Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Manifattura Maiano ripensa l’isolante: è 100% tessile riciclato e a “km 0″:

Manifattura Maiano ripensa l’isolante: è 100% tessile riciclato e a “km 0″

marzo 27, 2013 Campioni d'Italia, Rubriche

Ci siamo scoperti sostenibili, è stata una presa di coscienza di un valore che i nostri prodotti già avevano”. Dal 1960 Manifattura Maiano lavora le fibre tessili riciclate per trasformarle in feltri e ovatte per settori tradizionali come arredamento, calzatura, automotive. Nel 2006, ha sviluppato una linea di prodotti in fibre tessili riciclate o naturali dalle alte performance per l’isolamento termoacustico nell’edilizia sostenibile, arrivando poi a RecycleTherm Km0, che unisce queste caratteristiche alla filiera corta. Il pannello ha valso all’impresa, nel 2012, il Premio Innovazione Amica dell’Ambiente, attribuito ogni anno da Legambiente alle soluzioni innovative che migliorino la qualità della vita nel rispetto dell’ambiente.

Sara Casini, responsabile Ricerca e Sviluppo, ha seguito tutto il percorso che ha portato l’azienda di Capalle, vicino a Prato, a capire le proprie potenzialità in termini di produzioni sostenibili, rimaste inespresse per molti anni. “Già venti anni fa producevamo pannelli e rotoli isolanti in lana e in lino per imprese nostre clienti. Poi, tra il 2005 e il 2006, visto che aumentava l’attenzione verso questi temi, abbiamo deciso di lanciare una linea di prodotti in fibre naturali o riciclate con il nostro marchio: sono nati così i pannelli in kenaf, canapa, poliestere riciclato, e fibre tessili”.

Da questo primo passo, il resto viene pian piano da sé: nel 2009, in collaborazione con l’università di Firenze, l’azienda avvia l’analisi del ciclo di vita (LCA) di alcuni prodotti rappresentativi della propria gamma di articoli, valutandone l’impatto in termini di uso di risorse, di emissioni di sostanze inquinanti e di consumi energetici. E facendo così un salto di qualità e di innovazione: “Il Life Cycle Assessment prevede anche lo studio di migliorie da apportare ai prodotti. Fino a quel momento, per il pannello RecycleTherm usavamo fibre tessili riciclate all’85%, provenienti da varie parti d’Italia. Per ridurne l’impatto ambientale, abbiamo creato la nuova versione a filiera corta, composta al 100% da fibre riciclate provenienti da un raggio di 15 chilometri”. Fibre che vengono sterilizzate e lavorate senza l’utilizzo di acqua, prodotti chimici o collanti, completamente riciclabili a fine vita del prodotto, e salvate così dalla discarica: “Spesso non vengono neanche bruciate nei termovalorizzatori, perché paradossalmente sono difficili da trattare con le macchine attuali”.

Negli ultimi anni Manifattura Maiano ha anche investito in una nuova tecnologia produttiva che permette di rilavorare qualsiasi tipo di scarto, sia tessile, sia in altri materiali come gomma o pelle: “In questo modo riutilizziamo tutti i nostri rifiuti di produzione e ritiriamo quelli di imprese nostre clienti, derivanti per esempio dalla trapuntatura dei materassi o dall’imbottitura dei divani. Inoltre, in collaborazione con ASM, la municipalizzata per la gestione dei rifiuti della provincia di Prato, recuperiamo gli scarti di lavorazione prodotti dal distretto tessile, che è il più grande d’Italia e uno dei più grandi a livello europeo”. E l’innovazione continua: “Ci stiamo organizzando per il recupero della gommapiuma e tra poco lanceremo un nuovo prodotto per i materassi che sarà riciclabile al 100%”, annuncia Sara Casini.

Nonostante la crisi, la risposta del mercato è stata buona: “Ogni anno incrementiamo a doppia cifra la vendita di questi prodotti. In questo momento esportiamo già nell’Unione Europea, ma abbiamo un piano strategico per raggiungere anche i Paesi emergenti”. Se il bando andrà a buon fine, l’azienda avvierà una fase di approfondimento dell’LCA, in collaborazione con l’Istituto Superiore Sant’Anna di Pisa. “E’ un aspetto che ci preme molto, perché l’approccio del ciclo di vita dimostra in modo oggettivo la sostenibilità di un prodotto. Quando si dice che qualcosa è sostenibile, bisogna dare un riscontro oggettivo, non può essere solo un’operazione di marketing”. Per favorire la diffusione di materiali simili, tuttavia, “è auspicabile il coinvolgimento ed il sostegno della pubblica amministrazione, ad esempio con sistemi di incentivazione fiscale e scomputi volumetrici per premiare soluzioni energeticamente performanti che utilizzino materiali ecologici a filiera corta”. A Prato i 49 nuovi alloggi di edilizia popolare che verranno costruiti nel 2014  saranno isolati con pannelli RecycleTherm Km0: “Si chiuderà così il cerchio della filiera di un prodotto riciclato del territorio, reimpiegato nel territorio stesso”.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

marzo 24, 2017

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

Alla vigilia delle celebrazioni per il Sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, un gruppo di attivisti di Greenpeace è entrato in azione nella capitale aprendo uno striscione di 100 metri quadri dalla terrazza del Pincio, con il messaggio “After 60 years: a better Europe to save the climate” rivolto ai leader europei, nei prossimi giorni [...]

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

marzo 24, 2017

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

«L’Italia è il quarto Paese al mondo dietro a Germania, Stati Uniti e Cina e secondo in Europa per numero di impianti di biogas nelle aziende agricole, che sono più di 1.250 realizzati e dagli attuali 2 miliardi di metri cubi abbiamo la potenzialità per arrivare a 8 miliardi di metri cubi di biometano entro [...]

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

marzo 23, 2017

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

Fino al 24 marzo 2017 torna, nella sede di Ferrara Fiere, il “Salone del Restauro”, rinominato, nella sua XXIV edizione, Restauro-Musei, Salone dell’Economia, della Conservazione, delle Tecnologie e della Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali. Tre giornate di esposizioni, convegni, eventi e mostre, con l’intento di promuovere il patrimonio culturale e ambientale sotto tutti gli aspetti. L’edizione [...]

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

marzo 23, 2017

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

  Venerdì 31 marzo Aboca presenterà alla quinta edizione di “Biennale Democrazia”, a Torino, l’edizione italiana del libro “The Ecology of Law” (“Ecologia del Diritto”), del fisico e teorico dei sistemi Fritjof Capra (direttore e fondatore del Centro per l’Ecoalfabetizzazione di Berkeley in California e membro del Consiglio della Carta Internazionale della Terra) e dello [...]

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

marzo 22, 2017

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

Con l’hashtag #WORLDWATERDAY anche quest’anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1993 dalle Nazioni Unite come momento per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione delle risorse idriche, evidenziare l’importanza dell’acqua e la necessità di preservarla e renderla accessibile a tutti. Il tema proposto di questo anno è infatti “Waste Water” (le acque di scarico): [...]

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

marzo 21, 2017

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

Coprono una superficie di circa 4 miliardi di ettari, quasi il 31% delle terre emerse. Sono le foreste, aree che svolgono un ruolo insostituibile per il Pianeta e di cui oggi si celebra la Giornata Internazionale. Le foreste conservano la biodiversità e l’integrità del suolo, danno cibo a miliardi di persone e assorbono gran parte del [...]

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

marzo 20, 2017

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua del 22 marzo, InSinkErator, multinazionale americana leader mondiale nel settore dei dissipatori alimentari, presenta sul mercato italiano il nuovo erogatore antispreco 3N1, in grado di far risparmiare una risorsa sempre più preziosa come l’acqua. L’utilizzo casalingo, con cucina e bagno in testa, è infatti tra le principali cause dello spreco di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende