Home » Rubriche »Very Important Planet » Impotenti davanti alla stupidità. Intervista a Daniele Bossari:

Impotenti davanti alla stupidità. Intervista a Daniele Bossari

Daniele Bossari, Courtesy of tecnomagazine.it“Sono un milanese doc, un milanese che ama la sua città, ma che sogna di poter andare un giorno in bicicletta senza rischiare la pelle”. A parlare è Daniele Bossari. Il dj, vj, conduttore, autore di libri (uno anche con il grande Franco Battiato), inviato speciale, parla di città e campagna, di ritmi e dei buoni esempi da dare ai figli. Lo fa da Cagliari, dopo una mattinata di sole, dove si trova per registrare una puntata di Mistero, programma trasmesso in prima serata su Italia Uno.

D) Il limite di velocità a 70 all’ora, le domeniche a piedi, ma Milano continua a soffocare per lo smog. Soluzioni inutili?

R) Tutto serve. Non fa di certo male trascorrere un giorno senza auto o limitare la velocità, ma sono soluzioni estemporanee. Non ho ricette da proporre, per questo le mie critiche  possono sembrare inutili, però sono convinto dell’efficacia del metodo da adottare: affrontare le situazioni nella  loro completezza e complessità. E poi bisogna fare i conti con la quotidianità: sostanzialmente bisogna cambiare le abitudini. La tecnologia, un sistema diverso di locomozione potrebbe darci una gran mano.

D) Cosa le manca a Milano?

R) Io amo la mia città, la amo enormemente, ci sono nato e ci vivo bene. Sono consapevole che però in questa città mancano più spazi verdi, architetture più armoniose con il contesto e una mobilità a impatto zero. Ecco, quello che mi manca veramente sono le piste ciclabili. Poter andare in bici in sicurezza, senza rischiare la vita in ogni momento. Questa potrebbe essere una soluzione per convincere i cittadini a lasciare la macchina a casa. Risolverebbe anche un sacco di problemi di viabilità.

D) Sogna mai di andare a “vivere in campagna”?

R) No, perché ho una casa in campagna in cui passo due mesi l’anno e alcuni fine settimana. E’ la nostra casa di Città di Castello, un luogo dove mi riprendo lo spazio e il tempo. Dove mi godo la lentezza dei movimenti, la pigrizia dei gesti, dove seguo i ritmi della natura. Ritrovo in quei luoghi l’energia persa, la forza e l’entusiasmo, dopo che ricarico le pile il rientro in città è sempre molto bello.

D) Cosa direbbe a un bambino per spiegargli il rispetto per l’ambiente?

R) Ogni giorno cerco di insegnare a mia figlia di sette anni che ogni suo gesto determina una conseguenza, che quindi il rispetto per la natura dipende anche da lei. L’insegnamento più importante lo si dà con l’esempio, i bambini apprendono i comportamenti dei genitori, anche quelli sbagliati. Noi per primi dobbiamo impegnarci, ad agire in modo giusto. I genitori, certo, ma la scuola ha un ruolo fondamentale. In classe si impara tanto e con naturalezza. Nella scuola di mia figlia, per esempio, insegnano a riciclare, a non sprecare. Fondamentale.

D) Ci sono degli atteggiamenti nei confronti dell’ambiente che la infastidiscono?

R) Certo, l’indifferenza. L’indifferenza di fronte alla bellezza mozzafiato di questo Paese. Dei suoi monumenti, chiese, montagne, mare, paesaggi. Una bellezza invidiata da tutti, a cui noi non sappiamo dare un valore. Ecco, questo mi fa male. Mi fa male il menefreghismo, il non rispetto delle regole, la mancanza di orgoglio per questa terra. A volte mi sento impotente davanti alla stupidità, ognuno deve fare la sua parte, deve sentirsi responsabile della tutela della sua Nazione. Ho apprezzato molto il monologo di Benigni durante il Festival di Sanremo. Mi ha commosso.

D) Il problema è dunque qui: gli italiani e  l’ambiente…

R) Non mi piace generalizzare, l’Italia è abitata da italiani meravigliosi, io adoro il mio Paese. Certo è vero che certe anomalie, andando in giro per il mondo, non si trovano. E’ vero che la prassi altrove è rispettare le norme e non cercare di eluderle…

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

maggio 25, 2018

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

Il Coradia iLint di Alstom, il primo treno regionale del mondo a celle a combustibile idrogeno ha vinto il 4 maggio scorso il premio GreenTec Award 2018 nella categoria Mobility by Schaeffler. Il premio è stato ufficialmente conferito ad Alstom nel sito produttivo di Salzgitter, in Germania, dove si è svolta una cerimonia dedicata, prima [...]

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende