Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Il Festival di Chiara. “Sandalia Sustainability”: il cinema ambientale dal mondo alla Sardegna:

Il Festival di Chiara. “Sandalia Sustainability”: il cinema ambientale dal mondo alla Sardegna

marzo 14, 2018 Campioni d'Italia, Rubriche

“Sapete che a Teheran, capitale dell’Iran, l’inquinamento atmosferico è così alto che le autorità  nelle giornate a più alta densità di polveri sottili chiudono le scuole elementari per preservare i polmoni e la salute dei bambini?”. Che nel paese mediorientale i veleni nell’aria siano un problema serio lo scopriamo, per assurdo, ad Abbasanta, un piccolo Comune della Sardegna interna, dove da anni c’è un Festival Cinematografico dedicato all’ambiente, che presenta opere in arrivo da tutto il mondo. “Abbiamo 1.950 opere e ben 196 arrivano dall’Iran, poi 182 dall’ India e, naturalmente, è ben rappresentata anche l’Italia con 128 produzioni” ci spiega Chiara Fadda, presidente dell’Associazione Anima Libera,  che nel 2010 ha scommesso sul  “Sandalia Sustainability Film Festival – Visioni itineranti di stili di vita sostenibili“, una manifestazione che sposa in pieno la filosofia glocal, ovvero  la compresenza di una dimensione globale (con documentari da tutto il pianeta, grazie alle piattaforme internazionali dedicate alle manifestazioni cinematografiche) e una dimensione locale, con tante iniziative legate al  territorio.

“In questa edizione – specifica Chiara – alle proiezioni e alle premiazioni dei film scelti dalla Giuria abbiamo associato una giornata dedicata alle erbe spontanee ed alle autoproduzioni del territorio. Un’economia dal basso che sta coinvolgendo sempre più persone. Tra i soggetti coinvolti c’è la Casa dei Semi di Domusnovas Canales, una frazione del Comune di Norbello che si occupa di raccogliere e preservare i semi ovvero le varietà tipiche del territorio”. E tre le iniziative del Sandalia Festival 2018 c’è dunque anche lo scambio di semi tra coloro che sono alla ricerca delle varietà rare e da tempo marginalizzate dai processi di industrializzazione agricola. Una comunità silenziosa, fatta di persone e gruppi che si oppongono, con piccole coltivazioni alla standardizzazione e alla perdita di biodiversità: “Noi sardi – spiega Chiara -  siamo un popolo di raccoglitori o perlomeno è ancora fertile l’usanza di uno scambio con la natura”. Ovvero tanti appassionati di asparagi ed erbe selvatiche (da conoscere per gli amanti della cucina il finocchietto selvatico!), lumache, funghi e tanti altri prodotti del bosco, che non si limitano alla passività della fruizione di un film in poltrona, ma vogliono partecipare attivamente e dare il loro contributo. “Oltre alle proiezioni  sono in programma delle degustazioni che hanno l’intento di valorizzare queste pratiche che hanno un senso economico, sociale e culturale”, aggiunge Fadda.

Il Festival Sandalia ha inoltre una versione itinerante, con l’organizzazione di proiezioni in vari paesi e città della Sardegna: “Continuiamo fino a fine marzo e ci sono ancora delle occasioni per partecipare, chi è interessato può scriverci a associazioneanimalibera@gmail.com“. Chiara è un vulcano inarrestabile. Ma come è nata l’idea del Festival, le chiediamo. Cosa ha portato una psicologa a dedicarsi alla divulgazione del cinema ambientale? “Dopo la laurea in psicologia ho frequentato un master in progettazione sostenibile del paesaggio, un altro in comunicazione e poi grazie ai voucher della Regione Sardegna sull’alta formazione ho potuto ancora seguire un master in regia e sceneggiatura a Bologna dove fui ospite in casa di un’amica che in pratica aveva eliminato completamente la plastica dai suoi acquisti. Era una consumatrice molto attenta alle ricadute ambientali e mi ha contagiato. Insomma, tutto torna: arte ed ambiente, poi ho visto il bando della Regione e coinvolgendo i Comuni di Abbasanta e Norbello ho dato vita a questa idea, che ha avuto il sostegno anche della Fondazione di Sardegna (la fondazione che fa capo al Banco di Sardegna Ndr)”.

Domenica 18 marzo il festival Sandalia 2018 vedrà la sua parte conclusiva, tra ricette di erbe selvatiche e proiezioni di film che parlano di bioedilizia, agricoltura sostenibile, cambiamenti climatici, autoproduzione di energia, efficienza energetica, sovranità alimentare e diverse altre tematiche. “Un’altra declinazione pratica della sostenibilità sarà un laboratorio pratico per la produzione di unguenti grazie all’uso di erbe selvatiche“. Immaginario e pratica sostenibile vanno dunque insieme al Sandalia Film Festival dove meritano una citazione da “Campioni” anche  i quattro giurati -   Valeria Patanè, Pia Brancadori, Antonello Carboni e Pio Bruno – che hanno visionato centinaia di ore di documentari ambientali da ogni angolo del pianeta per offrirle al pubblico.

Gian Basilio Nieddu

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

febbraio 15, 2019

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

Secondi dati di Ebay diffusi nei giorni scorsi, nel 2018 il 65% delle nuove aziende che si sono aperte allo shopping online provengono da città medio-piccole. Approfittano di un nuovo canale di vendita che offre ampie possibilità di espansione e di ritorno economico. L’e-commerce può essere un antidoto all’abbandono del commercio e delle imprese nei [...]

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

gennaio 29, 2019

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

Il gruppo francese Air Liquide ha annunciato ieri di aver acquisito una quota del 18,6% del capitale della società canadese Hydrogenics Corporation, specializzata in impianti di produzione di idrogeno per elettrolisi e celle a combustibile. Questa operazione strategica, che rappresenta un investimento di 20,5 milioni di dollari (circa 18 milioni di euro), consente al Gruppo [...]

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

gennaio 25, 2019

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

“Non c’è più spazio per fregarsene” è l’allarme lanciato dall’Associazione Marevivo con la campagna di sensibilizzazione contro l’utilizzo delle plastiche monouso #StopSingleUsePlastic e la realizzazione di un video che mostra come ormai siamo invasi dalla plastica. A dimostrare quanto sia importante cambiare rotta i dati diffusi dal programma per l’ambiente delle Nazioni Unite (Unep) sull’inquinamento da plastica. [...]

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

gennaio 17, 2019

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

Secondo il Global Risks Report 2019, pubblicato ieri dal World Economic Forum, i rischi ambientali, come i fenomeni atmosferici estremi, la mancanza di azioni sul clima e la perdita di biodiversità, rappresentano le più grandi sfide, sempre crescenti, con cui l’umanità deve fare i conti. Proprio quelli di carattere ambientale rappresentano tre dei primi cinque rischi [...]

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

gennaio 16, 2019

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

Sono in arrivo nuove agevolazioni a sostegno delle clean technologies piemontesi, un settore sempre più strategico per il futuro del Paese. È infatti aperto il bando Prism-E della Regione Piemonte, che mette a disposizione 8,5 milioni di euro a piccole medie imprese – a cui si aggiungono grandi imprese che collaborano con le PMI – di Piemonte e [...]

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

gennaio 16, 2019

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

Il prossimo 24 gennaio a Innsbruck, in Austria, prenderà il via il “Worn Wear Tour” di Patagonia, lo storico brand di abbigliamento da montagna fondato da Yvon Chouinard, che farà tappa presso le destinazioni sciistiche più importanti di tutta Europa riparando cerniere, bottoni, strappi e anche abbigliamento tecnico in GORE-TEX. Ideata nel 2013, l’iniziativa Worn Wear [...]

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

gennaio 10, 2019

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

Il rosso del ferro, l’oro della pirite e l’argento dell’ematite, fino alle mille sfumature del granito. Quello dell’Isola d’Elba è un viaggio tra i colori delle pietre, custodite da sempre nel ventre dell’isola e scavate, a partire dagli Etruschi fino a una manciata di anni fa, con giacimenti apparentemente inesauribili. Chiuse nel 1981 dopo quasi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende