Home » Rubriche »Very Important Planet » Impotenti davanti alla stupidità. Intervista a Daniele Bossari:

Impotenti davanti alla stupidità. Intervista a Daniele Bossari

Daniele Bossari, Courtesy of tecnomagazine.it“Sono un milanese doc, un milanese che ama la sua città, ma che sogna di poter andare un giorno in bicicletta senza rischiare la pelle”. A parlare è Daniele Bossari. Il dj, vj, conduttore, autore di libri (uno anche con il grande Franco Battiato), inviato speciale, parla di città e campagna, di ritmi e dei buoni esempi da dare ai figli. Lo fa da Cagliari, dopo una mattinata di sole, dove si trova per registrare una puntata di Mistero, programma trasmesso in prima serata su Italia Uno.

D) Il limite di velocità a 70 all’ora, le domeniche a piedi, ma Milano continua a soffocare per lo smog. Soluzioni inutili?

R) Tutto serve. Non fa di certo male trascorrere un giorno senza auto o limitare la velocità, ma sono soluzioni estemporanee. Non ho ricette da proporre, per questo le mie critiche  possono sembrare inutili, però sono convinto dell’efficacia del metodo da adottare: affrontare le situazioni nella  loro completezza e complessità. E poi bisogna fare i conti con la quotidianità: sostanzialmente bisogna cambiare le abitudini. La tecnologia, un sistema diverso di locomozione potrebbe darci una gran mano.

D) Cosa le manca a Milano?

R) Io amo la mia città, la amo enormemente, ci sono nato e ci vivo bene. Sono consapevole che però in questa città mancano più spazi verdi, architetture più armoniose con il contesto e una mobilità a impatto zero. Ecco, quello che mi manca veramente sono le piste ciclabili. Poter andare in bici in sicurezza, senza rischiare la vita in ogni momento. Questa potrebbe essere una soluzione per convincere i cittadini a lasciare la macchina a casa. Risolverebbe anche un sacco di problemi di viabilità.

D) Sogna mai di andare a “vivere in campagna”?

R) No, perché ho una casa in campagna in cui passo due mesi l’anno e alcuni fine settimana. E’ la nostra casa di Città di Castello, un luogo dove mi riprendo lo spazio e il tempo. Dove mi godo la lentezza dei movimenti, la pigrizia dei gesti, dove seguo i ritmi della natura. Ritrovo in quei luoghi l’energia persa, la forza e l’entusiasmo, dopo che ricarico le pile il rientro in città è sempre molto bello.

D) Cosa direbbe a un bambino per spiegargli il rispetto per l’ambiente?

R) Ogni giorno cerco di insegnare a mia figlia di sette anni che ogni suo gesto determina una conseguenza, che quindi il rispetto per la natura dipende anche da lei. L’insegnamento più importante lo si dà con l’esempio, i bambini apprendono i comportamenti dei genitori, anche quelli sbagliati. Noi per primi dobbiamo impegnarci, ad agire in modo giusto. I genitori, certo, ma la scuola ha un ruolo fondamentale. In classe si impara tanto e con naturalezza. Nella scuola di mia figlia, per esempio, insegnano a riciclare, a non sprecare. Fondamentale.

D) Ci sono degli atteggiamenti nei confronti dell’ambiente che la infastidiscono?

R) Certo, l’indifferenza. L’indifferenza di fronte alla bellezza mozzafiato di questo Paese. Dei suoi monumenti, chiese, montagne, mare, paesaggi. Una bellezza invidiata da tutti, a cui noi non sappiamo dare un valore. Ecco, questo mi fa male. Mi fa male il menefreghismo, il non rispetto delle regole, la mancanza di orgoglio per questa terra. A volte mi sento impotente davanti alla stupidità, ognuno deve fare la sua parte, deve sentirsi responsabile della tutela della sua Nazione. Ho apprezzato molto il monologo di Benigni durante il Festival di Sanremo. Mi ha commosso.

D) Il problema è dunque qui: gli italiani e  l’ambiente…

R) Non mi piace generalizzare, l’Italia è abitata da italiani meravigliosi, io adoro il mio Paese. Certo è vero che certe anomalie, andando in giro per il mondo, non si trovano. E’ vero che la prassi altrove è rispettare le norme e non cercare di eluderle…

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

giugno 18, 2021

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

“L’Adieu des glaciers: ricerca fotografica e scientifica” è un progetto prodotto dal Forte di Bard, che intende proporre un viaggio iconografico e scientifico progressivo tra i ghiacciai dei principali Quattromila della Valle d’Aosta per raccontare, anno dopo anno, la storia delle loro trasformazioni. L’iniziativa, che ha un orizzonte temporale di quattro anni, ha iniziato la sua [...]

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

febbraio 26, 2021

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

Arriva sulla piattaforma Infinity di Mediaset “Green Storytellers”, il primo programma TV su sostenibilità e ambiente voluto e finanziato interamente grazie ad una campagna di crowdfunding di successo su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Il progetto “green” dei due autori, registi e conduttori, Marco Cortesi e Mara Moschini, ha incontrato il sostegno e l’entusiasmo di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende