Home » Rubriche »Very Important Planet » Licia Granello, Pane Nostrum: “cucinare è un investimento in salute e ambiente”:

Licia Granello, Pane Nostrum: “cucinare è un investimento in salute e ambiente”

ottobre 16, 2015 Rubriche, Very Important Planet

Giornalista, scrittrice, docente di Antropologia dell’Alimentazione. Licia Granello è una delle firme note de La Repubblica grazie al suo blog Pane Nostrum e alla doppia pagina domenicale I Sapori. Food editor eclettica, si occupa di alimentazione a 360 gradi – dalla nutrizione all’agricoltura biologica, all’alta gastronomia – con un occhio anche al mondo femminile, con il quale trova spesso collegamenti e relazioni. Ha presentato recentemente il suo ultimo libro a Torino, a Greenews.info racconta com’è nato.

D) Licia, perché ha scelto di scrivere il libro I sapori di Italia dalla A alla Z?

R) Ho scelto di scrivere questo alfabeto come naturale approfondimento delle mie pagine domenicali, dando spazio anche ai produttori virtuosi, uomini e donne con la schiena dritta e una passione che incendia il mondo!

D) Quanto, secondo lei, il nostro Paese si identifica nel cibo rispetto ad altri nel mondo?

R) Noi siamo il paese di arte&cibo. Per cosa vengono a trovarci da tutto il mondo? Colosseo e spaghetti bolognese! Siamo il paese di Bengodi, come diceva Boccaccio: un orto a cielo aperto dalla Val d’Aosta alla Sicilia e un percorso d’arte ad altissima densità. Dovremmo vivere di questo (o quasi).

D) Quanto secondo lei noi italiani siamo consapevoli della ricchezza alimentare che abbiamo come patrimonio da conservare?

R) Siamo poco consapevoli della nostra fortuna agroalimentare e lo Stato lo è ancora meno, se non al momento di farsi bello con il nostro food export. Peccato che poi scopriamo che in Cina arrivano più cibi dal Belgio che dall’Italia...

D) Lei è ambassador di Women for Expo: ci racconta di questo progetto e perché ha scelto di diventarne ambasciatrice?

R) Sono affascinata dai progetti di evoluzione sociale, a maggior ragione se virati al femminile, anche se penso che in Expo si sarebbe potuto e dovuto fare molto di più…

D) Cosa pensa dell’emergenza alimentare dal punto di vista dell’ambiente?

R) Continuo a pensare che a mancare non sia il cibo, ma l’accesso al cibo. Negli Stati Uniti, ogni americano si sveglia avendo potenzialmente a disposizione 3.000 calorie, molte più di quanto necessiti. Metà pianeta soffre la fame, l’altra metà soffre di troppo cibo (industriale). In mezzo, ci sono i governi e le multinazionali (molto spesso sovrapposti) che usano l’emergenza alimentare per aumentare i profitti, tra OGM, pesticidi e ormoni della crescita.

D) Quanto pensa che una cultura alimentare corretta in Occidente potrà aiutare ad arginare questa emergenza, considerato l’affermarsi di nuovi paesi consumer come la Cina?

R) Dobbiamo reimparare il rapporto con il cibo, sceglierlo invece che subirlo. Cucinare non è una perdita di tempo, ma un investimento in salute e ambiente. Comprare tutto pronto, tutto processato significa spendere molti più soldi, oppure accettare cibi di qualità scadente, mettendosi nelle mani dell’industria. Mangiare e consumare non sono sinonimi.

D) Lei ha un occhio di riguardo verso la posizione della donna nella società: cosa ne pensa del suo ruolo per l’ambiente visto che nella sua figura coincide anche il ruolo di “nutrice”?

R) Prima dell’Alfabeto dei Sapori ho scritto Il gusto delle donne, il mestiere della tavola in venti storie al femminile. Donne che hanno saputo sognare e realizzare il loro sogno legato al cibo, dalla super sommelier alla fornaia che fa i grissini più buoni del mondo, alla signora delle grappe e a quella della liquirizia. In loro, la passione non è mai scollegata dall’identità di genere, che ci vuole custodi del futuro dell’Umanità. Nessuna donna andrebbe a fare il giudice in un reality dicendo “Che schifo questo piatto”: abbiamo troppo rispetto del cibo.

D) Qual è il suo rapporto personale con l’ambiente?

R) Cerco di limitare la mia “impronta” in un mondo dove sembra che a pochi interessi il futuro della terra, a fronte della possibilità di accumulare soldi e potere nel presente.

D) Quali sono i piccoli gesti quotidiani che compie per rispettarli, dalla spesa alla riduzione dei consumi?

R) Uso la macchina solo per stretta necessità (come portare i miei quattrozampe dal veterinario). Per il resto, cammino e vado in bicicletta (adoro andare in bicicletta). Compro tutto quello che posso in chiave bio. E poi tutte le piccole abitudini come usare l’acqua delle verdure per innaffiare, riciclare il pane raffermo per farne zuppe e torte, fare la raccolta differenziata con attenzione.

D) Cosa pensa dell’agricoltura biodinamica e della filosofia km0?

R) Tutto il bene possibile, a patto che non sfoci in ossessione: a un km zero avvelenato dalla chimica preferisco un mediamente distante buono pulito e giusto!

Daniela Falchero

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Fare i conti con l’ambiente” verso la decima edizione

aprile 27, 2017

“Fare i conti con l’ambiente” verso la decima edizione

“Fare i conti con l’ambiente” il festival formativo ravennate, che si terrà da mercoledì 17 a venerdì 19 maggio 2017, si appresta a tagliare il traguardo dei dieci anni con un programma ricco di iniziative. Grande spazio sarà previsto sulle tematiche connesse alla mobilità sostenibile con la presentazione di due progetti europei. Il primo, Low Carbon Transport [...]

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

aprile 27, 2017

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

Decongestionare il traffico, ottenere una maggiore efficienza energetica, ridurre le emissioni inquinanti: sono obiettivi sempre più stringenti che le amministrazioni locali devono perseguire per concorrere alla tutela ambientale e contrastare i cambiamenti climatici, in linea con le indicazioni dell’UE. Per questo il progetto europeo SIMPLA (Sustainable Integrated Multi-sector PLAnning) ha aperto un bando dedicato ai [...]

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

aprile 26, 2017

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

In occasione della Giornata della Terra del 22 aprile Legambiente si è mobilitata in tutta Italia per incrementare le adesioni alla petizione popolare europea People4Soil. Nelle piazze i volontari del cigno verde hanno raccolto le firme per chiedere all’Unione Europea di introdurre una legislazione specifica sul suolo, riconoscendolo e tutelandolo come patrimonio comune. Il traguardo da [...]

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

aprile 24, 2017

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

Domenica 23 aprile è partita da Città di Castello in Umbria la 38°Discesa Internazionale del Tevere, per arrivare il 1 maggio a Roma e attraversare la Città Eterna in canoa, in bici e a piedi. Lungo il percorso visite ad ecomusei e borghi, pasti con prodotti biologici locali e anche “la cena di Wolfgang Goethe“, per celebrare, in [...]

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

aprile 24, 2017

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

Adidas ha presentato in occasione dell’Earth Day 2017 le edizioni Parley delle iconiche scarpe running UltraBOOST, UltraBOOST X e UltraBOOST Uncaged, realizzate utilizzando i rifiuti plastici che inquinano gli oceani (simboleggiati dalle tonalità blu e azzurre dei nuovi modelli), disponibili nei negozi e online a partire dal 10 maggio. Ricavando uno speciale filato destinato ai dettagli [...]

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

aprile 21, 2017

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

Salvatore Ferragamo e Orange Fiber, l’azienda che produce innovativi tessuti eco-sostenibili, lanceranno il 22 aprile la prima collezione moda realizzata con tessuti ottenuti dai sottoprodotti della spremitura delle arance. Una data scelta appositamente per la coincidenza con la Giornata della Terra, che ricorda a tutti la necessità della tutela dell’ambiente e della ricerca di fonti [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende