Home » Rubriche »Very Important Planet » José Bencosme: una corsa senza ostacoli verso Londra:

José Bencosme: una corsa senza ostacoli verso Londra

luglio 27, 2012 Rubriche, Very Important Planet

José Bencosme è in partenza per le Olimpiadi di Londra, dove gareggerà con la maglia azzurra nei 400 metri ostacoli. Nome spagnolo (è originario della Repubblica Dominicana), cuneese d’azione, Josè è dal 2011 campione italiano assoluto, e ha raggiunto nel 2012 il record personale di 49”33, insieme a due medaglie di bronzo in manifestazioni giovanili internazionali di atletica leggera. Da sempre amante degli sport all’aria aperta, ha iniziato a dedicarsi alla sua specialità a 15 anni, nel 2007. Ai Giochi gareggerà il 3 agosto con le batterie, mentre il 4 è prevista la semifinale e il 6 la finale. “Le Olimpiadi erano l’obiettivo dell’anno. Sapevo di valere un buon tempo, e anche se in certe gare non sono riuscito a esprimermi come volevo, alla fine è andata. Vado con l’idea di arrivare almeno in semifinale”, racconta.

D) José, quanto è importante fare sport all’aria aperta per un atleta ai tuoi livelli?

R) A me piace moltissimo. Prima di dedicarmi ai 400 metri ostacoli, in Repubblica Dominicana ho fatto basket, baseball, pallavolo, equitazione. Tutt’ora preferisco allenarmi all’aperto, piuttosto che chiuso in un capannone di 100 metri, che è deprimente! E quando vado nella mia terra, parto sempre in inverno: così mentre qui fa freddo, lì trovo la bella stagione e posso correre fuori. Fare sport all’aperto mi dà molta tranquillità: a prescindere dal risultato, mi piace fare le cose in modo tranquillo e piacevole.

D) A proposito della tua terra di origine. Lì la natura è molto diversa. Che ricordi hai?

R) Lì c’è tanta natura, è molto bello. Quando vivevo in Repubblica Dominicana, facevo una vita molto attiva, ero sempre in giro nei campi. Mio zio ha una grande tenuta, con tanti animali e molti terreni. Quando uscivo da scuola, andavo nei campi in mezzo agli animali, e poi andavo a cavallo fino alla sera. Adesso a Cuneo é più difficile, non ho più tempo per l’equitazione, ma quando torno in Repubblica Dominicana ne approfitto sempre anche per cavalcare.

D) Anche a scuola hai fatto studi che hanno a che fare con l’agricoltura e l’ambiente…

R) Sì, è un argomento che mi piace molto. Mi sono diplomato quest’anno e ora sto pensando all’università. Probabilmente mi iscriverò alla facoltà di Economia a Cuneo.

D) E a Cuneo come ti trovi? Ti piace la montagna?

R) Qua tra le Alpi mi trovo benissimo. La montagna mi piace molto, ho già provato a sciare e a pattinare, mi piace andare sulla neve con gli amici. Quest’anno però niente sci: in vista delle Olimpiadi, non volevo rischiare di farmi male!

D) Immagino tu debba seguire uno stile di vita sano. È un po’ faticoso a vent’anni?

R) Il mio stile di vita è regolare. Bevo poco alcol, anche perché sono stato abituato così in famiglia e il vino non mi piace. E poi evito i cibi pesanti e fritti, perché so che non mi fanno bene. Per il resto, non seguo un regime alimentare specifico: penso che la migliore dieta sia mangiare di tutto.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende