Home » Bollettino Europa »Rubriche » Oltre il 20%. Il rilancio del “Patto dei Sindaci”:

Oltre il 20%. Il rilancio del “Patto dei Sindaci”

agosto 24, 2015 Bollettino Europa, Rubriche

Mentre l’UE e i leader mondiali sono impegnati nei delicati negoziati in vista della conferenza ONU sul clima COP21 che si terrà a Parigi, gli amministratori locali tornano in campo con il “Patto dei sindaci”. Un documento con il quale città ed enti di 42 Paesi si impegnano a tagliare almeno il 40% di CO2 entro il 2030.

L’iniziativa europea, ma aperta al resto del mondo, nasce con l’impegno di andare oltre l’obiettivo di riduzione del 20% delle emissioni per il 2020, fissato dall’UE.

In termini di firmatari, l’Italia non ha eguali. Delle oltre seimila realtà già coinvolte, oltre tremila, infatti, sono nel nostro Paese. A grande distanza da spagnoli (1.455) e belgi (245). Tra le big Londra, Berlino e Madrid, Roma, Parigi, Budapest. Oltre a Milano, Napoli e Bologna. Non potevano poi mancare le “nordiche”, come Stoccolma, Copenaghen e Bristol, capitale verde europea per il 2015. Tra le miriadi di piccoli comuni italiani spiccano quelli sardi. Arzana, Seulo e Villanova Tulo nel 2020 saranno, infatti, “verdi” al 100%. Sono tantissimi gli esempi di eccellenza che si possono consultare sul sito internet dedicato.

Una maxi-mobilitazione che non è solo simbolica. Il “Patto dei sindaci” coinvolge 126 milioni di cittadini europei – cioè un quarto della popolazione dell’UE – che vivono in centri urbani che hanno messo a punto soluzioni energetiche alternative e sostenibili, in veri e propri piani d’azione (PAES). Dai trasporti (smart mobility), al maggiore utilizzo di energia verde, fino a edifici più efficienti nel campo dei consumi cercando di ottimizzarli, di consumare cioè meno e risparmiare risorse. Una strategia che mette, quindi, al centro il tema della resilienza in ambito urbano, soprattutto alla luce del fatto che l’80% dei consumi energetici e delle emissioni di CO2 è associato alle attività urbane.

Anche il Commissario per l’energia Miguel Arias Cañete ha espresso la necessità di sfruttare il contributo delle città per l’agenda del clima e per intensificare gli sforzi in vista del COP21.”La riduzione del 40% delle emissioni entro il 2030 che è stata sottoscritta – ha dichiarato il Commissario – è quella che porteremo al tavolo di Parigi alla fine di quest’anno“,

Cañete ha, inoltre, delineato 3 percorsi da seguire per rendere efficace il collegamento tra Bruxelles e gli enti locali impegnati nella lotta ai cambiamenti climatici. Il primo è proprio il consolidamento del “Patto dei sindaci”. Il secondo, riguarda la razionalizzazione di tutte le iniziative cittadine green. A questo proposito il Commissario ha detto di avere parlato con molti amministratori locali i quali hanno descritto una realtà a volte fatta di diverse piattaforme UE, azioni, iniziative che creano confusione. Per questo si è impegnato a creare una sorta di “sportello unico” per garantire che la Commissione parli in modo efficace, più semplice e con una sola voce. La terza volontà è quella di esportare il modello oltre i confini europei perché il riscaldamento globale è una lotta globale.

La strategia verrà ufficialmente lanciata a Bruxelles il 15 ottobre. Entro il 23 settembre prossimo, inoltre, sarà possibile per tutti i cittadini dell’Unione europea esprimere la propria opinione sui temi della sostenibilità ambientale e suggerire nuove idee e strategie al “Patto dei sindaci” tramite una consultazione pubblica online.

Beatrice Credi

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

maggio 7, 2018

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

Inaugurata al mercato Testaccio di Roma l’istallazione fotografica “I Venti Buoni” che vede come protagoniste 20 arnie scelte per rappresentare alcuni dei più importanti scienziati della storia. Dal padre del metodo scientifico Galileo Galilei fino al recentemente scomparso Stephen Hawking, passando dalle pionieristiche scoperte di Marie Curie (unica donna ad aver vinto due premi Nobel) [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende