Home » Bollettino Europa »Rubriche » La perdita della biodiversità costa all’UE 450 miliardi di euro:

La perdita della biodiversità costa all’UE 450 miliardi di euro

ottobre 12, 2015 Bollettino Europa, Rubriche

Più dei tre quarti dei principali habitat naturali nell’UE sono attualmente in condizioni insoddisfacenti e molte specie sono a rischio di estinzione”. È quanto emerge della revisione intermedia della strategia per il 2020 dedicata alla biodiversità che la Commissione Europea ha appena pubblicato.

Scopo della revisione della strategia UE sulla biodiversità è valutare se siamo sulla buona strada per raggiungere l’obiettivo di arrestare la perdita di biodiversità entro la fatidica data del 2020 – alla quale fanno riferimento molte delle politiche dedicate alla sostenibilità ambientale. Qualche passo in avanti l’Unione Europea l’ha sicuramente fatto. Ma la perdita di biodiversità sembra inarrestabile e sarà molto difficile arrivare ai risultati fissati in 5 anni. Con tutto quello che ne consegue in termini di ricadute sull’ambiente e costi economici.

Innanzitutto, occorre fare molto di più, in concreto, per tradurre le politiche dell’UE in azione. Dal dire al fare… E questo è impossibile senza l’impegno degli Stati Membri, ai quali spetta il compito di attuare la legislazione UE in materia di protezione della natura. L’effettivo arresto della perdita di biodiversità dipende, infatti, soprattutto da quanto efficacemente le questioni legate alla biodiversità sono integrate nelle politiche in materia di agricoltura, silvicoltura, pesca, sviluppo regionale e commercio. Dal canto suo la Commissione sta attualmente effettuando un controllo dell’adeguatezza (check-up) delle Direttive Uccelli e Habitat, per verificare se stiano raggiungendo gli obiettivi nel modo più efficiente. Inoltre, la strategia dell’UE per le infrastrutture verdi, quando sarà attuata, dovrebbe comportare vari benefici per una serie di settori, comprese proprio l’agricoltura, la silvicoltura e la pesca.

Le specie esotiche invasive sono, tra le altre cose, una delle più temute minacce alla biodiversità in Europa. Un fenomeno in allarmante crescita che causa danni significativi con un costo pari ad almeno 12 miliardi di Euro l’anno. Un problema al quale cerca di porre rimedio un Regolamento da poco entrato in vigore mentre, parallelamente, si sta lavorando per definire, entro l’inizio del 2016, un elenco delle specie invasive valido per l’intero territorio UE.

In termini strettamente economici, invece, la perdita della biodiversità costa in generale all’UE il 3% del PIL aggregato, circa 450 miliardi di euro ogni anno. Senza contare le ricadute in termini occupazionali. I siti di interesse Natura 2000, la rete di protezione europea della biodiversità, impiegano circa 12 milioni di persone a tempo pieno fra agricoltura, foreste, pesca e turismo. Sono aree che occupano quasi un quinto del territorio dell’Unione e il 4% della superficie marina.

Ma se da un lato le istituzioni UE sono forse troppo timide quando si tratta di prendere decisioni in campo ambientale, che dire della società civile? L’altra controparte pare non essere poi così tanto consapevole del problema. Almeno da quanto emerge da una recente indagine Eurobarometro dedicata al tema della biodiversità, la cui pubblicazione coincide proprio con quella della revisione firmata dall’Esecutivo di Bruxelles.

Secondo il sondaggio, uno dei primi problemi è proprio la conoscenza dell’argomento. Solo il 60% dei dei 28mila cittadini europei intervistati ha, infatti, sentito parlare di biodiversità e il 73% non conosce la Rete Natura 2000. In generale, però, tutti considerano l’inquinamento (62%) e i disastri provocati dagli uomini (60%) fra le cause principali della perdita di biodiversità.

Il Commissario responsabile per l’Ambiente, gli affari marittimi e la pesca, il maltese Karmenu Vella, ha spiegato che “abbiamo compiuto progressi e ci sono esempi validi da seguire, ma resta tanto da fare per colmare le lacune e raggiungere gli obiettivi in materia di biodiversità all’orizzonte 2020. Perdere biodiversità significa perdere il nostro sistema di sostegno alla vita. Non possiamo permettercelo.

Beatrice Credi

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

agosto 10, 2017

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

“Il 25 Agosto 2017 lascerò l’Italia per raggiungere Karlovy Vary, in Repubblica Ceca, da dove il 28 Agosto partirò a piedi per ripercorrere, ben 231 anni dopo, il viaggio di Wolfgang Goethe del 1786. Il viaggio di Goethe  ha avuto una grande importanza nella cultura europea e sicuramente potrebbe coincidere con l’inizio del mito del [...]

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

agosto 4, 2017

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

RÖFIX, azienda austriaca presente in Italia dal 1980, ha lanciato una nuova linea di prodotti industriali per la bioedilizia a base di canapa a marchio “CalceClima Canapa“. I prodotti CalceClima – intonaco e finitura a base di canapulo e calce idraulica naturale – hanno già ottenuto il marchio di qualità Natureplus, che certifica la loro [...]

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

agosto 4, 2017

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

E’ stato prorogato fino al 7 settembre alle ore 13.00 il termine per la presentazione delle candidature per il CRESCO Award – Città sostenibili, il premio promosso da Fondazione Sodalitas e ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), in partnership con alcune aziende impegnate sul fronte della sostenibilità, per valorizzare la spinta innovativa dei Comuni italiani nel mettere [...]

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

agosto 3, 2017

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

Anche il lavaggio dell’automobile, in tempi di siccità, finisce sotto accusa per l’eccessivo  e inutile spreco di acqua. Un’ordinanza diffusa in alcune città italiane vieta infatti ai cittadini  l’utilizzo improprio  di  acqua destinata ad azioni quotidiane, come irrigare superfici private adibite ad attività sportive, riempire piscine private, alimentare impianti di condizionamento, pulizia e lavaggio della fossa  biologica o “lavare [...]

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

agosto 3, 2017

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

Torino sarà una delle città, con Berlino, Manchester e Göteborg, dove si testerà il servizio MaaS (acronimo di Mobility as a Service). La Città, insieme alla società partecipata 5T, è infatti tra i partner di IMove,  progetto del programma europeo Horizon 2020 che ha tra i suoi obiettivi la realizzazione di un servizio MaaS, che [...]

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

agosto 1, 2017

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

Mancano poche ore ormai al 2 agosto, il cosiddetto Earth Overshoot Day 2017 (o Giorno del superamento delle risorse della Terra), la giornata in cui l’umanità avrà usato l’intero “budget” annuale di risorse naturali. Stando ai dati a disposizione, il Global Footprint Network ha stimato che per soddisfare il nostro fabbisogno attuale di risorse naturali [...]

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

luglio 31, 2017

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

Sabato 2 e domenica 3 settembre 2017 a Rivalta di Lesignano De’ Bagni, in provincia di Parma, torna per il quarto anno l’appuntamento del “Rural Festival“, dedicato alla varietà di produzioni artigianali locali di agricoltori e allevatori: un invito alla scoperta e all’assaggio di prodotti di antiche razze animali e varietà vegetali. L’area protetta di biodiversità [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende