Home » Rubriche »Very Important Planet » Pedalando verso le nuvole. Intervista a Liliana Ginanneschi:

Pedalando verso le nuvole. Intervista a Liliana Ginanneschi

novembre 19, 2010 Rubriche, Very Important Planet

Liliana Ginanneschi, Courtesy of Veronica UlivieriQuando è in bicicletta, racconta, si sente “come i ragazzini di ET che alla fine del film spiccano il volo sulle nuvole”. Un piacevole senso di libertà a cui Liliana Ginanneschi, regista cinematografica e televisiva (Un posto al sole, La Squadra), non ha voluto rinunciare neanche il giorno del suo matrimonio, quando, con il suo futuro marito, è andata in Campidoglio in sella alla sua due ruote. E anche i venti invitati, dopo la cerimonia, hanno trovato una bicicletta elettrica ad aspettarli, per raggiungere il ristorante pedalando.

D) Come le è venuta l’idea di andare a sposarsi con la bicicletta?

R) Per me è stata un’idea naturale. Ormai da diversi anni io e mio marito non abbiamo la macchina per scelta e ci muoviamo sempre in bicicletta elettrica. Quando ci siamo trovati a decidere come andare al Campidoglio per il nostro matrimonio, all’inizio abbiamo pensato al taxi. Poi abbiamo scelto la bicicletta. Ci piaceva fare un matrimonio sportivo e divertente. Ed è stata l’occasione per far conoscere questo mezzo anche ai nostri amici.

D) Da quanto tempo avete deciso di non avere più una macchina?

R) Da sette anni. Prima avevamo due macchine, poi siamo passati a una e alla fine abbiamo deciso di muoverci solo in bicicletta elettrica. E’ più comoda di una bici normale e anche a Roma, dove ci sono tanti saliscendi, la pedalata assistita aiuta molto! Con la bici non si inquina, non ci sono problemi di parcheggio, non si resta imbottigliati nel traffico. Mi dà un grande senso di libertà. Confrontandomi con alcuni miei amici che usano la moto, ho scoperto anche che mi sposto più velocemente di loro.

D) Per muoversi in città usa anche i mezzi pubblici?

R) Quando piove. Se invece devo fare uno spostamento lungo o uscire di sera, uso il car sharing. Durante il fine settimana, se vogliamo andare fuori Roma, carichiamo le nostre bici in treno. In questo modo, la domenica sera, non abbiamo neanche lo stress di dover rientrare in città con il traffico. Ci siamo accorti che usando solo la bici, la nostra qualità della vita è molto migliorata.

D) Nella vita di tutti i giorni come cerca di rispettare l’ambiente?

R) Faccio abitualmente la raccolta differenziata dei rifiuti e compro sempre le ricariche dei saponi, per sprecare meno plastica. Faccio attenzione a non sprecare l’acqua e compro frutta e verdura a chilometro zero. La Cooperativa Zolle mi porta ogni settimana prodotti a filiera corta a casa.

D) Piste ciclabili a Roma. Com’è la situazione?

R) A dire la verità, ci sono delle piste ciclabili ridicole. Negli ultimi anni ne sono state costruite alcune, ma senza criterio, senza realizzare un vero percorso. Sono state realizzate piste adatte soprattutto per una gita, ma non utilizzabili per gli spostamenti di ogni giorno. Sono come coriandoli sparsi qua e là, che non risolvono i problemi giornalieri di chi si muove sulle due ruote a pedali.

D) Quali città si dovrebbero prendere a modello?

R) Il caso di Bolzano è stupefacente. Ci sono tantissime piste ciclabili, è un luogo a misura d’uomo. Meno macchine che entrano in città vuol dire risparmio di soldi, meno traffico, aria più pulita. Cambia proprio il modo di vivere un luogo. In Europa, mi vengono in mente la Germania e la Svizzera, dove fa molto più freddo che da noi, ma le persone sono abituate a muoversi in bicicletta.

D) Parliamo del suo lavoro. Il cinema può secondo lei sensibilizzare le persone a un maggiore rispetto dell’ambiente?

R) Indubbiamente. Ciascun mezzo di comunicazione che parla dei problemi ambientali è utile allo scopo. Un film può fare la sua parte, ma non può cambiare un intero sistema. Secondo me si dovrebbe fare più pubblicità progresso, che spinga le persone a consumare di meno. Purtroppo, invece, le pubblicità che vediamo ogni giorno in televisione, essendo di inserzionisti privati, ci spingono a comprare sempre di più. Più acquisti significa più spreco.

D) Come hanno reagito gli invitati al suo matrimonio quando si sono ritrovati davanti una bicicletta?

R) Molti concepiscono l’andare in bicicletta come un’attività faticosa. Invece l’aspetto positivo di una bici elettrica è la pedalata assistita, che ci ha aiutato molto a salire fino al Campidoglio! Per molti miei amici era la prima volta che usavano una bicicletta elettrica e molti sono riamasti sorpresi di quanto sia agevole spostarsi pedalando.

D) E’ riuscita a convincere qualche suo amico a spostarsi in bicicletta?

R) Sì, dopo il matrimonio una mia amica ha deciso di comprare alla figlia la bicicletta elettrica al posto del motorino.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

luglio 19, 2018

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

Si svolgerà venerdì 20 luglio a Roma presso l’Auditorium del GSE (Viale Maresciallo Pilsudski, 92) dalle 9:00 alle 13:00 il workshop “Rinnovare le rinnovabili: servizi, tecnologie e mercati per un futuro sostenibile senza incentivi”, un’occasione per riflettere sul recente accordo raggiunto tra Consiglio, Parlamento e Commissione Europea, che ha rialzato al 32% il target complessivo [...]

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

luglio 17, 2018

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

Torna dal 18 al 22 luglio a Padova, nella cornice ecologica del Fenice Green Energy Park,  EcoFuturo Festival, giunto alla sua V edizione. Cinque giornate con appuntamenti, incontri, spettacoli, corsi, workshop, esposizioni e cene bio. Il tutto nel segno dell’innovazione ecologica. Il focus di questa edizione sarà l’anidride carbonica che sta alterando il clima e la [...]

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

luglio 12, 2018

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

Dal 14 al 16 settembre 2018 torna al Parco Centrale del Lago dell’EUR di Roma la Re Boat Roma Race, la prima regata in Italia d’imbarcazioni costruite con materiali di recupero, in un’ottica di riuso e riciclo. Un evento che accoglie famiglie, bambini, ragazzi e chiunque abbia voglia di porsi in gioco in questa folle e divertente [...]

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

luglio 9, 2018

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

Tecnologie nature based per riconvertire aree post industriali, trasformandole in infrastrutture verdi, coinvolgendo cittadini, Ong e associazioni del territorio. E’ questo l’obiettivo del progetto ProGIreg (Productive Green Infrastructure for post industrial Urban Regeneration) che coinvolge, oltre a Torino, con focus del Progetto Mirafiori Sud, le città di Dortmund (Germania), Zagabria (Croazia) e Ningbo (Cina). Il [...]

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

luglio 9, 2018

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

Ingegneri specializzati  nello studio  delle energie rinnovabili imbarcati su una barca a vela condotta dai ragazzi dell’associazione New Sardiniasail ovvero adolescenti con problemi penali che il Dipartimento di Giustizia  di Cagliari ha affidato nelle mani di Simone Camba – poliziotto e presidente di  New Sardiniasail – per imparare un mestiere.  Un progetto sociale che vede [...]

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

giugno 25, 2018

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

L’Unione Europea compie un altro passo esplorativo verso il riconoscimento e incoraggiamento della finanza sostenibile, come strumento per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (SDG), ma anche come mezzo per perseguire la stabilità finanziaria nel vecchio continente. Martedì 19 giugno la Commissione per gli Affari Economici e Monetari del Parlamento Europeo ha infatti approvato [...]

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

giugno 20, 2018

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

Come dare nuova vita agli spazi dismessi delle città? Come riempire i vuoti urbani non solo attraverso una riqualificazione fisica ma anche culturale, sociale e ambientale? Quale futuro collettivo immaginare per le aree abbandonate? Come creare rete tra istituzioni e associazioni cittadine per intervenire in modo partecipato nei processi di riattivazione degli immobili inutilizzati, come [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende