Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Migranti per aiutare la raccolta differenziata nei negozi stranieri. La nuova missione di “Sentinelle dei Rifiuti”:

Migranti per aiutare la raccolta differenziata nei negozi stranieri. La nuova missione di “Sentinelle dei Rifiuti”

luglio 19, 2017 Campioni d'Italia, Rubriche

Per vincere la sfida della raccolta differenziata, sia in quantità che in qualità, è fondamentale la comunicazione. Informazioni chiare e precise, ma soprattutto coinvolgimento dei cittadini. Dal 2012 è la ricetta delle “Sentinelle dei Rifiuti” di Torino, volontari che in questi anni si sono fatti notare con iniziative originali, grazie all’impegno e al coordinamento dell’associazione ambientale Eco dalle Città, editrice dell’omonima testata, che ha appena lanciato nel capoluogo sabaudo un nuovo progetto: “Differenziamo meglio”.

Le Sentinelle saranno impegnate per le prossime due settimane in un’ azione di sensibilizzazione sulla raccolta differenziata, in collaborazione con Amiat (Gruppo Iren), concentrata sulle attività commerciali della Circoscrizione 6, un quartiere “difficile” – tra Corso Giulio Cesare e Corso Vercelli - con la più alta concentrazione di attività commerciali gestite da cittadini stranieri. Chiara dunque la necessità di un’operazione di intermediazione culturale per informare nel migliore dei modi commercianti con tradizioni, culture e lingue diverse.

L’innovazione del progetto è infatti il coinvolgimento attivo dei migranti richiedenti asilo, che da volontari indossano i panni dei mediatori culturali. In questo modo si centrano diversi obiettivi: favorire l’inclusione sociale dei richiedenti asilo, spesso lasciati a se stessi e in balia degli eventi, sensibilizzare i nuovi cittadini italiani di origine straniera sulle tematiche ambientali e contribuire a migliorare la raccolta differenziata a Torino. Un progetto locale che, visti i benefici, potrebbe essere replicabile in altre città e Comuni italiani.

L’idea è di un ambientalista di vecchia data, che da sempre lavora all’incrocio tra la sostenibilità ambientale e quella sociale: Paolo Hutter, noto attivista e giornalista torinese, che ama “le cose scomode”. Già nei primi anni Settanta volò in Cile per seguire gli sviluppi del golpe, un reportage sui crimini militari che gli costò l’incarceramento.  Poi l’impegno politico, prima come consigliere comunale e poi nel 2000 come Assessore all’Ambiente del Comune di Torino, e oggi l’impegno associativo con Eco dalle Città, di cui è presidente e direttore responsabile.

Ma torniamo all’origine del progetto delle Sentinelle: “per fare qualcosa di concreto per la raccolta differenziata – racconta Hutter – anni fa pensammo di fare una proposta per un bando sul lavoro accessorio dei giovani italiani. Tra le iniziative ricordo i trash mob dove si prendevano i bidoni dell’indifferenziata e si faceva vedere il contenuto: c’era tanto da differenziare!“.

Ora la sensibilizzazione continua con “Differenziamo Meglio”, dove i volontari insieme ai richiedenti asilo creano un team dal dialogo più efficace, per comprendere meglio le difficoltà che i commercianti stranieri affrontano tutti i giorni nella gestione dei propri rifiuti. In sostanza: superare le barriere linguistiche per differenziare meglio. “Abbiamo coinvolto i richiedenti asilo, prima con Volontari per un Giorno e poi con altre iniziative, per esempio a Porta Palazzo (altro quartiere multietnico di Torino, NdR). Ora iniziamo questo giro esplorativo nel mondo del commercio prevalentemente straniero – spiega Hutter – per ricordare che la differenziata si può fare anche nei quartieri dove non è arrivato il porta a porta“. C’è il lavoro sul campo, ma anche un po’ di tecnologia. Grazie al Rifiutologo Multilingue, uno strumento realizzato da Amiat in inglese, francese, spagnolo, arabo e cinese. In questo modo è più facile far comprendere ai cittadini stranieri le corrette modalità della raccolta differenziata.

Le “Sentinelle dei Rifiuti” proseguono dunque, con nuove modalità, la loro missione nata che dal 2012, che vanta nel proprio curriculum molte altre iniziative, come PoPP, per il miglioramento della raccolta dell’organico allo storico mercato di Porta Palazzo (un’iniziativa dove, oltre alla differenziazione, le Sentinelle si occupano anche di recuperare cibo prezioso per gli indigenti e le classi sociali maggiormente piegate dalla crisi economica); oppure la collaborazione con Slow Food per la differenziazione dei rifiuti al Terra Madre Salone del Gusto 2016; le Cartoniadi (Olimpiadi della Raccolta della Carta, promosso dal Comune di Torino, COMIECO e Amiat nel 2014); o ancora Vanchiglia Ricicla San Salvario Ricicla (2015 e 2016), organizzati in collaborazione con le circoscrizioni e gli istituti secondari di primo grado.

Un’esperienza che non intende restare confinata a Torino, ma è aperta alla replicabilità delle buone pratiche in altri luoghi d’Italia, come confermano i progetti già realizzati prima a Palermo e poi in Puglia, nel 2015, in collaborazione con la Regione Puglia e Arci. Proprio nei giorni in cui il dibattito sui migranti si infiamma Hutter resta fedele alla sua idea di inclusività, dove un “problema” sociale, può diventare un’opportunità per l’ambiente: “sono convinto che la nuova gestione dei rifiuti e quella contro gli sprechi avrà bisogno dei migranti e darà spazio al loro lavoro”.

Gian Basilio Nieddu

 

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Al Centro Velico Caprera i corsi di navigazione e ambiente

agosto 9, 2018

Al Centro Velico Caprera i corsi di navigazione e ambiente

E’ salpato sabato 21 luglio il primo Corso di Navigazione, Ambiente e Cultura del Centro Velico Caprera. Un’assoluta novità per la più prestigiosa scuola di vela del Mediterraneo che ha pensato di unire i contenuti di un classico corso di cabinato ad un’esperienza formativa dal punto di vista culturale e naturalistico, grazie alla presenza di un esperto [...]

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

luglio 19, 2018

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

Si svolgerà venerdì 20 luglio a Roma presso l’Auditorium del GSE (Viale Maresciallo Pilsudski, 92) dalle 9:00 alle 13:00 il workshop “Rinnovare le rinnovabili: servizi, tecnologie e mercati per un futuro sostenibile senza incentivi”, un’occasione per riflettere sul recente accordo raggiunto tra Consiglio, Parlamento e Commissione Europea, che ha rialzato al 32% il target complessivo [...]

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

luglio 17, 2018

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

Torna dal 18 al 22 luglio a Padova, nella cornice ecologica del Fenice Green Energy Park,  EcoFuturo Festival, giunto alla sua V edizione. Cinque giornate con appuntamenti, incontri, spettacoli, corsi, workshop, esposizioni e cene bio. Il tutto nel segno dell’innovazione ecologica. Il focus di questa edizione sarà l’anidride carbonica che sta alterando il clima e la [...]

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

luglio 12, 2018

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

Dal 14 al 16 settembre 2018 torna al Parco Centrale del Lago dell’EUR di Roma la Re Boat Roma Race, la prima regata in Italia d’imbarcazioni costruite con materiali di recupero, in un’ottica di riuso e riciclo. Un evento che accoglie famiglie, bambini, ragazzi e chiunque abbia voglia di porsi in gioco in questa folle e divertente [...]

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

luglio 9, 2018

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

Tecnologie nature based per riconvertire aree post industriali, trasformandole in infrastrutture verdi, coinvolgendo cittadini, Ong e associazioni del territorio. E’ questo l’obiettivo del progetto ProGIreg (Productive Green Infrastructure for post industrial Urban Regeneration) che coinvolge, oltre a Torino, con focus del Progetto Mirafiori Sud, le città di Dortmund (Germania), Zagabria (Croazia) e Ningbo (Cina). Il [...]

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

luglio 9, 2018

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

Ingegneri specializzati  nello studio  delle energie rinnovabili imbarcati su una barca a vela condotta dai ragazzi dell’associazione New Sardiniasail ovvero adolescenti con problemi penali che il Dipartimento di Giustizia  di Cagliari ha affidato nelle mani di Simone Camba – poliziotto e presidente di  New Sardiniasail – per imparare un mestiere.  Un progetto sociale che vede [...]

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

giugno 25, 2018

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

L’Unione Europea compie un altro passo esplorativo verso il riconoscimento e incoraggiamento della finanza sostenibile, come strumento per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (SDG), ma anche come mezzo per perseguire la stabilità finanziaria nel vecchio continente. Martedì 19 giugno la Commissione per gli Affari Economici e Monetari del Parlamento Europeo ha infatti approvato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende