Home » Rubriche »Very Important Planet » Monica Maggioni: “Bisogna trasformare i temi ambientali in storie appassionanti”:

Monica Maggioni: “Bisogna trasformare i temi ambientali in storie appassionanti”

settembre 27, 2013 Rubriche, Very Important Planet

In generale in televisione si fa poca informazione ambientale. Forse per mancanza di spazio? Nel caso di un canale all-news il problema non dovrebbe porsi, ma nemmeno Rai News 24 fa eccezione alla regola. Tuttavia le cose potrebbero cambiare “direzione”. «La questione ambientale è una tematica alla quale tengo particolarmente» sottolinea Monica Maggioni, dallo scorso gennaio nuovo direttore di Rai News 24.

Chi è Monica Maggioni? Prima di arrivare alla guida dell’all-news consolida la sua notorietà come inviata Rai. Sudafrica, Mozambico, Israele e Stati Uniti sono le prime tappe del percorso. Nel 2001, dopo l’11 settembre, viene inviata prima in Medio Oriente e poi negli Stati Uniti per seguire le diverse fasi di preparazione della guerra in Afghanistan. Nel 2003, fra i giornalisti italiani presenti in Iraq durante la seconda Guerra del Golfo, è l’unica giornalista embedded a fianco dei marines statunitensi. Nel febbraio 2007 diventa uno dei nuovi volti femminili del Tg1 delle ore 20. Dopo essere stata più volte inviata negli USA, nel 2009 prende il testimone nella conduzione di Speciale TG1.

Lo scorso gennaio Monica Maggioni si rivolge per la prima volta ai telespettatori in qualità di nuovo direttore di Rai News 24: «Sono molto orgogliosa di essere qui perché credo profondamente nell’all-news e nelle sue possibilità. Credo anche che le all-news di servizio pubblico abbiano una possibilità e un dovere in più: illuminare mondi, cose, persone che spesso non hanno voce». E tra queste voci potrebbe essere la volta delle questioni ambientali.

D) Direttore, quanto spazio dedica attualmente Rai News 24 alle tematiche ambientali?

R) In questo momento poco. Stiamo però ripensando tutto il percorso del canale e sicuramente in futuro questa tematica andrà ad occupare sempre più spazio all’interno del nostro palinsesto. Inoltre, Rai News 24 si appresta ad iniziare un grande lavoro sul web. Lì, in particolare, stiamo studiando il modo di creare degli spazi di aggregazione, dibattito e discussione. Immagino che in questo modo entreremo in contatto anche con il mondo dei giornalisti ambientali. La questione ambientale è una tematica alla quale tengo particolarmente. Mi sembra fondamentale e credo che non bisogna essere “geniali” per tenerci in modo particolare: è l’unica tematica con la quale abbiamo qualche chance per sopravvivere tutti.

D) Vista la sua esperienza internazionale, qual è lo spazio che i media generalisti all’estero riservano alle tematiche ambientali?

R) Molto di più di quello che riserviamo noi in Italia, almeno in alcune nazioni più avanzate dal punto di vista dello sviluppo dello sguardo sull’ambiente e sulle tematiche della sostenibilità. Tuttavia auspico che l’Italia, come ha rincorso e qualche volta superato gli altri in diversi aspetti, lo farà anche su questo. Ciò che dico non è retorica, ci credo davvero.

D) Secondo lei, la Tv e l’informazione televisiva possono favorire la sensibilizzazione dei telespettatori verso le tematiche ambientali?

R) È l’informazione in generale che può aiutare a sensibilizzare verso queste tematiche. Lo fa la televisione così come lo fanno la radio e il web. In quest’ultimo caso sono utili tutti gli strumenti che il web mette a disposizione: dagli spazi di blogging alla creazione di gruppi di opinione e communities.

D) In occasione dell’ultimo Festival di Giornalismo di Perugia si è costituita la FIMA (Federazione Italiana Media Ambientali). Tra gli obiettivi dell’organizzazione c’è anche l’aumento della consapevolezza dei giornalisti e dei media generalisti verso le questioni ambientali. Che consiglio si sente di dare in quest’ottica?

R) Lo stesso consiglio che darei a chiunque cercasse di far passar sempre di più un tema nella società. Mettere in pratica quello che in inglese è definito con il termine storify: trovare il modo di far sì che ogni cosa diventi una storia, una storia appassionante, emotiva ed attraente. Solo in questo modo le persone si sentono naturalmente coinvolte e partecipano a quello che si sta raccontando.

Giuseppe Iasparra

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Arte e cambiamenti climatici: a Venezia una conferenza e opere d’ispirazione scientifica

ottobre 19, 2017

Arte e cambiamenti climatici: a Venezia una conferenza e opere d’ispirazione scientifica

Il 27 ottobre a Venezia inaugurerà Climate 04 – Sea Level Rise, progetto d’arte pubblica sulle conseguenze dei cambiamenti climatici e l’innalzamento del livello del mare in Laguna, che trae ispirazione dai recenti studi sull’innalzamento del livello medio del mare, le onde estreme, e il ruolo delle piante costiere e di barena per l’ecosistema lagunare. L’iniziativa prevede [...]

I RAEE nell’economia circolare. I risultati dello studio IEFE Bocconi per Remedia

ottobre 18, 2017

I RAEE nell’economia circolare. I risultati dello studio IEFE Bocconi per Remedia

Un incremento dell’immesso al consumo dei prodotti pari a circa 1.330.000 tonnellate (rispetto alle 875.000 tonnellate di AEE – apparecchiature elettriche ed elettroniche – domestiche e professionali immesse nel sistema attuale) oltre a un aumento del numero di produttori coinvolti nel sistema RAEE, tra i 6.000 e i 9.000 in più (rispetto agli attuali 6.000/7.000 mila): sono [...]

Il CdM approva il “Bonus Verde”: detrazioni fiscali del 36% per la sistemazione di giardini e terrazzi

ottobre 17, 2017

Il CdM approva il “Bonus Verde”: detrazioni fiscali del 36% per la sistemazione di giardini e terrazzi

Dopo quasi tre anni di lavoro di sensibilizzazione, promozione, cultura e networking, il CNFFP – Coordinamento Nazionale Filiera del Florovivaismo e del Paesaggio annuncia l’approvazione, da parte del Consiglio dei Ministri, del cosiddetto “Bonus Verde”, ovvero la nuova detrazione fiscale del 36% per la cura del verde privato. Annunciato ieri dal Ministro delle Politiche Agricole, [...]

Hyundai IONIQ riceve il “Green Gold Award 2018″ per la tripla alimentazione

ottobre 16, 2017

Hyundai IONIQ riceve il “Green Gold Award 2018″ per la tripla alimentazione

È Hyundai IONIQ la vincitrice del titolo “Green Gold Award 2018”, assegnato dall’Unione Italiana Giornalisti Automotive (UIGA) martedì scorso a Frascati (Roma). Il premio rappresenta un importante riconoscimento alla triplice tecnologia sviluppata da Hyundai sulla gamma IONIQ, prima auto di serie al mondo disponibile in versione Hybrid, Electric oppure Plug-in Hybrid. IONIQ avvicina così le [...]

MiMoto, il primo scooter sharing elettrico senza stazioni

ottobre 13, 2017

MiMoto, il primo scooter sharing elettrico senza stazioni

Nasce a Milano MiMoto, il primo ed unico servizio di scooter sharing elettrico ed ecosostenibile della città. Un’idea semplice che unisce in sé rispetto per l’ambiente, Made in Italy, sicurezza stradale, condivisione ed efficienza. MiMoto oltre a essere una start up innovativa, è un servizio che ha l’obiettivo primario di offrire ai propri clienti finali [...]

Copernicus: il programma europeo sbarca in Emilia Romagna a sostegno dell’agricoltura sostenibile

ottobre 13, 2017

Copernicus: il programma europeo sbarca in Emilia Romagna a sostegno dell’agricoltura sostenibile

Sbarca in Italia Copernicus, il programma di osservazione della Terra sviluppato dalla Commissione Europea. C3S – Copernicus Climate Change Service è costituito da un insieme complesso di dati provenienti da più fonti (satelliti di osservazione, stazioni di terra, sensori in mare e aerei) che possono fornire informazioni affidabili e aggiornate su ambiente e sicurezza, aiutando a [...]

Il 14 ottobre si celebra la 1° Giornata Mondiale dell’educazione ambientale

ottobre 12, 2017

Il 14 ottobre si celebra la 1° Giornata Mondiale dell’educazione ambientale

Il 14 ottobre 2017 si celebrerà la prima Giornata mondiale dell’Educazione Ambientale, a 40 anni dalla Conferenza ONU di Tbilisi (capitale della Georgia), in cui si svolse – il 14 ottobre del 1977 – la Conferenza intergovernativa delle Nazioni Unite sull’educazione ambientale, organizzata da UNESCO e UNEP, che si concluse il 26 ottobre con una Dichiarazione [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende