Home » Rubriche »Very Important Planet » Marco Berry, ecologista delle cause semplici:

Marco Berry, ecologista delle cause semplici

ottobre 19, 2012 Rubriche, Very Important Planet

Dovesse darsi un voto, Marco Berry, senza falsa modestia, si autopromuoverebbe per l’impegno nella sostenibilità ambientale, anche se, confessa, “essere ultra ambientalista è una gran fatica e non mi appartiene”. I suoi sforzi si concentrano su poche semplici, ma importanti pratiche a sostegno dell’ambiente: la mobilità sostenibile e la raccolta differenziata. Lui ama dirlo con uno slogan: “Se ciascuno di noi imparasse a dedicarsi a una causa sola e la portasse avanti nel suo piccolo con convinzione, il beneficio per tutti sarebbe massimo, con il minimo sforzo”.

D) Marco, il tuo volto è legato solitamente alla difesa dei diritti dei bambini e degli indifesi. Con Magic for Children cercate di costruire strutture sanitarie nei paesi più poveri del mondo. Non hai mai pensato di diventare testimonial per qualche causa a sostegno dell’ambiente?

R) Non l’ho mai fattosolo perché non mi è mai stato richiesto. Non escludo per il futuro di prestarmi a qualche campagna “green”. Oggi si deve fare qualcosa, prima di tutto a vantaggio dell’economia. Un’attenzione mancata all’ambiente che ci circonda significa anche una notevole perdita di soldi.

D) Il peggior difetto in termini ambientalistici della città in cui vivi?

R) Ora vivo a Torino, la mia città d’origine, e devo dire che la amo profondamente. Mi viene difficile criticarla. Ho vissuto a Roma e a Milano, e a New York. A parte l’ultima megalopoli, le altre due mi sono parse incomparabili con il capoluogo sabaudo. Tutta un’altra qualità della vita…

D) Almeno una nota negativa ci sarà… Torino è tra le città più inquinate d’Italia!

R) Forse, ma ha insegnato tanto agli altri, in tutti i campi. Oggi dovrebbe imparare ad essere, appunto, più green. La mobilità pubblica, ad esempio, funziona per chi abita in centro città e può permettersi di mollare l’auto a casa e muoversi in bici. Ma io abito in periferia, vicino a Rivoli e posso muovermi soltanto in macchina. Anche se la mia scelta ecologista al momento l’ho fatta, sono solo in attesa di poterla realizzare…

D) Qual è?

R) Comprerò un’auto ecologica della BMW che uscirà l’anno prossimo… (sarà l’ibrida Serie 3 ActiveHybrid? Berry mantiene il mistero… NdR). Per la città è perfetta, per il resto mi sposterò in treno. Dobbiamo adottare tutti un cambiamento importante, non funziona più questo tipo di economia. E’ mai possibile che siamo nel 2012 e andiamo ancora avanti a benzina?

D) Colpa del mercato, della politica, dei privati o di tutti se non si riesce a cambiare?

R) I mercati, le lobby economiche sono inconvincibili. Prendiamo i libri scritto dal premio Nobel Al Gore, sulla crisi climatica e la Terra in bilico. Tante belle parole affascinanti, ma la politica americana non smuove le industrie, né le ha mai convinte a riconvertire i loro investimenti in energia pulita. Tocca a ciascuno di noi inseguire una causa che ritiene opportuna. La classica goccia nel mare ha un effetto domino fondamentale. Ma diciamo che su questo fronte gli italiani non ci vogliono sentire, manca il senso civico, l’amore per l’ambiente che ci circonda, l’educazione di base. Salvo poi all’estero comportarci benissimo, secondo le regole di un dato paese. Il malgoverno parte anche dalla politica: leggevo su La Stampa di ieri che il comune di Torino spende 35 mila euro al giorno per illuminare strade e piazze. Mi sembra una follia.

D) Ma qualche consiglio pratico per dare il via a una rivoluzione ecologista la Iena Berry lo dispensa?

R) Non sono un fanatico. Mi sento di consigliare di dedicarsi per bene alla raccolta differenziata, che comporta fatica e tempo, ma va a beneficio di tutti.

D) Quanti gradi ci sono in casa tua d’inverno?

R) Circa 20, il freddo non mi spaventa.

D) E sul risparmio dell’acqua che ci dici?

R) Sotto la doccia ho imparato a chiudere i rubinetti. Il vero salto di qualità ci sarà quando farò il fatidico gesto anche lavandomi i denti…Mi sto allenando, poco alla volta!

D) Il paradiso perduto in Italia?

R) Napoli. Una delle città più belle del mondo, massacrata da interessi, immondizia e mancanza di attenzione. Quando mi dicono che è anche il suo bello, mi incazzo. Il degrado è la sua rovina, è talmente meravigliosa che mi piange il cuore a vederla conciata così…

Letizia Tortello

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Ecotessitrici della Sardegna, un filo che arriva fino all’arcipelago giapponese di Okinawa

giugno 28, 2017

Ecotessitrici della Sardegna, un filo che arriva fino all’arcipelago giapponese di Okinawa

Un legame stretto, nonostante 10 mila chilometri di distanza, tra la Sardegna e l’arcipelago di Okinawa in Giappone. Isole che condividono la lunga aspettativa di vita, sono tra le popolazioni  più longeve del mondo. Merito di uno stile di vita semplice e sano. Ma un altro filo che unisce  è la custodia di antiche tradizioni, come  la [...]

TrenoBus delle Dolomiti: per tutta l’estate un servizio intermodale per ciclisti e trekker

giugno 27, 2017

TrenoBus delle Dolomiti: per tutta l’estate un servizio intermodale per ciclisti e trekker

Bellezze naturali e attrazioni turistiche: sono numerosi i punti di interesse che anche quest’anno cicloturisti e trekker potranno raggiungere grazie al TrenoBus delle Dolomiti, il servizio intermodale che offre ai ciclisti e agli amanti del trekking la possibilità di percorrere le piste ciclabili dell’intero anello dolomitico e di passeggiare nel cuore dei numerosi punti di [...]

Ricerca UniBZ sul Gewürztraminer: l’uso del glifosato può alterare il mosto

giugno 26, 2017

Ricerca UniBZ sul Gewürztraminer: l’uso del glifosato può alterare il mosto

Cattive notizie per i viticoltori che usano glifosato. Il principio attivo, molto usato per il controllo delle malerbe sulle file, potrebbe alterare la qualità del mosto prodotto. È la conclusione a cui sono giunti ricercatori della Libera Università di Bolzano dopo uno studio sulla fermentabilità di uve di Gewürztraminer. La ricerca è stata effettuata dal gruppo [...]

Siccità e deserficazione: l’allarme dei Geologi sulla gestione delle risorse idriche

giugno 26, 2017

Siccità e deserficazione: l’allarme dei Geologi sulla gestione delle risorse idriche

“La perdurante scarsezza delle precipitazioni, nella primavera appena trascorsa, ha causato un abbassamento dei livelli d’acqua in fiumi, negli invasi e nelle falde sotterranee”. Lo afferma Fabio Tortorici, Presidente della Fondazione Centro Studi del Consiglio Nazionale dei Geologi. “A grande scala – continua Tortorici – stiamo assistendo a cambiamenti climatici che ci stanno portando verso [...]

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

giugno 19, 2017

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, organizza anche per il 2017 il “Premio per lo Sviluppo Sostenibile“, che ha avuto nelle otto edizioni precedenti l’adesione del Presidente della Repubblica, richiesta anche per quest’anno. Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che [...]

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

giugno 19, 2017

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

Intesa Sanpaolo ha collocato con successo un green bond da 500 milioni di euro, titolo legato a progetti di sostenibilità ambientale e climatica, raccogliendo ordini per circa 2 miliardi di euro e acquisendo il primato, ad oggi, di unica banca italiana a debuttare quale emittente “green”. L’importo raccolto tramite il green bond verrà utilizzato per il [...]

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

giugno 14, 2017

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

Aruba S.p.A., leader nei servizi di web hosting e tra le prime aziende al mondo per la crescita dei servizi di data center e cloud, ha annunciato la pre-apertura del più grande data center campus d’Italia, a Ponte San Pietro (Bergamo). Il Global Cloud Data Center, è stato concepito per andare incontro alle esigenze di colocation [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende