Home » Rubriche »Very Important Planet » Ivano Marescotti: “A casa tutti bene, ma sul Pianeta mica tanto…”:

Ivano Marescotti: “A casa tutti bene, ma sul Pianeta mica tanto…”

gennaio 26, 2018 Rubriche, Very Important Planet

E’ attore in teatro, al cinema, in televisione, il suo volto in Italia ormai lo conoscono tutti. Ma Ivano Marescotti prima di calcare le scene ha lavorato per dieci anni all’ufficio edilizia della Provincia di Ravenna – e questo lo sanno in pochi. Poi nel 1981 la scelta del teatro al posto dello stipendio fisso da impiegato statale. E da qui il salto al cinema, con grandi registi internazionali e nazionali: da Anthony Minghella Ridley Scott, da Marco Risi a Roberto Benigni, Pupi Avati e Maurizio Nichetti. Negli anni novanta ritorna ai classici della letteratura: Dante e Ariosto, ma in romagnolo. Nel 2014, per dare seguito alla passione politica, si candida pure alle Europee per la lista Tsipras, ispirata alla sinistra radicale, e continua a recitare. E ora, 14 febbraio prossimo, uscirà di nuovo nelle sale con “A casa tutti bene” di Gabriele Muccino…

D) Ivano stai vivendo un periodo professionalmente  intenso, grandi film in uscita…

R) Il 14 tocca  a “A casa tutti bene” di Muccino, ma ci sono altri film dove ho recitato e che sono già finiti e conclusi come “Lovers” di Matteo Vicino. In televisione, invece, interpreto l’architetto Andrea Palladio in “Meraviglie – La penisola dei tesori” di Alberto Angela.

D) Prima l’ufficio edilizia e poi Palladio! Ma parliamo di ambiente e politica: i sacchetti a due centesimi hanno scavato una voragine culturale, una frattura tra gli italiani che hanno contestato e quelli  che hanno difeso la misura di emanazione europea. Cosa ne pensi?

R) Probabilmente ci sono persone che speculano, c’è da chiedersi perché tale scelta e tale incarico, ma è politica. Un’altra storia. Alla fine i sacchetti che ci sono ora, sono sempre meglio di quelli di plastica che, in ogni caso, si pagavano. In qualche modo erano compresi nel conto finale, non so come, non so nello specifico ma era così. L’imballaggio, ora tutto è imballato, è sempre compreso nel prezzo. Nessuno ti regala niente!

D) Da tempo hai dichiarato di aver abbandonato l’auto. Una scelta forte, non facile, come mai?

R) Prima era indice  di libertà, ora mi muovo in treno, in bici, a piedi. E’ una scelta propriamente ecologica. Bisogna incentivare i mezzi  pubblici, poi ci sono i veicoli elettrici, anche loro hanno bisogno di energia, anche loro inquinano ma sempre meglio un’auto elettrica che diesel!

D) Qual è secondo te il pericolo maggiore per il nostro piccolo grande mondo?

R) E’ impressionante quel troglodita di Trump che nega il surriscaldamento del pianeta, poi l’ottusità del capitalismo internazionale nello sfruttare i combustibili  tradizionali. Eppure ci sono tante possibilità, tante alternative come il solare, come l’eolico, e poi l’acqua con l’idroelettrico. Questi elementi naturali ci danno molte opportunità rispetto al carbone e al petrolio. Dobbiamo stare attenti, perché in pochi anni rischiamo di consumare i “gioielli di famiglia”. Si deve trovare il modo di eliminare le automobili e l’eccesso di consumo di petrolio che produce le guerre che conosciamo e vediamo nei paesi Medio Orientali. Tutta la violenza si è scatenata per il petrolio…

D) Grandi temi, ma nel tuo piccolo tu come ti muovi per dare un contributo alla tutela ambientale?

R) A casa ho quattro bidoni per la raccolta differenziata, ma non so dove vanno a finire i rifiuti differenziati… Tengono  conto del nostro lavoro? Ho sentito voci che mescolano tutto. Insomma, a volte il problema non è nostro, non dipende da noi. Un altro aspetto su cui riflettere e che quando si va a fare la spesa si compra la roba con plastica, carta, alluminio. Materie diverse tenute insieme e che così creano problemi alla differenziazione. C’è una esagerazione di confezionamento, anche per i cibi. Negli anni 50 e 60 non esisteva la plastica e gli scarti si buttavano nei campi e non si inquinava…

Gian Basilio Nieddu

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

luglio 19, 2018

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

Si svolgerà venerdì 20 luglio a Roma presso l’Auditorium del GSE (Viale Maresciallo Pilsudski, 92) dalle 9:00 alle 13:00 il workshop “Rinnovare le rinnovabili: servizi, tecnologie e mercati per un futuro sostenibile senza incentivi”, un’occasione per riflettere sul recente accordo raggiunto tra Consiglio, Parlamento e Commissione Europea, che ha rialzato al 32% il target complessivo [...]

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

luglio 17, 2018

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

Torna dal 18 al 22 luglio a Padova, nella cornice ecologica del Fenice Green Energy Park,  EcoFuturo Festival, giunto alla sua V edizione. Cinque giornate con appuntamenti, incontri, spettacoli, corsi, workshop, esposizioni e cene bio. Il tutto nel segno dell’innovazione ecologica. Il focus di questa edizione sarà l’anidride carbonica che sta alterando il clima e la [...]

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

luglio 12, 2018

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

Dal 14 al 16 settembre 2018 torna al Parco Centrale del Lago dell’EUR di Roma la Re Boat Roma Race, la prima regata in Italia d’imbarcazioni costruite con materiali di recupero, in un’ottica di riuso e riciclo. Un evento che accoglie famiglie, bambini, ragazzi e chiunque abbia voglia di porsi in gioco in questa folle e divertente [...]

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

luglio 9, 2018

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

Tecnologie nature based per riconvertire aree post industriali, trasformandole in infrastrutture verdi, coinvolgendo cittadini, Ong e associazioni del territorio. E’ questo l’obiettivo del progetto ProGIreg (Productive Green Infrastructure for post industrial Urban Regeneration) che coinvolge, oltre a Torino, con focus del Progetto Mirafiori Sud, le città di Dortmund (Germania), Zagabria (Croazia) e Ningbo (Cina). Il [...]

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

luglio 9, 2018

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

Ingegneri specializzati  nello studio  delle energie rinnovabili imbarcati su una barca a vela condotta dai ragazzi dell’associazione New Sardiniasail ovvero adolescenti con problemi penali che il Dipartimento di Giustizia  di Cagliari ha affidato nelle mani di Simone Camba – poliziotto e presidente di  New Sardiniasail – per imparare un mestiere.  Un progetto sociale che vede [...]

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

giugno 25, 2018

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

L’Unione Europea compie un altro passo esplorativo verso il riconoscimento e incoraggiamento della finanza sostenibile, come strumento per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (SDG), ma anche come mezzo per perseguire la stabilità finanziaria nel vecchio continente. Martedì 19 giugno la Commissione per gli Affari Economici e Monetari del Parlamento Europeo ha infatti approvato [...]

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

giugno 20, 2018

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

Come dare nuova vita agli spazi dismessi delle città? Come riempire i vuoti urbani non solo attraverso una riqualificazione fisica ma anche culturale, sociale e ambientale? Quale futuro collettivo immaginare per le aree abbandonate? Come creare rete tra istituzioni e associazioni cittadine per intervenire in modo partecipato nei processi di riattivazione degli immobili inutilizzati, come [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende