Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Na2rale: il giubbotto impermeabile in solo cotone organico:

Na2rale: il giubbotto impermeabile in solo cotone organico

gennaio 8, 2014 Campioni d'Italia, Rubriche

Il suo ultimo progetto è un giubbotto impermeabile realizzato in cotone biologico, senza fibre sintetiche, unendo alla tecnica scoperta in Gran Bretagna e usata fino agli anni ’30 del 1900 per le tute dei piloti della Royal Air Force l’innovazione tecnologica e la passione delle PMI italiane. Na2rale è una piccola azienda nata a Torino tre anni fa da Luca Sburlati, in passato manager delle risorse umane e direttore generale di un’azienda di imbarcazioni di lusso, e un paio di amici di un’impresa del settore abbigliamento. Per i primi 12 mesi, è stata soprattutto un’idea, che poi si è trasformata in una linea di capi sportivi, curati e mai banali, con buona vestibilità, in cotone organico e lana, trattati con colori naturali e certificati Gots (Global Organic Textile Standard), il marchio internazionale che garantisce la sostenibilità ambientale e sociale dei processi produttivi nel settore tessile.

Tutto è nato in primo luogo da una mia esigenza personale: trovare capi sostenibili e allo stesso tempo Made in Italy, cosa difficilissima. Per studiare l’attività, cercare i tessuti, esplorare la filiera per trovare le aziende con cui collaborare, ci abbiamo impiegato un anno. E’ stato un lavoro lungo, anche perché la produzione di capi sportivi in Italia era stata un po’ dimenticata”, spiega Sburlati, oggi amministratore delegato di Na2rale.

Dopo la realizzazione dei prototipi, un anno e mezzo fa è iniziata la commercializzazione: “Abbiamo aperto un punto vendita a marchio proprio a Torino, un e-commerce sul nostro sito, e abbiamo cominciato a partecipare alle fiere, soprattutto all’estero. Se infatti in Italia la sensibilità verso la sostenibilità riguarda soprattutto il cibo e quasi nessuno legge le etichette dei vestiti, negli altri Paesi europei c’è molta più attenzione anche ai rischi di tossicità legati all’abbigliamento”.

Oggi le camicie, le felpe e i giubbotti Na2rale sono venduti soprattutto in Svizzera, Olanda e Germania; il mercato di riferimento è quello tedesco. “L’obiettivo per il 2014 è di raggiungere il mezzo milione di euro di fatturato. Nel nostro Paese il concetto di sostenibilità si sta allargando, nascono movimenti di consumo consapevole: sicuramente nei prossimi dieci anni le cose cambieranno anche da noi”. Uno dei punti critici, come spesso avviene per i prodotti sostenibili, è il prezzo: “Il consumatore deve abituarsi a pensare che invece di tre magliette in fibre sintetiche può comprarne una in cotone organico, che costa di più ma dura più a lungo. All’estero in molti sono già disposti a farlo”.

Pur non potendo contare su grossi capitali, l’azienda ha scelto di investire tutto sull’innovazione: “Alle attività di ricerca e sviluppo abbiamo destinato 18 mesi di duro lavoro, dedicati soprattutto alla ricerca sui tessuti, e alcune centinaia di migliaia di euro”. Uno dei risultati è per esempio la tecnica dell’accoppiamento dei tessuti: “Uniamo uno strato di cotone con uno di lana, in modo da ottenere felpe traspiranti, ma con ottime performance di isolamento termico, sia dal caldo che dal freddo”.

Frutto di questo impegno è anche Hydro Jacket, il giubbotto impermeabile in cotone organico lanciato in queste settimane, nato dalla collaborazione tra Na2rale e una tessitura comasca, guidata da un imprenditore appassionato di tessuti storici. Per progettarlo sono serviti 12 mesi di test e sperimentazioni. “Grazie a trame ordite molto vicine e all’utilizzo di un filo di cotone finissimo, si ottiene un tessuto che impedisce alle molecole dell’acqua di entrare”. Per sostenere il progetto, Sburlati ha scelto il crowdfunding sulla piattaforma Kickstarter: “L’azienda si finanzia tramite i clienti, evitando così di indebitarsi con le banche, visto anche gli alti tassi di interesse che ci sono oggi in Italia. In cambio le persone, oltre a contribuire allo sviluppo di prodotti a zero contenuto di petrolio, avranno il prodotto in anteprima e a un prezzo quasi dimezzato rispetto a quanto costerà in negozio: 170 euro contro 300”. Fino al 12 gennaio, chiunque può contribuire con un minimo di 6 euro. “La produzione di questo capo unico sul mercato comincerà a marzo e le prime consegne partiranno dopo un mese e mezzo”.

Per l’azienda torinese, che ha appena vinto il Premio Natura 2014, nel futuro c’è un ampliamento della gamma – “Vorremmo espanderci a tutto l’ambito active, aggiungendo all’abbigliamento altri tipi di prodotti per le attività all’aperto” – e l’attenzione alla sostenibilità sociale: “Puntiamo alla certificazione etica SA8000. Essendomi occupato in passato di risorse umane, ho il pallino per la social accountability, che oltre all’ambiente prevede anche la sicurezza sul lavoro e il rispetto dei diritti dei lavoratori”. Le difficoltà non mancano, ma il Made in Italy è, insieme alla sostenibilità, alla base dell’identità di Na2rale: “Produrre nel Far East costa 10 volte meno e in Turchia un quarto, ma noi teniamo duro”.

Veronica Ulivieri

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Cambiano come Montmartre”, artisti del riuso

settembre 15, 2018

“Cambiano come Montmartre”, artisti del riuso

Per il trentunesimo anno consecutivo, domenica 16 settembre torna a Cambiano, in provincia di Torino, la manifestazione “Cambiano come Montmartre“, un evento per stimolare la creatività dei cittadini con una serie di iniziative che quest’anno ruoteranno intorno al tema “Riuso, Riciclo Creativo e Sostenibilità”. Gli artisti, le associazioni del territorio, le scuole e i diversi attori [...]

Repower presenta la nuova barca “full electric” al Salone Nautico di Genova

settembre 4, 2018

Repower presenta la nuova barca “full electric” al Salone Nautico di Genova

Repower presenterà alla 58° edizione del Salone Nautico di Genova, dal 20 al 25 settembre prossimi, la sua nuova creazione, una delle prime barche nate “full electric”, ricaricabile anche attraverso sistemi di ricarica veloce del mondo e-cars. Con RepowerE, evoluzione cabinata della Reboat, una imbarcazione aperta attiva dal 2016 sul Lago di Garda, l’azienda svizzera – [...]

“Urbanpromo Green”: a Venezia la seconda edizione del convegno sull’urbanistica sostenibile

agosto 30, 2018

“Urbanpromo Green”: a Venezia la seconda edizione del convegno sull’urbanistica sostenibile

Due giorni incentrati sulle innovazioni che le politiche di sostenibilità generano nella pianificazione urbanistica e territoriale, nella progettazione urbana e architettonica, nelle tecniche costruttive e nella erogazione dei servizi urbani. Per il secondo anno consecutivo, il 20 e 21 settembre, si terrà a Palazzo Badoer, sede della Scuola di Dottorato dell’Università Iuav di Venezia, Urbanpromo [...]

Il valore dei fiumi: un report del WWF evidenzia i benefici nascosti

agosto 27, 2018

Il valore dei fiumi: un report del WWF evidenzia i benefici nascosti

In un periodo in cui inondazioni e siccità devastano comunità e paesi in tutto il mondo, il nuovo rapporto del WWF internazionale “Valuing Rivers” sottolinea la capacità che hanno i fiumi, quando sono in buono stato di salute, di mitigare i disastri naturali: benefici che potremmo perdere se si continua a sottovalutare e trascurare il vero valore dei [...]

Le considerazioni dei geologi ad un anno dal terremoto: “alla fine la prevenzione rimane una chimera”

agosto 24, 2018

Le considerazioni dei geologi ad un anno dal terremoto: “alla fine la prevenzione rimane una chimera”

Oggi ricorre il secondo anniversario di quel 24 agosto 2016, quando un terribile terremoto colpì un’ampia fascia appenninica dell’Italia centrale portando con sé lutti e distruzione. A due anni di distanza il Consiglio Nazionale dei Geologi ha fatto quindi il punto, ricordando innanzitutto chi non c’è più e a chi ha perduto tutto – dai propri [...]

GSE: premio da 3.000 euro per tesi di laurea sulla bio-economia circolare

agosto 22, 2018

GSE: premio da 3.000 euro per tesi di laurea sulla bio-economia circolare

GSE, il Gestore Servizi Energetici conferma il suo impegno nell’iniziativa “Premi di Laurea” del Comitato Leonardo, giunta quest’anno alla XXI edizione, mettendo in palio una borsa di studio del valore di 3.000 euro per la migliore tesi di laurea in grado di presentare lo “Sviluppo di sistemi energetici in ambito agro-alimentare per promuovere nuovi modelli di bio-economia [...]

“Blue Heart”, il film di Patagonia contro l’idroelettrico selvaggio da oggi in streaming

agosto 21, 2018

“Blue Heart”, il film di Patagonia contro l’idroelettrico selvaggio da oggi in streaming

Il film documentario di Patagonia, “Blue Heart” – disponibile a partire da oggi, 21 agosto 2018, in tutto il mondo, su piattaforme di streaming come iTunes, Amazon Video, Google Play e Sony PlayStation – racconta della lotta per proteggere gli ultimi fiumi incontaminati d’Europa e concentra l’attenzione internazionale sul potenziale disastro ambientale che potrebbe colpire l’Europa [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende