Home » Bollettino Europa »Rubriche » Blue Society: presentato al Parlamento UE un progetto per la sostenibilità degli Oceani:

Blue Society: presentato al Parlamento UE un progetto per la sostenibilità degli Oceani

novembre 23, 2015 Bollettino Europa, Rubriche

Il 18 novembre è stato presentato al Parlamento Europeo di Bruxelles il lavoro svolto da più di 500 operatori europei che si occupano di gestione sostenibile di mari e oceani, per sviluppare una gestione congiunta e responsabile di questi preziosi habitat naturali.

L’evento, organizzato in collaborazione con l’intergruppo “Cambiamento climatico, biodiversità e sviluppo sostenibile”, è stato l’occasione per introdurre i risultati del progetto Sea For Society - in scadenza il 30 novembre prossimo - che dal 2012 tenta di dare risposta alla necessità, sempre crescente, di conciliare la gestione sostenibile nei diversi campi di utilizzo dell’ecosistema marino (pesca, turismo ecc.), con una crescita economica progressiva e inclusiva.

Come è possibile perseguire questo duplice obiettivo? Sviluppando una nuova e ambiziosa visione della società che abbracci lo spirito di sostenibilità, il benessere e l’equità per il genere umano per arrivare allo sviluppo di una “Blue Society” che, tra le altre cose, sia in grado di migliorare la governance degli oceani e dei mari.

Le acque salate coprono infatti il 70% della superficie terrestre e giocano un ruolo fondamentale nella vita e nell’economia. Nel 2014, la”blue economy” europea corrispondeva a circa 5,4 milioni di posti di lavoro per un valore lordo di quasi 500 miliardi di euro. Eppure, mari e oceani sono estremamente fragili e sperimentano una crescente pressione sulle loro risorse e ed ecosistemi messi sotto scacco dalle attività umane.

Il progetto intende stimolare una nuova visione della “convivenza” tra uomo e ambiente marino facendo innanzitutto dialogare tutte le parti interessate: operatori economici, organizzazioni ambientaliste, autorità locali e società civile che possiedono conoscenze ed esperienze complementari al fine di creare nuove “partnership”. A ciò si dovrebbe affiancare un processo di consultazione in tutta Europa per facilitare il dialogo, identificare le sfide e gli ostacoli e metterli in relazione ai bisogni della società. Senza dimenticare, naturalmente, il mondo della ricerca. Il quale verrà sostenuto allo scopo di ottimizzare il ruolo della tecnologia nella gestione delle risorse marine e delle attività terrestri correlate e dello sviluppo sostenibile.

“Sea For Society” è finanziato dalla DG Ricerca & Innovazione nell’ambito del 7° Programma Quadro e ha coinvolto, su base triennale, 20 partner provenienti da 12 Paesi, tra i quali, per l’Italia, Costa Edutainment, gestore dell’Acquario di Genova. Ma sono ben 500 i soggetti interessati che insieme hanno sviluppato più di 700 idee per migliorare la sinergia tra società e oceani, e oltre 600 soluzioni per affrontare gli ostacoli alla sostenibilità.

Tra gli esempi concreti di attività in corso che riflettono sull’importanza dei mari e degli oceani, il Premio intitolato al professore portoghese Mario Ruivo, organizzato da EurOcean, è un progetto in cui a giovani di età compresa tra 11 e 16 anni, in tutta Europa, viene chiesto di immaginare un’innovazione sul tema: “Il tuo oceano, il tuo futuro”. Può essere un lavoro sviluppato in qualsiasi forma, l’importante è che supporti i principi della Blue Society. In palio 5.000 euro per la realizzazione.

Beatrice Credi

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

settembre 27, 2016

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

La metà della popolazione dell’Unione Europea, circa 264 milioni di persone, potrebbe produrre la propria elettricità autonomamente e da fonti rinnovabili entro il 2050, soddisfacendo così il 45% della domanda comunitaria di energia. È quanto dimostra il report scientifico “The Potential for Energy Citizens in the European Union”, redatto dall’istituto di ricerca ambientale CE Delft [...]

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

settembre 23, 2016

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

«Le malvagità degli uomini vivono nel bronzo, le loro virtù le scriviamo sulle acque», diceva William Shakespeare. Ed è sulle orme delle virtù che si snoda «Le Vie dell’Acqua», il progetto patrocinato dal Comune di Bergamo e sostenuto e finanziato da UniAcque che celebra così i suoi primi 10 anni di attività, per far riscoprire [...]

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

settembre 20, 2016

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

La ricarica artificiale degli acquiferi come soluzione per conservare l’acqua nei paesi aridi e a rischio desertificazione, rendendola così disponibile per l’agricoltura e gli altri settori. E’questa la tecnica sviluppata grazie a Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), un progetto che negli ultimi quattro [...]

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

settembre 20, 2016

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

Al Liceo Scientifico Keplero di Roma il verde pensile ha trasformato il lastrico solare in un’aula di sperimentazione dove i ragazzi coltivano piante e ortaggi. Ma non solo: lezioni di microbiologia, sperimentazioni agronomiche ma anche approfondimenti pratici su idraulica e capacità termica dei tetti verdi. Il tutto, in quest’aula davvero speciale, un grande giardino pensile [...]

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

settembre 19, 2016

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore [...]

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

settembre 16, 2016

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

MACFRUT 2016 si chiude con un accordo per la prossima edizione di maggio 2017: l’ente di certificazione CCPB sarà partner per i contenuti di MACFRUT Bio, area dedicata all’ortofrutta biologica.  “Il  biologico  cresce  enormemente”  commenta  Fabrizio  Piva amministratore  delegato CCPB “solo nei primi sei mesi del 2016 ci sono 12.000 nuove aziende bio, +20% rispetto al 2015. Perché [...]

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

settembre 15, 2016

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

Mai provata un’auto a emissioni zero? Come ha scritto il direttore editoriale di Greenews.info, Andrea Gandiglio, al rientro dalla 7° ECOdolomites, “è un’esperienza assolutamente da provare e suggerire a chiunque”. Il giorno del Battesimo Elettrico, per molti milanesi, potrebbe essere Sabato 17 settembre all’appuntamento che Share’ngo ha organizzato dalle 9.30 alle 13.00  presso l’Isola Digitale [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende