Home » Rubriche »Very Important Planet » “La montagna è dove torno a respirare”. Intervista a Daniela Merighetti:

“La montagna è dove torno a respirare”. Intervista a Daniela Merighetti

gennaio 18, 2013 Rubriche, Very Important Planet

Chi leggerà quest’intervista prima di sabato 19 e domenica 20 gennaio, incroci le dita e si goda lo spettacolo. Di fortuna c’è sempre bisogno. Anche per lei, Daniela Merighetti, 32 anni, bresciana, che ha regalato all’Italia, a sorpresa, il primo podio femminile della stagione, piazzandosi al secondo posto nella discesa di St. Anton, in Austria, in una prova valida per la Coppa del Mondo di Sci Alpino. E questo weekend ci riprova. Sulla pista di Olimpia delle Tofane, a Cortina, “Dada” prova a sbaragliare le regine dello sci, da Lindsey Vonn, campionessa olimpica e mondiale, alla ventitreenne americana del Colorado, Alice McKennis, all’austriaca Anna Fenniger, senza dimenticare la nuova stella del Super G, la bella slovena Tina Maze, leader assoluta di Coppa del Mondo. Lo spettacolo per gli appassionati è assicurato. Ma come vive Daniela la montagna? Glielo abbiamo chiesto tra un allenamento e l’altro…

D) Daniela, cos’è per te la montagna?

R) Il luogo in cui vado per tornare a respirare. Mi piace molto la città, io vivo a Brescia, ma solo in alto si prende fiato. Dai 15-16 anni mi sono allenata in Val Camonica. I panorami che offrono le vette, che siano le Dolomiti, o le montagne rocciose americane, sono esperienze indimenticabili, che ti restano impresse a lungo dentro.

D) Con l’invidia di tutti noi, amanti della montagna chiusi negli uffici, la tua giornata tipo trascorre sulla neve e tra i pini. Come è organizzata?

R) Dipende se ho una gara o sono in allenamento. Quando ci sono le competizioni, ci si sveglia presto, alle 6, massimo alle 7. Dopo un’abbondante colazione si esce dall’albergo, abbiamo circa un’ora di tempo a disposizione per la ricognizione, poi c’è il giro di riscaldamento per prepararsi alla discesa. Sono passate 2 ore e mezza prima della gara effettiva, in cui ci si ripete mentalmente il percorso.

D) Il trionfo in Austria è stato, per gli appassionati, una felice sorpresa. Lo è stato anche per te?

R) Si, non ci credevo assolutamente. Ora si va “in discesa”. E’ stata talmente alta la gioia, che è facile adesso andare avanti. Spero che qualcuna della squadra riesca a fare un buon risultato, perché è sempre bello festeggiare tutte insieme. Credo di essermelo meritato il podio, mi ha ripagato di tutto il lavoro che ho fatto fin qui. A volte si infila la sfortuna, qualche demerito, le cose non vengono, ma ora guardo solo al meglio, perchè così si andrebbe più forte ai mondiali.

D) Quali sono i tuoi riti scaramantici?

R) Non ne ho nessuno in particolare, ma mi dico sempre di dare tutto quello che ho, di stare attenta alle linee, andar giù dritta con gli sci. Le pressioni sono tantissime, ma sono abituata alla velocità, quando scendo tutto passa. Non ho mai avuto paurané delle piste difficili, né dell’altitudine. Forse quando non ci sono le reti di protezione avverto qualche timore di cadere, ma più in allenamento. In gara non c’è spazio per tutto ciò.

D) Da atleta e campionessa, se dovessi inventare uno slogan per convincere i non sportivi a spigrirsi e fare attività fisica cosa diresti?

R) Dico una frase semplice e comprensibile per tutti: lo sport fa vivere meglio. Indipendentemente dalla disciplina praticata, dopo aver fatto una sudata ti rigeneri, nel corpo e nello spirito. Io prima di dare tutta me stessa allo sci, ero una pallavolista. Forse mi piace anche di più lo sport di squadra, ma nello sci sono migliore e quindi ho intrapreso questa strada. Corsa, fondo, tennis, ognuno ha il suo fascino. In allenamento io pratico 2 ore e mezza la mattina e 2 ore al pomeriggio. E’ faticoso, perché si sta in giro tanto, per 5 minuti clou di discesa. Eppure, certe emozioni valgono la pena.

D) Come ci si sente alla vigilia di una gara così importante?

R) L’aspettativa c’è, l’ansia no. Abbiamo fatto bene qui, sono abbastanza tranquilla. Dopo il podio, poi, sono decisamente più a mio agio. La mia regola è mai caricarsi troppo.

Letizia Tortello

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Millenials Fest 2017: a Siena idee e innovazioni tra cibo e territorio

settembre 26, 2017

Millenials Fest 2017: a Siena idee e innovazioni tra cibo e territorio

La prima piattaforma che consente a chi vive in città di coltivare a distanza alberi da frutta biologici, attraverso l’adozione interattiva. Prodotti per il cibo del futuro a base di grilli, la prima batteria a flusso realizzata con una molecola organica che permette di immagazzinare energia da fonti rinnovabili in maniera economica ed ecologica e [...]

“A seminar la buona pianta” torna a Milano dal 29 settembre

settembre 25, 2017

“A seminar la buona pianta” torna a Milano dal 29 settembre

Il festival culturale “A Seminar la Buona Pianta“, firmato Aboca, giunge alla sua sesta edizione e ritorna a Milano, dal 29 settembre al 1 ottobre, con l’obiettivo di continuare a indagare il rapporto uomo-mondo vegetale e la volontà di contribuire a formare, nella popolazione italiana, una maggiore coscienza e responsabilità sullo sviluppo sostenibile e la salute umana. Anche [...]

Borse di studio UNESCO “MAB Young Scientists Award”. Fino al 30 novembre

settembre 22, 2017

Borse di studio UNESCO “MAB Young Scientists Award”. Fino al 30 novembre

Fin dal 1989 il Programma Uomo e Biosfera dell’UNESCO ha finanziato, con borse di studio del valore massimo di 5.000 dollari, giovani scienziati che abbiano condotto ricerche sugli ecosistemi, sulle risorse naturali e sulla biodiversità. Mediante tali borse di studio (chiamate “MAB Young Scientists Awards”), il programma MAB sta investendo in una nuova generazione di [...]

Puliamo il Mondo festeggia 25 anni

settembre 22, 2017

Puliamo il Mondo festeggia 25 anni

25 anni di impegno civile, sociale e di volontariato ambientale con 15 milioni di persone coinvolte in tutta Italia e 100mila aree ripulite. Sono i numeri di Puliamo il Mondo, la storica campagna di volontariato ambientale organizzata in Italia da Legambiente in collaborazione con la Rai e in programma questo week-end 22, 23 e 24 settembre [...]

Green City Milano 2017: l’evoluzione del verde meneghino a confronto con Lione e Mosca

settembre 19, 2017

Green City Milano 2017: l’evoluzione del verde meneghino a confronto con Lione e Mosca

“Siamo arrivati alla terza edizione di Green City Milano e non posso che ringraziare i cittadini e le associazioni che hanno organizzato oltre 500 eventi in tutta la città. Sarà un’occasione per raccontare la strada che Milano sta intraprendendo dal punto di vista del verde…”. Esordisce così Pierfrancesco Maran, Assessore all’Urbanistica, Verde e Agricoltura del [...]

Urbanpromo Green: a Venezia si parla di sviluppo urbano sostenibile

settembre 19, 2017

Urbanpromo Green: a Venezia si parla di sviluppo urbano sostenibile

Il 21 e 22 settembre, presso la Scuola di Dottorato dell’Università IUAV di Venezia a Palazzo Badoer, si terrà la prima edizione di Urbanpromo Green, una manifestazione che segna l’ampliamento della proposta di Urbanpromo, organizzato dall’Istituto Nazionale di Urbanistica e da Urbit, che agli eventi incentrati sul social housing e sulla rigenerazione urbana – in [...]

Settimana europea della Mobilità: il focus 2017 è sulla “condivisione”

settembre 18, 2017

Settimana europea della Mobilità: il focus 2017 è sulla “condivisione”

Ogni anno la Settimana Europea della Mobilità – dal 16 al 22 settembre – si concentra su un particolare argomento relativo alla mobilità sostenibile, sulla cui base le autorità locali sono invitate a organizzare attività per i propri cittadini e a lanciare e promuovere misure permanenti a sostegno. Per l’edizione 2017 è stato scelto come focal [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende