Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Luciano Riberi, la calce e la canapa: ritorno agli elementi essenziali dell’edilizia:

Luciano Riberi, la calce e la canapa: ritorno agli elementi essenziali dell’edilizia

novembre 25, 2015 Campioni d'Italia, Rubriche

Luciano Riberi, artigiano edile della Valle Grana, in Piemonte, è un veterano e pluripremiato di Restructura, la fiera dedicata alla riqualificazione e ristrutturazione che aprirà domani a Torino. Oltre al riconoscimento dell’”eccellenza artigiana” attribuito dalla Regione, ogni anno porta a casa una targhetta-premio di CNA, per le sue realizzazioni con i materiali “primordiali” dell’edilizia – come calce e argilla – ma anche con quelli del “ritorno al futuro”, come la canapa. Troppi premi, quasi un imbarazzo per un valligiano schivo come lui, monumento al detto piemontese “esageruma nen!”.

Fondatore di Calcinia, Riberi inizia la sua attività di restauratore 28 anni fa, animato da una profonda attrazione per la “materia“, che resterà la sua passione. In particolare i materiali antichi, quelli che si usano da sempre per costruire, quando tutta l’edilizia era bioedilizia – prima cioè del periodo “industriale”, che ha sconvolto i giochi e confuso le menti e le conoscenze degli artigiani. “Mi piacciono i materiali semplici e schietti“, ci confessa. La calce naturale, in particolare, è “il legante universale che a seconda dell’uso e del fine è in grado di rispondere a tutte le esigenze di un edificio, dai pavimenti, alle pareti.”. E poi c’è il legno. Ma, da alcuni anni, c’è un altro materiale incredibile che lo appassiona: la canapa. Con questi tre materiali, ci spiega, si può praticamente fare tutto e ricostruire filiere locali che coinvolgano l’agricoltura, la manifattura, l’edilizia, generando ricchezza e aiutando a mantenere occupazione e competenze sul territorio – soprattutto quello montano, che ha patito pesantemente la crisi.

Al mondo della canapa, “ancora tutto da esplorare”, ha voluto dedicare nei giorni scorsi, un convegno (la “Fera ‘dla Caona“, come la chiamano da queste parti) a Monterosso Grana, nella sua valle, dove ha fatto arrivare, da diverse regioni d’Italia, esperti dei possibili impieghi della canapa, da quello alimentare a quello ingegneristico e farmaceutico. “Abbiamo riscoperto un materiale che usavamo fino agli anni ’50 e ora si sta tornando a studiare nelle sue infinite e stupefacenti applicazioni“. La canapa è effettivamente incredibile: curativa e salutare (pare riesca a curare malattie altrimenti incurabili, come l’epilessia), “ha equilibri interni che ricordano il corpo umano”, racconta Riberi, “e quindi è fantastico usarla negli edifici, per la sua compatibilità”. Al convegno di Montereosso un giovane ingegnere siciliano porta anche l’esperienza di come usare il “filo di canapa” per le stampanti 3D e i biopolimeri, che potrebbero sostituire i materiali di sintesi nelle guaine per i fili elettrici. Quando si dice tradizione e innovazione…

Riberi si è dato oggi una nuova missione: far diventare la Valle Grana (“già valle bio da vent’anni”) un laboratorio di studio e coltivazione della canapa. Del resto c’erano già tracce di un utilizzo nel passato, come si può vedere dai macchinari rudimentali, per separare il canapulo dalla fibra – con la forza dell’acqua – nel Museo Etnografico di Sancto Lucio de Coumboscuro. Va ricostruita dunque una memoria storica perduta e va innestata nel solco della ricerca e dell’innovazione contemporanee.

Riberi e i suoi compagni di avventura (principalmente agricoltori della valle), nel 2015 hanno iniziato con la semina di un ettaro di canapa sativa con i semi acquistati dall’Assocanapa di Carmagnola. “La cosa più importante per il momento – conclude Riberi – è che delle persone si siano messe insieme e abbiano creduto in un progetto comune”. Nel frattempo già altri agricoltori vorrebbero unirsi, perché i vantaggi di questa coltivazione sono molteplici, a partire dall’arricchimento e dalla fertilizzazione naturale dei terreni, che dopo un solo anno di coltivazione, si arricchiscono e migliorano la produttività. E poi si può vendere il seme (150 euro/quintale) e, ancora, la paglia (15 euro/quintale). Un’economia circolare dove tutti vincono, uomo e ambiente.

Andrea Gandiglio

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

novembre 25, 2016

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

Una nuova ricerca pubblicata ieri da Greenpeace Germania, alla vigilia del “Black Friday”, la giornata che negli Stati Uniti segna l’inizio dello shopping natalizio e che sta diventando popolare anche in Italia – con sconti selvaggi e istigazione all’acquisto compulsivo – evidenzia le gravi conseguenze sull’ambiente dell’eccessivo consumo, in particolare di capi d’abbigliamento. “Difficile resistere [...]

Storica vittoria di Greenpeace e PAN Europe alla Corte di Giustizia UE: il segreto industriale non potrà più coprire i danni all’ambiente

novembre 24, 2016

Storica vittoria di Greenpeace e PAN Europe alla Corte di Giustizia UE: il segreto industriale non potrà più coprire i danni all’ambiente

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ieri mattina ha accolto la richiesta di Greenpeace e del Pesticide Action Network (PAN) Europe stabilendo che i test di sicurezza condotti dalle aziende chimiche per valutare i pericoli dei pesticidi devono essere resi pubblici. Per la Corte di Giustizia questi studi rientrano infatti nell’ambito delle “informazioni sulle emissioni nell’ambiente“, [...]

Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione: Guido Barilla presenta la 7° edizione sui paradossi del cibo

novembre 24, 2016

Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione: Guido Barilla presenta la 7° edizione sui paradossi del cibo

Guido Barilla, Presidente della Fondazione Barilla Center for Food and Nutrition, ha incontrato ieri il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per presentare il 7° Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione dal titolo “Mangiare Meglio, Mangiare Meno, Mangiare Tutti” che si terrà il 1° dicembre 2016, all’Università Bocconi di Milano. Un grande evento interdisciplinare per creare un [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende