Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Nesocell, l’isolante dagli scarti di cartiera che costa meno del polistirolo:

Nesocell, l’isolante dagli scarti di cartiera che costa meno del polistirolo

marzo 18, 2015 Campioni d'Italia, Rubriche

Non è soltanto yogico il detto secondo il quale è bene trasformare un problema in esperienza e risorsa. Vale anche in azienda. Ed è proprio da un problema che è nato un prodotto di eccellenza Made in Italy: l’isolante di fiocchi di cellulosa Nesocell.

“L’idea è nata una sera a cena – spiega Francesco Vinci, responsabile commerciale – quando l’Ing. Davide Contu, direttore di una cartiera, si lamentava con Andrea Cavaleri, ricercatore universitario, dell’alto costo dello smaltimento in discarica della cellulosa d’avanzo. A quella conversazione è seguita la spedizione di due sacchi di scarti al Politecnico, qualche studio sul materiale e sul trattamento più adeguato e sostenibile”, e quello che era il rifiuto è diventato materiale d’avanguardia.

L’isolante Nesocell, che detiene due brevetti internazionali per il prodotto e per il processo, si distingue dagli altri innanzitutto per la purezza degli scarti, che vengono lavorati puliti (il materiale isolante solitamente è prodotto triturando il macero di quotidiani, riviste e altre carte che  contengono già inchiostri, colle, patine e lavorati con additivi in polvere) direttamente in cartiera e in umido, mescolando in acqua le sostanze additive, che, aggiunte in fase liquida, rivestono le singole fibre in maniera più regolare e omogenea rendendo il materiale ancora più efficiente e performante. “Inoltre – continua Vinci – per abbassare al minimo il livello di nocività della fibra la lavorazione messa a punto da Nesocell utilizza la poltiglia bordolese come biocida e l’idrossido di alluminio per aumentare la resistenza al fuoco. Senza contare che la produzione è per noi a km.0, visto che il materiale di scarto ci arriva da due cartiere piemontesi, una delle quali è proprio a pochi chilometri dallo stabilimento”.

Ideato sotto il nome di CelluFLOC, il progetto è stato lanciato con lo scopo di riutilizzare scarti industriali del settore cartario per produrre isolanti termici ed acustici fortemente innovativi, e ha ottenuto diversi riconoscimenti prestigiosi, come la vittoria della StartCUP Piemonte 2009, a seguito dei quali è stata costituita la società Nesocell Srl, Spin-off del Politecnico di Torino con sede nell’Incubatore di Imprese Innovative I3P del Politecnico. Grazie ad un finanziamento europeo dall’estate 2010 è partita la produzione nello stabilimento di Balangero (TO), che “alla fine del 2011 ha raggiunto livelli industriali – commenta Vinci- con un buon giro d’affari. In Italia Nesocell vende a privati, imprese edili e studi di architetti e ingegneri; ora siamo in attesa della marcatura CE per lanciarci anche sul mercato europeo”.

Così, a fronte di un importante opera di recupero degli scarti, di riduzione di costi e dell’impatto ambientale delle produzioni cartiere, si ha un prodotto efficiente, sicuro e di qualità. I fiocchi Nesocell vantano un elevato potere isolante comparabile con gli isolanti sintetici più performanti (k=0,038 W/mK), un alto potere traspirante (μ=1,2) e un’elevata capacità termica (cp=2150 J/kgK). Il prodotto è inoltre autoestinguente, inattaccabile da muffe, batteri, roditori, insetti, resistente all’umidità e ha un impatto ambientale negativo, visto che le emissioni di CO2 risparmiate durante la vita del prodotto sono superiori a quelle immesse in ambiente per produrlo. Tutto in bioedilizia, con un terzo del costo rispetto ai pannelli in polistirolo comunemente utilizzati in edilizia.

L’isolante – che limita lo sfasamento termico, riducendo anche in estate l’esigenza di climatizzazione - oggi è lavorato in forma sfusa, ottimale per il riempimento di intercapedini e di camere d’aria di tetti e tamponature, soluzione comoda per le ristrutturazioni di edifici recenti, visto che nel Nord Italia a partire dagli anni ’50 in poi la muratura a cassa vuota è stata una delle tecniche maggiormente utilizzate per la realizzazione degli immobili, e per interventi di coibentazione poco invasivi.

Nuovi studi in corso? “Si, stiamo lavorando con diversi partner sul procedimento di lavorazione e sulla predisposizione di pannelli isolanti, più comodi per la nuova costruzione. Poi ci sono altre idee ma è ancora presto per parlarne”.

Alfonsa Sabatino

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

settembre 23, 2016

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

«Le malvagità degli uomini vivono nel bronzo, le loro virtù le scriviamo sulle acque», diceva William Shakespeare. Ed è sulle orme delle virtù che si snoda «Le Vie dell’Acqua», il progetto patrocinato dal Comune di Bergamo e sostenuto e finanziato da UniAcque che celebra così i suoi primi 10 anni di attività, per far riscoprire [...]

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

settembre 20, 2016

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

La ricarica artificiale degli acquiferi come soluzione per conservare l’acqua nei paesi aridi e a rischio desertificazione, rendendola così disponibile per l’agricoltura e gli altri settori. E’questa la tecnica sviluppata grazie a Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), un progetto che negli ultimi quattro [...]

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

settembre 20, 2016

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

Al Liceo Scientifico Keplero di Roma il verde pensile ha trasformato il lastrico solare in un’aula di sperimentazione dove i ragazzi coltivano piante e ortaggi. Ma non solo: lezioni di microbiologia, sperimentazioni agronomiche ma anche approfondimenti pratici su idraulica e capacità termica dei tetti verdi. Il tutto, in quest’aula davvero speciale, un grande giardino pensile [...]

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

settembre 19, 2016

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore [...]

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

settembre 16, 2016

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

MACFRUT 2016 si chiude con un accordo per la prossima edizione di maggio 2017: l’ente di certificazione CCPB sarà partner per i contenuti di MACFRUT Bio, area dedicata all’ortofrutta biologica.  “Il  biologico  cresce  enormemente”  commenta  Fabrizio  Piva amministratore  delegato CCPB “solo nei primi sei mesi del 2016 ci sono 12.000 nuove aziende bio, +20% rispetto al 2015. Perché [...]

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

settembre 15, 2016

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

Mai provata un’auto a emissioni zero? Come ha scritto il direttore editoriale di Greenews.info, Andrea Gandiglio, al rientro dalla 7° ECOdolomites, “è un’esperienza assolutamente da provare e suggerire a chiunque”. Il giorno del Battesimo Elettrico, per molti milanesi, potrebbe essere Sabato 17 settembre all’appuntamento che Share’ngo ha organizzato dalle 9.30 alle 13.00  presso l’Isola Digitale [...]

Accordo ENEA e Ministero della Difesa per l’efficientamento degli edifici militari

settembre 15, 2016

Accordo ENEA e Ministero della Difesa per l’efficientamento degli edifici militari

L’efficientamento energetico del Policlicnico militare del Celio a Roma, uno dei maggiori ospedali italiani, sarà il primo atto dell’accordo di collaborazione fra ENEA e Ministero della Difesa. Il protocollo d’intesa firmato l’altro ieri a Roma dal Presidente ENEA Federico Testa e dal Sottosegretario alla Difesa Gioacchino Alfano prevede la riqualificazione e l’efficientamento energetico di edifici [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende