, infatti, anche lo studio di fattibilità per il traforo e la valutazione di quale tipo di infrastruttura sia più adatta, se quella  di tipo ferroviario o stradale o entrambe.

La vera novità è, però, rappresentata dalle modalità di finanziamento delle attività legate a questa porzione di territorio. La Macroregione Alpina potrà, infatti, contrattare direttamente con Bruxelles senza passare dai governi centrali dei vari stati coinvolti. Una novità assoluta in Europa, nell’ottica della territorializzazione degli investimenti, di cui non godevano le realtà già attive.

Beatrice Credi

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“I quattro elementi”, uno spettacolo teatrale sul difficile rapporto tra uomo e natura

ottobre 18, 2018

“I quattro elementi”, uno spettacolo teatrale sul difficile rapporto tra uomo e natura

L’associazione Music Theatre International presenta il 26 ottobre 2018, in prima nazionale al Teatro Centrale Preneste di Roma, lo spettacolo “I 4 elementi“, idea artistica di Stefania Toscano, che ne cura la parte coreografica, con drammaturgia e regia di Paola Sarcina, progetto video di Federico Spirito. La teoria dei “4 elementi” della natura costituisce il “pretesto creativo” a cui s’ispira la [...]

ISDE: “A Medicina non si insegna la correlazione ambiente-salute”. Un convegno a Roma

ottobre 17, 2018

ISDE: “A Medicina non si insegna la correlazione ambiente-salute”. Un convegno a Roma

Si terrà a Roma, il 19 e il 20 ottobre prossimi, un convegno organizzato dall’Ordine dei Medici di Roma e da ISDE, l’Associazione Medici per l’Ambiente, sul delicato tema ambiente e salute. I “determinanti di salute” e, in particolare, il binomio ambiente-salute sono, infatti, secondo ISDE, scarsamente considerati nei programmi di studio delle facoltà universitarie di [...]

UNCEM e Confindustria portano a Roma la visione della montagna come “luogo di sviluppo sostenibile”

ottobre 16, 2018

UNCEM e Confindustria portano a Roma la visione della montagna come “luogo di sviluppo sostenibile”

Insieme per lo sviluppo delle “Terre Alte”. Oggi, agli Stati generali della Montagna, convocati a Roma dal Ministro delle Autonomie e degli Affari Regionali Erika Stefani, UNCEM e Confindustria Belluno Dolomiti (coordinatrice della rete nazionale di “Confindustria per la Montagna”), presenteranno un documento che evidenzia la necessità di attivare sui territori sinergie tra pubblico e privato per identificare strategie e politiche coerenti a [...]

Restructura 2018: focus su bioedilizia e recupero dei borghi alpini

ottobre 15, 2018

Restructura 2018: focus su bioedilizia e recupero dei borghi alpini

A Torino dal 15 al 18 novembre 2018 il quartiere espositivo del Lingotto Fiere propone la trentunesima edizione di Restructura, il salone nazionale dedicato a riqualificazione, recupero e ristrutturazione in ambito edilizio allestito all’interno dei 20.000 mq del padiglione Oval. Restructura è la manifestazione fieristica B2B e B2C del Nord Ovest che riunisce annualmente i principali interpreti della filiera [...]

“Bologna Award Food Festival”, il cibo come vettore di sostenibilità

ottobre 13, 2018

“Bologna Award Food Festival”, il cibo come vettore di sostenibilità

Dal 14 al 16 ottobre, negli spazi della Fondazione FICO a Bologna,va in scena il festival che racconta il cibo “sostenibile”: Bologna Award Food Festival propone incontri, dialoghi, eventi e un percorso espositivo firmato da Altan. Fra i protagonisti ci saranno il “giardiniere di Versailles”, Giovanni Delù, che ogni giorno accudisce non solo il verde della Reggia del [...]

La “Biennale della Sostenibilità Territoriale” apre al pubblico. Appuntamento all’EnviPark di Torino

ottobre 12, 2018

La “Biennale della Sostenibilità Territoriale” apre al pubblico. Appuntamento all’EnviPark di Torino

Dopo due giornate di lavori al Castello del Valentino, riservate a studenti e ricercatori, la prima edizione della Biennale della Sostenibilità Territoriale di Torino apre al pubblico, con l’appuntamento di oggi alle ore 16,00 all’Environment Park (“Verso il 2020: sostenibilità territoriale tra bilancio e rilancio”). La nuova Biennale ha l’ambizione di diventare un luogo di [...]

Nasce il “Venetian Green Building Cluster”, rete regionale per l’innovazione nell’edilizia sostenibile

ottobre 2, 2018

Nasce il “Venetian Green Building Cluster”, rete regionale per l’innovazione nell’edilizia sostenibile

Imprese, università e associazioni di categoria del Veneto hanno deciso di unire le proprie forze per creare una rete votata all’innovazione nell’ambito dell’edilizia sostenibile. È questa la missione del neonato Venetian Green Building Cluster che riunisce gli operatori veneti della filiera dell’edilizia e delle costruzioni, nell’intento di accelerare la trasformazione “green” dell’intero settore, sostenendo processi di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende