Home » Campioni d'Italia »Rubriche » MBL Solutions, dalla Puglia all’India con pannelli solari che non temono il calore:

MBL Solutions, dalla Puglia all’India con pannelli solari che non temono il calore

maggio 12, 2015 Campioni d'Italia, Rubriche

In India il sole c’è, e tanto, ma presto dalla Puglia arriverà la tecnologia per sfruttarlo al meglio. La MBL solutions, azienda di meccatronica con sede a Corato (Bari) ha infatti brevettato un pannello fotovoltaico in grado di resistere alle alte temperature dei Paesi tropicali senza perdere in efficienza. “Il primo brevetto è del 1998, poi aggiornato nel corso degli anni. Il nostro obiettivo era quello di realizzare un modulo che andasse bene per le zone desertiche, partendo da materiali resistenti anche a temperature elevate”, spiega l’AD dell’azienda, Luigi Maldera. In aree dove fa molto caldo come i deserti, infatti, “il pannello convenzionale nel tempo si degrada e il suo rendimento crolla. Il nostro modulo, arrivato alla settima versione, garantisce invece un’efficienza costante per almeno 30 anni, e ulteriori test sono in corso per dimostrare che può avere anche una durata superiore”.

Il segreto, sta tutto nella scelta dei materiali: “’Sumo’ è composto solo di vetro, silicio e silicone. I nostri brevetti coprono sia il prodotto sia il processo di realizzazione: abbiamo studiato con attenzione il procedimento per incapsulare le celle, in modo da sostituire l’etilene vinil acetato (una materia plastica usata per realizzare componenti flessibili, ndr) con un gel di silicone”. Detto così sembra semplice, ma la tecnologia è il frutto di un investimento di quasi 10 milioni di euro in ricerca e sviluppo. “Soldi tutti nostri, senza neanche 1 centesimo di finanziamento pubblico”, ci tiene a precisare Maldera.

Nel 2010, in collaborazione con un’impresa partner, MBL solutions realizza a Milano un impianto pilota per produrre i moduli. “Tra il 2010 e il 2011 abbiamo raggiunto in Italia 1 MW di potenza installata”. Poi la continua riduzione delle tariffe incentivanti per il fotovoltaico nel nostro Paese ha fatto decidere all’azienda di cambiare strada: “Il nostro socio lombardo ha lasciato. Noi abbiamo riacquisito i macchinari della linea produttiva e ci siamo messi in cerca di un investitore”. Durante una fiera internazionale l’incontro con l’imprenditore indiano: “La nostra idea gli è piaciuta e ha deciso di investire diverse decine di milioni di euro in uno stabilimento che avrà una capacità produttiva di 100 MW all’anno”.

Il modello di business di MBL solutions è lo stesso anche in altri Paesi: “Noi forniamo la tecnologia e cerchiamo di volta in volta imprenditori desiderosi di investire. Siamo focalizzati su Paesi dove ci sono condizioni climatiche adatte ma non esiste ancora una tradizione di produzione di moduli fotovoltaici. Sono aree in cui investire in celle convenzionali si rivelerebbe un fallimento, ma che hanno invece le potenzialità per accogliere positivamente la nostra tecnologia”, continua Maldera. “Puntiamo su Paesi in via di sviluppo dove manca l’energia elettrica, con l’obiettivo di partecipare all’emancipazione di queste popolazioni attraverso tecnologie energetiche pulite”.

Oltre all’India, dove il nuovo impianto aprirà tra giugno e luglio, sono in corso contatti con la Turchia, l’Algeria, l’Egitto, gli Emirati Arabi, l’Arabia Saudita, Sud America. “Le trattative sono molto lente per vari motivi. In Algeria, per esempio, il progetto al momento si è interrotto perché il governo ha dovuto spostare le risorse dalle rinnovabili alla protezione dei confini dai miliziani dell’Isis. In Arabia Saudita si sta pensando di creare centrali fotovoltaiche nel deserto, ma nessuno ha fretta perché c’è il petrolio, l’energia non manca”.

Oltre ai moduli fotovoltaici, l’azienda lavora anche su altri progetti di green economy. “Abbiamo messo a punto un kit per trasformare le normali bici in biciclette a pedalata assistita. I primi prototipi sono già pronti siamo alla ricerca di un partner per dare il via alla produzione”, racconta Maldera, che con i colleghi ha anche in cantiere il progetto di un nuovo propulsore elettrico per auto ibride. “Lo abbiamo presentato alla Commissione Europea per ottenere un finanziamento che ci supporti nello sviluppo del prototipo. Speriamo di iniziare a lavorarci già entro l’anno”.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

febbraio 26, 2021

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

Arriva sulla piattaforma Infinity di Mediaset “Green Storytellers”, il primo programma TV su sostenibilità e ambiente voluto e finanziato interamente grazie ad una campagna di crowdfunding di successo su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Il progetto “green” dei due autori, registi e conduttori, Marco Cortesi e Mara Moschini, ha incontrato il sostegno e l’entusiasmo di [...]

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

gennaio 5, 2021

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

Il 2020 si è chiuso con un’impennata delle vendite di auto elettriche che porta ad un dato record in termini percentuale di + 251,5% rispetto all’anno precedente, con un totale di 59.875 auto immatricolate di cui 32.500 Bev (vale a dire auto con batteria elettrica) e 27.375 Phev (auto ibride plug in). Nel 2019 il [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende