Home » Rubriche »Very Important Planet » Pipin Ferreras, il re dell’apnea: “Il mare è più forte di noi”:

Pipin Ferreras, il re dell’apnea: “Il mare è più forte di noi”

Uno degli apneisti più forti della storia, il primo a toccare i -171 metri. Una vita sempre al limite quella di Francisco Ferreras alias Pipin come lo chiamavano già da bambino a Cuba dove è nato il 18 gennaio 1962. Subito sott’acqua, la leggenda narra che ha imparato prima a galleggiare che a camminare. Uomo d’acqua allenato a superare record su record, ben 21 nella sua carriera. Fino al 2003, un anno dopo la morte della moglie Audrey Mestre in un’immersione. L’ultimo tuffo, l’ultimo record. Poi scrive “The Dive”, un bestseller internazionale che conquista il regista James Cameron - quello di Titanic – che ne compra i diritti. Pipin si dedica al cinema. Ci ha svelato i suoi progetti alla fiera Eudi Show di Bologna dove lo abbiamo incontrato.

D) Pipin da tempo  ti sei innamorato del cinema con la tua Camm Production. Al centro sempre il mare, ci sveli i tuoi progetti futuri?

R) Sto lavorando ad un film storico, ambientato a Cuba nel 1700. Una storia di tesori, una battaglia navale, spionaggio, traffici, navi, amore. Poi ho in corso la produzione di una serie televisiva a Miami in 13 episodi: Hunting the Abyss. E ancora la collaborazione con James Cameron per la realizzazione del film tratto dal mio libro The Dive, il mio racconto biografico, la mia storia con mia moglie, l’apneista francese Audrey Mestre (scomparsa nel 2002 durante una tragica immersione proprio a -171 m, Ndr).

D) Forte interesse per la fiction dunque, ma hai realizzato anche tanti documentari…

R) Quasi un dovere. Quello di condividere la grande bellezza vista e vissuta durante le esplorazioni subacquee. Un omaggio al mare e all’oceano. Ho iniziato come protagonista di documentari e film in tutto il mondo, poi la collaborazione con tanti registi, non solo con James Cameron.  Tante esperienze utili per far crescere CAMM Productions, la mia casa di produzione ora in espansione con diversi lavori e più progetti in cantiere. Una grande soddisfazione professionale. Anche per la produzione e realizzazione di tanti documentari naturalistici in questi ultimi 20 anni.

D) Tante immersioni in Oceano, ma anche nei mari italiani. Nel Mediterraneo, il Mare Nostrum. Che rapporto hai con l’Italia?

R) Ho un legame molto forte con il vostro Paese. La mia carriera è partita qui, ho fatto dei record, ho vissuto in questa bella terra. Collaboro  dal 2016 con un’azienda italiana, la SNSI, con la quale ho iniziato una  relazione che ha portato allo sviluppo di un nuovo sistema didattico dedicato all’apnea. Con gli italiani ho un  bellissimo rapporto, lo tocco con mano qui in fiera dove in tanti vengono a fare domande o anche per una semplice stretta di mano o per un autografo…

D) Da atleta ad istruttore, anzi formatore. Vuoi diventare il maestro dei maestri della subacquea?

R) Sono molto impegnato su questo fronte. Un  programma dove convivono l’esperienza e la tecnica sviluppati in tanti anni  con l’innovazione e la tecnologia. Strumenti  molto utili per la realizzazione  dei nuovi corsi.

D) Dopo il 2003 hai  chiuso con l’agonismo. Un addio definitivo?

R) Ho un’altra prova da affrontare. Il 5 novembre prossimo in Florida, sarò impegnato in un nuovo tentativo di record del mondo: -151 metri in assetto variabile no limits nella categoria master 50. Un grande evento!

D) Tu che sei in acqua da sempre, vedi soffrire il mare dal punto di vista ambientale?

R) Si senza dubbio, mentre dovremmo nutrire un grande rispetto verso di lui. Ricordiamoci che non possiamo distruggerlo, lui è più forte di tutti noi. Dobbiamo stare attenti, molto attenti…

Gian Basilio Nieddu

 

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Tere Group progetta MEMO, il camion dimostrativo alimentato con biometano da alghe

luglio 27, 2017

Tere Group progetta MEMO, il camion dimostrativo alimentato con biometano da alghe

Con la collaborazione diretta della casa madre italiana Tere Group Srl, detentrice della tecnologia e insieme ad UNIMORE (Università di Modena e Reggio Emilia), L.I.S.T. (Luxembourg Institute of Science and Technology) e altri partner lussemburghesi, la nuova società Tere Group Lux S.A avvierà un innovativo progetto rivolto alla costruzione di MEMO (Mezzo Operativo Mobile), un [...]

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

luglio 26, 2017

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

E’ una delle tendenze di questa estate, ma è in crescita da diversi mesi a giudicare dai dati Google e social: gli italiani amano sempre di più utilizzare prodotti “per il benessere sessuale della coppia”. Solo nelle ultime settimane le ricerche sul web per i sex toys hanno registrato un aumento del 300%. Tendenza che riguarda [...]

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

luglio 25, 2017

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

Cocoon, incubatrice biodegradabile brevettata dall’azienda olandese Land Life Company, potrebbe aiutare a riforestare i territori italiani colpiti da siccità e incendi rivitalizzando ecosistemi degradati e comunità, come sta già succedendo in 24 Paesi nel mondo. Sono infatti due miliardi gli ettari di terreno degradati nel mondo, un’area più grande di quella dell’intero Sudamerica. Tanto che [...]

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

luglio 25, 2017

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

Reti wireless, fibra ottica e tecnologie di visione digitale in campo per prevenire e contrastare gli incendi estivi che stanno causando ingenti danni in molte regioni italiane. E’ la Regione Emilia Romagna, con il supporto della Protezione Civile, a lanciare  un progetto pilota che interessa due siti dell’Appennino tra Modena e Ferrara. Qui sono state installate stazioni di monitoraggio composte da [...]

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

luglio 25, 2017

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

“È necessario uscire dalla logica dell’emergenza per la mancanza di risorse idriche poiché l’intervento emergenziale, in una fase di grave siccità come quella che stiamo attraversando, rischia di portare al nulla”. Lo afferma Arcangelo Francesco Violo, segretario nazionale e coordinatore della Commissione Risorse idriche del Consiglio Nazionale dei Geologi. Il binomio caldo-siccità, in questa torrida estate [...]

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

luglio 24, 2017

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

Un’autovettura a energia solare? E’ già in circolazione sulle nostre strade, si tratta della Toyota Prius PHV, lanciata sul mercato a febbraio 2017, è dotata dei “Moduli Fotovoltaici HIT per Automobile” di produzione Panasonic. Il modello è definito un plug-in hybrid (PHV) perché rappresenta l’evoluzione dal sistema hybrid verso un veicolo sempre più elettrico. La [...]

L’Abruzzo guida la rivolta delle Regioni contro le trivelle

luglio 24, 2017

L’Abruzzo guida la rivolta delle Regioni contro le trivelle

Seconda vittoria legale dell’Abruzzo in pochi giorni: la Corte Costituzionale, con sentenza 198/2017, ha annullato il decreto “Trivelle” del 2015 in quanto emanato senza preventiva intesa con le Regioni: “Non spettava allo Stato e per esso al Ministro dello Sviluppo Economico – scrive la Consulta – adottare il decreto del 25 marzo 2015 senza adeguato coinvolgimento [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende