Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Off grid: la casa senza rete e senza bollette:

Off grid: la casa senza rete e senza bollette

maggio 18, 2011 Campioni d'Italia, Rubriche

Siamo alla fine dell’impero e la green economy è l’ancora di salvataggio. Ad Arezzo un gruppo di giovani laureati, professionisti dell’ambiente, ha pensato a un business sostenibile che parte dalla casa. Una casa Off Grid, insomma, a zero bollette. II progetto (brevettato dalla Fabbrica del Sole), come ci racconta il presidente Paolo Fulino, è la ricetta per un nuovo modo di vivere senza utenze e senza contattori.

 

D) Come è nata la Fabbrica del Sole?

R) E’ nata grazie a un gruppo di laureati intorno ai 30 anni con l’obiettivo di fare dell’innovazione in sintonia con l’ambiente e arrivare a fare in modo che  ognuno si possa produrre la propria energia.

 

D) E come è nata l’idea di una casa totalmente autosufficiente?

R) Le fondamenta sono state costruite nel 2008 con il primo idrogenodotto urbano al mondo. Abbiamo costruito un condotto a un metro e mezzo di profondità che fornisce di idrogeno le aziende orafe del distretto industriale di San Zeno ad Arezzo. Ci serviva una soluzione che limitasse i costi ambientali ed economici. Così è stato. Questo progetto ha aperto la strada allo studio di una filiera integrata e sostenibile dell’idrogeno: dalla produzione da fonte rinnovabile all’utilizzo come gas tecnico o per la produzione di energia elettrica a emissioni zero. In poche parole al posto del metano è arrivato l’idrogeno.

D) Poi cosa è accaduto?

R) Le abitazioni non hanno una differenza qualitativa con le aziende perché la tubazione è la stessa, la normativa è simile, i generatori sono identici. Dall’azienda alla casa il passo poi è stato breve. Per monitorare questo prodotto ci serviva un luogo, il Comune ci è venuto incontro e ci ha dato in commodato d’uso un terreno. Qui abbiamo realizzato una struttura autosufficiente – il primo prototipo di edificio Off Grid, con l’aiuto di altre aziende.

D) Come  funziona una casa Off Grid?

R) E’ il primo l’edificio al mondo totalmente autosufficiente, non collegato ad alcuna rete e in grado di gestire i normali fabbisogni di energia, gas, acqua, reflui, connettività, ecc. Una realtà che scambia con l’ecosistema solo sole, vento e pioggia senza consumare altre risorse né tantomeno inquinare. L’energia elettrica viene prodotta dalle fonti rinnovabili presenti nel territorio dove insiste l’edificio off-grid quali: fotovoltaico eolico idroelettrico, geotermico, ecc. L’energia così prodotta può essere stoccata all’interno dell’edificio. La molecola con le migliori caratteristiche di producibilità e stoccabilità energetica è l’idrogeno. Tale gas tecnico può dare densità energetica alle fonti rinnovabili. Può essere usato nell’edifico come gas tecnico in caldaie e forni, come gas domestico nei fornelli di cucina. Il calore può essere ottenuto grazie a pannelli solari a tubi sottovuoto per aumentare la produzione invernale ed ottenere alte temperature d’estate. Questo calore può essere immagazzinato in un accumulo stagionale, integrato con quello prodotto dai cogenaratori o dalle caldaie per alimentare d’inverno il riscaldamento radiante a parete o pavimento a bassa temperatura. Il calore prodotto nel periodo estivo viene immesso nell’accumulo stagionale o va ad alimentare ua macchina ad assorbimento per la produzione di frigoriferi. Si chiude così il ciclo termico riscaldando l’edificio in inverno e raffrescandolo d’estate. La gestione delle acque avviene in una cisterna dove vengono accumulate secondo le condizioni climatiche locali.

D) Dove si trovano queste case?

R) Stiamo finendo di realizzare  una casa in provincia di Viterbo. L’obiettivo è la totale autosufficienza, abbattere i costi mentre il prezzo del petrolio schizza. Il distacco dalle reti è basato sull’utilizzo delle tecnologie a basso costo quindi democratico. Fare business, impresa, ma socialmente inserita e che rispetti l’ambiente e l’uomo. L’inquilino Off Grid è anche un inquilino consapevole, che ragiona sul risparmio energetico.

D) Quanto costano queste soluzioni?

R) Mediamente un aumento del 30% rispetto a una casa normale per l’edificazione, ma con un risparmio sui costi quotidiani garantito. Un rientro della spesa dunque nei primi 15 anni di vita dell’edificio.

 

D) I vostri prossimi progetti?

R) Trasformare il nostro agriturismo in provincia di Siena in un agriturismo Off Grid entro il 2012. Così anche la vacanza sarà a impatto zero!

Francesca Fradelloni

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

giugno 18, 2021

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

“L’Adieu des glaciers: ricerca fotografica e scientifica” è un progetto prodotto dal Forte di Bard, che intende proporre un viaggio iconografico e scientifico progressivo tra i ghiacciai dei principali Quattromila della Valle d’Aosta per raccontare, anno dopo anno, la storia delle loro trasformazioni. L’iniziativa, che ha un orizzonte temporale di quattro anni, ha iniziato la sua [...]

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

febbraio 26, 2021

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

Arriva sulla piattaforma Infinity di Mediaset “Green Storytellers”, il primo programma TV su sostenibilità e ambiente voluto e finanziato interamente grazie ad una campagna di crowdfunding di successo su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Il progetto “green” dei due autori, registi e conduttori, Marco Cortesi e Mara Moschini, ha incontrato il sostegno e l’entusiasmo di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende