Home » Racconti d'Ambiente »Rubriche » “La ragazza dagli occhiali di legno”: storia di una donna coraggiosa affetta da MCS:

“La ragazza dagli occhiali di legno”: storia di una donna coraggiosa affetta da MCS

marzo 3, 2015 Racconti d'Ambiente, Rubriche

Allergica a tutto, ma nessuno sapeva dirle il perché. Nel libro scritto a quattro mani con Patrizia PiolattoLa ragazza con gli occhiali di legno“, recentemente pubblicato da Edizioni A Nord Est, Sara Capatti racconta gli anni di sofferenza e il peregrinare da un medico all’altro senza trovare una risposta ai dolori e ai malesseri che le stavano distruggendo la vita.“C’è un mostro in me – racconta – ne conosco la forza, ma non il volto”. Fino a quando, solo per caso, sente parlare di MCS, ossia Sensibilità Chimica Multipla, una patologia strettamente connessa all’inquinamento chimico ed elettromagnetico. Da allora si batte per difendere la conoscenza di questa patologia in modo da evitare che altri malati rischino la vita perché non curati nel modo giusto. Con questo volume Sara Capatti mostra cosa significhi lottare per superare le difficoltà, battagliando, con altrettanta forza, per portare alla luce del sole i problemi legati a una malattia rarissima ma temibile. Per la rubrica “Racconti d’Ambiente“, pubblichiamo oggi il capitolo 38, in cui Sara riflette sui frequenti errori compiuti dai medici nella diagnosi dell’MCS.

Grazie a Facebook resto in contatto con il mondo ed è grazie a questo social network che ho avuto occasione di conoscere molte persone con la mia stessa patologia.

La maggior parte sono donne. Rimango scioccata quando molte di loro mi confidano di essere peggiorate dopo essere state curate come malate psichiatriche.“Lucia, ma perché ti davano gli psicofarmaci?” chiedo a una di loro.

“Perché molti medici non considerano la malattia come un problema fisico, ma come un disturbo mentale.” “Ma se ci sono degli esami specifici che dimostrano con certezza che la malattia è genetica, come possono avere dubbi? È negare l’evidenza.” “Lo so, Sara, hai ragione e la cosa peggiore è che spingono anche la famiglia del malato a credere che sia un problema mentale, così oltre a ritrovarsi da soli a combattere contro i sintomi, si è anche abbandonati dalla famiglia.

Mi sento confusa e disorientata, non sono un medico, ma come possono essere considerati sintomi di una patologia psichiatrica dolori così forti, vomitare  bile, andare in crisi respiratorie o peggio ancora avere shock anafilattici, senza contare orticarie, reflusso, gastrite, colite e tanti altri grossi o piccoli problemi?

Mi accorgo invece che sono in molte a raccontarmi una simile esperienza, spesso non riescono a trovare neanche un Pronto Soccorso che le assista con le dovute precauzioni,alcune si sentono rispondere che la malattia non esiste, altre che è un problema di testa e intanto stanno male e peggiorano. Chiedono il riconoscimento dell’invalidità e alla maggior parte viene negata, mentre ad altre viene concessa ma per patologie che non c’entrano niente con la m.c.s.

Già è terribile avere a che fare con questa malattia che porta via tutto, anche la libertà, ma dover lottare perché vengano riconosciuti i nostri diritti lo trovo inaccettabile. La mia famiglia mi ha sempre creduto, così come il personale del Pronto Soccorso dell’ospedale San Leopoldo Mandic di Merate, dove medici e infermieri che mi hanno sottoposto a esami o a visite specialistiche non solo hanno affrontato con professionalità e competenza la mia situazione, ma hanno fatto in modo di crearmi il minore disagio possibile, e per questo li ringrazierò sempre.

Mi rendo sempre più conto di quanto sia fortunata. Questi sono già mesi pesanti e difficili e se per un motivo o l’altro non avessi avuto l’appoggio delle persone che amo non credo ce l’avrei fatta. Noto in altri malati l’imbarazzo a uscire di casa con la mascherina perché si vergognano. Io onestamente ho capito che di limitazioni me ne dà già abbastanza l’m.c.s. e non posso permettermi di farmi condizionare anche dagli altri, è una questione di vita o di morte e non metto a rischio la mia vita perché la gente mi guarda male.

La rabbia più grande in me la scatenano però alcuni malati che nonostante gli sia stata diagnosticata in tempo la malattia continuano imperterriti a condurre la loro vita senza modificarla di una virgola, per poi essere costretti a farlo perché la m.c.s., se la ignori, non ti risparmia.Ho provato compassione per loro perché ho capito che pensano di essere già all’ultimo stadio della patologia mentre non sono che all’inizio del percorso.

Sara Capatti* e Patrizia Piolatto**

* Classe 1979, ex parrucchiera. Dopo la diagnosi di MCS si è trasferita dalla Lombardia a San Candido, in provincia di Bolzano.

** Giornalista e autrice del blog Sara-pat.blogspot.it

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

DeProducers: un video alle Svalbard per celebrare il “Global Seed Vault”, cassaforte mondiale dei semi

dicembre 11, 2017

DeProducers: un video alle Svalbard per celebrare il “Global Seed Vault”, cassaforte mondiale dei semi

Esiste un avamposto della biodiversità sulla Terra prima della “fine del mondo”: si chiama Global Seed Vault (GSV) e si trova nell’arcipelago delle Isole Svalbard a 1.300 chilometri dal Polo Nord. Pochi ne conoscono l’esistenza, ma si tratta del più grande deposito di semi del mondo e potrebbe essere l’ultima risorsa dell’umanità in caso di [...]

Da Ecodom e CDCA il primo “Atlante Italiano dell’Economia Circolare”

dicembre 7, 2017

Da Ecodom e CDCA il primo “Atlante Italiano dell’Economia Circolare”

Cento storie di imprese virtuose rappresentano il nucleo di partenza del primo Atlante Italiano dell’Economia Circolare – presentato nei giorni scorsi a Roma – che raccoglie esperienze basate sul riutilizzo, sulla riduzione degli sprechi, sulla diminuzione dei rifiuti, sulla reimmissione nel ciclo produttivo di materie prime recuperate (seconde). Il progetto è promosso da Ecodom, il [...]

Antibiotico-resistenza: nel 2050 sarà la prima causa di morte animale

dicembre 6, 2017

Antibiotico-resistenza: nel 2050 sarà la prima causa di morte animale

Si è svolta sabato 2 dicembre, a Parma, la “Giornata interdisciplinare di studio sull’antibiotico-resistenza” organizzata dall’Ordine dei Medici Veterinari di Parma con il sostegno di MSD Animal Health. Undici relatori, moderati dal Dr. Alberto Brizzi, organizzatore e presidente dell’Ordine, hanno illustrato, da prospettive diverse, gli impatti attuali e i rischi futuri relativi alla cosiddetta AMR [...]

ANIE Rinnovabili: nuove installazioni a +20% sul 2016

dicembre 5, 2017

ANIE Rinnovabili: nuove installazioni a +20% sul 2016

Secondo i dati diffusi da ANIE Rinnovabili, nei primi dieci mesi del 2017 le nuove installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico hanno raggiunto complessivamente circa 726 MW (+20% rispetto allo stesso periodo del 2016). Si conferma inoltre il trend mensile del fotovoltaico, che con i 29 MW connessi a ottobre 2017 raggiunge quota 352 MW [...]

Giornata Mondiale del Suolo: Fondazione Cariplo lancia il nuovo portale dedicato all’ambiente

dicembre 5, 2017

Giornata Mondiale del Suolo: Fondazione Cariplo lancia il nuovo portale dedicato all’ambiente

Il 5 dicembre è la Giornata Mondiale del Suolo. Una celebrazione che in Italia assume un significato particolare, essendo uno dei paesi in Europa con il più alto ritmo di consumo di questa risorsa non rinnovabile. Per questo Fondazione Cariplo ha scelto di lanciare proprio oggi il nuovo portale dedicato all’Ambiente, che avrà il compito di [...]

Sacchetti plastica: dal 1° gennaio 2018 scattano le nuove restrizioni

dicembre 1, 2017

Sacchetti plastica: dal 1° gennaio 2018 scattano le nuove restrizioni

Il 13 agosto 2017 è entrata in vigore la legge 123/2017, che recepisce la direttiva UE 2015/720 e contiene la nuova normativa sulle borse di plastica, con importanti novità anche per i sacchetti ultraleggeri utilizzati per gli alimenti sfusi (es. frutta e verdura) che non rispettino i criteri di compostabilità e biodegradabilità. In particolare il testo dispone [...]

Rete IRENE lancia “Condominio PIU’”: analisi gratuite per migliorare l’efficienza energetica

novembre 30, 2017

Rete IRENE lancia “Condominio PIU’”: analisi gratuite per migliorare l’efficienza energetica

Una campagna all’insegna del beneficio multiplo: più efficienza energetica, risparmio, valore, comfort, attenzione per l’ambiente e salute, sono questi i sei principi cardine che hanno ispirato la creazione della nuova campagna di Rete IRENE (Imprese per la Riqualificazione Energetica negli Edifici) aderente alla Campagna nazionale per l’efficienza energetica “Italia in Classe A”. Lanciata ufficialmente nei giorni [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende