Home » Rubriche »Very Important Planet » Licia Granello, Pane Nostrum: “cucinare è un investimento in salute e ambiente”:

Licia Granello, Pane Nostrum: “cucinare è un investimento in salute e ambiente”

ottobre 16, 2015 Rubriche, Very Important Planet

Giornalista, scrittrice, docente di Antropologia dell’Alimentazione. Licia Granello è una delle firme note de La Repubblica grazie al suo blog Pane Nostrum e alla doppia pagina domenicale I Sapori. Food editor eclettica, si occupa di alimentazione a 360 gradi – dalla nutrizione all’agricoltura biologica, all’alta gastronomia – con un occhio anche al mondo femminile, con il quale trova spesso collegamenti e relazioni. Ha presentato recentemente il suo ultimo libro a Torino, a Greenews.info racconta com’è nato.

D) Licia, perché ha scelto di scrivere il libro I sapori di Italia dalla A alla Z?

R) Ho scelto di scrivere questo alfabeto come naturale approfondimento delle mie pagine domenicali, dando spazio anche ai produttori virtuosi, uomini e donne con la schiena dritta e una passione che incendia il mondo!

D) Quanto, secondo lei, il nostro Paese si identifica nel cibo rispetto ad altri nel mondo?

R) Noi siamo il paese di arte&cibo. Per cosa vengono a trovarci da tutto il mondo? Colosseo e spaghetti bolognese! Siamo il paese di Bengodi, come diceva Boccaccio: un orto a cielo aperto dalla Val d’Aosta alla Sicilia e un percorso d’arte ad altissima densità. Dovremmo vivere di questo (o quasi).

D) Quanto secondo lei noi italiani siamo consapevoli della ricchezza alimentare che abbiamo come patrimonio da conservare?

R) Siamo poco consapevoli della nostra fortuna agroalimentare e lo Stato lo è ancora meno, se non al momento di farsi bello con il nostro food export. Peccato che poi scopriamo che in Cina arrivano più cibi dal Belgio che dall’Italia...

D) Lei è ambassador di Women for Expo: ci racconta di questo progetto e perché ha scelto di diventarne ambasciatrice?

R) Sono affascinata dai progetti di evoluzione sociale, a maggior ragione se virati al femminile, anche se penso che in Expo si sarebbe potuto e dovuto fare molto di più…

D) Cosa pensa dell’emergenza alimentare dal punto di vista dell’ambiente?

R) Continuo a pensare che a mancare non sia il cibo, ma l’accesso al cibo. Negli Stati Uniti, ogni americano si sveglia avendo potenzialmente a disposizione 3.000 calorie, molte più di quanto necessiti. Metà pianeta soffre la fame, l’altra metà soffre di troppo cibo (industriale). In mezzo, ci sono i governi e le multinazionali (molto spesso sovrapposti) che usano l’emergenza alimentare per aumentare i profitti, tra OGM, pesticidi e ormoni della crescita.

D) Quanto pensa che una cultura alimentare corretta in Occidente potrà aiutare ad arginare questa emergenza, considerato l’affermarsi di nuovi paesi consumer come la Cina?

R) Dobbiamo reimparare il rapporto con il cibo, sceglierlo invece che subirlo. Cucinare non è una perdita di tempo, ma un investimento in salute e ambiente. Comprare tutto pronto, tutto processato significa spendere molti più soldi, oppure accettare cibi di qualità scadente, mettendosi nelle mani dell’industria. Mangiare e consumare non sono sinonimi.

D) Lei ha un occhio di riguardo verso la posizione della donna nella società: cosa ne pensa del suo ruolo per l’ambiente visto che nella sua figura coincide anche il ruolo di “nutrice”?

R) Prima dell’Alfabeto dei Sapori ho scritto Il gusto delle donne, il mestiere della tavola in venti storie al femminile. Donne che hanno saputo sognare e realizzare il loro sogno legato al cibo, dalla super sommelier alla fornaia che fa i grissini più buoni del mondo, alla signora delle grappe e a quella della liquirizia. In loro, la passione non è mai scollegata dall’identità di genere, che ci vuole custodi del futuro dell’Umanità. Nessuna donna andrebbe a fare il giudice in un reality dicendo “Che schifo questo piatto”: abbiamo troppo rispetto del cibo.

D) Qual è il suo rapporto personale con l’ambiente?

R) Cerco di limitare la mia “impronta” in un mondo dove sembra che a pochi interessi il futuro della terra, a fronte della possibilità di accumulare soldi e potere nel presente.

D) Quali sono i piccoli gesti quotidiani che compie per rispettarli, dalla spesa alla riduzione dei consumi?

R) Uso la macchina solo per stretta necessità (come portare i miei quattrozampe dal veterinario). Per il resto, cammino e vado in bicicletta (adoro andare in bicicletta). Compro tutto quello che posso in chiave bio. E poi tutte le piccole abitudini come usare l’acqua delle verdure per innaffiare, riciclare il pane raffermo per farne zuppe e torte, fare la raccolta differenziata con attenzione.

D) Cosa pensa dell’agricoltura biodinamica e della filosofia km0?

R) Tutto il bene possibile, a patto che non sfoci in ossessione: a un km zero avvelenato dalla chimica preferisco un mediamente distante buono pulito e giusto!

Daniela Falchero

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Ponte Morandi: rischio amianto nell’abbattimento. Esposto alla Procura di Genova

febbraio 21, 2019

Ponte Morandi: rischio amianto nell’abbattimento. Esposto alla Procura di Genova

Il Comitato ‘Liberi Cittadini di Certosa’ sostenuto dall’ONA (Osservatorio Nazionale Amianto) e assistito e difeso dal suo Presidente, Avv. Ezio Bonanni, ha presentato ieri mattina alla Procura della Repubblica di Genova un dettagliato esposto che fa riferimento al potenziale rischio amianto e presenza di polveri nocive in relazione al tragico crollo del ponte del 14 agosto 2018 che, oltre [...]

Zeolite cubana: un sistema naturale per proteggere i cereali immagazzinati

febbraio 20, 2019

Zeolite cubana: un sistema naturale per proteggere i cereali immagazzinati

Le infestazioni in magazzino sono uno dei problemi che più colpisce la filiera agroalimentare italiana. Dal campo alla tavola, il danno provocato durante lo stoccaggio rischia di compromettere intere produzioni. Per risolvere questa problematica l’azienda di San Marino Bioagrotech srl, specializzata nella produzione e commercializzazione di fertilizzanti e trattamenti organici per l’agricoltura biologica, ha introdotto sul [...]

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

febbraio 15, 2019

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

Secondi dati di Ebay diffusi nei giorni scorsi, nel 2018 il 65% delle nuove aziende che si sono aperte allo shopping online provengono da città medio-piccole. Approfittano di un nuovo canale di vendita che offre ampie possibilità di espansione e di ritorno economico. L’e-commerce può essere un antidoto all’abbandono del commercio e delle imprese nei [...]

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

gennaio 29, 2019

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

Il gruppo francese Air Liquide ha annunciato ieri di aver acquisito una quota del 18,6% del capitale della società canadese Hydrogenics Corporation, specializzata in impianti di produzione di idrogeno per elettrolisi e celle a combustibile. Questa operazione strategica, che rappresenta un investimento di 20,5 milioni di dollari (circa 18 milioni di euro), consente al Gruppo [...]

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

gennaio 25, 2019

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

“Non c’è più spazio per fregarsene” è l’allarme lanciato dall’Associazione Marevivo con la campagna di sensibilizzazione contro l’utilizzo delle plastiche monouso #StopSingleUsePlastic e la realizzazione di un video che mostra come ormai siamo invasi dalla plastica. A dimostrare quanto sia importante cambiare rotta i dati diffusi dal programma per l’ambiente delle Nazioni Unite (Unep) sull’inquinamento da plastica. [...]

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

gennaio 17, 2019

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

Secondo il Global Risks Report 2019, pubblicato ieri dal World Economic Forum, i rischi ambientali, come i fenomeni atmosferici estremi, la mancanza di azioni sul clima e la perdita di biodiversità, rappresentano le più grandi sfide, sempre crescenti, con cui l’umanità deve fare i conti. Proprio quelli di carattere ambientale rappresentano tre dei primi cinque rischi [...]

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

gennaio 16, 2019

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

Sono in arrivo nuove agevolazioni a sostegno delle clean technologies piemontesi, un settore sempre più strategico per il futuro del Paese. È infatti aperto il bando Prism-E della Regione Piemonte, che mette a disposizione 8,5 milioni di euro a piccole medie imprese – a cui si aggiungono grandi imprese che collaborano con le PMI – di Piemonte e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende