Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Paradiso terrestre con ticket (per pagare la tutela). Il modello di Baunei in Sardegna:

Paradiso terrestre con ticket (per pagare la tutela). Il modello di Baunei in Sardegna

novembre 2, 2016 Campioni d'Italia, Rubriche

Ben 40 chilometri di spiagge da sogno difese dal massiccio del Supramonte. Montagna che ha impedito la cementificazione del litorale dei paesi di Dorgali e Baunei, dove è possibile approdare solo in barca o dopo suggestivi, ma faticosi, trekking. Un angolo della costa orientale della Sardegna con tutte le caratteristiche in regola per essere definito un “paradiso terrestre”.

Tutto bene dunque? Non proprio. Ci sono da tutelare le spiagge che, soprattutto nel mese di agosto, subiscono un forte carico antropico, cioè troppe persone che insistono su piccoli fazzoletti di sabbia. Niente di eccezionale rispetto alla tradizione balneare nazionale, nella gran parte delle spiagge italiane la concentrazione turistica è ancora maggiore. Cala Luna, Cala Sisine, Cala Mariolu, Cala dei Gabbiani, Goloritzè sono però ambienti fragili e delicati. Per difenderle inizia a muoversi qualcosa e qualcuno, con le  prime forme di regolamentazione approvate dal Comune di Baunei su proposta del sindaco Salvatore Corrias, schieratosi in prima linea.

L’amministratore, 43 anni, laurea e dottorato in lettere, insegnante di italiano alle superiori, quest’estate ha fatto approvare dalla giunta comunale un ticket da 5 euro per attraversare i sentieri che portano a Cala Goloritzè, monumento naturale riconosciuto dalla Regione, con l’obiettivo di finanziare il progetto di difesa, tutela e manutenzione di questa incantevole spiaggia. Ma non è finita qui perché questo modello si vuole replicare nelle altre spiagge del Golfo per razionalizzare le presenze e garantire un modello sostenibile di turismo. Sempre minacciato, come conferma un post dal significativo titolo “Piccolo mondo fragile“, che il sindaco ha postato nei giorni scorsi sulla propria pagina Facebook, accompagnato dalla foto di un gommone approdato illegalmente a Cala Goloritzè. Il messaggio è chiaro: ”Noi non siamo più disposti a tollerare il mancato rispetto delle regole, e ci rivolgiamo a voi, trasgressori recidivi e seriali: contravvenire alle regole significa violentare gli spazi di libertà, che non è quella che ci si arroga per sé e solo per sé e per i propri interessi di cassa (magari con il pretesto che la natura è universale e quindi: faccio quel che voglio). Lo sanno tutti, ma proprio tutti  che a Goloritzè è fatto divieto di attracco ai natanti!”.

Oltre alla denuncia via social network è però interessante conoscere il modello che Corrias sta realizzando. “Il ticket non è una mera riscossione o un semplice dazio, piuttosto la legittima richiesta di un contributo finalizzato alla manutenzione del territorio in un periodo di vacche magre – queste le ragioni del sindaco – Il carico antropico crescente su un territorio molto sensibile ci obbliga a dare un’organizzazione dei servizi finalizzata alla tutela del bene comune“.  Il primo cittadino fa esempi concreti per spiegare il ticket che intende approvare per un’altra spiaggia, Cala Biriola, dove “quest’estate  abbiamo contato 1.400 persone in un giorno. Serve controllo, sorveglianza perché non mancano i maleducati e questo sistema costa. I nostri turisti non chiedono la luna, ma gli dobbiamo assicurare il minimo: pulizia e ambiente incontaminato“. Una sfida ardua in un territorio difficile, dove nel tempo le diverse ipotesi di regolamentazione si sono scontrate con l’opposizione di alcuni operatori turistici che le norme le hanno sempre viste come “fastidio” ai propri clienti.

Ma i tempi cambiano. “Il turismo sostenibile rappresenta il nostro presente e il nostro futuro - dice il Sindaco - Oggi una decina di imprese lavorano nel settore escursionistico, l’info-point comunale non ha chiuso prima del 1°novembre perché ci sono sempre più persone che frequentano il nostro territorio in bassa stagione grazie all’offerta legata alla fruizione attiva e rispettosa della natura: trekking, biking, climbing“. Corrias punta sulla programmazione: “un’ordinanza recente è indirizzata al contingentamento degli approdi per difendere la poseidonia e trova conforto nelle direttive Regionali ed Europee e nella filosofia del SIC (Sito d’Interesse Comunitario) Golfo di Orosei, che dobbiamo dotare di un piano di gestione indirizzato alla preservazione degli habitat e di un ecosistema che amo definire un piccolo mondo fragile“. Non solo dal punto di vista strettamente naturale, ma anche delle architetture spontanee con valore testimoniale: “abbiamo ristrutturato sette Cuiles (gli antichi ovili dei pastori in pietra e legna, oggi abbandonati dai caprai, Ndr) per tutelare la memoria storica e per renderli funzionali ad un turismo rispettoso dell’ambiente e delle tradizioni locali“.

Gian Basilio Nieddu

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

luglio 25, 2017

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

Reti wireless, fibra ottica e tecnologie di visione digitale in campo per prevenire e contrastare gli incendi estivi che stanno causando ingenti danni in molte regioni italiane. E’ la Regione Emilia Romagna, con il supporto della Protezione Civile, a lanciare  un progetto pilota che interessa due siti dell’Appennino tra Modena e Ferrara. Qui sono state installate stazioni di monitoraggio composte da [...]

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

luglio 25, 2017

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

“È necessario uscire dalla logica dell’emergenza per la mancanza di risorse idriche poiché l’intervento emergenziale, in una fase di grave siccità come quella che stiamo attraversando, rischia di portare al nulla”. Lo afferma Arcangelo Francesco Violo, segretario nazionale e coordinatore della Commissione Risorse idriche del Consiglio Nazionale dei Geologi. Il binomio caldo-siccità, in questa torrida estate [...]

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

luglio 24, 2017

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

Un’autovettura a energia solare? E’ già in circolazione sulle nostre strade, si tratta della Toyota Prius PHV, lanciata sul mercato a febbraio 2017, è dotata dei “Moduli Fotovoltaici HIT per Automobile” di produzione Panasonic. Il modello è definito un plug-in hybrid (PHV) perché rappresenta l’evoluzione dal sistema hybrid verso un veicolo sempre più elettrico. La [...]

L’Abruzzo guida la rivolta delle Regioni contro le trivelle

luglio 24, 2017

L’Abruzzo guida la rivolta delle Regioni contro le trivelle

Seconda vittoria legale dell’Abruzzo in pochi giorni: la Corte Costituzionale, con sentenza 198/2017, ha annullato il decreto “Trivelle” del 2015 in quanto emanato senza preventiva intesa con le Regioni: “Non spettava allo Stato e per esso al Ministro dello Sviluppo Economico – scrive la Consulta – adottare il decreto del 25 marzo 2015 senza adeguato coinvolgimento [...]

Come recuperare il calore dai data center. La soluzione di Climaveneta esportata in Finlandia

luglio 21, 2017

Come recuperare il calore dai data center. La soluzione di Climaveneta esportata in Finlandia

Mitsubishi Electric Hydronics & IT Cooling Systems, tramite il suo brand Climaveneta ha recentemente fornito due pompe di calore al District Heating di Fortum a Espoo, in Finlandia. Fortum, società energetica finlandese, aveva infatti la necessità di recuperare il calore espulso da un data center di Ericsson – multinazionale di servizi di telecomunicazione – per fornirlo alla rete [...]

A Milano partono i lavori per l’asilo pubblico di CityLife

luglio 21, 2017

A Milano partono i lavori per l’asilo pubblico di CityLife

Ieri il Sindaco di Milano Giuseppe Sala e  l’Assessore Pierfrancesco Maran hanno inaugurato i lavori per la costruzione dell’asilo pubblico nell’area di CityLife, nella neonata via Demetrios Stratos. L’asilo sarà il primo realizzato interamente in legno a Milano, immerso nel nuovo grande parco urbano che, una volta ultimato, sarà di 173.000 mq complessivi e ospiterà oltre [...]

“Clothes for Love”: nei punti vendita Auchan il nuovo contenitore digitale per i vestiti usati

luglio 20, 2017

“Clothes for Love”: nei punti vendita Auchan il nuovo contenitore digitale per i vestiti usati

La tecnologia al servizio della solidarietà. Parte oggi da Milano, presso il punto vendita Simply di Viale Corsica 21, il progetto Clothes for love, a cura dell’organizzazione umanitaria HUMANA People to People Italia e in collaborazione con Auchan Retail Italia e le principali amministrazioni comunali lombarde. Il progetto prevede il posizionamento di un nuovo contenitore [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende