Home » Rubriche »Very Important Planet » Matthew Lee, un talento naturale per il rock d’altri tempi:

Matthew Lee, un talento naturale per il rock d’altri tempi

luglio 17, 2015 Rubriche, Very Important Planet

Definito “the genius of rock’n’roll” dalla stampa internazionale, il pianista e cantante Matthew Lee ha fatto propri gli insegnamenti dei grandi maestri del genere. Leva 1982, nonostante la giovane età ha già alle spalle circa 1.000 concerti in tutta Europa, negli Stati Uniti e in Africa. Da poco ha vinto il Coca-Cola Summer Festival #daiunbacio nella categoria “Giovani” con il brano È tempo d’altri tempi, che sta portando in tour per tutta l’estate. Partito il 5 giugno da Imola, il D’altri Tempi Tour presenta i brani estratti dal suo album omonimo. Domenica 19 luglio Matthew sarà in concerto a Carrù, in Piemonte, nel parco del Castello di Banca Alpi Marittime.

D) Matthew, quali sono gli “altri tempi” che auspichi nel tuo nuovo disco?

R) Sono cresciuto con le note dei grandi maestri del rock ‘n’ roll… Amo i ritmi che sono nati negli anni Cinquanta, ne amo l’allegria e la voglia di rivoluzionare. Mi piace rendere attuale qualcosa che troppo spesso è stata relegata solo agli anni Cinquanta, ma in realtà è alla base di ogni genere musicale che ascoltiamo.

D) Suoni una musica che si potrebbe definire vintage, ma in realtà il tuo è un approccio molto contemporaneo: che rapporto hai con la memoria e con le radici?

R) La tradizione della musica non va assolutamente dimenticata, io cerco sempre di partire dalle radici e, con rispetto, in questo album ho cercato, insieme a grandi produttori come Luca Chiaravalli, Claudio Guidetti, Mousse T. e Chris Summerfield, di creare suoni moderni mischiando la loro esperienza alla tradizione di rock ‘n’ roll, blues e country, senza dimenticarmi della mia italianità.

D) Quanto sei legato al tuo territorio di origine, le Marche?

R) È il posto dove sono nato, ho il mare e quando posso torno sempre volentieri sia in vacanza sia per concerti. Vivendo alle porte di Milano da diversi anni, mi piace ancora di più tornare a Pesaro, la mia città.

D) Da uomo “metropolitano” che gira il mondo, che rapporto hai con la natura?

R) Credo di avere un buonissimo rapporto, amo il mare e la montagna, in particolare quella del Trentino dove vado spesso… ciò che ci circonda va rispettato, è la nostra eredità e credo che dovremmo esserne responsabili. Io nel mio piccolo ci provo.

D) Ci sono gesti quotidiani che compi per ridurre la tua impronta ambientale, dalla spesa alla raccolta differenziata…?

R) Compro al supermercato, come tutti, prestando molta attenzione a non sprecare, stando via spesso da casa devo guardare in modo particolare le scadenze, ma me la cavo bene. Ovviamente faccio la raccolta differenziata

D) Quali sono le fonti di ispirazione della tua musica? Le bellezze naturali rientrano tra queste?

R) Scrivere con altri autori è la cosa che preferisco, lo scambio di esperienze credo sia la chiave per raggiungere un buon risultato. La natura non è direttamente responsabile delle canzoni, ma non nascondo che fa la sua parte in maniera indiretta: melodie e parole cambiano quando sei davanti a un tramonto o vedi il mare dalla finestra…

D) Pensi che sia possibile per un musicista ridurre l’impatto ambientale dei propri spettacoli oppure l’industria della musica non ha ancora sviluppato questa sensibilità?

R) Credo che sia possibile, ma c’è ancora molto da lavorare temo…

D) Pensi che il rock ‘n’ roll possa essere uno strumento per diffondere anche cultura ambientale?

R) La mia musica come ogni altra può essere veicolo di molti messaggi, anche ambientali, perché no? Ho scritto una canzone in passato (non ancora pubblicata in nessun album) che parla proprio della meraviglia della natura. Magari un giorno la faremo uscire, chissà…

D) Qual è la canzone più “green” che ti viene in mente?

R) Ritmicamente parlando, a descrivere l’ambiente credo sia più adatta una ballata, ma mai mettere limiti all’inventiva… Il brano che scelgo per rappresentare la natura è sicuramente The Circle of Life, del grande Elton John!

Daniela Falchero

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

febbraio 15, 2019

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

Secondi dati di Ebay diffusi nei giorni scorsi, nel 2018 il 65% delle nuove aziende che si sono aperte allo shopping online provengono da città medio-piccole. Approfittano di un nuovo canale di vendita che offre ampie possibilità di espansione e di ritorno economico. L’e-commerce può essere un antidoto all’abbandono del commercio e delle imprese nei [...]

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

gennaio 29, 2019

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

Il gruppo francese Air Liquide ha annunciato ieri di aver acquisito una quota del 18,6% del capitale della società canadese Hydrogenics Corporation, specializzata in impianti di produzione di idrogeno per elettrolisi e celle a combustibile. Questa operazione strategica, che rappresenta un investimento di 20,5 milioni di dollari (circa 18 milioni di euro), consente al Gruppo [...]

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

gennaio 25, 2019

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

“Non c’è più spazio per fregarsene” è l’allarme lanciato dall’Associazione Marevivo con la campagna di sensibilizzazione contro l’utilizzo delle plastiche monouso #StopSingleUsePlastic e la realizzazione di un video che mostra come ormai siamo invasi dalla plastica. A dimostrare quanto sia importante cambiare rotta i dati diffusi dal programma per l’ambiente delle Nazioni Unite (Unep) sull’inquinamento da plastica. [...]

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

gennaio 17, 2019

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

Secondo il Global Risks Report 2019, pubblicato ieri dal World Economic Forum, i rischi ambientali, come i fenomeni atmosferici estremi, la mancanza di azioni sul clima e la perdita di biodiversità, rappresentano le più grandi sfide, sempre crescenti, con cui l’umanità deve fare i conti. Proprio quelli di carattere ambientale rappresentano tre dei primi cinque rischi [...]

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

gennaio 16, 2019

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

Sono in arrivo nuove agevolazioni a sostegno delle clean technologies piemontesi, un settore sempre più strategico per il futuro del Paese. È infatti aperto il bando Prism-E della Regione Piemonte, che mette a disposizione 8,5 milioni di euro a piccole medie imprese – a cui si aggiungono grandi imprese che collaborano con le PMI – di Piemonte e [...]

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

gennaio 16, 2019

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

Il prossimo 24 gennaio a Innsbruck, in Austria, prenderà il via il “Worn Wear Tour” di Patagonia, lo storico brand di abbigliamento da montagna fondato da Yvon Chouinard, che farà tappa presso le destinazioni sciistiche più importanti di tutta Europa riparando cerniere, bottoni, strappi e anche abbigliamento tecnico in GORE-TEX. Ideata nel 2013, l’iniziativa Worn Wear [...]

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

gennaio 10, 2019

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

Il rosso del ferro, l’oro della pirite e l’argento dell’ematite, fino alle mille sfumature del granito. Quello dell’Isola d’Elba è un viaggio tra i colori delle pietre, custodite da sempre nel ventre dell’isola e scavate, a partire dagli Etruschi fino a una manciata di anni fa, con giacimenti apparentemente inesauribili. Chiuse nel 1981 dopo quasi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende