Home » Bollettino Europa »Rubriche » La UE dice no ai fosfati nei detersivi per lavatrice:

La UE dice no ai fosfati nei detersivi per lavatrice

dicembre 19, 2011 Bollettino Europa, Rubriche

Dal 2013 lavare abiti e biancheria diventerà un gesto meno impattante sull’ambiente. Il ParlamentoEuropeo ha infatti vietato l’uso e limitato l’utilizzo dei composti a base di fosforo nei detersivi destinati ai consumatori.

Il 14 dicembre, gli eurodeputati hanno approvato, a larga maggioranza (631 voti a favore, 18 contrari e 4 astensioni), una proposta avanzata dalla Commissione Europea, su cui il mese scorso era già stato raggiunto un accordo di principio con il Consiglio Ue. I detergenti per bucato e lavastoviglie, nell’Unione Europea, dovranno dunque essere senza fosfati.

Secondo il nuovo regolamento queste regole dovrebbero aiutera a migliorare la qualità dell’acqua, danneggiata dalle sostanze sotto accusa, presenti nelle acque di scarico. I fosfati sono utilizzati nei detersivi per contrastare la durezza dell’acqua e per ottenere una pulizia efficace, ma una volta scaricati nelle acque di fiumi o laghi favoriscono la proliferazione di alghe che a loro volta uccidono pesci e altre specie marine, privandoli dell’ossigeno necessario.

Per questo dal 2013 i composti del fosforo nei detergenti per bucato saranno permessi solo se non supereranno gli 0,5 grammi in un carico standard della lavatrice. Le regole saranno estese ai detergenti per stoviglie ad uso familiare dal 2015. “Rispetto al mercato dei detersivi per bucato, poco è stato fatto per i detersivi da stoviglie. Nonostante ciò, sono ormai disponibili formule prive di fosfato e i produttori si stanno rinnovando rapidamente”, ha dichiarato il liberale britannico Bill Newton Dunn, che ha guidato la normativa al Parlamento.

I saponi per bucato sono la terza fonte di scarico di fosfati nelle acque superficiali, dopo l’agricoltura e le fognature. In testa alla categoria dei detergenti ci sono gli scarichi delle lavatrici. Esistono, per altro, sostanze alternative ai fosfati, ma gli effetti sono variabili. Alcuni paesi dell’Unione europea hanno già delle restrizioni nazionali, mentre altri fanno affidamento all’azione volontaria dei produttori di detergenti. Questo ha portato a peggiorare la qualità dell’acqua in alcune regioni, come il Danubio e il Mar Baltico.

Come anticipa il portale europeo d’informazione: “restrizioni analoghe si applicheranno ai detersivi destinati ai consumatori per lavastoviglie automatiche a partire dal 1° gennaio 2017”. La Commissione terrà sotto controllo i progressi dell’industria verso l’innovazione e lo sviluppo di alternative ai fosfati, tecnicamente ed economicamente realizzabili.

Il vicepresidente della Commissione europea, Antonio Tajani, Commissario per l’Industria e l’Imprenditorialità, ha espresso “soddisfazione per l’accordo tra il Parlamento europeo e il Consiglio”. “Esso – ha detto Tajani – contribuirà a garantire la libertà del mercato interno dal momento che le regolamentazioni nazionali ostacolano oggi il commercio di questi prodotti. Allo stesso tempo aumenterà in tutta l’UE la qualità dell’acqua e la tutela dell’ambiente”.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

maggio 7, 2018

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

Inaugurata al mercato Testaccio di Roma l’istallazione fotografica “I Venti Buoni” che vede come protagoniste 20 arnie scelte per rappresentare alcuni dei più importanti scienziati della storia. Dal padre del metodo scientifico Galileo Galilei fino al recentemente scomparso Stephen Hawking, passando dalle pionieristiche scoperte di Marie Curie (unica donna ad aver vinto due premi Nobel) [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende