Home » Rubriche »Very Important Planet » Pistoletto: all’Italia non basta più la qualità, ci vuole la sostenibilità:

Pistoletto: all’Italia non basta più la qualità, ci vuole la sostenibilità

dicembre 21, 2012 Rubriche, Very Important Planet

La fine del mondo, Michelangelo Pistoletto, la chiama “rinascita“. O se preferite, visto il periodo pre-natalizio, “avvento” di una nuova era, il Terzo Paradiso, in cui finalmente l’uomo capirà che sta uccidendo la Natura, e riuscirà a riconciliarla con l’Artificio, la Tecnica. È questo il senso del Rebirth day, la gigantesca catena umana, unica al mondo, che oggi ha unito 100 mila mani da Torino a Susa. Un auspicio simbolico, con cui l’umanità possa marciare unità verso la rigenerazione dello spirito, ispirandosi ai valori dell’ecologismo. L’abbiamo intervistato nel giorno del Rebirth, festeggiato in Italia e in 90 paesi del mondo, anche a Bruxelles, dove oggi Pistoletto incontrerà il presidente della Commissione Europea, José Manuel Barroso.

D) Maestro, la sua arte insiste sempre più sull’ambiente e sulla sua salvaguardia. Lei che è stato un membro attivo del movimento dell’Arte Povera, pensa che sia questo oggi il tema fondamentale a cui ispirarsi?

R) E’ un fenomeno centrale in tutti sensi. La ma fondazione Città dell’Arte, a Biella, affronta da anni questi temi, sotto vari aspetti: energetici, della casa come abitazione, come “abito”, come habitat per l’uomo. Nel 2005 avevo fatto una mostra al museo Pecci di Prato che si intitolava proprio cosi’, “habitus abito abitare” e intendeva coinvolgere mente corpo e spazio vissuto. A Biella lavoriamo anche molto sull’arte fashion, con una piattaforma di 50 aziende italiane che realizzano abiti ecologici, con materie sane e una produzione che non crea scorie e inquinamento.

D) A differenza di altri paesi del mondo, l’Italia sembra però ancora recalcitrante ad accettare pienamente la cultura del “green”…

R) Siamo resistenti verso tutte le culture per definizione, in questo periodo storico, non solo verso quella ecologica, ma anche artistica, morale. Io pero’ non sono pessimista, qualcosa si sta muovendo.

D) Qual è, in questo contesto, il ruolo dell’arte?

R) Prima di tutto educativo, non soltanto positivo. L’attività formativa crea una coscienza nel nostro tempo, ma deve affrontare problematiche abbastanza gravi, e deve essere brava a farlo. L’Italia e’ uno straordinario paese produttivo di cose di qualità’, ma non basta più, ora ci vuole il salto ecologico, la sostenibilità.

D) Da qui la sua idea del Terzo Paradiso…

R) Proprio cosi’, l’incontro tra la natura e l’artificio, due punti estremi che si devono poter toccare. La tecnologia stessa deve tenere conto del fatto che stiamo recando un danno enorme alla natura, stiamo sfruttando la natura in modo inaudito, creando un’ entropia accelerata da cui e’ impossibile tornare indietro, trovare il modo di rigenerarsi. In questo, dobbiamo copiare la natura, utilizzare mezzi artificiali per adeguarsi al riciclo, riutilizzando appunto. Per me il “ri” e’ fondamentale.

D) La sua fondazione Città dell’Arte suggerisce metodi concreti di Ri-utilizzo?

R) Certo, perché non si può restare sul piano del consumo per il consumo. Stiamo studiando una modalità di costruzione delle case con la paglia, straordinariamente termica. Si possono edificare pareti per cui non ci sara’ più bisogno di riscaldare. Diventerà un fatto economico, perché la paglia invece di essere bruciata o distrutta serve per vivere, un materiale naturale per fabbricare.

D) Lei crede nei grandi vertici mondiali? Di recente, ad esempio, quello di Doha, in Qatar, ha nuovamente rimandato il problema del taglio alle emissioni climalteranti…

R) Non li ritengo inutili. Piano piano anche le grandi nazioni in fase di crescita – che hanno sofferto finora una condizione di inferiorità – si sposteranno verso una produzione “verde”. Oggi il loro benessere e’ un’aggravante della situazione a livello mondiale e ci porta a rischio di un tracollo. Ma in paesi che si sviluppano assai velocemente, anche la conversione sarà rapida.

D) Come vive Pistoletto a Città dell’Arte?

R) La nostra casa e la fondazione hanno pannelli solari e siamo riusciti a restaurarle con sistemi di risparmio energetico, coperte termiche con lana, per abbattere fino al 70% il consumo di energia. Per quanto riguarda i trasporti, invece, siamo a Biella e non giriamo molto in auto, se devo spostarmi uso essenzialmente aereo e treno. Trovo che la linea veloce su ferrovia sia comodissima, perché non perdi tempo e ti sposti in poche ore.

D) E sulla Tav come la pensa?

R) E’ tempo di chiarire questa questione. sento tutto e il contrario e non sono ancora riuscito a farmi un’idea seria e approfondita. Se ci sono problemi di scavo, vanno risolti, ma non si può’ isolare un paese per ideologia. Il treno andrebbe favorito, sempre.

Letizia Tortello

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

marzo 24, 2017

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

Alla vigilia delle celebrazioni per il Sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, un gruppo di attivisti di Greenpeace è entrato in azione nella capitale aprendo uno striscione di 100 metri quadri dalla terrazza del Pincio, con il messaggio “After 60 years: a better Europe to save the climate” rivolto ai leader europei, nei prossimi giorni [...]

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

marzo 24, 2017

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

«L’Italia è il quarto Paese al mondo dietro a Germania, Stati Uniti e Cina e secondo in Europa per numero di impianti di biogas nelle aziende agricole, che sono più di 1.250 realizzati e dagli attuali 2 miliardi di metri cubi abbiamo la potenzialità per arrivare a 8 miliardi di metri cubi di biometano entro [...]

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

marzo 23, 2017

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

Fino al 24 marzo 2017 torna, nella sede di Ferrara Fiere, il “Salone del Restauro”, rinominato, nella sua XXIV edizione, Restauro-Musei, Salone dell’Economia, della Conservazione, delle Tecnologie e della Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali. Tre giornate di esposizioni, convegni, eventi e mostre, con l’intento di promuovere il patrimonio culturale e ambientale sotto tutti gli aspetti. L’edizione [...]

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

marzo 23, 2017

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

  Venerdì 31 marzo Aboca presenterà alla quinta edizione di “Biennale Democrazia”, a Torino, l’edizione italiana del libro “The Ecology of Law” (“Ecologia del Diritto”), del fisico e teorico dei sistemi Fritjof Capra (direttore e fondatore del Centro per l’Ecoalfabetizzazione di Berkeley in California e membro del Consiglio della Carta Internazionale della Terra) e dello [...]

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

marzo 22, 2017

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

Con l’hashtag #WORLDWATERDAY anche quest’anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1993 dalle Nazioni Unite come momento per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione delle risorse idriche, evidenziare l’importanza dell’acqua e la necessità di preservarla e renderla accessibile a tutti. Il tema proposto di questo anno è infatti “Waste Water” (le acque di scarico): [...]

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

marzo 21, 2017

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

Coprono una superficie di circa 4 miliardi di ettari, quasi il 31% delle terre emerse. Sono le foreste, aree che svolgono un ruolo insostituibile per il Pianeta e di cui oggi si celebra la Giornata Internazionale. Le foreste conservano la biodiversità e l’integrità del suolo, danno cibo a miliardi di persone e assorbono gran parte del [...]

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

marzo 20, 2017

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua del 22 marzo, InSinkErator, multinazionale americana leader mondiale nel settore dei dissipatori alimentari, presenta sul mercato italiano il nuovo erogatore antispreco 3N1, in grado di far risparmiare una risorsa sempre più preziosa come l’acqua. L’utilizzo casalingo, con cucina e bagno in testa, è infatti tra le principali cause dello spreco di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende