Home » Campioni d'Italia »Rubriche » E’ora che torni “Il tempo delle api”. Storia di un film emozionale in cerca di crowdfunding:

E’ora che torni “Il tempo delle api”. Storia di un film emozionale in cerca di crowdfunding

novembre 30, 2016 Campioni d'Italia, Rubriche

Immagini, concetti ed emozioni che svelano la vita delle api senza chimica. Un racconto più umano che entomologico quello dei registi Rossella AnitoriDarel Di Gregorio nel documentario “Il tempo delle api” dove parlano dei nostri amati insetti grazie alla scelta senza veleno di Mauro e Valerio. Due apicoltori che in una Comune dei Castelli Romani sperimentano la via senza chimica nell’allevamento delle api. Una storia ad alto tasso biologico già scritta, filmata e montata, manca solo un ultimo gradino per chiudere il cerchio: “Ora ci aspetta un’ultima sfida – spiegano i due filmaker - raccogliere con il crowdfunding la somma necessaria alla post-produzione e iniziare la distribuzione del documentario“.

La colletta via web è iniziata nei giorni scorsi e ha già raccolto 2.000 euro:”Abbiamo fatto un primo crowdfunding che ci ha permesso di avere i 5.000 euro necessari per far partire il progetto, ora ne servono 15.000 per chiuderlo. Sono soldi necessari per pagare tutti i professionisti come l’autore della colonna sonora, il montatore, il grafico, la regia, la post-produzione e la promozione “, spiegano Rossella e Darel che, oltre ad aver convinto gli amanti della natura, hanno ricevuto il sostegno dei professionisti delle arnie:”tra i donatori ci sono anche degli apicoltori, nonostante lo scetticismo di quelli tradizionali. Ci siamo confrontati con un settore chiuso alle novità, ma il nostro film vuole aprire un dibattito, far discutere. E’ necessaria una riflessione a più voci sul tema e si può fare attraverso il confronto con il lavoro di Mauro e Valerio. Chi vedrà il film potrà constatare se l’esperimento è riuscito”. Nel frattempo l’opera ha ricevuto il patrocinio della Rete Italiana degli Ecovillaggi (Rive), del Global Ecovillages Network (GEN), di AAM Terra Nuova e la collaborazione di Lifegate Radio.

Il film  non è un reportage giornalistico, non è nemmeno un’opera di denuncia sociale, ma il tentativo, con gli strumenti del cinema, di far diventare bene comune un’esperienza di vita che vuole stimolare le riflessioni sul mondo delle api. “Sono sempre più fragili, si sono indebolite per l’uso della chimica – sottolineano i due registi – nel nostro documentario mostriamo un’apicoltura naturale senza trattamenti preventivi né medicinali. Abbiamo scelto un registro narrativo senza l’utilizzo di interviste, privilegiando le interazioni tra i protagonisti e la comunità degli apicoltori”.

Ma chi sono i due autori, “campioni” di questa storia? Rossella Anitori, 34 anni, laureata in antropologia e giornalista si è già dedicata al mondo agricolo con il documentario Pomodoro Nero girato a pochi chilometri da Foggia, in una baraccopoli abitata dagli immigrati che, pagati quasi niente, nutrono l’industria del pomodoro. Darel Di Gregorio, invece, 27 anni, dal lavoro in una casa editrice è passato dietro la macchina da presa. “Ci siamo conosciuti nella Comune dove Mauro e Valerio conducono il loro esperimento. Ci siamo detti: la storia è interessante, facciamoci un film. Nel documentario non prendiamo posizione, lasciamo parlare i protagonisti che coltivano il loro sogno registrando sia l’entusiamo che gli ostacoli che si incontrano nel portare a termine un progetto comune – sottolineano i due registi - Oltre all’inquinamento e alle malattie anche l’apicoltura intensiva è tra le cause responsabili del declino della specie. Sempre di più sono gli apicoltori in cerca di metodi naturali e rispettosi delle api. Il nostro lavoro è rivolto a chi, come loro, percorre nuove strade alla ricerca di un’alternativa. Una storia che speriamo interessi anche i non addetti ai lavori per questo non è un film d’inchiesta, ma si punta sulle emozioni“.

Rossella e Dariel credono al loro progetto perchè oggi  ”c’è una maggiore sensibilità verso la tematica ambientale. Se creiamo interesse e stimoliamo il dibattito anche le politiche possono stare al passo. In Italia c’è tanto da fare, abbiamo tante bellezze naturali e culturali, un patrimonio inestimabile che non viene curato e valorizzato. Viene lasciato poco spazio al selvatico, bisogna recuperare un equilibro”.  Una battaglia da portare avanti anche con le immagini del cinema.

Gian Basilio Nieddu

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Officinae Verdi e Manni Group lanciano GMH4.0, soluzione per il “green social housing”

febbraio 24, 2017

Officinae Verdi e Manni Group lanciano GMH4.0, soluzione per il “green social housing”

In Italia oltre la metà del patrimonio di edilizia residenziale pubblica, circa 500.000 alloggi, è classificato ad elevato consumo energetico (classi E, F e G): per questo motivo le famiglie che vi abitano spendono oltre il 10% del loro reddito per elettricità e gas, a causa della bassa efficienza e di uno dei costi energetici [...]

Ristorante Solidale: al via la prima consegna (in bicicletta) anti-spreco

febbraio 23, 2017

Ristorante Solidale: al via la prima consegna (in bicicletta) anti-spreco

Just eat, azienda leader nel mercato dei servizi per ordinare pranzo e cena a domicilio, ha dato il via ieri, nella sede istituzionale di Palazzo Marino a Milano, alla prima consegna di Ristorante Solidale, il progetto di food delivery solidale patrocinato dal Comune di Milano e sviluppato in collaborazione con Caritas Ambrosiana, l’organismo pastorale della Diocesi di [...]

GSVC: a Milano la sfida tra start up a impatto sociale e ambientale

febbraio 23, 2017

GSVC: a Milano la sfida tra start up a impatto sociale e ambientale

Tecnologie e progetti innovativi a forte impatto sociale o ambientale. Queste le soluzioni social venture per un’economia sostenibile, presentate in occasione della nona edizione italiana della Global Social Venture Competition (GSVC), premio internazionale ideato dall’Università di Berkeley (Usa) per favorire e sviluppare le idee imprenditoriali destinate a questo settore. L’evento, ospitato presso il Centro Convegni [...]

“Un caffè? No, un abbonamento, grazie”. L’iniziativa di Bicincittà per M’illumino di Meno 2017

febbraio 23, 2017

“Un caffè? No, un abbonamento, grazie”. L’iniziativa di Bicincittà per M’illumino di Meno 2017

Bicincittà, il più esteso network di bike sharing italiano (con oltre 110 comuni serviti) aderisce anche quest’anno alla campagna M’Illumino di Meno di Caterpillar-RAI Radio 2, in programma per venerdì 24 febbraio. BicinCittà, per questa edizione, ha  pensato  ad  un’originale  iniziativa  collaterale per sostenere in maniera più efficace la campagna: l’abbonamento sospeso. Così come a Napoli è [...]

Obiettivo Alluminio: 10 giovani reporter per il Giffoni Film Festival

febbraio 21, 2017

Obiettivo Alluminio: 10 giovani reporter per il Giffoni Film Festival

Obiettivo Alluminio giunge alla sua decima edizione e anche quest’anno si appresta a coinvolgere migliaia di studenti in oltre 5.000 scuole superiori italiane. Il progetto didattico organizzato dal CIAL (Consorzio Nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclo dell’Alluminio), in collaborazione con il Giffoni Film Festival e il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela [...]

Biogas Italy: la nuova rivoluzione agricola parte dal “biogasfattobene”

febbraio 21, 2017

Biogas Italy: la nuova rivoluzione agricola parte dal “biogasfattobene”

L’«alba di una nuova rivoluzione agricola»  è  lo slogan scelto dalla terza edizione di Biogas Italy, l’evento annuale del CIB, Consorzio Italiano Biogas, che si terrà a Roma il prossimo 24 febbraio allo Spazio Nazionale Eventi del Rome Life Hotel. L’evento, promosso in collaborazione con Ecomondo Key Energy, ospiterà gli “Stati Generali del Biogas e [...]

Tisana 2017, torna a Locarno la fiera del benessere olistico

febbraio 20, 2017

Tisana 2017, torna a Locarno la fiera del benessere olistico

Dopo il successo della prima edizione a Locarno, nel 2016, con circa 10.000 visitatori, Tisana, la ventennale fiera svizzera del benessere olistico, del vivere etico e della medicina naturale, torna al Palexpo Fevi dal 3 al 5 marzo 2017. In mostra le eccellenze del mercato internazionale in un percorso ispirato a 9 aree tematiche: Armonia, [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende