Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Off grid: la casa senza rete e senza bollette:

Off grid: la casa senza rete e senza bollette

maggio 18, 2011 Campioni d'Italia, Rubriche

Siamo alla fine dell’impero e la green economy è l’ancora di salvataggio. Ad Arezzo un gruppo di giovani laureati, professionisti dell’ambiente, ha pensato a un business sostenibile che parte dalla casa. Una casa Off Grid, insomma, a zero bollette. II progetto (brevettato dalla Fabbrica del Sole), come ci racconta il presidente Paolo Fulino, è la ricetta per un nuovo modo di vivere senza utenze e senza contattori.

 

D) Come è nata la Fabbrica del Sole?

R) E’ nata grazie a un gruppo di laureati intorno ai 30 anni con l’obiettivo di fare dell’innovazione in sintonia con l’ambiente e arrivare a fare in modo che  ognuno si possa produrre la propria energia.

 

D) E come è nata l’idea di una casa totalmente autosufficiente?

R) Le fondamenta sono state costruite nel 2008 con il primo idrogenodotto urbano al mondo. Abbiamo costruito un condotto a un metro e mezzo di profondità che fornisce di idrogeno le aziende orafe del distretto industriale di San Zeno ad Arezzo. Ci serviva una soluzione che limitasse i costi ambientali ed economici. Così è stato. Questo progetto ha aperto la strada allo studio di una filiera integrata e sostenibile dell’idrogeno: dalla produzione da fonte rinnovabile all’utilizzo come gas tecnico o per la produzione di energia elettrica a emissioni zero. In poche parole al posto del metano è arrivato l’idrogeno.

D) Poi cosa è accaduto?

R) Le abitazioni non hanno una differenza qualitativa con le aziende perché la tubazione è la stessa, la normativa è simile, i generatori sono identici. Dall’azienda alla casa il passo poi è stato breve. Per monitorare questo prodotto ci serviva un luogo, il Comune ci è venuto incontro e ci ha dato in commodato d’uso un terreno. Qui abbiamo realizzato una struttura autosufficiente – il primo prototipo di edificio Off Grid, con l’aiuto di altre aziende.

D) Come  funziona una casa Off Grid?

R) E’ il primo l’edificio al mondo totalmente autosufficiente, non collegato ad alcuna rete e in grado di gestire i normali fabbisogni di energia, gas, acqua, reflui, connettività, ecc. Una realtà che scambia con l’ecosistema solo sole, vento e pioggia senza consumare altre risorse né tantomeno inquinare. L’energia elettrica viene prodotta dalle fonti rinnovabili presenti nel territorio dove insiste l’edificio off-grid quali: fotovoltaico eolico idroelettrico, geotermico, ecc. L’energia così prodotta può essere stoccata all’interno dell’edificio. La molecola con le migliori caratteristiche di producibilità e stoccabilità energetica è l’idrogeno. Tale gas tecnico può dare densità energetica alle fonti rinnovabili. Può essere usato nell’edifico come gas tecnico in caldaie e forni, come gas domestico nei fornelli di cucina. Il calore può essere ottenuto grazie a pannelli solari a tubi sottovuoto per aumentare la produzione invernale ed ottenere alte temperature d’estate. Questo calore può essere immagazzinato in un accumulo stagionale, integrato con quello prodotto dai cogenaratori o dalle caldaie per alimentare d’inverno il riscaldamento radiante a parete o pavimento a bassa temperatura. Il calore prodotto nel periodo estivo viene immesso nell’accumulo stagionale o va ad alimentare ua macchina ad assorbimento per la produzione di frigoriferi. Si chiude così il ciclo termico riscaldando l’edificio in inverno e raffrescandolo d’estate. La gestione delle acque avviene in una cisterna dove vengono accumulate secondo le condizioni climatiche locali.

D) Dove si trovano queste case?

R) Stiamo finendo di realizzare  una casa in provincia di Viterbo. L’obiettivo è la totale autosufficienza, abbattere i costi mentre il prezzo del petrolio schizza. Il distacco dalle reti è basato sull’utilizzo delle tecnologie a basso costo quindi democratico. Fare business, impresa, ma socialmente inserita e che rispetti l’ambiente e l’uomo. L’inquilino Off Grid è anche un inquilino consapevole, che ragiona sul risparmio energetico.

D) Quanto costano queste soluzioni?

R) Mediamente un aumento del 30% rispetto a una casa normale per l’edificazione, ma con un risparmio sui costi quotidiani garantito. Un rientro della spesa dunque nei primi 15 anni di vita dell’edificio.

 

D) I vostri prossimi progetti?

R) Trasformare il nostro agriturismo in provincia di Siena in un agriturismo Off Grid entro il 2012. Così anche la vacanza sarà a impatto zero!

Francesca Fradelloni

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Bardonecchia promuove l’Ecoskipass: treno + sci costa meno!

gennaio 23, 2017

Bardonecchia promuove l’Ecoskipass: treno + sci costa meno!

Dal lunedì al venerdì (escluso il periodo di Pasqua dal 24 al 29 marzo) tutti coloro che si recheranno a sciare nella stazione piemontese di Bardonecchia, utilizzando i treni in partenza da Torino potranno ritirare l’”ecoskipass” al prezzo speciale di 26€, anziché 36€. Sarà sufficiente presentare il biglietto del treno all’ufficio skipass di Piazza Europa (proprio di fronte [...]

Air-gun, gli spari che danneggiano fauna marina, pesca e turismo. Consegnata la petizione per ricorso al TAR

gennaio 20, 2017

Air-gun, gli spari che danneggiano fauna marina, pesca e turismo. Consegnata la petizione per ricorso al TAR

Ieri a Roma, presso la sede di rappresentanza della Regione Puglia, la Presidente di Marevivo Rosalba Giugni e il Presidente della Fondazione Univerde Alfonso Pecoraro Scanio, hanno consegnato ufficialmente, al Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il testo della petizione lanciata a dicembre da Marevivo e che ha già raccolto, sulla piattaforma Change.org, 45 mila firme nel [...]

P&G annuncia il primo flacone di shampoo con plastica riciclata raccolta sulle spiagge

gennaio 20, 2017

P&G annuncia il primo flacone di shampoo con plastica riciclata raccolta sulle spiagge

La multinazionale Procter & Gamble ha annunciato ieri che Head & Shoulders, il proprio brand n. 1 al mondo per lo shampoo, produrrà il primo flacone riciclabile al mondo, nel settore hair care, realizzato con una percentuale fino al 25& di plastica proveniente dalla raccolta sulle spiagge. In partnership con gli esperti di TerraCycle – [...]

A Rimini tornano i “Giardini d’Autore”

gennaio 17, 2017

A Rimini tornano i “Giardini d’Autore”

“Giardini d’Autore“, la mostra di giardinaggio che accoglie i migliori vivaisti italiani rinnova l’appuntamento a Rimini, presso il Parco Federico Fellini, location dal fascino intramontabile, per l’edizione di primavera 2017, in programma dal 17 al 19 marzo. La manifestazione giunge al suo ottavo anno aprendo la stagione delle mostre di giardinaggio in Italia. Un appuntamento [...]

Italia Nostra su Parco Alpi Apuane: “Bisogna tutelare un ecosistema unico al mondo”

gennaio 17, 2017

Italia Nostra su Parco Alpi Apuane: “Bisogna tutelare un ecosistema unico al mondo”

Il Parco Regionale delle Alpi Apuane, in Toscana, è nato nel 1985 in seguito a una proposta di legge di iniziativa popolare per tutelare dagli scempi estrattivi una catena montuosa unica al mondo, impervia e affacciata sul mare, con una biodiversità eccezionale (vede la presenza del 50% delle specie vegetali riconosciute in Italia, 28 habitat [...]

“Presidente Trump, ci sorprenda!”. La campagna ambientalista per sensibilizzare il nuovo inquilino della Casa Bianca

gennaio 16, 2017

“Presidente Trump, ci sorprenda!”. La campagna ambientalista per sensibilizzare il nuovo inquilino della Casa Bianca

Venerdì 20 gennaio, in concomitanza con l’insediamento alla Casa Bianca del nuovo presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, i presidenti di alcune associazioni ambientaliste italiane si ritroveranno in Piazza Barberini a Roma, per presentare la campagna “Surprise us, President Trump!”. La Campagna nasce, come azione “preventiva”, a seguito delle preoccupazioni destate, tra gli ambientalisti di [...]

AAA Provvedimenti Attuativi Cercasi. Il ritardometro di Assorinnovabili per pungolare la politica

gennaio 13, 2017

AAA Provvedimenti Attuativi Cercasi. Il ritardometro di Assorinnovabili per pungolare la politica

La normativa c’è ma non è applicabile. Questa è oggi la situazione nel settore delle energie rinnovabili in Italia. Risultato? Se ne parla tanto, i politici si riempono la bocca di “green”, ma lo stallo rischia di danneggiare gravemente l’intero comparto delle rinnovabili e dell’efficienza energetica. Le regole, spiega Assorinnovabili, dunque ci sono, ma mancano [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende