Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Mirnagreen, gli integratori nutraceutici “circolari” che combattono le infiammazioni:

Mirnagreen, gli integratori nutraceutici “circolari” che combattono le infiammazioni

aprile 17, 2019 Campioni d'Italia, Rubriche

Contribuire alla salute con integratori nutraceutici, ma in modo “circolare”, ovvero utilizzando sottoprodotti dell’agricoltura, frutta e verdura, senza creare scarti. E’ questa la mission di Mirnagreen, start up creata e guidata dal biologo milanese, Roberto Viola, sessantenne con una laurea alla Facoltà di Agraria di Milano, un dottorato in biochimica vegetale, vent’anni di ricerca in Scozia e gli ultimi dieci passati di nuovo in Italia a porre le basi per la nuova avventura imprenditoriale.

L’idea nasce alla Fondazione Mach di San Michele all’Adige dove, da direttore di ricerca, Viola individua le molecole e poi la metodologia produttiva degli estratti di microRna (piccole molecole endogene di Rna) di frutta e ortaggi. Utilissimi per curare le infiammazioni alla base di malattie come il diabete e il cancro.

Tutti sappiamo che frutta e verdura vanno consumati in grandi quantità. Ma non basta perché queste molecole, per centrare l’obiettivo, devono arrivare non degradate al bersaglio. La ricerca di Viola ha portato all’estrazione della sostanza e alla compressione, in un milligrammo, di 2 kg di frutta e verdura. Visto che, per avere effetti significativi sull’organismo, dovremmo proprio mangiare due chili al giorno di vegetali, abitudine non sempre facile da mantenere e che comunque non garantisce che la sostanza utile non degradi.

Il processo è completamente naturale, non c’è una sintesi chimica – spiega Viola - non c’è impatto sull’ecosistema. Il nostro obiettivo è far entrare in azienda i sottoprodotti dell’industria agricola e non far uscire nessun tipo di scarto. Intendiamo utilizzare tutto il nostro sottoprodotto come farina alimentare e recuperare anche l’acqua utilizzata nel processo produttivo”. Naturalità del prodotto, dunque, ma anche sostenibilità ambientale ed economica. Tre piccioni con una fava.

Lo scienziato milanese ha avviato le fondamenta della sua impresa a Rovereto, un terreno fertile per chi vuole investire in idee innovative. Anche nel campo della nutraceutica, un settore  che solo in Italia oggi fattura circa 2 miliardi di euro, con un tasso di crescita del 6/7 % annuo.

La chiave del business ruota comunque intorno ai risultati positivi di ricerca e sviluppo, come nei migliori casi di start up di successo. “E’ merito della scoperta, dentro frutta e verdura, di queste molecole che hanno un effetto antinfiammatorio”, conferma Viola. “In un secondo momento abbiamo stimato la quantità necessaria per avere dei benefici, ovvero quanta frutta e verdura bisognasse consumare”. Il target  è stato fissato in due kg a testa al giorno, quantità non impossibile per il biologo: “E’ un valore molto elevato, ma non incompatibile. Basta guardare al nostro più antico passato. Ci sono state fasi della vita sul pianeta con un grande consumo di vegetali“.

Mirnagreen non vuole sostituire i propri integratori al normale consumo di frutta e verdura: ”Siamo in linea con le raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sulla necessità di una dieta ricca di frutta e verdura. Noi proponiamo però l’integrazione con la nostra sostanza, per un miglior risultato di salute”. La posta in gioco è alta: “Le malattie croniche non trasmissibili oggi sono la causa maggiore di morte. Sono legate al sistema immunitario, insomma non moriamo di microorganismi ma perché il sistema immunitario perde colpi e non riesce a fronteggiare infiammazioni croniche“.

Il percorso della start up incubata a Rovereto prevede  la realizzazione di un impianto, entro il 2020, dove a regime si possa arrivare a produrre 100 kg al mese di principio attivo. Un obiettivo che ha destato interesse e attenzione anche a livello internazionale, dove Mirnagreen ha già raccolto consensi e riconoscimenti di rilievo, dalla finale nella competizione Hello Tomorrow a Parigi a quella di G4A Generator a New York. Una storia da perfetti Campioni d’Italia

Gian Basilio Nieddu

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

febbraio 26, 2021

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

Arriva sulla piattaforma Infinity di Mediaset “Green Storytellers”, il primo programma TV su sostenibilità e ambiente voluto e finanziato interamente grazie ad una campagna di crowdfunding di successo su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Il progetto “green” dei due autori, registi e conduttori, Marco Cortesi e Mara Moschini, ha incontrato il sostegno e l’entusiasmo di [...]

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

gennaio 5, 2021

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

Il 2020 si è chiuso con un’impennata delle vendite di auto elettriche che porta ad un dato record in termini percentuale di + 251,5% rispetto all’anno precedente, con un totale di 59.875 auto immatricolate di cui 32.500 Bev (vale a dire auto con batteria elettrica) e 27.375 Phev (auto ibride plug in). Nel 2019 il [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende