Home » Rubriche »Very Important Planet » Lisa Casali: la regina dell’ecocucina parte con “Orto e mezzo”:

Lisa Casali: la regina dell’ecocucina parte con “Orto e mezzo”

ottobre 25, 2013 Rubriche, Very Important Planet

Cucinare in modo sano ma soprattutto sostenibile e senza sprechi. È  l’obiettivo di Lisa Casali, blogger, autrice di libri e conduttrice televisiva nota per le sue sperimentazioni culinarie a basso impatto ambientale, fra cui la cucina con la lavastoviglie. Dal 18 ottobre ci porta in un viaggio alla scoperta degli orti più interessanti d’Italia con Orto e mezzo, la nuova trasmissione di LaEffe, la tv di Feltrinelli (canale 50 del digitale terrestre), con 12 puntate in prima serata.

D) Lisa, come è nata l’idea della trasmissione?

R) L’idea è di Filippo Perfido e di Michele Comi, due professionisti delle produzioni TV ma prima di tutto due appassionati di orto e stili di vita sostenibili. L’idea è nata osservando il potere di aggregazione e il coinvolgimento che hanno gli orti, superando barriere sociali, di età e nazionalità. Raccontare queste storie e diffondere la passione per l’autoproduzione è la mission del programma.

D) Quali sono i temi affrontati?

R) Si vedranno soprattutto orti del nord e centro Italia: Roma, Bologna, Milano, Venezia, Torino, Rimini e altre città. In queste 12 puntate l’orto viene presentato come ribellione, come stile di vita alternativo, come momento meditativo e di avvicinamento tra generazioni. Ci saranno orti straordinari come quello della Giudecca, quello appena nato dei monaci Hare Krishna, l’etnico delle suore di un convento di Roma, ma anche orti di semplici appassionati che hanno trasformato il proprio giardino o balcone in un orto produttivo, come quelli degli utenti di Grow the Planet.

D) Com’è nato il tuo interesse per la sostenibilità?

R) È frutto di una grande passione per la scienza, il mondo animale e vegetale. Mi occupo di ambiente da quasi 18 anni, prima per studio poi per lavoro. Di giorno mi occupo di rischi ambientali al Pool Inquinamento, di notte e nel tempo libero faccio esperimenti in cucina per uno stile di vita più sostenibile.

D) Qual è invece il tuo legame con la cucina?

R) La coltivo da sempre come hobby, ma negli ultimi anni è diventata il mio secondo lavoro, prima di tutto perché adoro cucinare. Non riesco a rinunciare nemmeno in cucina ad un approccio scientifico e di sperimentazione: è praticamente impossibile che ripeta due volte la stessa ricetta senza cambiare qualcosa. Motivo per cui non credo lavorerò mai in un ristorante!

D) Come hai scoperto che si può cucinare con la lavastoviglie?

R) Per caso, grazie a un’amica spagnola che mi ha raccontato di avere letto in rete di alcuni esperimenti di cottura in lavastoviglie. Da quel momento mi si è accesa una lampadina e non ho più smesso di sperimentare fino a quando sono riuscita a mettere a punto una tecnica replicabile, senza rischi e con tanti benefici, anche ambientali.

D) La cosa più difficile che hai dovuto affrontare in questi anni di sperimentazione…

R) Le difficoltà nella sperimentazione non mi fanno paura, ma sicuramente gran parte della mia filosofia e le mie ricette si scontrano con pregiudizi molto diffusi. La cosa più difficile è convincere le persone a superare questi preconcetti.

D) Esiste un alimento che definiresti “il più sostenibile”? E quello più pericoloso?

R) Il più sostenibile è la frutta, purché di produzione locale, meglio se a filiera corta. Il più impattante per l’ambiente è la carne rossa, soprattutto se proviene dall’altra parte dell’Oceano e da allevamento intensivo. Un’attenuante è costituita dalla produzione locale e biologica.

D) A novembre esce il tuo terzo libro…

R) Si chiama Autoproduzione in cucina di Gribaudo Editore. Si tratta di un super manuale per l’autoproduzione domestica. Si parla anche di orto, ma il cuore del libro sono 100 prodotti che solitamente acquistiamo ma che possiamo produrre a casa nostra per mangiare in modo più sano, sostenibile e per risparmiare.

D) L’Italia è il Bel Paese anche per la cucina, ma per le questioni ambientali cosa ne pensi?

R) C’è moltissima strada da fare, sia per aumentare la sensibilità ambientale delle persone sia a livello politico per orientare agricoltura, allevamento e sviluppo industriale verso un minore impatto ambientale.

D) Tu curi un blog tuo, hai collaborazioni con quotidiani, televisioni, associazioni. Qual è stata l’evoluzione dell’interesse del pubblico da quando hai iniziato fino a oggi?

R) È cresciuto molto in questi anni, dalla nascita del mio blog Ecocucina.org. Avere collaborazioni tanto diverse tra loro – il programma su Gambero Rosso, la rubrica su Uno Mattina in famiglia, i libri, One planet food, gli spazi su riviste – mi ha permesso di raggiungere un pubblico molto diversificato. L’interesse è sicuramente in crescita, complice anche la grande attualità del problema degli sprechi alimentari.

Daniela Falchero

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

febbraio 20, 2018

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

Il 13 febbraio la Città di Torino ha lanciato “Muoversi a Torino”, il nuovo servizio di infomobilità in linea con le principali città europee: un portale web istituzionale, interamente orientato a fornire indicazioni utili e informazioni sempre aggiornate per muoversi agevolmente in città e nell’area metropolitana. Il nuovo sito – realizzato e gestito dalla partecipata 5T - si [...]

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

febbraio 19, 2018

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

Quanto tempo si impiega a bere un cocktail con una cannuccia in plastica? Mediamente 20 minuti. Quanto tempo è necessario invece per smaltirla? 500 anni. In tutto il mondo si utilizzano quotidianamente più di un miliardo di cannucce, solo negli Stati Uniti ogni giorno se ne consumano 500 milioni, secondo i dati della Plastic Pollution [...]

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

febbraio 16, 2018

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

Commentando lo studio scientifico sul mais OGM reso noto ieri dalle Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna, l’associazione ambientalista Greenpeace sottolinea come le colture OGM, considerate “una panacea per la produzione di cibo”, costituiscano in realtà un freno per l’innovazione ecologica in agricoltura. Sottopongono l’agricoltura al controllo e ai brevetti di poche aziende agrochimiche e [...]

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

febbraio 15, 2018

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

Margot Robbie, attrice e produttrice australiana, di recente candidata al Premio Oscar 2018 come “Miglior attrice protagonista” per la sua interpretazione di Tonya Harding nel film “I, Tonya” (2017) è stata protagonista, in qualità di ambasciatrice dei veicoli elettrici Nissan, della sua prima diretta streaming su Facebook. Una diretta molto speciale perché alimentata per la prima [...]

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra [...]

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

febbraio 5, 2018

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

Una certificazione per la guida ecologica. È quanto annunciato sabato 3 febbraio dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria attraverso un nuovo approccio alla guida delle auto. Lo smog è infatti una vera e propria “spada di Damocle” che pende sulle grandi città italiane, in particolare del Nord Italia, [...]

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

febbraio 5, 2018

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

Il 2018 sarà l’anno zero per le rilevazioni sullo spreco del cibo in Italia: perché per la prima volta arrivano i dati reali sullo spreco alimentare nelle nostre case, integrati da rilevazioni nella grande distribuzione e nelle mense scolastiche. Gli innovativi monitoraggi, su campione statistico di 400 famiglie di tutta Italia e su campioni significativi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende