Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Il buon senso a volte può essere rivoluzionario. Intervista a Renzo Macelloni:

Il buon senso a volte può essere rivoluzionario. Intervista a Renzo Macelloni

marzo 30, 2011 Campioni d'Italia, Rubriche

Il buon senso, a volte, può davvero essere rivoluzionario”. Parola di Renzo Macelloni, presidente della Belvedere Spa, la società mista  pubblica e privata (il 64,05% delle quote appartengono al Comune di Peccioli, la restante parte ad un azionariato diffuso composto da cittadini di Peccioli e di altri paesi della Provincia di Pisa) che gestisce la discarica situata nella frazione pecciolese di Legoli. Un impianto di smaltimento sinonimo di corretta gestione dei rifiuti, con ricadute positive per  la comunità.

La discarica di Legoli, infatti, è stata una delle prime ad avere la certificazione europea EMAS. “Da un’emergenza ambientale” dice Macelloni, che è stato anche sindaco di Peccioli, “siamo riusciti  a creare un sistema di eccellenza: vicino a Peccioli esisteva una discarica, sul finire degli anni ’80, di fatto non gestita e pericolosa per l’ambiente, utilizzata anche dai Comuni limitrofi. Abbiamo affrontato di petto la questione, mettendo in sicurezza il sito ed assumendone la gestione, consapevoli anche delle polemiche. Poi, dopo un periodo di gestione diretta da parte del Comune di Peccioli, è nata la società Belvedere SpA, nel 1997, a cui il Comune ha affidato la gestione dell’impianto di smaltimento, con il compito di reinvestirne i proventi sul territorio. Belvedere ha creato un indotto che da’ lavoro a più di trecento persone, tra posti diretti ed indiretti “.

Le attività della SpA non si limitano alla gestione della discarica: fin dai primi anni ’90, è attivo anche un impianto di teleriscaldamento che fornisce acqua calda al paese di Legoli. Grazie al movimento di turbine azionate dal biogas, inoltre, si produce energia elettrica venduta ad Enel. Sono in fase di studio di fattibilità, poi, un sistema di pale eoliche posizionate sul crinale della discarica, l’utilizzo del biogas per gli automezzi (la sperimentazione è condotta insieme alla compagnia Beyfin), la raccolta dei rifiuti tramite robot spazzini, i Dust Cart, (un progetto avviato in collaborazione con il Comune di Peccioli e la Scuola Superiore di Studi e Perfezionamento Sant’Anna di Pisa) ma, soprattutto, la dissociazione molecolare dei rifiuti. Con un sistema termo-chimico, grazie alla combustione in assenza di ossigeno (pirolisi) e con temperature ridotte (400 gradi centigradi circa), si scompongono cioé i rifiuti che, così facendo, producono un gas di risulta, detto syngas, usato per muovere turbine e produrre energia termica ed elettrica. La discarica, quindi, diventerebbe un impianto industriale in grado di produrre energia.

Oltre alle sperimentazioni, Belvedere ha però all’attivo anche progetti che sono già realtà, addirittura replicati nei paesi vicini: è il caso del fotovoltaico popolare noto come “Un ettaro di cielo”: un grande impianto fotovoltaico da 1 MW finanziato con la sottoscrizione, da parte di circa 350 cittadini di Peccioli e non solo, di un prestito obbligazionario emesso da Belvedere SpA. E proprio Belvedere si occuperà della gestione finanziaria di un progetto analogo, attivo a breve, a pochi chilometri di distanza da Peccioli, nel Comune di Terricciola.

I cittadini di Peccioli (meno di cinquemila), godono  di tariffe ed imposte comunali agevolate e di molti servizi pubblici. Macelloni è consapevole delle peculiarità del “Sistema Peccioli”e del legame con il suo territorio: “Dobbiamo convivere con le contraddizioni, non tutto è replicabile, e certe cose sono possibili solo nelle piccole realtà. Tuttavia quello che abbiamo fatto è stato possibile perché abbiamo avuto il coraggio di fare scelte difficili, senza ideologismi, mirando a risolvere i problemi concreti del territorio, con cui abbiamo un rapporto addirittura di osmosi, da cui riceviamo stimoli e a cui volgiamo darne”.

Convinto che le maggiori risorse del territorio siano le risorse umane, infatti, Macelloni non si è accontentato di quanto fatto fin’ora e, insieme ai suoi collaboratori, ha ideato un percorso formativo di alto livello, pensato per i giovani pecciolesi dai 20 ai 35 anni, un “Ecomastergratuito, della durata di quattro mesi, avviato da Febbraio. “Si sono iscritti in 120, oltre le nostra aspettative”, ha commentato Macelloni, che ha definito il Master pienamente in linea con l’attività e lo spirito di Belvedere, quasi un atto dovuto verso la comunità e, nella giornata inaugurale, ha fatto una sorpresa ai partecipanti rivelando che la società ha intenzione di premiarne due o tre, che abbiano dimostrato maggiori capacità imprenditoriali:“Vogliamo investire sui giovani, ma come al solito alla nostra maniera, concretamente: i  più meritevoli saranno proposti all’assemblea dei soci di Belvedere SpA, in sede di rinnovo degli organi societari: avranno, quindi, la possibilità di entrare a far parte del Cda di Belvedere”.“L’alto numero di iscrizioni ricevute”- ha concluso Macelloni- “è segno che tra i giovani c’è bisogno di adeguata formazione e con questo Master vogliamo dare nuovi stimoli a un territorio perché non rimanga, per così dire, seduto, in tempi di difficoltà economica e ritrovi un senso imprenditoriale, nuove idee, ragionamenti a banda larga. Insomma vogliamo che i giovani di questo territorio siano consapevoli delle sue caratteristiche eccezionali, per un rapporto biunivoco con Belvedere, perché dalle idee nascano altre idee nuove per il futuro”.

Andrea Marchetti

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

luglio 19, 2018

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

Si svolgerà venerdì 20 luglio a Roma presso l’Auditorium del GSE (Viale Maresciallo Pilsudski, 92) dalle 9:00 alle 13:00 il workshop “Rinnovare le rinnovabili: servizi, tecnologie e mercati per un futuro sostenibile senza incentivi”, un’occasione per riflettere sul recente accordo raggiunto tra Consiglio, Parlamento e Commissione Europea, che ha rialzato al 32% il target complessivo [...]

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

luglio 17, 2018

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

Torna dal 18 al 22 luglio a Padova, nella cornice ecologica del Fenice Green Energy Park,  EcoFuturo Festival, giunto alla sua V edizione. Cinque giornate con appuntamenti, incontri, spettacoli, corsi, workshop, esposizioni e cene bio. Il tutto nel segno dell’innovazione ecologica. Il focus di questa edizione sarà l’anidride carbonica che sta alterando il clima e la [...]

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

luglio 12, 2018

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

Dal 14 al 16 settembre 2018 torna al Parco Centrale del Lago dell’EUR di Roma la Re Boat Roma Race, la prima regata in Italia d’imbarcazioni costruite con materiali di recupero, in un’ottica di riuso e riciclo. Un evento che accoglie famiglie, bambini, ragazzi e chiunque abbia voglia di porsi in gioco in questa folle e divertente [...]

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

luglio 9, 2018

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

Tecnologie nature based per riconvertire aree post industriali, trasformandole in infrastrutture verdi, coinvolgendo cittadini, Ong e associazioni del territorio. E’ questo l’obiettivo del progetto ProGIreg (Productive Green Infrastructure for post industrial Urban Regeneration) che coinvolge, oltre a Torino, con focus del Progetto Mirafiori Sud, le città di Dortmund (Germania), Zagabria (Croazia) e Ningbo (Cina). Il [...]

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

luglio 9, 2018

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

Ingegneri specializzati  nello studio  delle energie rinnovabili imbarcati su una barca a vela condotta dai ragazzi dell’associazione New Sardiniasail ovvero adolescenti con problemi penali che il Dipartimento di Giustizia  di Cagliari ha affidato nelle mani di Simone Camba – poliziotto e presidente di  New Sardiniasail – per imparare un mestiere.  Un progetto sociale che vede [...]

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

giugno 25, 2018

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

L’Unione Europea compie un altro passo esplorativo verso il riconoscimento e incoraggiamento della finanza sostenibile, come strumento per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (SDG), ma anche come mezzo per perseguire la stabilità finanziaria nel vecchio continente. Martedì 19 giugno la Commissione per gli Affari Economici e Monetari del Parlamento Europeo ha infatti approvato [...]

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

giugno 20, 2018

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

Come dare nuova vita agli spazi dismessi delle città? Come riempire i vuoti urbani non solo attraverso una riqualificazione fisica ma anche culturale, sociale e ambientale? Quale futuro collettivo immaginare per le aree abbandonate? Come creare rete tra istituzioni e associazioni cittadine per intervenire in modo partecipato nei processi di riattivazione degli immobili inutilizzati, come [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende