Home » Rubriche »Very Important Planet » L’impegno ambientale dev’essere “sentito”. Intervista a Niccolò Fabi:

L’impegno ambientale dev’essere “sentito”. Intervista a Niccolò Fabi

aprile 29, 2011 Rubriche, Very Important Planet

“Le idee sono come un interrail, nascono dal movimento. Ho bisogno di camminare per dare vita a una nuova canzone”. Niccolò Fabi, uno dei cantautori più ricercati e raffinati nell’Italia musicale di oggi, di strada ne sta facendo parecchia. Ha appena dato il via al nuovo tour, una maratona in 18 tappe in giro per l’Italia, fino a giugno.

Ma è proprio in questi suoi molti viaggi, da un capo all’altro della penisola, che nella sua testa riccia spuntano le migliori suggestioni musicali. Gli abbiamo chiesto come gli sembra il Paese, visto dai palchi delle molte città che tocca la tournée. A cominciare da Roma

D) Niccolò, tu vivi nella Capitale. Pensandola in termini di qualità della vita, che cosa non va?

R) A Roma non c’è la salvaguardia per le zone verdi. Io sono un gran camminatore, adoro muovermi a piedi in città, ma lo smog e il traffico hanno raggiunto livelli insostenibili. Mi chiedo: la tecnologia ci permette di portare sonde in giro per lo spazio intergalattico, e non siamo capaci di inventare un modo per fare a meno dell’auto che inquina, mettendo in circolazione motori puliti? Ma meglio non avventurarmi in certi discorsi, questi argomenti mi fanno arrabbiare…

D) E’ qui che viene fuori la tua natura di cantautore indipendente e impegnato. Lo sei stato per l’Africa, nella raccolta fondi per la ricostruzione del Teatro dell’Aquila, per citare qualche esempio. Quale può essere il sostegno della musica per difendere l’ambiente?

R) Prima di tutto attraverso i testi delle canzoni. Non credo, invece, in quelle mode di organizzare concerti “a impatto zero”, come fa qualche mio collega. In questa dicitura, sicuramente di grande impatto, ci vedo molta ipocrisia. Nessuno mi ha ancora saputo convincere che, a conti fatti, la ricaduta in termini di inquinamento sia minima, quando si mettono in piedi eventi musicali targati con slogan “verdi”. In ogni caso, per attivare certi amplificatori con metodi ecologici ci vogliono molti soldi. Possono permetterselo forse le grandi band. E’ evidente che è una strada da percorrere, ma per ora non ne sento l’esigenza.

D) Di cosa senti invece l’esigenza?

R) Amo la natura, come la città, la campagna, la montagna. Non ho particolari predilezioni. L’Italia è un paese magnifico perché puoi passare da Pordenone a Ragusa, dalle vette al mare in poco più di mille chilometri. Da nessun’altra parte è così. Ogni regione ha una ricchezza paesaggistica, storica e culinaria unica. Sul discorso ambientale però siamo ancora molto indietro. La comunità ha sempre bisogno di un modello dall’alto, del buon esempio per comportarsi in modo virtuoso. Ma visto che dall’alto i buoni modelli spesso mancano, anzi imperano i cattivi esempi, dovremmo imparare a delegare molto meno la gestione e il rispetto delle nostre meraviglie naturalistiche.

D) Ci hai già confessato di essere un buon camminatore. A parte passeggiare, come ti sposti di solito? Auto, bici, treni o aerei?

R) Molto spesso in moto. Ma su questi aspetti del mio privato preferirei non soffermarmi.

D) Te lo chiediamo perché sono molti i personaggi famosi che nelle dichiarazioni ai giornali si dichiarano pieni sostenitori del “green thinking”, poi nei fatti non rinunciano a nessuna comodità…

R) Non amo la retorica. Dico sempre ciò che penso. L’impegno, nell’ambiente come nelle cause civili, ha un senso se è sentito. Quindi…concludo invitando tutti al mio concerto a Torino. Mi noterete senz’altro…scenderò da un suv giallo che inquina tantissimo. Ovviamente scherzo!

Letizia Tortello

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Ricerca PoliMI: con l’auto elettrica si risparmiano 12.000 euro in 10 anni

settembre 18, 2019

Ricerca PoliMI: con l’auto elettrica si risparmiano 12.000 euro in 10 anni

Il costo di utilizzo è uno dei principali fattori di convenienza nell’usare un’auto elettrica, da preferire a una con motore a scoppio, benzina o Diesel. Questo è solo uno degli aspetti che emerge dallo Smart Mobility Report 2019, l’analisi che l’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano ha dedicato alla mobilità elettrica e che sarà presentata nella [...]

Armadio Verde lancia il “recommerce” anche per l’abbigliamento maschile

giugno 14, 2019

Armadio Verde lancia il “recommerce” anche per l’abbigliamento maschile

Ad un anno dall’introduzione della collezione femminile, Armadio Verde, il primo recommerce italiano, che permette di ridare valore ai capi di abbigliamento usati facendo leva sull’economia circolare, presenta la linea uomo, che si aggiunge agli articoli donna e bambino (i primi ad andare online nel 2015). “Armadio Verde nasce con l’obiettivo di rimettere in circolo [...]

Micromobilità elettrica: firmato il decreto che apre la strada a hoverboard e monopattini elettrici in città

giugno 6, 2019

Micromobilità elettrica: firmato il decreto che apre la strada a hoverboard e monopattini elettrici in città

Parte nelle città italiane la sperimentazione della cosiddetta micromobilità elettrica, ovvero di hoverboard, segway, monopattini elettrici e monowheel. Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha infatti firmato, il 4 giugno, il decreto ministeriale che attua la norma della Legge di Bilancio 2019 e specifica nel dettaglio sia le caratteristiche dei mezzi che delle [...]

CSR Manager Network: “la sostenibilità è ormai elemento ineluttabile per le imprese”

giugno 3, 2019

CSR Manager Network: “la sostenibilità è ormai elemento ineluttabile per le imprese”

“Le imprese italiane valutano la sostenibilità sempre più al centro nei sistemi di governance e delle strategie di business, arrivando a raggiungere il Regno Unito, da sempre all’avanguardia in questo campo”. È quanto emerge dallo studio “C.d.A. e politiche di sostenibilità – Rapporto 2018”, presentato nei giorni scorsi a Milano e condotto attraverso questionari e analisi [...]

“Notturni nelle Rocche”: 18 passeggiate tra natura e cultura nei boschi del Roero

maggio 29, 2019

“Notturni nelle Rocche”: 18 passeggiate tra natura e cultura nei boschi del Roero

E’ tutto pronto all’Ecomuseo delle Rocche del Roero, in Piemonte, per inaugurare la 12° edizione dei “Notturni”, la rassegna estiva di passeggiate notturne nei boschi e nei borghi delle suggestive rocche roerine, con animazioni teatrali nella natura e approfondimenti a tema botanico e faunistico. Quest’anno le passeggiate in programma saranno ben 18, coordinate dall’Ecomuseo ma realizzate [...]

“Oasi della biodiversità”: il progetto di Unifarco nelle Dolomiti bellunesi

maggio 27, 2019

“Oasi della biodiversità”: il progetto di Unifarco nelle Dolomiti bellunesi

Ai piedi delle Dolomiti bellunesi, Unifarco – azienda di prodotti cosmetici, nutraceutici, dermatologici e di make-up – ha dato avvio al progetto di creazione delle ‘oasi della biodiversità’ con l’obiettivo di proteggere e valorizzare la varietà biologica locale. Oggi più che mai avvalersi di ciò che la natura regala risulta di fondamentale importanza non solo per la [...]

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

maggio 21, 2019

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

“Made in Nature” è il progetto finanziato dall’Unione Europea con 1,5 milioni di euro per promuovere, nei prossimi tre anni (dal 1 febbraio 2019 al 31 gennaio 2022), i valori e la cultura della frutta e verdura biologica in Italia, Francia e Germania. Come indicato nel claim (“Scopri i valori del biologico europeo”), lo scopo [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende