Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Matrec, l’enciclopedia dei materiali ecosostenibili, compie 10 anni:

Matrec, l’enciclopedia dei materiali ecosostenibili, compie 10 anni

febbraio 29, 2012 Campioni d'Italia, Rubriche

Con una metafora, si potrebbe definire “la Treccani dei materiali ecosostenibili”. Matrec, il database on line che raccoglie circa 700 voci tra materiali riciclati e naturali prodotti in tutto il mondo, è un pozzo di informazioni per quanti ogni giorno si muovono su questo terreno in continua evoluzione. Il progetto, che proprio in questo periodo compie dieci anni, è nato nel 2002 dalla collaborazione tra l’architetto Marco Capellini, pioniere dell’eco design fin dal 1995, e i consorzi nazionali del riciclo Cial (alluminio), Comieco (carta e cartone) e Corepla (plastica).

«Nel 2001, quanto ho concepito Matrec – racconta Capellini – non c’erano banche dati dedicate ai materiali a basso impatto ambientale. Le aziende mi chiedevano spesso informazioni sui materiali ecologici. Essendomi occupato di questo fin dalla metà degli anni Novanta, mi sono reso conto che avevo messo insieme un vero e proprio archivio, e ho deciso di renderlo pubblico, con l’obiettivo di far capire ad architetti e designer le caratteristiche e le potenzialità dei materiali riciclati». Realizzati a partire da diversi scarti industriali o rifiuti post-consumo: alluminio e altri metalli, carta, gomma, inerti, legno, pellame, plastica, sughero, tessili, vetro. A cui quest’anno Matrec ha aggiunto anche i materiali prodotti da fonti rinnovabili: bambù, canapa, carta cocco, cotone, juta, kenaf, lana, legno, lino, sughero.

Ogni  materiale ha una propria pagina dedicata, con un’immagine e una scheda che ne evidenzia le caratteristiche tecniche e ambientali. Curiosando tra le diverse sezioni, si scoprono così materiali originali, belli, curiosi. Gi-Floor, per esempio, è un pannello realizzato in rigenerato di cuoio, verniciato su un lato, composto da fibre provenienti da scarti di lavorazione di pelli e cuoi trattati con concia esclusivamente naturale. È prodotto da Gestioni Industriali, azienda della provincia di Pavia, e viene utilizzato soprattutto come pavimentazione per interni. Kirei Coco, prodotto dall’azienda californiana Kirei, è invece realizzato utilizzando i gusci delle noci di cocco recuperati dopo il raccolto, resine a basso contento di VOC (composti organici volatili) e legno. Può essere impiegato per il rivestimento di pareti o per realizzare mobili dal sapore etno-chic. Di alcuni altri materiali, come le lastre Greenbell di Stone Italiana, le piastrelle Serie 100 di Graniti Fiandre o i pannelli Ecomat di Ecoplan, Greenews.info ha già parlato in passato, proprio in questa rubrica.

Essere continuamente aggiornati su tutti i nuovi materiali, spiega Capellini, «è difficilissimo. Ci riusciamo grazie a un network internazionale che abbiamo creato, con cui scambiamo informazioni».  E che copre gran parte del mondo, da Pechino a New York, da Addis Abeba a Stoccolma, da Buenos Aires a Mosca. Quando arriva la notizia di un nuovo prodotto, continua l’architetto, «verifichiamo le sue caratteristiche e l’effettiva ecosostenibilità. Capita che un materiale sia presentato come tale e poi in realtà non lo sia». Le aziende possono inserire gratuitamente nel database i propri materiali e inviare campioni dei prodotti, che Matrec poi porta in esposizione nei diversi eventi internazionali a cui partecipa e nello spazio dedicato all’interno della Scuola Politecnica di Design a Milano.

Dal 2002 ad oggi, le visite al sito sono state più di 1,3 milioni e 6,8 milioni le pagine consultate. Tra i visitatori, spiega Capellini, ci sono «architetti, designer, aziende che cercano materiali ecologici per i loro prodotti e aziende che invece sviluppano nuovi materiali». Italiane e anche straniere. In dieci anni, si sono succedute quattro nuove versioni di Matrec, sulla spinta di un’attenzione crescente da parte degli addetti ai lavori: «C’è un forte interesse, perché le aziende vogliono capire quali sono le nuove opportunità e trovare materiali alternativi rispetto a quelli che hanno sempre utilizzato». Presto, sarà on line una versione multi-lingue del sito e saranno inseriti anche altri tipi di materiali, come le bioplastiche.

Matrec, oltre ad essere un compendio di materiali ecosostenibili, è anche un punto di riferimento per i servizi alle imprese. «Con i Green Feeds, aggiorniamo le aziende sulle novità dell’ecodesign. Inoltre, offriamo consulenze per lo sviluppo di prodotti e progetti ecosostenibili».  Con un occhio particolare alle Pmi:  «Ci vogliamo rivolgere soprattutto alle piccole e medie imprese, con servizi dedicati a basso costo. Per entrare nella green economy, infatti, non servono investimenti assurdi, ma piuttosto buon senso. Con la crisi, le aziende tendono a pensare a domani più che a dopodomani, noi vogliamo offrire servizi che consentano loro di fare entrambe le cose». Le imprese italiane, spiega Capellini, hanno un già un vantaggio importante: il know how. «L’Italia è un Paese che non ha materie prime da sfruttare, ma ha grandi tecnologie del riciclo. Le aziende hanno sviluppato prodotti importanti  nei settori dell’industria, dell’edilizia e della moda. Ci si dovrebbe concentrare su questo mercato per renderlo il migliore del mondo».

Veronica Ulivieri

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

febbraio 19, 2018

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

Quanto tempo si impiega a bere un cocktail con una cannuccia in plastica? Mediamente 20 minuti. Quanto tempo è necessario invece per smaltirla? 500 anni. In tutto il mondo si utilizzano quotidianamente più di un miliardo di cannucce, solo negli Stati Uniti ogni giorno se ne consumano 500 milioni, secondo i dati della Plastic Pollution [...]

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

febbraio 16, 2018

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

Commentando lo studio scientifico sul mais OGM reso noto ieri dalle Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna, l’associazione ambientalista Greenpeace sottolinea come le colture OGM, considerate “una panacea per la produzione di cibo”, costituiscano in realtà un freno per l’innovazione ecologica in agricoltura. Sottopongono l’agricoltura al controllo e ai brevetti di poche aziende agrochimiche e [...]

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

febbraio 15, 2018

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

Margot Robbie, attrice e produttrice australiana, di recente candidata al Premio Oscar 2018 come “Miglior attrice protagonista” per la sua interpretazione di Tonya Harding nel film “I, Tonya” (2017) è stata protagonista, in qualità di ambasciatrice dei veicoli elettrici Nissan, della sua prima diretta streaming su Facebook. Una diretta molto speciale perché alimentata per la prima [...]

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra [...]

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

febbraio 5, 2018

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

Una certificazione per la guida ecologica. È quanto annunciato sabato 3 febbraio dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria attraverso un nuovo approccio alla guida delle auto. Lo smog è infatti una vera e propria “spada di Damocle” che pende sulle grandi città italiane, in particolare del Nord Italia, [...]

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

febbraio 5, 2018

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

Il 2018 sarà l’anno zero per le rilevazioni sullo spreco del cibo in Italia: perché per la prima volta arrivano i dati reali sullo spreco alimentare nelle nostre case, integrati da rilevazioni nella grande distribuzione e nelle mense scolastiche. Gli innovativi monitoraggi, su campione statistico di 400 famiglie di tutta Italia e su campioni significativi [...]

Ricerca Schneider Electric: le grandi aziende fanno progressi sulla sostenibilità ma non sono ancora “smart”

febbraio 1, 2018

Ricerca Schneider Electric: le grandi aziende fanno progressi sulla sostenibilità ma non sono ancora “smart”

Una nuova ricerca resa nota da Schneider Electric, leader mondiale dell’automazione e trasformazione digitale dell’energia, rivela che benché la gran parte delle grandi aziende si sentano pronte per affrontare un futuro decentralizzato, decarbonizzato e digitalizzato, molte, in realtà, non stanno ancora prendendo le necessarie misure per integrare e fare evolvere i loro programmi energetici e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende