Home » Bollettino Europa »Rubriche » La UE dice no ai fosfati nei detersivi per lavatrice:

La UE dice no ai fosfati nei detersivi per lavatrice

dicembre 19, 2011 Bollettino Europa, Rubriche

Dal 2013 lavare abiti e biancheria diventerà un gesto meno impattante sull’ambiente. Il ParlamentoEuropeo ha infatti vietato l’uso e limitato l’utilizzo dei composti a base di fosforo nei detersivi destinati ai consumatori.

Il 14 dicembre, gli eurodeputati hanno approvato, a larga maggioranza (631 voti a favore, 18 contrari e 4 astensioni), una proposta avanzata dalla Commissione Europea, su cui il mese scorso era già stato raggiunto un accordo di principio con il Consiglio Ue. I detergenti per bucato e lavastoviglie, nell’Unione Europea, dovranno dunque essere senza fosfati.

Secondo il nuovo regolamento queste regole dovrebbero aiutera a migliorare la qualità dell’acqua, danneggiata dalle sostanze sotto accusa, presenti nelle acque di scarico. I fosfati sono utilizzati nei detersivi per contrastare la durezza dell’acqua e per ottenere una pulizia efficace, ma una volta scaricati nelle acque di fiumi o laghi favoriscono la proliferazione di alghe che a loro volta uccidono pesci e altre specie marine, privandoli dell’ossigeno necessario.

Per questo dal 2013 i composti del fosforo nei detergenti per bucato saranno permessi solo se non supereranno gli 0,5 grammi in un carico standard della lavatrice. Le regole saranno estese ai detergenti per stoviglie ad uso familiare dal 2015. “Rispetto al mercato dei detersivi per bucato, poco è stato fatto per i detersivi da stoviglie. Nonostante ciò, sono ormai disponibili formule prive di fosfato e i produttori si stanno rinnovando rapidamente”, ha dichiarato il liberale britannico Bill Newton Dunn, che ha guidato la normativa al Parlamento.

I saponi per bucato sono la terza fonte di scarico di fosfati nelle acque superficiali, dopo l’agricoltura e le fognature. In testa alla categoria dei detergenti ci sono gli scarichi delle lavatrici. Esistono, per altro, sostanze alternative ai fosfati, ma gli effetti sono variabili. Alcuni paesi dell’Unione europea hanno già delle restrizioni nazionali, mentre altri fanno affidamento all’azione volontaria dei produttori di detergenti. Questo ha portato a peggiorare la qualità dell’acqua in alcune regioni, come il Danubio e il Mar Baltico.

Come anticipa il portale europeo d’informazione: “restrizioni analoghe si applicheranno ai detersivi destinati ai consumatori per lavastoviglie automatiche a partire dal 1° gennaio 2017”. La Commissione terrà sotto controllo i progressi dell’industria verso l’innovazione e lo sviluppo di alternative ai fosfati, tecnicamente ed economicamente realizzabili.

Il vicepresidente della Commissione europea, Antonio Tajani, Commissario per l’Industria e l’Imprenditorialità, ha espresso “soddisfazione per l’accordo tra il Parlamento europeo e il Consiglio”. “Esso – ha detto Tajani – contribuirà a garantire la libertà del mercato interno dal momento che le regolamentazioni nazionali ostacolano oggi il commercio di questi prodotti. Allo stesso tempo aumenterà in tutta l’UE la qualità dell’acqua e la tutela dell’ambiente”.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende