Home » Bollettino Europa »Rubriche » Il settore elettrico come informatica e telefonia mobile. La prossima rivoluzione europea:

Il settore elettrico come informatica e telefonia mobile. La prossima rivoluzione europea

marzo 30, 2015 Bollettino Europa, Rubriche

Circa un mese fa la Commissione Europea ha presentato la propria strategia per realizzare a livello UE il mercato unico dell’energia. Tra le misure descritte c’era anche quella dedicata al mercato dell’elettricità, che, secondo l’Esecutivo di Bruxelles, sarà riorganizzato al fine di renderlo “più interconnesso, più reattivo e più rinnovabile”. Circa questo ultimo punto l’energia prodotta a livello locale, anche da fonti rinnovabili, dovrà essere assorbita nella rete in modo efficiente aumentandone il ricorso.

L’Unione dell’Energia pone quindi notevoli sfide, anche al settore elettrico, il quale, sia in Italia sia in Europa, ha vissuto un rapido e profondo cambiamento che ne ha influenzato la struttura e le logiche competitive, rendendo necessario un nuovo assetto del mercato elettrico e della normativa.

Da questa considerazione si è sviluppato il dibattito durante il convegno dal titoloRipensare il mercato elettrico: evoluzione industriale e convergenza europea”, organizzato a Roma il 25 marzo scorso da assoRinnovabili in collaborazione con Althesys.

Il settore elettrico – ha spiegato Agostino Re Rebaudengo, Presidente di assoRinnovabili – andrà incontro nei prossimi anni ad una rivoluzione simile a quella intervenuta nell’informatica e nella telefonia mobile”. Secondo il Presidente, due fatti paralleli accomunano il settore dell’IT a quello delle rinnovabili. Da una parte L’efficienza energetica delle energie rinnovabili sta vivendo la propria crescita esponenziale nel solare e eolico. Dall’altra, come nell’Internet delle Comunicazioni che vede oggi connessi oltre 3 miliardi di persone (il 40% della popolazione mondiale), dove i costi fissi per la costruzione dell’infrastruttura sono rilevanti, ma il costo marginale di scambiarsi le informazioni è praticamente nullo, anche nell’Internet dell’Energia che sta prendendo piede i costi fissi sono significativi, ma il costo marginale di produrre energia solare o eolica è prossimo allo zero. Internet, energie rinnovabili e generazione distribuita presto si fonderanno, creando un Internet dell’Energia che cambierà il modo in cui si produce e si distribuisce l’elettricità.

In questo scenario, quindi, le fonti rinnovabili saranno il punto di partenza dal quale si declinerà l’intero settore dell’elettricità. Anche perché hanno soddisfatto nel 2014 quasi il 40% del fabbisogno elettrico nazionale. Un obiettivo del tutto in linea con quello UE di ridurre le emissioni di gas a effetto serra almeno del 40%, incrementare l’energia da fonti rinnovabili almeno del 27% e migliorare l’efficienza energetica almeno del 27%.

Tuttavia, per fare ciò, occorre ridisegnare il mercato del settore elettrico italiano che, nel rispetto del target europei, deve essere in grado di adeguarsi alle mutate caratteristiche di generazione, di trasmissione e di consumo e deve saper cogliere le novità.

A questo proposito, durante l’incontro, è stato anche presentato lo studioIl settore elettrico italiano, quale market design?” commissionato all’economista Alessandro Marangoni, CEO della società di analisi economiche Althesys.

In cui Marangoni sostiene che la veloce trasformazione vissuta dal settore elettrico italiano, tuttora in corso, richiede sì una pluralità di interventi, ma nel quadro di un processo complessivo e strutturato di ripensamento del mercato. Fondamentale, secondo l’economista, è che a monte di ciò ci sia un atto di legislazione primaria che comprenda tutti gli aspetti normativi ad esso collegati, quali ad esempio quelli fiscali. Allo Stato pare, invece, mancare una strategia organica di riforma del mercato, con l’indicazione di una chiara direzione sulle modalità con cui le rinnovabili dovranno essere integrate nel sistema.

Qualsiasi revisione del sistema deve, inoltre, fondarsi sul principio basilare di tutela degli investimenti esistenti, prevedendo un assetto del mercato equilibrato in tutte le sue componenti, per assicurare un’adeguata prosecuzione al naturale percorso di integrazione delle fonti energetiche rinnovabili. Secondo l’economista potrebbe, quindi, essere utile un sistema di raccolta di informazioni e di best practice degli operatori ad opera di un soggetto terzo indipendente, al fine di adottare le migliori soluzioni, minimizzare gli oneri per gli operatori puntando alla massima efficienza del sistema. L’equilibrio tra gli obiettivi di politica energetica ed ambientale, la sostenibilità gestionale ed economica e l’interesse generale di ottimizzare il funzionamento di tutto il sistema devono, infatti, essere il principio cardine su cui fondare il futuro ridisegno del mercato.

Beatrice Credi

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

DeProducers: un video alle Svalbard per celebrare il “Global Seed Vault”, cassaforte mondiale dei semi

dicembre 11, 2017

DeProducers: un video alle Svalbard per celebrare il “Global Seed Vault”, cassaforte mondiale dei semi

Esiste un avamposto della biodiversità sulla Terra prima della “fine del mondo”: si chiama Global Seed Vault (GSV) e si trova nell’arcipelago delle Isole Svalbard a 1.300 chilometri dal Polo Nord. Pochi ne conoscono l’esistenza, ma si tratta del più grande deposito di semi del mondo e potrebbe essere l’ultima risorsa dell’umanità in caso di [...]

Da Ecodom e CDCA il primo “Atlante Italiano dell’Economia Circolare”

dicembre 7, 2017

Da Ecodom e CDCA il primo “Atlante Italiano dell’Economia Circolare”

Cento storie di imprese virtuose rappresentano il nucleo di partenza del primo Atlante Italiano dell’Economia Circolare – presentato nei giorni scorsi a Roma – che raccoglie esperienze basate sul riutilizzo, sulla riduzione degli sprechi, sulla diminuzione dei rifiuti, sulla reimmissione nel ciclo produttivo di materie prime recuperate (seconde). Il progetto è promosso da Ecodom, il [...]

Antibiotico-resistenza: nel 2050 sarà la prima causa di morte animale

dicembre 6, 2017

Antibiotico-resistenza: nel 2050 sarà la prima causa di morte animale

Si è svolta sabato 2 dicembre, a Parma, la “Giornata interdisciplinare di studio sull’antibiotico-resistenza” organizzata dall’Ordine dei Medici Veterinari di Parma con il sostegno di MSD Animal Health. Undici relatori, moderati dal Dr. Alberto Brizzi, organizzatore e presidente dell’Ordine, hanno illustrato, da prospettive diverse, gli impatti attuali e i rischi futuri relativi alla cosiddetta AMR [...]

ANIE Rinnovabili: nuove installazioni a +20% sul 2016

dicembre 5, 2017

ANIE Rinnovabili: nuove installazioni a +20% sul 2016

Secondo i dati diffusi da ANIE Rinnovabili, nei primi dieci mesi del 2017 le nuove installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico hanno raggiunto complessivamente circa 726 MW (+20% rispetto allo stesso periodo del 2016). Si conferma inoltre il trend mensile del fotovoltaico, che con i 29 MW connessi a ottobre 2017 raggiunge quota 352 MW [...]

Giornata Mondiale del Suolo: Fondazione Cariplo lancia il nuovo portale dedicato all’ambiente

dicembre 5, 2017

Giornata Mondiale del Suolo: Fondazione Cariplo lancia il nuovo portale dedicato all’ambiente

Il 5 dicembre è la Giornata Mondiale del Suolo. Una celebrazione che in Italia assume un significato particolare, essendo uno dei paesi in Europa con il più alto ritmo di consumo di questa risorsa non rinnovabile. Per questo Fondazione Cariplo ha scelto di lanciare proprio oggi il nuovo portale dedicato all’Ambiente, che avrà il compito di [...]

Sacchetti plastica: dal 1° gennaio 2018 scattano le nuove restrizioni

dicembre 1, 2017

Sacchetti plastica: dal 1° gennaio 2018 scattano le nuove restrizioni

Il 13 agosto 2017 è entrata in vigore la legge 123/2017, che recepisce la direttiva UE 2015/720 e contiene la nuova normativa sulle borse di plastica, con importanti novità anche per i sacchetti ultraleggeri utilizzati per gli alimenti sfusi (es. frutta e verdura) che non rispettino i criteri di compostabilità e biodegradabilità. In particolare il testo dispone [...]

Rete IRENE lancia “Condominio PIU’”: analisi gratuite per migliorare l’efficienza energetica

novembre 30, 2017

Rete IRENE lancia “Condominio PIU’”: analisi gratuite per migliorare l’efficienza energetica

Una campagna all’insegna del beneficio multiplo: più efficienza energetica, risparmio, valore, comfort, attenzione per l’ambiente e salute, sono questi i sei principi cardine che hanno ispirato la creazione della nuova campagna di Rete IRENE (Imprese per la Riqualificazione Energetica negli Edifici) aderente alla Campagna nazionale per l’efficienza energetica “Italia in Classe A”. Lanciata ufficialmente nei giorni [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende