Home » Rubriche »Very Important Planet » L’impegno ambientale dev’essere “sentito”. Intervista a Niccolò Fabi:

L’impegno ambientale dev’essere “sentito”. Intervista a Niccolò Fabi

aprile 29, 2011 Rubriche, Very Important Planet

“Le idee sono come un interrail, nascono dal movimento. Ho bisogno di camminare per dare vita a una nuova canzone”. Niccolò Fabi, uno dei cantautori più ricercati e raffinati nell’Italia musicale di oggi, di strada ne sta facendo parecchia. Ha appena dato il via al nuovo tour, una maratona in 18 tappe in giro per l’Italia, fino a giugno.

Ma è proprio in questi suoi molti viaggi, da un capo all’altro della penisola, che nella sua testa riccia spuntano le migliori suggestioni musicali. Gli abbiamo chiesto come gli sembra il Paese, visto dai palchi delle molte città che tocca la tournée. A cominciare da Roma

D) Niccolò, tu vivi nella Capitale. Pensandola in termini di qualità della vita, che cosa non va?

R) A Roma non c’è la salvaguardia per le zone verdi. Io sono un gran camminatore, adoro muovermi a piedi in città, ma lo smog e il traffico hanno raggiunto livelli insostenibili. Mi chiedo: la tecnologia ci permette di portare sonde in giro per lo spazio intergalattico, e non siamo capaci di inventare un modo per fare a meno dell’auto che inquina, mettendo in circolazione motori puliti? Ma meglio non avventurarmi in certi discorsi, questi argomenti mi fanno arrabbiare…

D) E’ qui che viene fuori la tua natura di cantautore indipendente e impegnato. Lo sei stato per l’Africa, nella raccolta fondi per la ricostruzione del Teatro dell’Aquila, per citare qualche esempio. Quale può essere il sostegno della musica per difendere l’ambiente?

R) Prima di tutto attraverso i testi delle canzoni. Non credo, invece, in quelle mode di organizzare concerti “a impatto zero”, come fa qualche mio collega. In questa dicitura, sicuramente di grande impatto, ci vedo molta ipocrisia. Nessuno mi ha ancora saputo convincere che, a conti fatti, la ricaduta in termini di inquinamento sia minima, quando si mettono in piedi eventi musicali targati con slogan “verdi”. In ogni caso, per attivare certi amplificatori con metodi ecologici ci vogliono molti soldi. Possono permetterselo forse le grandi band. E’ evidente che è una strada da percorrere, ma per ora non ne sento l’esigenza.

D) Di cosa senti invece l’esigenza?

R) Amo la natura, come la città, la campagna, la montagna. Non ho particolari predilezioni. L’Italia è un paese magnifico perché puoi passare da Pordenone a Ragusa, dalle vette al mare in poco più di mille chilometri. Da nessun’altra parte è così. Ogni regione ha una ricchezza paesaggistica, storica e culinaria unica. Sul discorso ambientale però siamo ancora molto indietro. La comunità ha sempre bisogno di un modello dall’alto, del buon esempio per comportarsi in modo virtuoso. Ma visto che dall’alto i buoni modelli spesso mancano, anzi imperano i cattivi esempi, dovremmo imparare a delegare molto meno la gestione e il rispetto delle nostre meraviglie naturalistiche.

D) Ci hai già confessato di essere un buon camminatore. A parte passeggiare, come ti sposti di solito? Auto, bici, treni o aerei?

R) Molto spesso in moto. Ma su questi aspetti del mio privato preferirei non soffermarmi.

D) Te lo chiediamo perché sono molti i personaggi famosi che nelle dichiarazioni ai giornali si dichiarano pieni sostenitori del “green thinking”, poi nei fatti non rinunciano a nessuna comodità…

R) Non amo la retorica. Dico sempre ciò che penso. L’impegno, nell’ambiente come nelle cause civili, ha un senso se è sentito. Quindi…concludo invitando tutti al mio concerto a Torino. Mi noterete senz’altro…scenderò da un suv giallo che inquina tantissimo. Ovviamente scherzo!

Letizia Tortello

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

novembre 25, 2016

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

Una nuova ricerca pubblicata ieri da Greenpeace Germania, alla vigilia del “Black Friday”, la giornata che negli Stati Uniti segna l’inizio dello shopping natalizio e che sta diventando popolare anche in Italia – con sconti selvaggi e istigazione all’acquisto compulsivo – evidenzia le gravi conseguenze sull’ambiente dell’eccessivo consumo, in particolare di capi d’abbigliamento. “Difficile resistere [...]

Storica vittoria di Greenpeace e PAN Europe alla Corte di Giustizia UE: il segreto industriale non potrà più coprire i danni all’ambiente

novembre 24, 2016

Storica vittoria di Greenpeace e PAN Europe alla Corte di Giustizia UE: il segreto industriale non potrà più coprire i danni all’ambiente

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ieri mattina ha accolto la richiesta di Greenpeace e del Pesticide Action Network (PAN) Europe stabilendo che i test di sicurezza condotti dalle aziende chimiche per valutare i pericoli dei pesticidi devono essere resi pubblici. Per la Corte di Giustizia questi studi rientrano infatti nell’ambito delle “informazioni sulle emissioni nell’ambiente“, [...]

Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione: Guido Barilla presenta la 7° edizione sui paradossi del cibo

novembre 24, 2016

Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione: Guido Barilla presenta la 7° edizione sui paradossi del cibo

Guido Barilla, Presidente della Fondazione Barilla Center for Food and Nutrition, ha incontrato ieri il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per presentare il 7° Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione dal titolo “Mangiare Meglio, Mangiare Meno, Mangiare Tutti” che si terrà il 1° dicembre 2016, all’Università Bocconi di Milano. Un grande evento interdisciplinare per creare un [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende