Home » Rubriche »Very Important Planet » Lisa Casali: la regina dell’ecocucina parte con “Orto e mezzo”:

Lisa Casali: la regina dell’ecocucina parte con “Orto e mezzo”

ottobre 25, 2013 Rubriche, Very Important Planet

Cucinare in modo sano ma soprattutto sostenibile e senza sprechi. È  l’obiettivo di Lisa Casali, blogger, autrice di libri e conduttrice televisiva nota per le sue sperimentazioni culinarie a basso impatto ambientale, fra cui la cucina con la lavastoviglie. Dal 18 ottobre ci porta in un viaggio alla scoperta degli orti più interessanti d’Italia con Orto e mezzo, la nuova trasmissione di LaEffe, la tv di Feltrinelli (canale 50 del digitale terrestre), con 12 puntate in prima serata.

D) Lisa, come è nata l’idea della trasmissione?

R) L’idea è di Filippo Perfido e di Michele Comi, due professionisti delle produzioni TV ma prima di tutto due appassionati di orto e stili di vita sostenibili. L’idea è nata osservando il potere di aggregazione e il coinvolgimento che hanno gli orti, superando barriere sociali, di età e nazionalità. Raccontare queste storie e diffondere la passione per l’autoproduzione è la mission del programma.

D) Quali sono i temi affrontati?

R) Si vedranno soprattutto orti del nord e centro Italia: Roma, Bologna, Milano, Venezia, Torino, Rimini e altre città. In queste 12 puntate l’orto viene presentato come ribellione, come stile di vita alternativo, come momento meditativo e di avvicinamento tra generazioni. Ci saranno orti straordinari come quello della Giudecca, quello appena nato dei monaci Hare Krishna, l’etnico delle suore di un convento di Roma, ma anche orti di semplici appassionati che hanno trasformato il proprio giardino o balcone in un orto produttivo, come quelli degli utenti di Grow the Planet.

D) Com’è nato il tuo interesse per la sostenibilità?

R) È frutto di una grande passione per la scienza, il mondo animale e vegetale. Mi occupo di ambiente da quasi 18 anni, prima per studio poi per lavoro. Di giorno mi occupo di rischi ambientali al Pool Inquinamento, di notte e nel tempo libero faccio esperimenti in cucina per uno stile di vita più sostenibile.

D) Qual è invece il tuo legame con la cucina?

R) La coltivo da sempre come hobby, ma negli ultimi anni è diventata il mio secondo lavoro, prima di tutto perché adoro cucinare. Non riesco a rinunciare nemmeno in cucina ad un approccio scientifico e di sperimentazione: è praticamente impossibile che ripeta due volte la stessa ricetta senza cambiare qualcosa. Motivo per cui non credo lavorerò mai in un ristorante!

D) Come hai scoperto che si può cucinare con la lavastoviglie?

R) Per caso, grazie a un’amica spagnola che mi ha raccontato di avere letto in rete di alcuni esperimenti di cottura in lavastoviglie. Da quel momento mi si è accesa una lampadina e non ho più smesso di sperimentare fino a quando sono riuscita a mettere a punto una tecnica replicabile, senza rischi e con tanti benefici, anche ambientali.

D) La cosa più difficile che hai dovuto affrontare in questi anni di sperimentazione…

R) Le difficoltà nella sperimentazione non mi fanno paura, ma sicuramente gran parte della mia filosofia e le mie ricette si scontrano con pregiudizi molto diffusi. La cosa più difficile è convincere le persone a superare questi preconcetti.

D) Esiste un alimento che definiresti “il più sostenibile”? E quello più pericoloso?

R) Il più sostenibile è la frutta, purché di produzione locale, meglio se a filiera corta. Il più impattante per l’ambiente è la carne rossa, soprattutto se proviene dall’altra parte dell’Oceano e da allevamento intensivo. Un’attenuante è costituita dalla produzione locale e biologica.

D) A novembre esce il tuo terzo libro…

R) Si chiama Autoproduzione in cucina di Gribaudo Editore. Si tratta di un super manuale per l’autoproduzione domestica. Si parla anche di orto, ma il cuore del libro sono 100 prodotti che solitamente acquistiamo ma che possiamo produrre a casa nostra per mangiare in modo più sano, sostenibile e per risparmiare.

D) L’Italia è il Bel Paese anche per la cucina, ma per le questioni ambientali cosa ne pensi?

R) C’è moltissima strada da fare, sia per aumentare la sensibilità ambientale delle persone sia a livello politico per orientare agricoltura, allevamento e sviluppo industriale verso un minore impatto ambientale.

D) Tu curi un blog tuo, hai collaborazioni con quotidiani, televisioni, associazioni. Qual è stata l’evoluzione dell’interesse del pubblico da quando hai iniziato fino a oggi?

R) È cresciuto molto in questi anni, dalla nascita del mio blog Ecocucina.org. Avere collaborazioni tanto diverse tra loro – il programma su Gambero Rosso, la rubrica su Uno Mattina in famiglia, i libri, One planet food, gli spazi su riviste – mi ha permesso di raggiungere un pubblico molto diversificato. L’interesse è sicuramente in crescita, complice anche la grande attualità del problema degli sprechi alimentari.

Daniela Falchero

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

INGRID: in Puglia un progetto per lo stoccaggio di idrogeno allo stato solido

marzo 28, 2017

INGRID: in Puglia un progetto per lo stoccaggio di idrogeno allo stato solido

Sfruttare al massimo l’energia generata da fonti rinnovabili, superando i limiti che le caratterizzano, quali discontinuità e picchi di sovrapproduzione. È questo l’intento di INGRID, il progetto europeo di ricerca finanziato nell’ambito del 7° Programma Quadro che offre una soluzione tecnologica che consente lo stoccaggio in forma di idrogeno allo stato solido, attraverso dei dischi [...]

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

marzo 24, 2017

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

Alla vigilia delle celebrazioni per il Sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, un gruppo di attivisti di Greenpeace è entrato in azione nella capitale aprendo uno striscione di 100 metri quadri dalla terrazza del Pincio, con il messaggio “After 60 years: a better Europe to save the climate” rivolto ai leader europei, nei prossimi giorni [...]

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

marzo 24, 2017

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

«L’Italia è il quarto Paese al mondo dietro a Germania, Stati Uniti e Cina e secondo in Europa per numero di impianti di biogas nelle aziende agricole, che sono più di 1.250 realizzati e dagli attuali 2 miliardi di metri cubi abbiamo la potenzialità per arrivare a 8 miliardi di metri cubi di biometano entro [...]

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

marzo 23, 2017

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

Fino al 24 marzo 2017 torna, nella sede di Ferrara Fiere, il “Salone del Restauro”, rinominato, nella sua XXIV edizione, Restauro-Musei, Salone dell’Economia, della Conservazione, delle Tecnologie e della Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali. Tre giornate di esposizioni, convegni, eventi e mostre, con l’intento di promuovere il patrimonio culturale e ambientale sotto tutti gli aspetti. L’edizione [...]

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

marzo 23, 2017

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

  Venerdì 31 marzo Aboca presenterà alla quinta edizione di “Biennale Democrazia”, a Torino, l’edizione italiana del libro “The Ecology of Law” (“Ecologia del Diritto”), del fisico e teorico dei sistemi Fritjof Capra (direttore e fondatore del Centro per l’Ecoalfabetizzazione di Berkeley in California e membro del Consiglio della Carta Internazionale della Terra) e dello [...]

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

marzo 22, 2017

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

Con l’hashtag #WORLDWATERDAY anche quest’anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1993 dalle Nazioni Unite come momento per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione delle risorse idriche, evidenziare l’importanza dell’acqua e la necessità di preservarla e renderla accessibile a tutti. Il tema proposto di questo anno è infatti “Waste Water” (le acque di scarico): [...]

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

marzo 21, 2017

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

Coprono una superficie di circa 4 miliardi di ettari, quasi il 31% delle terre emerse. Sono le foreste, aree che svolgono un ruolo insostituibile per il Pianeta e di cui oggi si celebra la Giornata Internazionale. Le foreste conservano la biodiversità e l’integrità del suolo, danno cibo a miliardi di persone e assorbono gran parte del [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende