Home » Campioni d'Italia »Rubriche » “Paesaggi sensibili” per i Campioni d’Italia Nostra:

“Paesaggi sensibili” per i Campioni d’Italia Nostra

luglio 13, 2011 Campioni d'Italia, Rubriche

Qualcuno li definisce «la Fiom tra le associazioni ambientaliste», gli irriducibili della difesa del paesaggio. Sicuramente Italia Nostra, la più vecchia associazione ambientalista del nostro Paese, è tra i campioni d’Italia nella difesa dei beni paesaggistici, storici e artistici nazionali. «All’ultimo sangue», sottolinea fiera Alessandra Mottola Molfino, presidente dal 2009.

Tutto comincia negli anni Cinquanta, a Roma, «tra il Tevere e Trinità dei Monti, in quel tessuto stratificato e denso di storia che nel 1951 doveva essere cancellato dall’attuazione dell’ennesimo sventramento, concepito nel ventennio tra le due guerre, tra piazza di Spagna e piazza Augusto Imperatore. Contro quel progetto uomini di lettere, artisti, storici, critici d’arte, urbanisti si mobilitarono e si unirono a difesa del patrimonio artistico e delle nostre bellezze naturali sempre più minacciate», si legge sul sito dell’Associazione, costituita ufficialmente il 29 ottobre 1955.

A fondarla, nomi illustri dell’ambientalismo italiano come Umberto Zanotti Bianco, Desideria Pasolini dall’Onda, Elena Croce (figlia di Benedetto e tra gli ideatori del FAI), Hubert Howard e uomini di cultura come Luigi Magnani, Pietro Paolo Trompeo e lo scrittore Giorgio Bassani. Da quel momento, Italia Nostra si è sempre richiamata all’Articolo 9 della Costituzione, e in particolare al secondo comma, dove si stabilisce che la Repubblica «tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione».

In quasi sei decenni di storia, l’associazione ha aperto più di 200 sezioni in tutta la penisola e ha svolto attività in campi diversi: la tutela dei beni culturali, la pianificazione urbanistica e territoriale, la promozione dei parchi nazionali, la protezione dell’ambiente, la gestione della questione energetica, la riflessione sui modelli di sviluppo del Paese, la viabilità e i trasporti, l’agricoltura, il mare, le coste, le isole, i musei, le biblioteche, gli archivi storici. Spesso, insieme alle altre associazioni culturali e di protezione ambientale, si è impegnata con gli amministratori per definire nuove leggi a tutela del patrimonio storico e ambientale.

Tra le campagne attive in questo momento, in tutto dodici, un ruolo particolare spetta alla difesa dell’agricoltura e del patrimonio agricolo italiano, che, sottolinea la presidente, «è la nostra identità».  Per questo l’associazione è impegnata per la creazione di orti urbani, con punte di eccellenza in Lombardia: «A Milano, Italia Nostra gestisce Bosco in Città, esempio di forestazione urbana, mentre a Sesto San Giovanni, su terreni del Comune, abbiamo realizzato circa 700 orti». All’agricoltura è dedicata quest’anno la campagna Paesaggi Sensibili, per lanciare un «forte allarme, rivolto alla politica e alle istituzioni, affinché fermino lo sfruttamento dei beni comuni, riconsiderino il valore della terra e dei suoi prodotti, grande ricchezza del nostro Paese e merce pregiata sulle tavole di tutto il mondo. Inquinamento, cementificazione, abbandono delle campagne, improprie destinazioni dei campi per produzione energetica, perdita della biodiversità, sono alcuni dei pericoli per quel paesaggio rurale che da sempre ha reso celebre il Bel Paese», spiega l’associazione, che dal 17 al 23 ottobre organizza, in collaborazione con Coldiretti, una settimana di eventi dedicati alla valorizzazione del paesaggio agrario sempre più minacciato. «Quest’anno abbiamo stilato la classifica delle Zappe Nere, che raccoglie i casi di più grave abbandono e di rischio più alto di cementificazione», spiega Alessandra Mottola Molfino. Tra queste bellezze a rischio («perdute per sempre?», si domanda tristemente l’associazione), c’è anche la tenuta di Cavour a Leri (Vercelli). I genitori di Camillo Benso Cavour, racconta la presidente, l’avevano trasformata in un’azienda all’avanguardia per i tempi e qui lo stesso conte soggiornava nei momenti di tranquillità. Oggi è disabitata, in totale stato di abbandono. Un caso che, nei 150 anni dell’Unità d’Italia, non fa certo onore al nostro Paese. È stato elaborato però, grazie anche all’impegno dell’associazione, un piano di recupero dell’intero borgo. Altri luoghi che figurano nella classifica Zappe Nere sono i terrazzamenti della Liguria, a rischio frana causa abbandono e manomissioni, e i terreni agricoli della provincia di Verona.  Qui, nella campagna tra Vigasio e Trevenzuolo, in un’area di oltre quattro milioni e mezzo di metri quadrati, sta per essere realizzato Motorcity, il più grande centro commerciale d’Europa, con annessi una pista automobilistica, un parco divertimenti più grande di Gardaland, due hotel e capannoni produttivi. «Tutto autorizzato da una delibera della Regione Veneto il 29 dicembre 2009 e il tutto su una  zona caratterizzata dalla presenza di risorgive che rende l’ambiente fragile e prezioso  e particolarmente fertile per l’agricoltura», fa notare Italia Nostra. La lotta contro la cementificazione è da sempre al centro di tante battaglie. L’ultima è la campagna Italia mangiata, per dire no a tutte le proposte di condono edilizio che di tanto in tanto trapelano dai palazzi della politica, e in  generale alla cementificazione selvaggia delle nostre terre.

Veronica Ulivieri

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

marzo 24, 2017

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

Alla vigilia delle celebrazioni per il Sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, un gruppo di attivisti di Greenpeace è entrato in azione nella capitale aprendo uno striscione di 100 metri quadri dalla terrazza del Pincio, con il messaggio “After 60 years: a better Europe to save the climate” rivolto ai leader europei, nei prossimi giorni [...]

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

marzo 24, 2017

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

«L’Italia è il quarto Paese al mondo dietro a Germania, Stati Uniti e Cina e secondo in Europa per numero di impianti di biogas nelle aziende agricole, che sono più di 1.250 realizzati e dagli attuali 2 miliardi di metri cubi abbiamo la potenzialità per arrivare a 8 miliardi di metri cubi di biometano entro [...]

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

marzo 23, 2017

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

Fino al 24 marzo 2017 torna, nella sede di Ferrara Fiere, il “Salone del Restauro”, rinominato, nella sua XXIV edizione, Restauro-Musei, Salone dell’Economia, della Conservazione, delle Tecnologie e della Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali. Tre giornate di esposizioni, convegni, eventi e mostre, con l’intento di promuovere il patrimonio culturale e ambientale sotto tutti gli aspetti. L’edizione [...]

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

marzo 23, 2017

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

  Venerdì 31 marzo Aboca presenterà alla quinta edizione di “Biennale Democrazia”, a Torino, l’edizione italiana del libro “The Ecology of Law” (“Ecologia del Diritto”), del fisico e teorico dei sistemi Fritjof Capra (direttore e fondatore del Centro per l’Ecoalfabetizzazione di Berkeley in California e membro del Consiglio della Carta Internazionale della Terra) e dello [...]

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

marzo 22, 2017

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

Con l’hashtag #WORLDWATERDAY anche quest’anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1993 dalle Nazioni Unite come momento per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione delle risorse idriche, evidenziare l’importanza dell’acqua e la necessità di preservarla e renderla accessibile a tutti. Il tema proposto di questo anno è infatti “Waste Water” (le acque di scarico): [...]

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

marzo 21, 2017

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

Coprono una superficie di circa 4 miliardi di ettari, quasi il 31% delle terre emerse. Sono le foreste, aree che svolgono un ruolo insostituibile per il Pianeta e di cui oggi si celebra la Giornata Internazionale. Le foreste conservano la biodiversità e l’integrità del suolo, danno cibo a miliardi di persone e assorbono gran parte del [...]

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

marzo 20, 2017

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua del 22 marzo, InSinkErator, multinazionale americana leader mondiale nel settore dei dissipatori alimentari, presenta sul mercato italiano il nuovo erogatore antispreco 3N1, in grado di far risparmiare una risorsa sempre più preziosa come l’acqua. L’utilizzo casalingo, con cucina e bagno in testa, è infatti tra le principali cause dello spreco di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende