Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Opossum: a scuola in bici anche se piove. “Mica siamo di sapone!”:

Opossum: a scuola in bici anche se piove. “Mica siamo di sapone!”

febbraio 11, 2015 Campioni d'Italia, Rubriche

“Ogni volta che accompagno a scuola le mie bimbe in bici nonostante la pioggia vengo presa per una pazza snaturata! Qualche giorno fa lo raccontavo ad un amico olandese che commentava invece quanto venga deriso da quelle parti un genitore che osi prendere la macchina per un po’ di neve!”. Si racconta così Ilaria Berio, mamma di due bimbe, nata a Genova ma torinese di adozione, amante della bicicletta come mezzo di trasporto. Sempre.

Opossum è un’idea nata con la mia prima bimba, due anni e mezzo fa, quando cercavo un modo per portarla in bicicletta senza farle prendere freddo. Inizialmente avevo adattato al seggiolino un sacco del passeggino: era una soluzione molto artigianale ma piuttosto efficace e ai semafori altri genitori ciclisti mi chiedevano dove potessero comprarlo. Così mi sono accorta che la mia era un’esigenza di tanti”.

Ilaria, lasciata a casa senza lavoro a fine maternità, si è dovuta reinventare e ha deciso di rivolgersi ad uno di quei servizi che consigliava ai ragazzi durante le sue formazioni sul mondo del lavoro. Il MIP – Mettersi in proprio, lo sportello della Provincia di Torino che offre percorsi di accompagnamento per la creazione d’impresa, l’ha supportata nel dare forma al suo progetto e concretizzare la sua invenzione, che ora è un brevetto registrato in Italia, da poco esteso all’estero grazie al finanziamento del programma Torino Social Innovation, un fondo che mira a sostenere l’avvio di progetti imprenditoriali di giovani nel campo dell’innovazione sociale.

Opossum è una speciale copertura a guscio, impermeabile e termica con imbottitura in ovatta e fodera interna in tessuto termico in micropile. Una sorta di morbida conchiglia che avvolge il bambino, dai 9 ai 36 mesi, sul suo seggiolino della bicicletta, riparandolo dal vento, dal freddo e anche dalla pioggia grazie al cappuccio estraibile e alla mantellina impermeabile della versione rainy days.

“Passare alla fase di produzione è stato piuttosto lungo- ci dice Ilaria entrando nella fabbrica della Ferrino SpA- perché non tutti i laboratori di sartoria che avevo contattato erano in grado di effettuare le lavorazioni adeguate al prodotto, come l’impermeabilizzazione delle cuciture”.

Passando da laboratori al dettaglio a produttori di selle, è arrivata a Ferrino perché “effettivamente Opossum è molto più simile a uno zaino che a un semplice vestito invernale”. L’azienda piemontese specializzata in attrezzatura da esterno, tende, zaini e sacchi letto, aveva abbandonato le due ruote da tempo, ma si è fatta convincere dall’idea della giovane mamma che si è presentata ai loro cancelli con un prodotto già ottimizzato, pensato e pronto per la produzione industriale, già testato visto che “nel novembre 2013 il prodotto è stato testato per 3 settimane da 9 famiglie, che hanno contribuito alla sua implementazione con osservazioni e consigli. Insomma, mi sono presentata in fabbrica con la mia bimba piccola, ho chiesto loro di aiutarmi solo a realizzare un prototipo e poi, lavorando insieme, si sono fidati della mia idea e ne sono diventati produttori”.

La prima produzione è in chiusura, Opossum è acquistabile on line (“ho scelto questa modalità per accorciare la filiera e contenere i costi, per tenere il prezzo finale il più accessibile possibile”) e ci sono genitori in tutta Italia che lo richiedono. “È importante per me ricevere i commenti di genitori da Udine, Bologna o dall’estero, che ordinano il prodotto dicendomi che era esattamente quello di cui avevano bisogno. Vuol dire che man mano anche da noi sta crescendo la sensibilità verso una mobilità sostenibile nel quotidiano, anche con il brutto tempo, e che questo era quello che mancava”.

E proprio da una filosofia di vita bikefriendly nasce la collaborazione con Bike Pride, per cui per ogni capo venduto viene donato un euro all’associazione: “Opossum sostiene la mobilità intelligente anche con i bambini, perché andare in bicicletta deve essere un’abitudine e deve essere confortevole anche in situazioni meno agevoli. Io ancora adesso, a oltre due anni di distanza, ogni volta che copro le mie bimbe prima di partire a pedalare, mi esalto della comodità della mia invenzione. Loro rimangono al caldo e io mi sento spensierata e sollevata. L’Opossum è un piccolo animale marsupiale che quando corre si porta il piccolo sulla schiena. Corre con lui anche in velocità; era questo il senso della mia idea. E poi, mi piace citare un detto olandese che dice “Piove? Beh, mica siamo di sapone!”.

Alfonsa Sabatino

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

febbraio 26, 2021

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

Arriva sulla piattaforma Infinity di Mediaset “Green Storytellers”, il primo programma TV su sostenibilità e ambiente voluto e finanziato interamente grazie ad una campagna di crowdfunding di successo su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Il progetto “green” dei due autori, registi e conduttori, Marco Cortesi e Mara Moschini, ha incontrato il sostegno e l’entusiasmo di [...]

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

gennaio 5, 2021

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

Il 2020 si è chiuso con un’impennata delle vendite di auto elettriche che porta ad un dato record in termini percentuale di + 251,5% rispetto all’anno precedente, con un totale di 59.875 auto immatricolate di cui 32.500 Bev (vale a dire auto con batteria elettrica) e 27.375 Phev (auto ibride plug in). Nel 2019 il [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende