Home » Rubriche »Very Important Planet » Inquinamento vs. Donna. La denuncia ambientale nelle suggestive fotografie di Giampaolo Flamini:

Inquinamento vs. Donna. La denuncia ambientale nelle suggestive fotografie di Giampaolo Flamini

ottobre 7, 2016 Rubriche, Very Important Planet

Fotografo, grafico, artista e amante della natura. Giampaolo Flamini, classe 1991, nato a Bracciano, il pane se lo guadagna in uno studio di pubblicità. Ha studiato allo IED (Istituto Europeo di Design)  di Roma e  poi gavetta in un archivio privato di immagini, ma può già contare interessanti esperienze nel cinema, dove ha lavorato come assistente di scena del regista Gianni Amelio nel film “Felice chi è diverso”. Ma il suo grande amore è la fotografia che nel suo ultimo lavoro, “Galla muta”, ha coniugato in versione green e al femminile. Un progetto di denuncia eco-sociale che rivela la sensibilità ai temi ambientali di questo giovane artista emergente.

D) Giampaolo, sei un giovane artista ricco di iniziativa, ci racconti del tuo lavoro e dei tuoi progetti?

R) Oltre al cinema ho presentato dei lavori a Tolfarte il Festival Internazionale dell’Arte di Strada e dell’ Artigianato Artistico dove ho esposto delle foto giganti, 6 metri per 4, che raccontano storie di migranti, i problemi di vita di alcuni rifugiati politici.  Loro ci hanno messo la faccia senza aver paura di essere giudicati per la loro religione e cultura. Un altro lavoro è Divided sempre con delle foto giganti – 4 metri per 2 – ma divise a metà e questo mi ha permesso di unire volti diversi. L’idea è di rappresentare la divisione razziale, la divisione virtuale, la divisione delle persone. Io ho cercato di unire per superare questa divisione…

D) Come sei arrivato a “Galla muta“, galleria di immagini di donna  a forte impatto ambientale…

R) L’ispirazione è la Terra Madre. Le donne sono il simbolo della nascita, dell’ambiente, della vita e ho cercato di unire noi come specie umana con la natura. Tecnicamente ho proiettato delle immagini sulle ragazze che fotografavo. Si vedono donne spaventate, donne su città invase dallo smog o con la foresta distrutta dalle opere dell’uomo; in una c’è una ragazza stesa sul letto e ricoperta da un manto di schifezze, sono le immagini dell’inquinamento di un lago cinese.

D) …Poi il corpo femminile quasi come sospeso in acqua, ma con un fondale disseminato da copertoni usati e in disfacimento. In quest’opera che storia racconti?

R) Quella di un’associazione di pescatori della Florida, negli Stati Uniti,  che buttarono  700 mila copertoni sott’acqua con l’obiettivo di creare una sorta di vivaio artificiale! Volevano riprodurre lo stesso effetto dei relitti sottomarini che si animano di vita, ma in realtà hanno provocato un gravissimo disastro naturale.

D) Quale pensi sia oggi l’emergenza ambientale più importante per il nostro pianeta?

R) Purtroppo sono tante, ma mi preoccupa soprattutto quella dei mari. Penso ai disastri creati dalla petrolchimica, alla plastica abbandonata negli Oceani come nel Pacifico dove si è creata un’isola grandissima e pericolosissima. Poi l’inquinamento atmosferico e il riscaldamento  globale. Aria e acqua sono elementi vitali per l’esistenza umana, per la sopravvivenza dell’uomo.

D) Nella vita quotidiana cosa fai per preservare l’ambiente? La tua produzione eco-artistica ha una ricaduta concreta anche sulle tue abitudini?

R) Io, nel mio piccolo, cerco sempre di dare un contributo, non mi limito a me stesso ma cerco di coinvolgere gli altri. Faccio un piccolo esempio: aiuto mia madre a fare la raccolta differenziata nel modo giusto, non è semplice perché ci vuole impegno e conoscenza. Serve tanta informazione. Poi punto al consumo delle risorse locali, un metodo utile per ridimensionare lo spreco. Le nostre comunità potrebbero soddisfare molti bisogni evitando tanti dispendi energetici… Puntiamo sulla filiera corta!

Gian Basilio Nieddu

 


 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

maggio 7, 2018

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

Inaugurata al mercato Testaccio di Roma l’istallazione fotografica “I Venti Buoni” che vede come protagoniste 20 arnie scelte per rappresentare alcuni dei più importanti scienziati della storia. Dal padre del metodo scientifico Galileo Galilei fino al recentemente scomparso Stephen Hawking, passando dalle pionieristiche scoperte di Marie Curie (unica donna ad aver vinto due premi Nobel) [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende