Home » Rubriche »Very Important Planet » “NO OGM. La terra è nostra!”, la canzone di Luca Bassanese contro l’agricoltura biotech:

“NO OGM. La terra è nostra!”, la canzone di Luca Bassanese contro l’agricoltura biotech

novembre 28, 2014 Rubriche, Very Important Planet

Dalle battaglie per la gestione pubblica dell’acqua a quelle contro l’uso degli OGM in agricoltura, fino al sostegno per la tutela delle specie marine. Luca Bassanese, cantautore e scrittore, unisce da sempre, nel suo lavoro, arte e impegno in modo indissolubile.  Il suo ultimo progetto è il brano ”NO O.G.M. La terra è nostra!“, con relativo video, realizzati insieme a Jacopo Fo e al Coro delle Mondine di Bentivoglio, prodotto da Stefano Florio per Buenaonda Etichetta discografica. ”Pazzi sono gli uomini/che giocano a modificare/millenni di vita/sul pianeta/biotecnologia industriale…Togliete le mani dalla terra/la terra non è vostra/giù le mani dalla terra/giù le vostre mani!”, recita la canzone. Vincitore nel 2004 del Premio Recanati Musicultura, l’anno scorso Bassanese è stato insignito di un Attestato di Merito per l’Impegno Civile (Premio Nazionale “Marcello Torre”). La sua, dice, è una canzone di proposta più che di protesta e spiega: “Credo che il concetto di impegno nell’arte sia soltanto la necessità umana di osservare e cercare costantemente una verità, una via, un luogo ideale nel quale sarebbe bello vivere ed esistere”.

D) Luca, hai appena lanciato insieme a Jacopo Fo e il Coro delle Mondine un “grido” contro gli OGM. Com’è nato?

R) E’ nato dall’esigenza di alimentare il dibattito anche fuori dagli ambienti accademici, dal momento che questo tema riguarda tutta la popolazione. Assieme al compositore, musicista Stefano Florio abbiamo scritto il brano “NO O.G.M. la terra è nostra!” e proposto di condividerlo a Jacopo Fo, da sempre attivista per la difesa della terra e al Coro delle Mondine di Bentivoglio, perché storiche sostenitrici di battaglie per i diritti civili e del lavoro, entrambi hanno accettato con entusiasmo ed impegno portando un vento di energia e bellezza!

D) “Togliete le mani dalla terra, la terra non è vostra” cantate nella canzone. Da cantautore da sempre impegnato a favore di molte cause ambientali, quali rischi vedi dietro gli organismi geneticamente modificati?

R) Oltre al dibattito aperto nella comunità scientifica che evidenzia degli aspetti inquietanti, il problema si pone ancor prima dietro all’industrializzazione degli O.G.M., dietro quell’economia dell’insostenibilità purtroppo specchio di una società mercificata, sul monopolio delle sementi, la mancanza di studi, prove e test di almeno vent’anni e l’impossibilità di coltivare O.G.M. senza contaminare l’ambiente naturale e agricolo. Oltretutto oramai è sfatato anche il mito che gli O.G.M. risolverebbero la fame nel mondo dal momento che i costi per la produzione e l’acquisto delle sementi sarebbero insostenibili per i paesi poveri. Capisco che per chi studia e ci lavora può essere un business ma è arrivato il momento di parlare di sostenibilità ambientale, sociale, politica ed economica senza mediazioni.

D) Secondo te sul tema c’è abbastanza informazione che permetta ai cittadini di farsi un’opinione?

R) Su questo tema penso che ci sarà molto da fare in tutti i campi perché riguarda la salute, il futuro, la terra, la nostra stessa esistenza ed il suo senso più profondo. L’informazione dev’essere trasversale ed ognuno in base al proprio ruolo può e deve contribuire al dibattito, nel nostro caso anche attraverso una canzone. Nonostante l’importanza del tema al momento l’informazione è relegata all’attivismo ambientalista da una parte che cerca di fare il più possibile e all’industrializzazione delle sementi dall’altra. Credo che si debba allargare a tutti i media per sensibilizzare al meglio la popolazione.

D) Oltre agli OGM, tu sei impegnato a favore dell’acqua pubblica, la salvaguardia delle specie marine in via di estinzione, contro lo scempio del paesaggio. Dove vedi oggi le più gravi emergenze ambientali?

R) Siamo parte stessa dell’ambiente che ci circonda e se non capiamo profondamente che ciò che ci viene chiesto è semplicemente di essere i custodi della terra e non i padroni del mondo, l’emergenza più grande restiamo sempre noi, esseri umani, donne e uomini in stretta relazione con la madre terra.

D) L’anno scorso hai ricevuto un attestato di merito per l’impegno civile nell’ambito del premio Marcello Torre. E’ difficile far convivere insieme arte e impegno civile?

R) Quando scrivi una canzone lo fai prima di tutto per necessità, è l’istinto che ti porta a raccontare il mondo che ti circonda e se provi a guardare con occhi aperti il mondo ritrovi solitudine, indifferenza ma fortunatamente anche tanto stupore e meraviglia. Credo che il concetto di impegno nell’arte sia soltanto la necessità umana di osservare e cercare costantemente una verità, una via, un luogo ideale nel quale sarebbe bello vivere ed esistere.

D) Che reazione vedi nelle persone? C’è interesse verso una musica di denuncia e sensibilizzazione?

R) Se posso definirla, la mia è prima di tutto una canzone di proposta più che di protesta. Cerco di porre delle questioni importanti nei testi, di portare ad un dibattito, ad un ragionamento. La cosa più importante per me è quando le mie canzoni vengono utilizzate nelle scuole e per questo ringrazio i presidi, le maestre, gli insegnanti che mi scrivono e così quando posso vado di persona negli istituti ad incontrare i bambini e ragazzi, ad ascoltare le loro voci.

D) Perché secondo te oggi in Italia si assiste a un silenzio abbastanza generalizzato di artisti e intellettuali, con pochissimi artisti che prendono posizione?

R) Perché viviamo in un mercato della musica di ottima fattura O.G.M…

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Clothes for Love”: nei punti vendita Auchan il nuovo contenitore digitale per i vestiti usati

luglio 20, 2017

“Clothes for Love”: nei punti vendita Auchan il nuovo contenitore digitale per i vestiti usati

La tecnologia al servizio della solidarietà. Parte oggi da Milano, presso il punto vendita Simply di Viale Corsica 21, il progetto Clothes for love, a cura dell’organizzazione umanitaria HUMANA People to People Italia e in collaborazione con Auchan Retail Italia e le principali amministrazioni comunali lombarde. Il progetto prevede il posizionamento di un nuovo contenitore [...]

Binari senza tempo: riparte la “Ferrovia del Tanaro”, tra fiabe, trekking e treni storici

luglio 20, 2017

Binari senza tempo: riparte la “Ferrovia del Tanaro”, tra fiabe, trekking e treni storici

La storica Ferrovia del Tanaro si rimette in marcia: dopo la sospensione della circolazione ordinaria nel 2012 e la terribile ferita alluvionale del novembre 2016, la linea ferroviaria Ceva-Ormea, è di nuovo pronta a partire, grazie al progetto “Binari senza tempo” della Fondazione FS Italiane, in collaborazione con Regione Piemonte, Unione Montana Alta Valle Tanaro e il [...]

Ecoturismo in crescita: secondo una ricerca italiana online è boom delle vacanze sostenibili

luglio 20, 2017

Ecoturismo in crescita: secondo una ricerca italiana online è boom delle vacanze sostenibili

Attenzione al consumo di risorse, utilizzo di fonti rinnovabili, alimentazione biologica e a km. zero e forme di mobilità condivisa. Sono solo alcune delle buone pratiche che decretano il successo di strutture e località turistiche, apprezzate dal 48% degli Italiani, che pare abbiano deciso di premiare, anche in vacanza, le iniziative con maggiore rispetto dell’ambiente. Sono [...]

Agenzia del Demanio: il 24 luglio apre il bando per la concessione gratuita di 46 immobili pubblici

luglio 17, 2017

Agenzia del Demanio: il 24 luglio apre il bando per la concessione gratuita di 46 immobili pubblici

L’Agenzia del Demanio e il Touring Club Italiano hanno presentato i risultati della consult@zione pubblica online del progetto “Cammini e Percorsi”, iniziativa a rete promossa da MiBACT e MIT che, nell’ambito del Piano Strategico del Turismo 2017–2022, punta alla riqualificazione e riuso di immobili pubblici situati lungo percorsi ciclopedonali e itinerari storico-religiosi. Il report esamina i [...]

ING Italia: la green economy in Italia è più avanzata di quanto percepito

luglio 17, 2017

ING Italia: la green economy in Italia è più avanzata di quanto percepito

“Lights on sustainability” è il nome dell’evento organizzato venerdì 14 luglio, a Roma, dal gruppo bancario ING Italia per celebrare i suoi dieci anni di impegno nel settore delle energie rinnovabili e per tracciare uno scenario dei principali trend della green economy e della sostenibilità, a livello globale e con un focus sull’Italia. La divisione wholesale [...]

Carovana delle Alpi: le bandiere verdi di Legambiente e i “Pirati della montagna”

luglio 14, 2017

Carovana delle Alpi: le bandiere verdi di Legambiente e i “Pirati della montagna”

La sfida della sostenibilità ambientale e la lotta ai cambiamenti climatici passa anche per le Alpi. Patrimonio di inestimabile valore per i paesaggi e luoghi unici, oggi l’arco alpino italiano è anche la culla di tante esperienze virtuose, moderne e rispettose dell’ambiente, in grado di dar impulso ad una nuova economia e incentivare un turismo [...]

Ford e Deutsche Post mandano in produzione il furgonato elettrico per le consegne a media distanza

luglio 13, 2017

Ford e Deutsche Post mandano in produzione il furgonato elettrico per le consegne a media distanza

Ford e Deutsche Post DHL Group nel mese di giugno 2017 hanno siglato un accordo con StreetScooter per la produzione di un nuovo veicolo con alimentazione elettrica da dedicare ai servizi di consegna. I partner sono ora all’opera per la realizzazione di un veicolo furgonato di grandi dimensioni da utilizzare per le consegne quotidiane. Deutsche Post [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende