Home » Rubriche »Very Important Planet » Ivano Marescotti: “A casa tutti bene, ma sul Pianeta mica tanto…”:

Ivano Marescotti: “A casa tutti bene, ma sul Pianeta mica tanto…”

gennaio 26, 2018 Rubriche, Very Important Planet

E’ attore in teatro, al cinema, in televisione, il suo volto in Italia ormai lo conoscono tutti. Ma Ivano Marescotti prima di calcare le scene ha lavorato per dieci anni all’ufficio edilizia della Provincia di Ravenna – e questo lo sanno in pochi. Poi nel 1981 la scelta del teatro al posto dello stipendio fisso da impiegato statale. E da qui il salto al cinema, con grandi registi internazionali e nazionali: da Anthony Minghella Ridley Scott, da Marco Risi a Roberto Benigni, Pupi Avati e Maurizio Nichetti. Negli anni novanta ritorna ai classici della letteratura: Dante e Ariosto, ma in romagnolo. Nel 2014, per dare seguito alla passione politica, si candida pure alle Europee per la lista Tsipras, ispirata alla sinistra radicale, e continua a recitare. E ora, 14 febbraio prossimo, uscirà di nuovo nelle sale con “A casa tutti bene” di Gabriele Muccino…

D) Ivano stai vivendo un periodo professionalmente  intenso, grandi film in uscita…

R) Il 14 tocca  a “A casa tutti bene” di Muccino, ma ci sono altri film dove ho recitato e che sono già finiti e conclusi come “Lovers” di Matteo Vicino. In televisione, invece, interpreto l’architetto Andrea Palladio in “Meraviglie – La penisola dei tesori” di Alberto Angela.

D) Prima l’ufficio edilizia e poi Palladio! Ma parliamo di ambiente e politica: i sacchetti a due centesimi hanno scavato una voragine culturale, una frattura tra gli italiani che hanno contestato e quelli  che hanno difeso la misura di emanazione europea. Cosa ne pensi?

R) Probabilmente ci sono persone che speculano, c’è da chiedersi perché tale scelta e tale incarico, ma è politica. Un’altra storia. Alla fine i sacchetti che ci sono ora, sono sempre meglio di quelli di plastica che, in ogni caso, si pagavano. In qualche modo erano compresi nel conto finale, non so come, non so nello specifico ma era così. L’imballaggio, ora tutto è imballato, è sempre compreso nel prezzo. Nessuno ti regala niente!

D) Da tempo hai dichiarato di aver abbandonato l’auto. Una scelta forte, non facile, come mai?

R) Prima era indice  di libertà, ora mi muovo in treno, in bici, a piedi. E’ una scelta propriamente ecologica. Bisogna incentivare i mezzi  pubblici, poi ci sono i veicoli elettrici, anche loro hanno bisogno di energia, anche loro inquinano ma sempre meglio un’auto elettrica che diesel!

D) Qual è secondo te il pericolo maggiore per il nostro piccolo grande mondo?

R) E’ impressionante quel troglodita di Trump che nega il surriscaldamento del pianeta, poi l’ottusità del capitalismo internazionale nello sfruttare i combustibili  tradizionali. Eppure ci sono tante possibilità, tante alternative come il solare, come l’eolico, e poi l’acqua con l’idroelettrico. Questi elementi naturali ci danno molte opportunità rispetto al carbone e al petrolio. Dobbiamo stare attenti, perché in pochi anni rischiamo di consumare i “gioielli di famiglia”. Si deve trovare il modo di eliminare le automobili e l’eccesso di consumo di petrolio che produce le guerre che conosciamo e vediamo nei paesi Medio Orientali. Tutta la violenza si è scatenata per il petrolio…

D) Grandi temi, ma nel tuo piccolo tu come ti muovi per dare un contributo alla tutela ambientale?

R) A casa ho quattro bidoni per la raccolta differenziata, ma non so dove vanno a finire i rifiuti differenziati… Tengono  conto del nostro lavoro? Ho sentito voci che mescolano tutto. Insomma, a volte il problema non è nostro, non dipende da noi. Un altro aspetto su cui riflettere e che quando si va a fare la spesa si compra la roba con plastica, carta, alluminio. Materie diverse tenute insieme e che così creano problemi alla differenziazione. C’è una esagerazione di confezionamento, anche per i cibi. Negli anni 50 e 60 non esisteva la plastica e gli scarti si buttavano nei campi e non si inquinava…

Gian Basilio Nieddu

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Bikeconomy Forum 2018: ecco come far girare l’economia su due ruote

novembre 14, 2018

Bikeconomy Forum 2018: ecco come far girare l’economia su due ruote

Si svolgerà il 16 novembre, a Roma presso il Museo MAXXI, la terza edizione del Bikeconomy Forum, il più importante evento nazionale dedicato all’economia che ruota attorno alla bicicletta. Ideato dalla Fondazione Manlio Masi e Osservatorio Bikeconomy, con il Patrocinio della Regione Lazio, di Roma Capitale, del CONI e della Federazione Ciclistica Italiana, il Forum quest’anno si concentra su [...]

“Science and the Future” 2, torna al Politecnico di Torino il dibattito su cambiamenti climatici e sostenibilità

novembre 12, 2018

“Science and the Future” 2, torna al Politecnico di Torino il dibattito su cambiamenti climatici e sostenibilità

Sono trascorsi cinque anni dal convegno Internazionale “Science and the future. Impossible, likely, desirable. Economic growth and physical constraints”, che si tenne al Politecnico di Torino nell’ottobre del 2013. Quanto in questi cinque anni ci siamo avvicinati ai “futuri desiderabili” delineati allora? Oppure, al contrario, continuiamo a dirigerci a grandi passi verso quei “futuri impossibili” legati [...]

Il futuro del fotovoltaico al 2030, tra nuovi obiettivi e fine vita degli impianti

novembre 9, 2018

Il futuro del fotovoltaico al 2030, tra nuovi obiettivi e fine vita degli impianti

Nel mese di settembre 2018, con 2,35 miliardi di chilowattora prodotti (+14,4% rispetto a un anno fa), il fotovoltaico ha coperto l’8% della produzione elettrica nazionale con una potenza complessiva di circa 20 GW. Il parco italiano conta oggi 815.000 impianti, i quali ogni anno possono produrre circa 25 miliardi di chilowattora. Tuttavia, con la [...]

A Ecomondo 2018 gli Stati Generali della Green Economy parlano di “nuova occupazione”

novembre 6, 2018

A Ecomondo 2018 gli Stati Generali della Green Economy parlano di “nuova occupazione”

Torna a Ecomondo, dal 6 al 9 novembre 2018 alla Fiera di Rimini, l’appuntamento con gli Stati Generali della Green Economy, un incontro promosso dal Consiglio Nazionale della Green Economy in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e con il supporto tecnico della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile. Giunti alla settima edizione gli Stati Generali saranno [...]

“I quattro elementi”, uno spettacolo teatrale sul difficile rapporto tra uomo e natura

ottobre 18, 2018

“I quattro elementi”, uno spettacolo teatrale sul difficile rapporto tra uomo e natura

L’associazione Music Theatre International presenta il 26 ottobre 2018, in prima nazionale al Teatro Centrale Preneste di Roma, lo spettacolo “I 4 elementi“, idea artistica di Stefania Toscano, che ne cura la parte coreografica, con drammaturgia e regia di Paola Sarcina, progetto video di Federico Spirito. La teoria dei “4 elementi” della natura costituisce il “pretesto creativo” a cui s’ispira la [...]

ISDE: “A Medicina non si insegna la correlazione ambiente-salute”. Un convegno a Roma

ottobre 17, 2018

ISDE: “A Medicina non si insegna la correlazione ambiente-salute”. Un convegno a Roma

Si terrà a Roma, il 19 e il 20 ottobre prossimi, un convegno organizzato dall’Ordine dei Medici di Roma e da ISDE, l’Associazione Medici per l’Ambiente, sul delicato tema ambiente e salute. I “determinanti di salute” e, in particolare, il binomio ambiente-salute sono, infatti, secondo ISDE, scarsamente considerati nei programmi di studio delle facoltà universitarie di [...]

UNCEM e Confindustria portano a Roma la visione della montagna come “luogo di sviluppo sostenibile”

ottobre 16, 2018

UNCEM e Confindustria portano a Roma la visione della montagna come “luogo di sviluppo sostenibile”

Insieme per lo sviluppo delle “Terre Alte”. Oggi, agli Stati generali della Montagna, convocati a Roma dal Ministro delle Autonomie e degli Affari Regionali Erika Stefani, UNCEM e Confindustria Belluno Dolomiti (coordinatrice della rete nazionale di “Confindustria per la Montagna”), presenteranno un documento che evidenzia la necessità di attivare sui territori sinergie tra pubblico e privato per identificare strategie e politiche coerenti a [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende