Home » Rubriche »Very Important Planet » Pipin Ferreras, il re dell’apnea: “Il mare è più forte di noi”:

Pipin Ferreras, il re dell’apnea: “Il mare è più forte di noi”

Uno degli apneisti più forti della storia, il primo a toccare i -171 metri. Una vita sempre al limite quella di Francisco Ferreras alias Pipin come lo chiamavano già da bambino a Cuba dove è nato il 18 gennaio 1962. Subito sott’acqua, la leggenda narra che ha imparato prima a galleggiare che a camminare. Uomo d’acqua allenato a superare record su record, ben 21 nella sua carriera. Fino al 2003, un anno dopo la morte della moglie Audrey Mestre in un’immersione. L’ultimo tuffo, l’ultimo record. Poi scrive “The Dive”, un bestseller internazionale che conquista il regista James Cameron - quello di Titanic – che ne compra i diritti. Pipin si dedica al cinema. Ci ha svelato i suoi progetti alla fiera Eudi Show di Bologna dove lo abbiamo incontrato.

D) Pipin da tempo  ti sei innamorato del cinema con la tua Camm Production. Al centro sempre il mare, ci sveli i tuoi progetti futuri?

R) Sto lavorando ad un film storico, ambientato a Cuba nel 1700. Una storia di tesori, una battaglia navale, spionaggio, traffici, navi, amore. Poi ho in corso la produzione di una serie televisiva a Miami in 13 episodi: Hunting the Abyss. E ancora la collaborazione con James Cameron per la realizzazione del film tratto dal mio libro The Dive, il mio racconto biografico, la mia storia con mia moglie, l’apneista francese Audrey Mestre (scomparsa nel 2002 durante una tragica immersione proprio a -171 m, Ndr).

D) Forte interesse per la fiction dunque, ma hai realizzato anche tanti documentari…

R) Quasi un dovere. Quello di condividere la grande bellezza vista e vissuta durante le esplorazioni subacquee. Un omaggio al mare e all’oceano. Ho iniziato come protagonista di documentari e film in tutto il mondo, poi la collaborazione con tanti registi, non solo con James Cameron.  Tante esperienze utili per far crescere CAMM Productions, la mia casa di produzione ora in espansione con diversi lavori e più progetti in cantiere. Una grande soddisfazione professionale. Anche per la produzione e realizzazione di tanti documentari naturalistici in questi ultimi 20 anni.

D) Tante immersioni in Oceano, ma anche nei mari italiani. Nel Mediterraneo, il Mare Nostrum. Che rapporto hai con l’Italia?

R) Ho un legame molto forte con il vostro Paese. La mia carriera è partita qui, ho fatto dei record, ho vissuto in questa bella terra. Collaboro  dal 2016 con un’azienda italiana, la SNSI, con la quale ho iniziato una  relazione che ha portato allo sviluppo di un nuovo sistema didattico dedicato all’apnea. Con gli italiani ho un  bellissimo rapporto, lo tocco con mano qui in fiera dove in tanti vengono a fare domande o anche per una semplice stretta di mano o per un autografo…

D) Da atleta ad istruttore, anzi formatore. Vuoi diventare il maestro dei maestri della subacquea?

R) Sono molto impegnato su questo fronte. Un  programma dove convivono l’esperienza e la tecnica sviluppati in tanti anni  con l’innovazione e la tecnologia. Strumenti  molto utili per la realizzazione  dei nuovi corsi.

D) Dopo il 2003 hai  chiuso con l’agonismo. Un addio definitivo?

R) Ho un’altra prova da affrontare. Il 5 novembre prossimo in Florida, sarò impegnato in un nuovo tentativo di record del mondo: -151 metri in assetto variabile no limits nella categoria master 50. Un grande evento!

D) Tu che sei in acqua da sempre, vedi soffrire il mare dal punto di vista ambientale?

R) Si senza dubbio, mentre dovremmo nutrire un grande rispetto verso di lui. Ricordiamoci che non possiamo distruggerlo, lui è più forte di tutti noi. Dobbiamo stare attenti, molto attenti…

Gian Basilio Nieddu

 

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

gennaio 17, 2019

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

Secondo il Global Risks Report 2019, pubblicato ieri dal World Economic Forum, i rischi ambientali, come i fenomeni atmosferici estremi, la mancanza di azioni sul clima e la perdita di biodiversità, rappresentano le più grandi sfide, sempre crescenti, con cui l’umanità deve fare i conti. Proprio quelli di carattere ambientale rappresentano tre dei primi cinque rischi [...]

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

gennaio 16, 2019

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

Sono in arrivo nuove agevolazioni a sostegno delle clean technologies piemontesi, un settore sempre più strategico per il futuro del Paese. È infatti aperto il bando Prism-E della Regione Piemonte, che mette a disposizione 8,5 milioni di euro a piccole medie imprese – a cui si aggiungono grandi imprese che collaborano con le PMI – di Piemonte e [...]

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

gennaio 16, 2019

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

Il prossimo 24 gennaio a Innsbruck, in Austria, prenderà il via il “Worn Wear Tour” di Patagonia, lo storico brand di abbigliamento da montagna fondato da Yvon Chouinard, che farà tappa presso le destinazioni sciistiche più importanti di tutta Europa riparando cerniere, bottoni, strappi e anche abbigliamento tecnico in GORE-TEX. Ideata nel 2013, l’iniziativa Worn Wear [...]

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

gennaio 10, 2019

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

Il rosso del ferro, l’oro della pirite e l’argento dell’ematite, fino alle mille sfumature del granito. Quello dell’Isola d’Elba è un viaggio tra i colori delle pietre, custodite da sempre nel ventre dell’isola e scavate, a partire dagli Etruschi fino a una manciata di anni fa, con giacimenti apparentemente inesauribili. Chiuse nel 1981 dopo quasi [...]

Agricoltura biologica: il testo unificato riconosce “il ruolo ambientale” e prevede un logo nazionale

dicembre 19, 2018

Agricoltura biologica: il testo unificato riconosce “il ruolo ambientale” e prevede un logo nazionale

La Camera dei Deputati ha approvato a grande maggioranza, nei giorni scorsi, il testo unificato delle proposte di legge “Disposizioni per la tutela, lo sviluppo e la competitività della produzione agricola, agroalimentare e dell’acquacoltura con metodo biologico”, che prevede l’introduzione di un logo nazionale e il riconoscimento del ruolo ambientale dell’agricoltura biologica, oltre a quello economico-sociale [...]

Reborn Ideas, il nuovo aggregatore di prodotti italiani da upcycling

dicembre 19, 2018

Reborn Ideas, il nuovo aggregatore di prodotti italiani da upcycling

Reborn Ideas è la nuova start up marchigiana nata con l’obiettivo di aggregare e vendere prodotti “ecochic”, 100% Made in Italy, ispirati all’upcycling, al recycling, o realizzati con nuovi materiali ecosostenibili, grazie alla riscoperta della sapiente manualità artigianale italiana. L’upcycling, in particolare, è il processo di conversione di materie prime di scarto o prodotti dismessi [...]

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

dicembre 14, 2018

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

Privati cittadini, operatori commerciali e liberi professionisti residenti o domiciliati a Torino potranno chiedere di disporre di una colonnina di ricarica elettrica sotto la propria abitazione o davanti al negozio o all’ufficio. Si tratta del nuovo progetto “Torino ti dà la carica“, presentato oggi dall’amministrazione comunale guidata da Chiara Appendino. Lo scorso 28 settembre la Città [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende