Home » Bollettino Europa »Rubriche » Monnezza campana: l’Europa si interroga:

Monnezza campana: l’Europa si interroga

dicembre 20, 2010 Bollettino Europa, Rubriche

Courtesy of European Parliament_Pietro Naj-OleariLa “monnezza campana sarà al centro della prossima seduta plenaria del Parlamento Europeo, ospitata a Strasburgo dopo le festività, dal 17 al 19 gennaio 2011. Un’interrogazione con  richiesta di risposta orale metterà in luce tutte le contraddizioni della questione “rifiuti napoletani”. Sotto accusa l’infrazione italiana rispetto al diritto comunitario: il 4 marzo 2010 la Corte europea di giustizia giudicò infatti che l’Italia non era in regola perché non aveva realizzato, in Campania, una rete di impianti tale da garantire lo smaltimento dei rifiuti urbani in maniera sicura per la salute dei cittadini e per l’ambiente.

Da allora il Belpaese non ha ancora adottato le misure necessarie per conformarsi alla sentenza della Corte. Secondo i commissari europei la situazione attuale è molto simile alla crisi esplosa nel 2007 che indusse la Commissione ad avviare una procedura di infrazione contro il nostro Paese.

Tante le domande per fa luce sul caso campano. Quali misure ha intrapreso o intende intraprendere, si chiedono i parlamentari, la Commissione per garantire che le autorità competenti in Italia controllino che i rifiuti siano correttamente raccolti, separati e trattati in modo da non danneggiare la salute umana e l’ambiente e affinché un piano credibile sia presentato dalle autorità regionali? E soprattutto qual è la valutazione della Commissione sulle linee guida del piano che è stato presentato a luglio scorso dal Miniatro dell’ambiente? Tali linee guida saranno sufficienti? In caso negativo che cosa manca?

Ma sopattutto ci si chiederà se la Commissione aprirà la procedura dell’articolo 260 nei confronti dell’Italia per comminare sanzioni affinché le autorità italiane ottemperino alla sentenza della Corte, in particolare dimostrando che le discariche esistenti sono conformi alla legislazione dell’Unione europea e non mettano in pericolo la salute dei cittadini e l’ambiente.

Durante la  riunione della Commissione Parlamentare Envi (Ambiente, Sanità Pubblica, e Sicurezza Alimentare) del 1° dicembre scorso, si è inoltre evidenziato che la Direttiva sulle discariche non stabilisce in modo specifico che le discariche non possano essere situate all’interno dei parchi nazionali. Una lacuna potenzialmente gravissima.

Sotto la lente anche i fondi europei. Ci si chiede: la Commissione, anche in seguito alle recenti ispezioni, è in grado di riferire i dati circa i fondi comunitari che sono stati stanziati negli ultimi 20 anni a favore dell’Italia e della Regione Campania per la gestione e lo smaltimento dei rifiuti urbani? Secondo i dati in possesso, i fondi stanziati sono stati impiegati utilmente e secondo i piani presentati dalle autorità regionali e locali? La Commissione ha mai verificato se i finanziamenti sono stati impiegati in modo efficiente da parte delle autorità locali? Considerando che la gestione della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti non ha portato ad una soluzione permanente della crisi, si intende intraprendere provvedimenti finanziari nel caso le autorità regionali non presentassero un piano di gestione in grado di risolvere definitivamente la questione rifiuti? Tante domande, per le quali il Parlamento Europeo attende risposte.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Mercato del gas: soluzioni più sostenibili ed efficienti per la transizione energetica. La visione di E.ON

settembre 1, 2020

Mercato del gas: soluzioni più sostenibili ed efficienti per la transizione energetica. La visione di E.ON

Il gas naturale è da tempo una delle principali fonti energetiche del mondo e potrebbe ulteriormente acquisire un ruolo chiave nella “transizione energetica”, come recentemente evidenziato dal Global Gas Report 2020 di International Gas Union (IGU), BloombergNEF (BNEF) e Snam e, sul fronte italiano, dalle proiezioni dello Studio Confindustria – Nomisma Energia “Sistema gas naturale [...]

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

giugno 26, 2020

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

Circularity, start up innovativa fondata nel 2018 con l’obiettivo di rivoluzionare il mondo dei rifiuti in Italia, ha lanciato il primo motore di ricerca per raccogliere informazioni e concludere transazioni che consentano alle imprese industriali di attivare processi di economia circolare e gestire i rifiuti come una risorsa e non soltanto come un costo e [...]

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

giugno 4, 2020

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

L’uso del condizionatore gonfia notevolmente le bollette elettriche delle famiglie, con importanti conseguenze sulla loro “povertà energetica”. Lo rivela uno studio condotto da un gruppo di ricerca dell’Università Ca’ Foscari Venezia e del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC), appena pubblicato sulla rivista scientifica Economic Modeling. Studi precedenti realizzati negli Stati Uniti stimano un incremento [...]

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

giugno 4, 2020

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

E’ in fase di partenza l’edizione 2020 del progetto Green Jobs, nato per promuovere la crescita di competenze e sensibilità nel settore dell’economia circolare attraverso attività formative sul territorio: CONAI e l’Università degli Studi della Basilicata daranno, anche quest’anno, la possibilità a ottanta laureati della Regione di partecipare gratuitamente a un iter didattico per facilitare [...]

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

maggio 27, 2020

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

Quanto la second hand economy sia ormai rilevante nell’economia nazionale italiana lo conferma la sesta edizione dell’Osservatorio Second Hand Economy condotto da BVA Doxa per Subito, piattaforma leader in Italia per la compravendita di oggetti usati, con oltre 13 milioni di utenti unici mensili, che ha evidenziato come il valore generato da questa forma di “economia [...]

Möves: a Milano al lavoro in eBike

maggio 20, 2020

Möves: a Milano al lavoro in eBike

Anche a Milano finisce il lockdown e nasce Möves (dal gergo dialettale milanese: “muoviamoci“), un progetto dedicato alle aziende del capoluogo lombardo che vogliono agevolare la mobilità in sicurezza dei propri dipendenti. In base ai dati emersi da un censimento, il numero di residenti milanesi che si sposta quotidianamente per recarsi al luogo di lavoro [...]

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

maggio 15, 2020

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

Tra i provvedimenti varati dal Governo il nuovo “Decreto Rilancio” prevede l’innalzamento delle detrazioni dell’Ecobonus e del Sismabonus al 110% a partire dal 1° luglio 2020, aprendo importanti opportunità di rilancio per il settore immobiliare nel dopo emergenza Covid. “Grazie al ‘Decreto Rilancio’ e al Superbonus al 110% sarà possibile intervenire sulle nostre città con [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende