Home » Bollettino Europa »Rubriche » La biodiversità che “rende” protagonista della Green Week 2015:

La biodiversità che “rende” protagonista della Green Week 2015

giugno 8, 2015 Bollettino Europa, Rubriche

Si è appena conclusa l’edizione 2015 della Green Week. Il più grande evento che Bruxelles dedica alla politica ambientale dell’Unione Europea.

Focalizzata quest’anno su natura e biodiversità, la Settimana Verde ha preso il via il 3 giugno con il discorso di apertura del Commissario all’Ambiente Karmenu Vella. “È importante ricordare – ha dichiarato – che noi abbiamo bisogno della natura più di quanto la natura non abbia bisogno di noi. La natura ci aiuta, senza mai chiedere il conto”.

Tuttavia, secondo le stime degli esperti, se non si arresta la perdita di biodiversità entro il 2020 il conto economico potrebbe essere alquanto salato: 50 miliardi di euro all’anno. Nonostante negli ultimi 25 anni l’UE sia stata leader mondiale nella lotta per la difesa della biodiversità, e le direttive Habitat e Uccelli siano il principale manifesto di questo impegno, la biodiversità europea, nel suo complesso, non gode di buona salute. Il 18% degli uccelli presenti nei cieli europei è minacciato di estinzione, e lo stesso vale per il 7,5% dei pesci che nuota nei mari del Vecchio Continente. Per alcuni rappresentanti delle associazioni ambientaliste, come per esempio BirdLife International, il problema risiede, principalmente, nella mancata applicazione di direttive in sé ottime. Sul piatto, inoltre, c’è anche la possibilità che la Commissione, riveda le legislazioni. Determinante, in tal senso, sarà l’esito della consultazione pubblica in corso in questi mesi.

Per monitorare uccelli e specie marine, è stata, inoltre resa nota, durante la manifestazione, laRed list for birds and marine fish”. Una “lista rossa” di specie a rischio che ha l’obiettivo di analizzare lo stato di conservazione della fauna a rischio e gettare le basi per le future strategie di tutela. Un punto di partenza su cui i vari Paesi si possono basare per realizzare specifiche politiche di intervento.

È interessante notare, inoltre, che il tema della natura e della sua difesa, offre possibilità di sviluppo economico da non sottovalutare. Natura 2000, il più grande network mondiale di aree protette – che copre il 18% del territorio dell’Europa e il 4% della sua superficie marina, in una forma di cooperazione unica tra i 28 Stati membri – porta nelle casse dei Paesi UE qualcosa come quasi 300 miliardi di euro l’anno. Un dato importante, che sfata il mito secondo il quale la protezione della natura sarebbe nient’altro che un costo.

Un approccio, quello economico, che ha toccato anche l’ultima giornata di conferenze, il 5 giugno. Quando la biodiversità è stata analizzata attraverso l’interazione con il settore commerciale e con quello dell’informatica. Nei due seminari dal titolo “The trade and biodiversity interface” e “The WEB and IT for nature”. Un tema presente anche ad Expo. Dove La World Association of Agronomist e il CONAF – il Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali – hanno dato vita alla Fattoria Globale 2.0. Uno spazio definito “unità di misura per la valutazione del benessere del Pianeta”.

La chiusura dell’evento è stata assegnata al regista francese Jacques Perrin, realizzatore nel 2009 del film “Oceans”. Il quale ha presentato in anteprima alcune scene della sua nuova opera dal titolo “Les saisons”, che ha come protagonisti i lupi e altri animali dei boschi.

Beatrice Credi

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Ma quale “green diesel”! L’Authority multa Eni. Prima sanzione contro il “greenwashing”

gennaio 20, 2020

Ma quale “green diesel”! L’Authority multa Eni. Prima sanzione contro il “greenwashing”

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha irrogato, il 15 gennaio 2020, una sanzione di 5 milioni di euro all’Eni per la diffusione di messaggi pubblicitari ingannevoli utilizzati nella campagna promozionale che ha riguardato il carburante Eni Diesel+, sia relativamente all’affermazione del “positivo impatto ambientale” connesso al suo utilizzo, che alle asserite caratteristiche di quel carburante in [...]

Verso Davos con gli sci, per protestare contro la crisi climatica

gennaio 20, 2020

Verso Davos con gli sci, per protestare contro la crisi climatica

Partenza da Sondrio per attraversare le Alpi con gli sci e andare a protestare al World Economic Forum in apertura domani a Davos, contro chi pratica il greenwashing e parla di “sostenibilità” nel cuore di un ecosistema che viene distrutto a scopo di lucro. 80 km. nella neve e 3.500 metri di dislivello – fino a raggiungere i 3.000 [...]

Decreto Clima: approvazione definitiva alla Camera. Ecco cosa verrà incentivato

dicembre 13, 2019

Decreto Clima: approvazione definitiva alla Camera. Ecco cosa verrà incentivato

Con 261 voti a favore, 178 contrari e 5 astenuti, la Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva, il 10 dicembre, il disegno di legge di conversione (A.C. 2267) del D.L. 111/2019 (cosiddetto “Decreto Clima“) nel testo già approvato, con modifiche, dal Senato (A.S. 1547). Il provvedimento, composto originariamente di 9 articoli, a seguito delle modifiche [...]

“Urban Forest”: il Museo della Montagna di Torino si prende cura del bosco urbano

dicembre 10, 2019

“Urban Forest”: il Museo della Montagna di Torino si prende cura del bosco urbano

Mercoledì 4 dicembre, al Museo Nazionale della Montagna ”Duca degli Abruzzi” di Torino, ha preso il via il progetto Urban Forest, un’iniziativa che costituisce il nucleo centrale della mostra “Tree Time”, a cura di Daniela Berta e Andrea Lerda. Il bosco che circonda il Museo è infatti un vero e proprio bosco urbano nel centro della [...]

Accordo Essity-Assocarta: i fanghi di cartiera diventano solette per le scarpe

dicembre 10, 2019

Accordo Essity-Assocarta: i fanghi di cartiera diventano solette per le scarpe

La multinazionale svedese Essity – leader mondiale nei settori dell’igiene e della salute con brand come TENA, Nuvenia e Tempo – ha annuncia ieri un nuovo progetto di economia circolare che vede coinvolto lo stabilimento produttivo di Porcari (LU), in Toscana. Grazie ad un processo di riutilizzo degli scarti di cartiera, originariamente destinati alla discarica, [...]

Ford e McDonald’s: componenti per le automobili dagli scarti dei chicchi di caffè

dicembre 9, 2019

Ford e McDonald’s: componenti per le automobili dagli scarti dei chicchi di caffè

Ford Motor Company e McDonald’s USA hanno annunciato che presto daranno avvio ad un processo di trasformazione degli scarti dei chicchi di caffè, in componenti per le automobili, come l’alloggiamento dei fari. Ogni anno, durante la lavorazione di milioni di chicchi di caffè, l’involucro si stacca naturalmente durante il processo di tostatura. Oggi è tecnologicamente [...]

“De Ruina Terrae”: in mostra a Bologna immagini di devastazione del Pianeta

dicembre 5, 2019

“De Ruina Terrae”: in mostra a Bologna immagini di devastazione del Pianeta

Un racconto per immagini su un mondo surriscaldato dalle emissioni nocive,  invaso dalla plastica e dalla sporcizia, dove l’habitat naturale di animali e piante viene bruciato ed annientato.  Una storia che prende il nome di “De Ruina Terrae. L’impatto dell’uomo sulla natura” e che sarà possibile ripercorrere dal 5 (inaugurazione alle ore 19,00) al 7 [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende