Home » Rubriche »Very Important Planet » Phie Ambo, la regista danese in concorso a Cinemambiente:

Phie Ambo, la regista danese in concorso a Cinemambiente

ottobre 2, 2015 Rubriche, Very Important Planet

Classe 1973, la danese Phie Ambo ha diretto diversi film a tematica sociale. Al Festival Cinemambiente parteciperà al concorso con il suo film Good Things Await, nella sezione documentari. La pellicola racconta la storia di Niels Stokholm, uno dei più apprezzati agricoltori danesi, fornitore di tanti ristoranti fra cui Il Noma di Copenhaghen. Nonostante abbia sempre lavorato secondo i criteri della biodinamica, in accordo con i pianeti e gli istinti primari degli animali, le autorità minacciano di revocargli la licenza per allevare il bestiame; in più, gli edifici della fattoria si stanno deteriorando e non ha un successore che prosegua la sua attività. Phie ha raccontato a Greenews.info il backstage del film.

D) Phie, come è nato il progetto di questo documentario?

R) Ho iniziato a girare nella fattoria molto prima di immaginare che questo materiale sarebbe poi diventato un documentario. Avevo bisogno della quiete che ti regala il passar del tempo in mezzo alla natura e volevo osservare, con tutta calma, come e quanto le stagioni influenzano tutto ciò che ci circonda, dal più piccolo microorganismo agli esseri umani. Quindi all’inizio non avevo nessun obiettivo particolare se non quello di descrivere la vita all’interno di una fattoria biodinamica. Quando poi hanno minacciato Niels di fargli chiudere la fattoria, ho cominciato a vedere le potenzialità di una storia che doveva essere raccontata perché dice molto sul periodo che stiamo vivendo: stiamo uscendo da un’era industriale molto buia e ci stiamo affacciando a un approccio più positivo e olistico nel nostro stile di vita. Questo contrasto per me era interessante. Così è nato il documentario che ora è distribuito nelle sale e in DVD.

D) Cosa ti ha lasciato questa esperienza vissuta a contatto con Niels Stokholm?

R) La sfida più grande nel lavoro fianco a fianco con Niels è stata quella di abbandonare ogni controllo sulle riprese, perché Niels non voleva mai pianificarle. Il primo anno – ho girato in fattoria per due anni e mezzo – questo approccio mi ha messo in grande difficoltà, ma poi ho realizzato che le scene che ottenevo senza forzare o senza controllare ogni dettaglio erano di gran lunga migliori. Questa esperienza mi ha formato e ispirato, tanto che ho voluto ripeterla e portarla all’estremo nel mio lavoro successivo.

D) La Danimarca è nota per strategie ambientali all’avanguardia, pensi che il vostro modello possa essere adottato anche in altri Paesi?

R) Al momento abbiamo un governo in Danimarca che sta facendo marcia indietro su molti dei fronti in cui siamo stati pionieri nel settore ambientale. Questo comporta costi elevati per le macchine elettriche, più fertilizzanti nei campi, meno fondi per i trasporti pubblici. Non credo pertanto che il mondo debba guardare alla Danimarca per ispirarsi. La buona notizia è che molti danesi non condividono le scelte di questo governo e si stanno organizzando in tante piccole iniziative indipendenti…

D) Quali sono i tuoi progetti futuri in ambito ambientale?

R) Per me è importante che i bambini apprendano il concetto del sistema ciclico e olistico, per questo ho fondato la Green Free School, una scuola dove i bambini imparano l’importanza e la bellezza della natura. L’obiettivo è quello di restituire loro la sensazione di appartenenza alla natura, insieme al rispetto per la sua complessità. Dobbiamo iniziare trasmettendo l’amore per la natura, per fare in modo che si rispetti ogni essere vivente. Credo che i bambini abbiano già questa predisposizione, ma la perdono a mano a mano che crescono. Io voglio preservare quell’istinto, svilupparlo fino a farlo diventare un valore.

Daniela Falchero

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

maggio 28, 2017

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

La Biennale dello Sviluppo Durevole della riserva MAB UNESCO CollinaPo, organizzata dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale CioChevale, torna a Mombello di Torino domenica 28 maggio 2017 con il patrocinio del Comune. Una Biennale (alla sua seconda edizione) sulle buone pratiche per lo sviluppo durevole del territorio con tante realtà locali, ma non solo, che si incontreranno in [...]

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende