Home » Rubriche »Very Important Planet » Massimo Sirelli, il “supereroe della vita quotidiana” in tour con i robot d’acciaio (riciclato):

Massimo Sirelli, il “supereroe della vita quotidiana” in tour con i robot d’acciaio (riciclato)

maggio 12, 2017 Rubriche, Very Important Planet

Da writer che  colorava i muri di Catanzaro ad artista multimediale che crea “robot” con materiali di scarto, in giro per l’Italia. E’ il percorso biografico e professionale di Massimo Sirelli, classe 1981, che nel 2000 dalla Calabria atterra a Torino per studiare Digital Virtual Design allo IED, l’Istituto Europeo di Design, dove conquista la cattedra di “Tecniche di presentazione”. Sempre sotto la Mole ha tirato su la “Casa di adozioni di robot di compagnia” dove monta robot con pezzi di materiali orfani della civiltà dei consumi. Usa, infatti, solo acciaio di recupero. Metodo che  ha  suscitato l’interesse di RICREA, il Consorzio per il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Acciaio. Amore a priva vista, dunque, e via al tour artistico-educativo  nelle piazze italiane. Progetto che racconta a Greenews.info….

D) Massimo oggi sei a Trieste, sabato e domenica a Verona mentre a inizio mese sei passato per Lecce e Napoli. Dal Sud al Nord con i tuoi robot insieme a RICREA. Ci spieghi come si muove questo tour?

R) L’ iniziativa premia le città più meritevoli sul fronte del riciclo: si invadono con l’acciaio le loro piazze con un obiettivo formativo e di sensibilizzazione. La maniera più furba è stata quella di proporre un’attività ludica per coinvolgere attivamente i bambini e, dunque, le famiglie. Per questo abbiamo pensato ai laboratori per le scuole dove i bambini lavorano con gli imballaggi in acciaio: dai  barattoli alle bombolette. In questo modo si trasmette il valore dell’upcycling.  Il cuore del progetto sono i dodici robot giganti che ho costruito utilizzando esclusivamente imballaggi di acciaio riciclato.

D) Il gioco come strumento per far avvicinare i piccoli al riciclo. Un campo dove  sei esperto, grazie al progetto Adotta un robot dove dai nuova vita agli “orfani del consumismo”… In concreto come funziona l’affido di queste creazioni ai “genitori” che li adottano?

R) Opero con materiale di recupero, in un contesto ludico, creando queste sculture empatiche. Un progetto artistico dove metto insieme pezzi di vita nelle sculture che affido a chi partecipa a questo gioco

D) I filosofi dell’etica stanno ragionando su un “codice di comportamento” per l’intelligenza artificiale, i romanzi di fantascienza e i fumetti disegnano un futuro dove i robot andranno al potere e  saranno brutti e cattivi, mentre i sindacati già temono i danni dell’automatizzazione di “Industria 4.0″. I tuoi robot sono human friendly?

R) Certo, sono da compagnia, pacifici, non fanno nulla, anzi cercano di strappare un sorriso!

D) Quando e perché è sbocciato questo interesse per gli oggetti abbandonati?

R) Nel momento in cui dovevo dare una nuova vita, un futuro, a tutta una serie di oggetti che hanno fatto parte della mia vita, a iniziare dalle scatole. Io dipingo, tra le altre cose, mi mancava l’esperienza con oggetti tridimensionali e mi sono avvicinato alla scultura. Così sono nati i robot.

D) Va bene la sperimentazione artistica, ma c’è indubbiamente una dimensione ecologica e ambientale…

R) Sono materiali trovati per strada, davanti al cassonetto. Voglio dare valore dell’oggetto in un contesto nuovo, valorizzare la materia povera e, sicuramente, ridurre gli imballaggi e i rifiuti.

D) La reazione del pubblico?

R) Quando si trovano di fronte i miei robot li prendono in braccio! Un’azione che spiega al meglio tutto quello che è stato fatto. Quando un oggetto inanimato viene rispettato come uno vivente, si è raggiunto il vero obiettivo…

D) Per le tue creazioni usi barattoli, scatolette, lattine, bombolette, tappi. Il tuo oggetto del cuore?

R) Le scatole dei prodotti, quelle della nonna!

D) Il pianeta soffre, quali sono i problemi ambientali più urgenti e prioritari?

R) Si continua a produrre in funzione della creazione di bisogni che non esistono. Si produce tanto, la vittoria del superfluo e di oggetti inutili. Ne abbiamo troppi. Discorso e ragionamento che vale anche per le case, sappiamo bene che le città sono piene di immobili vuoti. Troppa produzione, poca valorizzazione…

D) Questa è la critica al sistema, ma tu personalmente cosa fai per rispettare l’ambiente?

R) Non utilizzo l’auto – in verità neanche la bici dopo che mi hanno investito… Mi muovo a piedi. Curo in maniera maniacale la raccolta differenziata dei rifiuti, mi appaga proprio tornare dal supermercato e dividere gli imballi della spesa fatta. In questo modo mi sento un supereroe della vita quotidiana…

Gian Basilio Nieddu

 

 

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

febbraio 26, 2021

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

Arriva sulla piattaforma Infinity di Mediaset “Green Storytellers”, il primo programma TV su sostenibilità e ambiente voluto e finanziato interamente grazie ad una campagna di crowdfunding di successo su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Il progetto “green” dei due autori, registi e conduttori, Marco Cortesi e Mara Moschini, ha incontrato il sostegno e l’entusiasmo di [...]

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

gennaio 5, 2021

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

Il 2020 si è chiuso con un’impennata delle vendite di auto elettriche che porta ad un dato record in termini percentuale di + 251,5% rispetto all’anno precedente, con un totale di 59.875 auto immatricolate di cui 32.500 Bev (vale a dire auto con batteria elettrica) e 27.375 Phev (auto ibride plug in). Nel 2019 il [...]

Sole 24 Ore: apre il bando “Leader della Sostenibilità 2021″

dicembre 4, 2020

Sole 24 Ore: apre il bando “Leader della Sostenibilità 2021″

La sostenibilità e l’attenzione alle tematiche ambientali e sociali si sta confermando tema chiave per le aziende, in quanto strumento importante di competitività e di attrattività verso gli investitori e il mercato, come dimostra il sondaggio Ipsos sul tema dell’economia circolare, presentato all’EcoForum di Legambiente lo scorso ottobre, secondo il quale un’impresa su quattro investe [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende