Home » Campioni d'Italia »Rubriche » La designer che voleva far volare le galline. Viviana, dallo studio grafico all’agricoltura sinergica:

La designer che voleva far volare le galline. Viviana, dallo studio grafico all’agricoltura sinergica

marzo 23, 2016 Campioni d'Italia, Rubriche

Mollare di punto in bianco il patinato mondo della pubblicità milanese per tornare alla terra e ai ritmi lenti dell’agricoltura, ma senza disconnettersi dal mondo e rinchiudersi in un eremo. Via dalla metropoli, nuova vita dentro la comunità rurale. E’ il percorso intrapreso da Viviana Germano, la designer che “voleva far volare le galline”, e che dopo l’esperienza nella capitale della moda italiana e 15 anni da grafica freelance ha preferito dedicarsi completamente alla terra e alla ristorazione nelle Langhe, a Barolo in provincia di Cuneo.

Una scommessa vinta per questa Campionessa d’Italia, che nonostante l’orto sia il suo nuovo perimetro di vita ha tessuto un’ampia rete di contatti per diventare testimone e attivista dell’agricoltura sinergica. Un modo di coltivare che sperimenta nella sua azienda Il Bosco delle Galline Volanti dove sono banditi i concimi chimici, la penetrazione del suolo, il diserbo e la monocultura.

“Il ritorno a “casa” nasce da un’esperienza personale, quando nel 1998 è mancata mia mamma. Ho lasciato lo studio dove lavoravo con grande soddisfazione, con personaggi di fama come Piero Chiambretti e Guido Crepax, ma dove accumulavo anche molto stress perché volevo fare bella figura – racconta con disarmante onestà Viviana – Ho trovato un’altra dimensione nella natura, ma ho continuato la   professione da freelance per non buttare via la mia esperienza”. Ritmi più umani e con il tempo Viviana ha maturato un amore sempre più forte per madre terra e i suoi frutti. “Il desiderio di una vita più semplice e sostenibile, valorizzare il lavoro manuale, meno intellettuale e più concreto” e così Viviana “mette le mani sulla terra”.  Contadina in versione  2.0 con un’ intensa attività di organizzazione di corsi e seminari, divulgazione e comunicazione “Quando ci si muove, si iniziano a contattare persone e condividere esperienze, partono molte iniziative. In particolare con i social che, nonostante i detrattori, sono un mezzo molto utile. Sono molto presa da questa attività!”.

Massima dedizione all’agricoltura e alla ristorazione, altra grande passione di Viviana.  Un percorso a tappe, quest’ultimo, iniziato in modalità chef a domicilio, con buoni risultati che hanno aperto le porte al sogno di aprire un bistrot, ma a certe condizioni: “Un menù fisso perché non voglio fare come tanti che vendono più di quello che producono. Sono orientata alle degustazioni guidate per la scoperta dei prodotti locali”. Chiara la filosofia del chilometro zero, della stagionalità, della produzione sostenibile che Viviana promuove con l’associazione I Viaggi del Cucchiaio“, per cogliere nobili obiettivi: “Promuovere lo sviluppo e la diffusione della cultura per una sana alimentazione in tutte le forme e manifestazioni” quindi attività didattiche, corsi e laboratori. Come quello che organizzerà a La Morra, dal 21 al 24 aprile dedicato all’agricoltura sinergica.

Non si tratta di attività per pochi iniziati e cerchie ristrette di romantici ruralisti. “L’Unione Europea ha approvato delle misure specifiche, quindi ci sono bandi e finanziamenti, per la tenuta e fertilità del suolo. Un riconoscimento che arriva grazie ai riscontri empirici e alle evidenze scientifiche di questa pratica”. Aratro zero è il punto di partenza dei contadini che sperimentano questa tecnica che prevede di non lavorare il suolo perché “la terra si lavora da sola attraverso la penetrazione delle radici e l’attività di microrganismi, insetti, lombrichi e altri piccoli animali”. Lasciamo (quasi) fare alla natura, questo il metodo che Viviana applica nel suo orto dove la biodiversità è massima grazie alle diverse specie vegetali che si intrecciano nel campo: dai pomodori gialli alle cipolle lunghe rosse. “Bisogna far interagire molte piante, di tutto e di più, perché in natura non esiste la monocultura – sostiene Viviana – e bisogna far crescere gli alberi da frutto che fanno ombra e si sfata così il mito che le piante devono arrostirsi al sole”.

Il ritorno alla terra, il passaggio da grafica a cuoca-contadina non ha fatto perdere la creatività a Viviana che “condisce” le sue attività concrete con una forte attenzione alla comunicazione. Si è inventata, infatti, le “cassette di frutta con ricetta”: “In questi giorni sono stata contatta dai GAS – gruppi d’acquisto solidali, ndr -, per la classica cassettina con i prodotti, ma non mi limito a mettere insieme i prodotti, preparo anche una ricetta. Le persone si ritrovano con due finocchi, quattro patate e non sanno come usarli, a volte si sprecano, per questo offro dei suggerimenti“. Va bene contadina, ma con fantasia e creatività.

Gian Basilio Nieddu

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Ma quale “green diesel”! L’Authority multa Eni. Prima sanzione contro il “greenwashing”

gennaio 20, 2020

Ma quale “green diesel”! L’Authority multa Eni. Prima sanzione contro il “greenwashing”

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha irrogato, il 15 gennaio 2020, una sanzione di 5 milioni di euro all’Eni per la diffusione di messaggi pubblicitari ingannevoli utilizzati nella campagna promozionale che ha riguardato il carburante Eni Diesel+, sia relativamente all’affermazione del “positivo impatto ambientale” connesso al suo utilizzo, che alle asserite caratteristiche di quel carburante in [...]

Verso Davos con gli sci, per protestare contro la crisi climatica

gennaio 20, 2020

Verso Davos con gli sci, per protestare contro la crisi climatica

Partenza da Sondrio per attraversare le Alpi con gli sci e andare a protestare al World Economic Forum in apertura domani a Davos, contro chi pratica il greenwashing e parla di “sostenibilità” nel cuore di un ecosistema che viene distrutto a scopo di lucro. 80 km. nella neve e 3.500 metri di dislivello – fino a raggiungere i 3.000 [...]

Decreto Clima: approvazione definitiva alla Camera. Ecco cosa verrà incentivato

dicembre 13, 2019

Decreto Clima: approvazione definitiva alla Camera. Ecco cosa verrà incentivato

Con 261 voti a favore, 178 contrari e 5 astenuti, la Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva, il 10 dicembre, il disegno di legge di conversione (A.C. 2267) del D.L. 111/2019 (cosiddetto “Decreto Clima“) nel testo già approvato, con modifiche, dal Senato (A.S. 1547). Il provvedimento, composto originariamente di 9 articoli, a seguito delle modifiche [...]

“Urban Forest”: il Museo della Montagna di Torino si prende cura del bosco urbano

dicembre 10, 2019

“Urban Forest”: il Museo della Montagna di Torino si prende cura del bosco urbano

Mercoledì 4 dicembre, al Museo Nazionale della Montagna ”Duca degli Abruzzi” di Torino, ha preso il via il progetto Urban Forest, un’iniziativa che costituisce il nucleo centrale della mostra “Tree Time”, a cura di Daniela Berta e Andrea Lerda. Il bosco che circonda il Museo è infatti un vero e proprio bosco urbano nel centro della [...]

Accordo Essity-Assocarta: i fanghi di cartiera diventano solette per le scarpe

dicembre 10, 2019

Accordo Essity-Assocarta: i fanghi di cartiera diventano solette per le scarpe

La multinazionale svedese Essity – leader mondiale nei settori dell’igiene e della salute con brand come TENA, Nuvenia e Tempo – ha annuncia ieri un nuovo progetto di economia circolare che vede coinvolto lo stabilimento produttivo di Porcari (LU), in Toscana. Grazie ad un processo di riutilizzo degli scarti di cartiera, originariamente destinati alla discarica, [...]

Ford e McDonald’s: componenti per le automobili dagli scarti dei chicchi di caffè

dicembre 9, 2019

Ford e McDonald’s: componenti per le automobili dagli scarti dei chicchi di caffè

Ford Motor Company e McDonald’s USA hanno annunciato che presto daranno avvio ad un processo di trasformazione degli scarti dei chicchi di caffè, in componenti per le automobili, come l’alloggiamento dei fari. Ogni anno, durante la lavorazione di milioni di chicchi di caffè, l’involucro si stacca naturalmente durante il processo di tostatura. Oggi è tecnologicamente [...]

“De Ruina Terrae”: in mostra a Bologna immagini di devastazione del Pianeta

dicembre 5, 2019

“De Ruina Terrae”: in mostra a Bologna immagini di devastazione del Pianeta

Un racconto per immagini su un mondo surriscaldato dalle emissioni nocive,  invaso dalla plastica e dalla sporcizia, dove l’habitat naturale di animali e piante viene bruciato ed annientato.  Una storia che prende il nome di “De Ruina Terrae. L’impatto dell’uomo sulla natura” e che sarà possibile ripercorrere dal 5 (inaugurazione alle ore 19,00) al 7 [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende